domenica 24 giu
  • Operazione “Eos”: 21 arresti e Antinoro indagato

    Ventuno presunti appartenenti alle famiglie mafiose dei quartieri Resuttana e San Lorenzo sono stati arrestati stamattina nel corso dell’operazione Eos condotta dai Carabinieri. Le accuse sono di associazione mafiosa finalizzata alle estorsioni e al narcotraffico.

    L’assessore regionale ai Beni Culturali, Ambientali e Pubblica istruzione Antonello Antinoro dell’Udc avrebbe ricevuto stamattina un avviso di garanzia per presunto voto di scambio e sarà sentito in queste ore.

    AGGIORNAMENTO n.1: nelle intercettazioni sarebbe anche stato fatto il nome di Nino Dina.

    AGGIORNAMENTO n.2: Nino Dina risulta indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Antinoro ha dichiarato: «Continuo a svolgere il mio lavoro come ho sempre fatto negli ultimi dieci anni. La magistratura ha il dovere di compiere il proprio lavoro e ne prendo atto. Rispetto a ciò che sta scritto dalle agenzie di stampa dove si legge che avrei ricevuto una “messe di voti” faccio presente che nell’avviso di garanzia notificatomi stamattina vi è scritto che avrei pagato 3 mila euro per 60 voti. Ricordo che nel 2006 i cittadini mi hanno sostenuto con 30.357 voti e nel 2008 con 28.250. Ogni commento è pertanto superfluo. La settimana scorsa il mio legale era tornato dal magistrato per rinnovare la mia disponibilità ad essere sentito rispetto alle notizie che avevo appreso, soltanto dai giornali, due mesi fa». Antinoro è stato interrogato questo pomeriggio dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia e dai pm Gaetano Paci e Lia Sava.

    AGGIORNAMENTO n.3: un arsenale è stato scoperto all’interno di Villa Malfitano.

    AGGIORNAMENTO n.4: il procuratore aggiunto Antonio Ingroia ha chiarito che Nino Dina non è al momento destinatario di alcuna informazione.

    Palermo, Sicilia
  • 103 commenti a “Operazione “Eos”: 21 arresti e Antinoro indagato”

    1. Nessun altro mezzo di informazione pubblica il nome dell’assessore del Governo Regionale, ma mi sarei giocato la testa che si trattasse di Antinoro.

      Qualcuno mi spiega altrimenti come faccia un Riberese a candidarsi a Palermo (quindi fuori collegio) e fare il record di preferenze?

    2. Lefteca temo che tu stia dimenticando la presunzione di non colpevolezza costituzionalmente sancita.

    3. E che sarà mai…

    4. Le intercettazioni parlano chiaro e ad ogni modo non lo sto conducendo in carcere, per quello c’è la magistratura, mi sono solo permesso di esprimere una opinione.

    5. è lo stesso che decide del futuro di Agrodolce? Sicuramente lo farà scientemente 😀

    6. arricciano le carni ….arricciano

    7. Egreg. Sig. Lefteca

      Le comunico che L’On Antinoro vive a Palermo da più di 20 anni ,inoltre l’assessore Antinoro era stato chiamato più di 2 mesi fà da un giornalista per questa notizia.. ” lì non furono fughe di notizie ???” poi mi chiedo, perchè Antinoro non riceve l’avviso di garanzia due mesi fà quando è stato chiamato dal giornalista del quotidiano giornale di sicilia??? perchè la notizia esce a poche settimana dalle europee?? siamo sempre alle solite ..

      TRANQUILLI … NOI RINNOVIAMO TUTTA LA STIMA E LA FIDUCIA AL NS AMICO ANTONELLO ANTINORO

    8. Giuliano Ferrara, sul foglio, aveva modificato ironicamente uno slogan di qualche anno fa dell udc al posto di
      IO CENTRO IO DENTRO
      franz

    9. 15 anni di berlusconismo hanno ridotto l’Italia davvero male, non ci si indigna più per le schifezze che vengono fuori dalle indagini, ma ci si indigna con la Magistratura!

