mercoledì 18 ott
  • La Cassazione conferma condanne per pizzo, ci sono anche due commercianti

    La prima sezione della Corte di Cassazione ha confermato pene per quasi 100 anni per boss, estorsori e commercianti palermitani per vicende legate al pizzo.

    I commercianti condannati (quattro mesi per favoreggiamento) sono Angelo Ingrao e Antonino Glorioso, titolari del bar Mazzara.

    Il boss Cosimo Vernengo sconterà dodici anni, Giancarlo Ciaramitaro dieci anni, cinque mesi e dieci giorni, Luigi Calascibetta quattro anni e sei mesi, Benedetto Graviano tredici anni e quattro mesi in continuazione, Pietro Tagliavia otto anni, Matteo Binario, Gregorio Bertolino e Giuseppe Contorno quattro anni, Vincenzo Cascino sei anni, Giuseppe Di Pace, Benedetto Lo Verde e Gaetano Messina cinque anni, Pietro Pilo dieci anni e quattro mesi, Giuseppe Galati, Pietro Mendola e Marcello Cusimano cinque anni e sei mesi e Tommaso Lo Presti sette anni.

    Palermo
  • Un commento a “La Cassazione conferma condanne per pizzo, ci sono anche due commercianti”

    1. Ecco una buona notizia!

    Lascia un commento (policy dei commenti)