sabato 18 nov
  • 35 commenti a “LAV Palermo: blog e banchetti sotto ai portici”

    1. Spero ci sia grande partecipazione, il tema degli animali sfruttati è purtroppo ignorato da tanti. Se vogliamo un mondo migliore ci dobbiamo prendere cura dei soggetti più deboli, e quindi anche degli animali, che sono i migliori compagni dell’uomo,
      che invece è il peggiore nemico degli animali.
      Animali usati come cavie per esperimenti, per testare creme, lacche , rossetti (muoiono intossicati), scuoiati vivi per le pellicce che qualche stupida bestia indosserà, uccisi per guarnire borse e scarpe.
      Finiamola di vivere infischiandocene di tutto, facciamo delle scelte consapevoli anche negli acquisti, rifiutiamoci di comprare oggetti per cui animali sono stati sacrificati.
      “Oggi cosa indosso? Una volpe uccisa, o un gatto squartato, o un coccodrillo spellato?No,ho trovato! mi posso mettere quel bel leopardino che non metto da tanto!”

    2. brava Valentina!

    3. Grazie!

    4. Sono sempre molto favorevole a queste iniziative. Anche se personalmente a volte mi chiedo perchè lottare per i diritti degli animali quando ancora siamo lontanissimi dal rispetto dei diritti umani in tutto il mondo…boh!

    5. Perchè gli animali sono deboli, muti, non possono chiedere aiuto, se li incatenano non si possono liberare, se li lasciano digiuni e poi farli sbranare fra di loro ,mors tua vita mea, se li abbandonano possono solo cercare disperatemente di correre dietro la macchina del padrone di merda e morirci dietro,
      se sparano agli elefanti per l’avorio ,questi non possono rispondere col revolver ecc. ecc. Ecco, loro da soli non si possono difendere,quindi è un DOVERE aiutarli, perchè loro non ci hanno chiesto un lavoro o una raccomandazione, o hanno occupato i nostri spazi.
      Ci chiedono a volte un po’ di cibo e qualche carezza. Siamo noi che abbiamo invaso i loro spazi liberi, che li uccidiamo, che li sfruttiamo ,anche lavorativamente parlando che già sarebbe meglio di tenerli legati per fargli un taglio sulla carne senza anestesia.Noi siamo colpevoli di fronte gli animali, e forse il prendersene cura può intenerire qualcuno e fargli capire che se non rispetterà gli animali non potrà mai rispettare veramente neanche se stesso.

    6. Perfettamente d’accordo con Valentina.
      Sacrosanta anche la lotta per i diritti umani e tantissimi altre lotte in difesa dei più deboli e disagiati, però se ogni volta che ci si attiva per una causa, salta fuori qualcuno a dire che bisogna lottare anche per qualcos’altro, meglio starsene a casa, tanto uno più sfigato ancora, al mondo, ci sarà sempre, per poterci dare la scusa per non fare!

    7. A proposito, qualcuno ha delle notizie sul sequestro del centro di San Matteo (Trapani), gestito della forestale, dove sono stati trovati asini panteschi e cavalli sanfratellani in pessime condizioni fisiche?
      io sono riuscita a trovare solo informazioni molto vaghe e vorrei tanto capire cosa è successo realmente e chi gestiva ultimamente l’allevamento.
      Grazie.

    8. Grazie per le tue parole, Valentina! Se passi a trovarci oggi o domani, fatti riconoscere 🙂

    9. Sacrosanto l’amore per gli animali e per tutti gli esseri viventi capaci di soffrire. Coerenza vorrebbe però che analoga sensibilità verso una vita innocente e indifesa ci fosse anche verso l’aborto di cuccioli umani. Altrimenti tutto questo amore per gli animali rappresenterebbe solo una moderna forma di ipocrisia.

    10. No, Sandro,l’amore in quanto sacrosanto esiste per tutti gli esseri e qualsiasi cosa vive va protetta.
      Soprattutto i cuccioli umani.