    10. @guglielmo
      Io non rinnovo nessuna fiducia (che tra l’altro non gli ho mai dato) a uno che si fa intercettare per voti di scambio con i mafiosi. Una cosa sono i fatti giudiziari (capace che sarà pure innocente), un’altra cosa sono i fatti pubblici, se qualcuno parla con i mafiosi e fa affari con loro NON E’ UN POLITICO.
      http://palermo.repubblica.it/dettaglio/politica-e-mafia-indagati-antinoro-e-nino-dina-(udc)/1633339

    11. Presumiamo pure, a me è bastato alcuni mesi fa leggere sul foglio bolscevico “La Repubblica”, nella pagina di Palermo, una denuncia circostanziata mi pare di una responsabile dei beni culturali di Agrigento che faceva capire che Antinoro non ha idea di come ci si occupi di beni culturali. Sempre ieri, lo stesso organo di propaganda comunista, riportava la lettera di un visitatore della Valle dei Templi che ne descriveva il degrado (cani randagi compresi).
      Credo sia sempre bene sottolineare l’ “operato” di un presunto assessore ai beni culturali, oltre che i risvolti giudiziari del suo operato.

      @ Sig. Guglielmo: “fà” si scrive senza l’accento, le consiglierei di fare revisionare l’ortografia prima di partire con la filastrocca della “giustizia ad orologeria”

    12. Mr Wrong, quel visitatore indignato niente di strano che è un comunista 🙂

    13. Diceva Andreotti che a pensar male si fa peccato ma spesso ci si inserta,ma è ovvio che nel paradiso del libero consenso in cui viviamo tutte queste ipotesi accusatorie saranno facilmente smentite.Resta poi il secondario risvolto di equivoci e ricorrenti incontri tra eletti e personaggi malavitosi,ma questa è un’altra storia.

    14. Speriamo che non ci tolgano le intercettazioni!
      Anzi dovrebbero pubblicarle visto che è un personaggio pubblico e i fatti contestati sono gravi, così ognuno di noi (destra o sinistra) può farsi un’idea.
      E’ inutile che sto a parlare di una cosa che non conosco!

    15. Ciao a tutti,
      io credo che dobbiamo evitare, ora, di sostiuirci ai magistrati della DDA.
      Se il nostro procuratore Meessineo è andato cauto..perchè noi che non conosciamo le carte spariamo a zero?
      Aggiungo che non dobbiamo confondere l’impegno politico con la situazione giudiziaria.
      Detto questo, io consiglierei di aspettare la conclusione delle indagini, la sentenza definitiva di un’eventuale processo, se ci sarà, per poi parlare.
      Infine vorrei dire a Marco che le intercettazioni sono tecnicamente mezzi di ricerca della prova e non prove, per cui significano tutto e niente.
      Sui giornali, tra l’altro, verrebbero pubblicate le trascrizioni, e l’intonazione delle conversazioni la darebbero gli elettori, cosa che rischierebbe di fuorviare l’interpretazione del lettore.
      Questo sia chiaro, vale, a mio avviso, sia per il caso in esame, che per tutti gli altri procedimenti penali.
      A condanna definitiva pubblichiamo tutto ciò che volete, ma prima, secondo me, no.
      Abbiamo ottimi magistrati che dimostrano ogni giorno di saper fare il loro lavoro.
      E questo è il loro lavoro.
      Ciao.

    16. lapsus…” e l’intonazione delle conversazioni la darebbero I LETTORI..”

    17. “ Continuo a svolgere il mio lavoro come ho sempre fatto negli ultimi dieci anni”, è la replica di Antinoro: “La magistratura ha il dovere di compiere il proprio lavoro e ne prendo atto. Faccio presente che nell’avviso di garanzia notificatomi stamattina vi è scritto che avrei pagato 3.000 euro per 60 voti. Ricordo che nel 2006 i cittadini mi hanno sostenuto con 30.357 voti e nel 2008 con 28.250. Ogni commento è pertanto superfluo”.
      Ma nemmeno hanno la faccia di stare zitti!!!
      Anche se ne avessi chiesto e pagato (o non) solo uno ma che uomo e politico di m… sei!!!
      E poi 60 per 5 = 300 x 5 = 1500 x 5 = 4500 x 5 = 22500 in soli 4 passaggi ecco tutti i voti…

    18. Buongiorno a tutti,
      quoto in pieno garantista…vuoi perchè anch’io lo sono vuoi perchè dice delle cose sagge.
      Credo che il ragionamento di ground sia molto tendenzioso, secondo lui quindi, con soli 3000 euro investiti nell’acquisto di 60 voti, secondo quanto riportato dai giornali, l’Ass.Antinoro sarebbe riuscito ad ottenere 22.500, mi sembra molto forzato e irreale come ragionamento.
      Io vivo la realtà palermitana tutti i giorni e faccio io per primo politica in mezzo alla gente, così come l’Ass. Antinoro, così come l’On Dina…So perfettamente che cosa vuol dire essere in campagna elettorale e stringere la mano a tanta gente che non si conosce, che ti presenta l’amico, l’amico dell’amico, etc.
      So benissimo che cosa vuol dire, in campagna elettorale: “Questo è il mio numero di cellulare chiamami quando vuoi” e credo lo sappiate anche voi…Significa appunto:FARE CAMPAGNA ELETTORALE, mostrare la propria disponibilità alla gente, con l’aspettativa di essere votato.
      Che poi ci sia stato qualcuno, appartenente a un’organizzazione mafiosa, che ha fatto dei commenti su un politico eletto e ci ha pure azzeccato, è una cosa normalissima.
      Chiunque capisse un minimo di politica capiva che era meglio rimanere al Parlamento Siciliano in maggioranza che non andare a fare il Senatore all’opposizione.
      La posizione integerrima dell’Ass.Antinoro e dell’On.Dina nei confronti del fenomeno mafioso sono noti a tutti e tutti, tranne gli smemorati e i faziosi, ricordano gli atti intimidatori che hanno ricevuto(vedi segreterie in fiamme), ma nonstante tutto hanno continuato la loro lotta alla criminalità a testa alta.
      Mi viene invece da pensare che sia strano, ma sono convinto sia una coincidenza, che l’avviso di garanzia venga notificato oggi, a poche settimane dal voto per le Elezioni Europee, a cui Antinoro è candidato, e non sia stato notificato prima.
      Confido comunque in una rapida e assoluta conclusione dell’indagine che sono convinto accerterà la totale estraneità dei fatti!!!!

      Giuseppe Piazzese

    19. @Piazzese
      secondo il suo ragiomnamento in campagna elettorale si stringono mani si conoscono persone si da il cellulare a gente che non si sa chi sia. Bene posso anche concederglielo. Ma se io politico sono chiaro con i miei collaboratori o galloppini o come li vuole chiamare dico: non portatemi gente quanto meno chiaccherata (e nelle borgate e nei quartieri si sanno chi sono e non mi dica che non e’ vero) queste strane coincidenze stia tranquillo che non potrebbero verificarsi. Se no questo potrebbe valere anche che ne so per Rita Borsellino. Il fatto e’ che ci sono politici avvicinabili e non tutto qui.

    20. Vede ground, sono d’accordo con il suo discorso, a collaboratori e galoppini un candidato chiede di non portare gente chiaccherata, ma se poi il galoppino, come lo chiama lei, invita un amico e costui invita gente chiaccherata, il candidato cosa ne sa??????