    11. eccone n’altro!
      questo sta a dimostrare quanto poco interesse ci sia REALMENTE per gli animali se c’è sempre un ma, e quanto ci sia da fare per loro. la strada è ancora lunghissima!
      sono favorevole anche se…
      sacrosanto l’amore ma…
      non ho parole!

    12. sull’aborto poi il discorso sarebbe lunghissimo e complesso.
      non bastano tre righe in un blog, buttate pure a casaccio!

    13. non parlo di aborto perchè poi si va fuori tema…
      Per quanto riguarda gli animali: sono fermamente convinto della presenza di un’anima in ciascun animale (al contrario di quanto sostiene la chiesa) e sostengo che, spesso, quell’anima vale molto più di quella di molti esseri umani!! Gli animali amano, soffron, hanno paura…perchè non dovrebbero avere un anima? Sfido qualsiasi “boss” della santa romana chiesa a guardare negli occhi un cane che sta per morire e poi a dire “questa è una creatura senz’anima”!!
      Pertanto sono contrario a tutti quegli esperimenti “faceti” (trucchi & co.) sugli animali o alle pellicce (siamo nel 2008…usate le fibre sintentiche)…tuttavia alcuni esperimeni che possano salvare vite umane ritengo che, in estrema ratio e con un po’ i tristezza nel cuore, vadono fatti!

    14. Addirittura ogni specie sulla terra attraversa un ciclo evolutivo, per questo va rispettata ogni forma vivente,
      procurandogli la morte noi interrompiamo questo ciclo e non permettiamo a quella creatura di passare a un ciclo di vita superiore. Perciò anche gli animali hanno un’anima, eccome!Vedi in India come rispettano le mucche! Ma al di là di quello in cui crediamo
      (io sono fermamente convinta che esiste la reincarnazione), l’amore generoso che si concede ad ogni creatura dovrebbe comprendere anche gli amici animali. Quanti di loro hanno salvato uomini, o sono morti dopo il loro padrone!
      Certo, Beny, speriamo che un giorno l’uomo stia più in salute avendo più rispetto di se stesso,e possa fare a meno di sperimentare sugli animali.
      Sono d’accordo con Stalker.

    15. Condivido i post di Valentina e Stalker. Quelli che pensano a una presunta priorità e superiorità della specie umana, secondo me non hanno capito, o forse non hanno la fortuna di vivere insieme agli animali. Io vivo con i miei animali, e raramente lo stesso amore l’ho visto tra gli esseri umani. E qui mi fermo…
      Non ho problemi familiari in questo senso, anzi…; anche questo mi aiuta ad amare meglio gli animali.

    16. Menomale, non sono l’unica!Buona domenica a tutti e se possiamo, sosteniamo le Associazioni che aiutano gli animali!Ora vado a cercare il gatto Max che purtroppo mi è scappato di casa.
      Naturalmente, come dice Gigi l’amore per gli animali, non è un ripiego, e il fatto di avere una famiglia che non ti crea problemi è già tanto, in un mondo dove devi difendere anche il diritto sacrosanto a tenerli.

    17. E non dimentichiamo un grande GRAZIE per queste persone che, gratuitamente, passano le loro domeniche e giorni di festa davanti un banchetto, allo stravento… e tutto per amore degli animali!
      @Valentina: concordo con te! Gli animali non hanno voce per denunciare le violenze di cui sono vittime!
      Un’ultima frase (non mia): se i macelli avessero le pareti di vetro, saremmo tutti vegetariani!

    18. Un pollo arrosto,good
      Un coniglio con rossetto alle chiappe no good.
      Scherzo,sono contrario alla vivisezione in generale,tranne per la ricerca medica.

    19. sono contraria alle staminali, tranne servano a salvare mia sorella. benedetto sedicesimo permettendo…

    20. poi sono anche disgustata da alcuni commenti, visto che le chiappe non sono mai le vostre, anche se dubito sareste capaci a difendee perfino le vostre o quelle dei vostri simili che sventagliate come baluardi del vostro falso perbenismo, presi come siete dai ma.. e però.. e sagaci battutine che vi metteno l’animo in pace!
      buona fortuna umanoidi….