    21. Va bene alcuni hanno già condannato e non è giusto.
      Ma se i “difensori”, oltre a fare generiche dichiarazioni di principio, ci dicessero due o tre cose di questi personaggi che, addirittura ritengono limitata la loro opera meritoria riservata alla sola Sicilia ed ambiscono ad andare in Europa a portare la loro “competenza”. Prego, due o tre meriti concreti che possiamo attribuire a questi politici nella gestione della cosa pubblica…

    22. Infattamente, eccetera, eccetera, comunquemente noi rinnoviamo la fiducia, eccetera, eccetera.
      Purtroppamente dobbiamo dire che bla bla bla
      Sicuramente tutto si chiarirà, eccetera, eccetera.
      Infattamente, bla bla bla.
      Comunquemente, eccetera, eccetera.
      Ma De Santis siamo sicuri che in tutto questo non c’entri qualcosa? De Santis c’entra sempre, comunquemente.

    23. E questa è l’ennesima goccia che fa traboccare…Agrodolce.

    24. Lasciamo fare alla Giustizia il suo corso e credo che Antinoro ne uscirà più che pulito. E’ assurdo che uno possa pagare e compromettersi solo per 60 voti?

    25. Fare politica in mezzo alle gente. Che bello che dovrà essere! E’ un’affermazione davvero nuova, fresca, sa di pulizia. Non l’ho mai sentita. Ma vogliamo prenderci per i fondelli, cari difensori di non so cosa, non certo della Sicilia. In altri paesi, ministri, avete sentito bene, ministri, si sono dimessi per aver pagato in ritardo, non avete capito male, in ritardo, i contributi alla colf. Hanno chiesto scusa e se se sono andati. Punto e basta. E voi ancora ad arrampicarvi sugli specchi. Ma non vi siete stancati. La mafia è mafia, altrimenti da tempo non ci sarebbe più, perchè coltiva rapporti con la politica. E’ un rapporto bilaterale, consensuale, nel quale non s’incappa stringendo mani per caso, ma parlando chiaro, sapendo con chi si sta trattando. Possibile che dopo tanti fatti, si debba sempre ricominciare da capo? Dall’abc? Se io vedo, in certi quartieri, determinati facsimile di certi candidati in mano a certe persone, il segnale è chiaro. Mica ci vuole un processo per capire. Se io vedo qualcuno rubare l’argenteria di casa, mica aspetto il processo per non dargli più confidenza e non farlo più entrare? Ma smettiamola di prenderci in giro, siamo pure un pò grandetti, non ci facciamo una bella figura.

    26. credo che oltre le solite critiche, bisognerebbe prima conoscere i fatti per dire se qualcuno ha sbagliato o no… e cmq, come mai certi attacchi arrivano puntualmente come bombe ad orologeria 1 mese prima dalle elezioni, e guardacaso riguardano sempre e solo persone di una determinata corrente politica?

    27. mi piacerebbe un mondo nel quale i politici accusati di un qualche reato, invece di protestare la loro innocenza con tanta veemenza o minimizzando i reati contestati, avessero la dignità di mettersi da parte ad attendere sereni il giudizio della magistratura.
      la mia considerazione esula lo specifico caso del Sig. Antinoro.
      Semplicemente riflettevo sull’utopia di una politica meno urlata, cafona ed arraffona…
      dolce è sognare!

    28. Giuliana è questa :

      “..a te che odi i politici imbrillantinati
      che minimizzano i loro reati
      disposti a mandare tutto a puttana
      pur di salvarsi la dignità mondana ….”

      Dovrebbe essere ” Ti ti ti ti “, o ” E io ci sto ” ?

    29. Piazzese dimentica in quale territorio viviamo,stringere mani non è reato ma selezionare le compagnie,anche occasionali,è alla base della convivenza civica

    30. Spero solo che “AGRODOLCE” possa continuare e l’agro rimanga negli uomini deboli con i forti e forti con i deboli. La provvidenza alla fine trionferà e la giustizia dovrà prenderne atto in nome del popolo sovrano/suddito.

    31. mi sa che mi toccherà rifarmi viva con la psichiatra che mi ha in cura…m’è passata perfino la voglia di replicare a Piazzese. 🙁
      (ciao leone)

    32. Questa si che è vera politica moderna!
      L’ONOREVOLE Antinoro può già ambire ad una poltrona da primo ministro italiano!
      e poi perchè mai dovrebbe dimettersi da assessore?
      i suoi predecessori non hanno certo rinunciato alle loro cariche…

      ecco il poker d’assi della politica moderna siciliana:
      ANTINORO, DINA, CUFFARO, ROMANO

      DIMISSIONI?
      un partito uno slogan:

      UDC = Un Dugnu Cuntu

    33. Ragazzi, leggevo su altri lidi che a quanto pare la chiusura di agrodolce potrebbe essere ufficializzata da un momento all’altro.
      Qualcuno di voi ha notizie in merito?
      Grazie mille.

    34. Scusate se mi permetto, ma quando scrivete su certi accadimenti è bene riportare le notizie per l’intero e non solo ciò che si vuole rendere noto agli occhi della gente, semplicemente per infare una campagna elettorale che sta ottenendo grandi consensi che un forte appoggio!!!
      In primis, l’inchiesta risale ad un anno fa, ma il fato ha voluto che questa storia venisse messa in prima pagina proprio durante la campagna elettorale per le Europee, che vede tra i candidati lo stesso onorevole Antinoro…cosa strana, non trovate?
      Secondo l’accusa sembrerebbe che L’On. Antinoro abbia pagato 3000 euro per 60 voti e dunque, avendo ottenuto 28500 voti, se tutto ciò fosse vero, anvrebbe speso ben 1500000 di euro…Ma la cosa ancora più assurda: una persona secondo voi si corrompe per soli 60 voti???
      ma andiamo….Finiamola di dire stupidagini…che opgnuno di noi pensasse a condurre con serietà la propria campagna elettorale…si tratta solo di menzogne che mostrano la debolezza di chi le diffonde!!!

    35. Gloria 6 fortissima!
      hai perfettamente ragione!
      una persona si corrompe con molti più voti…di fatti gli altri usciranno fuori dalle prossime intercettazioni.

    36. Mi sembra come quando tempo fa si indagava su Cuffaro…tutti a dire ‘aspettiamo che la Giustizia faccia il suo corso’ e poi ‘io sono garantista!'(e in genere quelli che lo sono, in qualche modo, hanno un collegamento diretto con l’indagato), poi quando il presidente della Regione è stato condannato a 5 anni tutti a darsi pacche sulle spalle sollevati, in fondo era soltanto ‘per favoreggiamento e rivelazione di segreti d’ufficio’…ma sì…anche questa volta lasciamo che siano i giudici a fare i processi…Amen

    37. quando succedono queste cose, si finisce sempre a discorsi come ..lo fanno tutti…avrà solidarietà sia da destra che da sinistra…etc etc.
      Finiamola con il dire che sono tutti uguali, perchè è una tecnica di merda per tenerci questi che ci sono!
      Io sono sicuro che gente come Rosario Crocetta, Rita Borsellino o Claudio Fava (solo per citarne 3) non esprimeranno MAI solidarietà a personaggi come Antinoro o Dina.
      Quindi basta con il qualunquismo, se i Siciliani volessero cambiare lo potrebbero fare benissimo, abbiamo gente onesta e valida in corsa già per le imminenti Europee.

    38. ma picchì siti accussì sicuri cà ” se i Siciliani volessero cambiare lo potrebbero fare benissimo, abbiamo gente onesta e valida in corsa già per le imminenti Europee “.
      Gli eletti sono scelti dagli elettori. Pertanto, sinora i “siciliani” hanno confermato i primi con buona pace di chi,utopisticamente, ritiene redimibile l’attuale situazione mediante differenti scelte elettorali. La democrazia è anche questo, anche se il risultato può non soddisfare.