    21. Stalker, il cammino sarà lungo, possiamo lasciare dei semi buoni per chi verrà dopo di noi.
      Grazie alla Lav e a chi ama gli animali.

    22. beh, oltre i semi, che ho sparpagliato per il foraggio, mi sono incollata un asino che era già sulla via del macello e tre cani di cui due trovatelli e uno malato.
      sono felice di questa famiglia strampalata e osservo che di solito chi ama gli animali ed ha un rapporto empatico con loro, ha anche sensibilità verso il genere umano. è una medicina contro l’aridità, ed è incredibile notare come spesso bambini problematici ed ombrosi riescano a sorridere a contatto con gli animali, accarezzando un asino, o quando un cane gli lecca la faccia. solo per questo dovremmo essergli grati e rispettarli, non dico amarli…

    23. Scusa Valentina, forse mi sono espresso male. Voglio dire che non ho problemi affettivi, né familiari. C’é chi sposta il proprio affetto sugli animali in mancanza di quello umano, c’è chi non ha affetto umano e per frustrazione non riesce neanche ad amare gli animali.
      Io mi ritengpo fortunato di avere entrambi gli affetti. E il fatto di essere appagato negli affetti familiari mi aiuta ad amare meglio gli animali.
      In ogni caso Tu e Stalker siete le mie commentatrici preferite.

    24. Giuseppe (nissa, mon ami), io neanche per quello romperei le scatole agli animali, che non chiedono di essere sottoposti a quei trattamenti, e che non considero affatto secondari agli esseri umani. La scienza dovrebbe percorrere altre strade e usare altri metodi per la ricerca.

    25. Ringraziando stalker e ancora Valentina (abbiamo letto i vostri commenti al banchetto e ci han fatto davvero tanto piacere), rispondo a Maria Luisa e Sandro, che non sono i primi a sollevare rilievi del genere.
      Per mia esperienza posso dire che il volontariato richiede interesse e motivazione, e riesce bene (in termini di qualità e costanza) quando il volontario ha realmente a cuore la causa portata avanti. Certamente non ignoriamo i problemi globali legati al rispetto dei diritti umani, ma nessuno di noi ha mai compilato una “scaletta di priorità” (ammesso che questa abbia senso in prima istanza: la vita umana è realmente più “preziosa” della vita animale? In base a quali principi?). Siamo semplicemente un gruppo di persone accomunate dall’avere particolarmente a cuore (per esperienza di vita, per sentimento personale, per altro) i diritti degli animali… e dal fatto di poter scegliere di dedicare a questa causa parte del nostro tempo. Aggiungo anche che una delle cose che rende bello lavorare in LAV è la possibilità di agire sul territorio, qui ed ora, concretamente: mi riferisco ad esempio alla raccolta di segnalazioni di maltrattamenti o alla gestione delle richieste di adozione. Forse (qui parlo a titolo strettamente personale) se dovessi limitarmi a raccongliere firme o fondi per cause umanitarie lontane, che non vedo e tocco con mano, non troverei altrettanta motivazione…

    26. Grazie a voi Fabio, per quello che fate!
      Condivido il tuo intervento e spero serva a far capire.
      Vi scriverò privatamente per sapere dove siete presenti in Sicilia, visto che non vivo a Palermo e per sapere qualcosa su San Matteo, visto che mi sembra di aver capito che molto è partito da voi..intendo la denuncia, non certo i maltrattamenti. 😉
      GIGI, grazie per la stima, e non mi meraviglia aver scoperto che tu e Valentina amate gli animali, non a caso siete le persone con cui mi sento più in sintonia su questo blog. Niente è mai per caso!
      Valentina, anche il mio cane si chiama MAX…in onore a Paolo Conte anche tu?

    27. Solo l’ultima cosa.
      Volevo aggiungere che della mia strampalata famiglia fa parte anche un uomo che condivide da anni con me l’amore per gli animali, e amici che vanno e vengono e trovano sempre la porta aperta, o quasi…chi ci chiede di legare i cani rimane fuori!
      Come già stato detto, gli animali non sono un ripiego a carenze affettive, casomai un arricchimento reciproco, almeno nel nostro caso. 🙂

    28. Io ammiro chi ama gli animali,veramente,non quelli che li hanno per compagnia a convenienza e calci in culo quando non li sopportano piu’.
      Sarei anche curioso,di sapere chi ama veramente gli animali,cosa pensa quando un vitellino si presenta davanti al suo boia?
      Avra’ mai pensato a cio’?
      Mon cher ami,Gigi,io credo che milardi di topolini,sono morti per salvare,tantissimi bambini e permettere anche ai nostri cari di vivere piu’ a lungo,non credo che esistano altre alternative per provare nuove medicine,o no?

    29. nissa, veramente ci sarebbe la ricerca sulle cellule staminali embrionali, se non vivessimo in un paese in cui la chiesa detta l’agenda politica italiana e legifera sotto banco.
      meglio squartare animali che fare ricerca su embrioni che non arriverebbero comunque a diventare VITA!

    30. Stalker, non diciamo sciocchezze: gli embrioni sono dotati di vita che, se non la si interrompesse, diventerebbe evidente anche per te.

    31. Vi prego di rimanere in tema. Grazie.

    32. Sandro, non voglio far polemica, infatti ti rispondo e poi la chiudo.
      Non parlo di embrioni, feti, naturalmente concepiti, che possono diventare vita, ma di procreazione assistita…è diverso, se sai di cosa si parla.
      La chiudo davvero, andremmo troppo fuori tema e il discorso è davvero complesso, ma non sono stata io a portare la discussione altrove, avrei preferito parlare solo ed unicamente degli amici animali, senza arrivare ai diritti civili e all’aborto.
      Mi viene in mente solo una cosa, paradosso per paradosso: perchè studiare veterinaria e voler curare gli animali, con tutti i problemi che abbiamo noi umani?
      Di questo passo si può affermare tutto ed il contrario di tutto.
      Peccato che anche gli animali siano dotati di VITA, che merita rispetto, esattamente come la nostra.
      Tutti meritiamo rispetto!

    33. Fabio, visto che non potevo venire ai vostri tavoli, ho cercato di aiutare con Rosalio,che ringrazio, voi e gli animali. Finalmente anche la Lav ha il suo blog!
      Cari Gigi e Stalker, c’è un filo che lega le anime simili!
      Sono triste perchè ancora non trovo Max, anche se l’hanno visto in giro.
      L’uomo potrebbe stare bene, senza mangiare carne, nè fumando, nè bevendo, stando in pace con e stesso e con gli altri, sforzandosi almeno di migliorare la sua esistenza e la sua salute, e cercando di sacrificare sempre meno gli animali. Lo sforzo comune deve tendere a questo.

    34. Valentina, tranquilla, i gatti tornano sempre a casa!
      E anche Max tornerà da te.
      Però lasciaci il gusto di una sigaretta e un buon bicchiere di rosso che fa buon sangue e cementa amicizie intorno a tavole imbandite e gaudenti mentre il caminetto crepita e i nostri amici scodinzolano felici di tanto calore…e anche noi!
      Se mi diventi talebana anche te è la fine 🙂

    35. No, il mio senza mangiare carne, nè…ecc, deve leggersi come “limitare” questo genere di alimenti,come indicazioni per una vita sana, ma sta’ tranquilla, che un buon bicchiere di vino lo bevo anch’io e in compagnia una buona sigaretta ci sta pure!!! Amo anch’io le tavolate con gli amici e non ho nessuna intenzione di diventare talebana!

    Lascia un commento (policy dei commenti)