    39. Ciao ragazzi,
      non ho la presunzione di giudicare se il provvedimento sia giusto o sbagliato.. Soltanto alcune cose non mi sono chiare..
      1-Facendo un po’ di calcoli, risulterebbe che, 50 euro x ogni voto, Antinori avrebbe dovuto spendere all’incirca 1500000 euro.. Non sarebbe in bancarotta??!!
      2-Se l’inchiesta risale a ben 2 mesi fa,vi siete come mai emerge soltanto oggi, in piena campagna elettorale??
      Bah.. vi lascio ragionare su questo, anche se ripeto che non ho alcuna facoltà di giudicare l’operato di chi ha sicuramente + esperienza di me..
      Marta Romano

    40. Nell’intercettazione ambientale incriminata vi sono due mafiosi che parlano di “50 al pezzo” e un quantitativo totale di 600/800 (si presume voti). Dopodichè uno dei due chiama Antinoro per stabilire la cifra esatta… La notizia era nota da febbraio, solo ora l’assessore ha ricevuto l’avviso di garanzia. Qualche mese indietro un redattore del gds aveva contattato Antinoro, che apprese in quel momento di essere indagato. C’è stata anche un’inchiesta per fuga di notizie.

    41. noi siamo con te antonello!

    42. 50 al pezzo…secondo me si parla di rollò con wurstel! 😛

    43. @don coppolone
      ciò che è scritto leggere si vuole, lo vedi “…se i Siciliani volessero…”

      Per il resto bisogna essere veramente ingenui per credere che un accordo con dei mafiosi si possa ridurre ad una semplice moltiplicazioni (prezzo unitario * voti totali)

      Sarebbe stato meglio leggere incitamenti tipo “Noi siamo con la giustizia e con la magistratura” invece che dalla parte degli indagati.

    44. siino, battutaccia da friggitoria!

    45. CHI DIFENDE QUESTA GENTE PRANZA E CENA CON LORO…

      SPERIAMO CHE QUALCUNO ELIMINI LETTERALMENTE QUESTI PERSONAGGI DALLA SCENA POLITICA SICILIANA E NAZIONALE!

    46. Vi ricordo che scrivere in maiuscolo equivale a urlare.

    47. A quanto pare è difficile che la classe dirigente siciliana non sia collusa con la malavita organizzata. senza stare a contare i voti venduti e comprati,ben vengano gli avvisi di garanzia sotto le elezioni se questi servono a svegliare l’opinione pubblica e ad allontanare questi personaggi deprecabili dal mondo della politica.

    48. Non capisco perchè ogni volta in questi casi si debba sempre invocare la sacrosanta “presunzione di non colpevolezza.”
      In Italia ormai funziona che se non sei condannato con sentenza passata in giudicato tu sei una persona onesta e integerrima. Permettemi di dire che non è così: sarai sicuramente onesto dal punto di vista giudiziario, ma se in un intercettazione si fa il tuo nome in certi tipi di discorso a me il dubbio può anche venire e si può incrinare la stima e la fiducia tra cittadino e politico.
      E poi mi chiedo perché non viene mai fuori un’intercettazione in cui si dice “miiiii il politico Tizio è proprio inavvicinabile e incorrutibile…”

    49. Io credo che alcuni di voi, commentando, abbiano proprio perso il lume della ragione…chi non capisce perchè si invochi la presunzione di non colpevolezza forse non conosce bene il diritto italiano, chi non vuole aspettare il terzo grado di giudizio, purtroppo fa altrettanto.
      Gli avvisi di garanzia servono a informare chi lo riceve che si sta indagando sulla sua posizione, ma ciò non vuol dire che lo si sta già condannando o che si hanno prove di colpevolezza.
      Le intercettazioni, utile strumento soprattutto per la lotta alla mafia, servono a capire alcune dinamiche in alcuni contesti, ma chi legge le trascrizioni delle intercettazioni, non conosce toni e contesti, questi li conosce solo chi li ascolta.
      Con ciò cosa voglio dire?Gli inquirenti devono essere messi nelle condizioni di svolgere il loro lavoro nella maniera più celere e migliore, ma solo gli inquirenti possono farlo, i commenti faziosi e pregiudizievoli che spesso leggo non fanno altro invece che screditare il lavoro degli inquirenti, perchè di fatto per molti che commentano non serve.Voi spesso condannate, senza se e senza ma, spesso solo per il gusto di colpire la parte avversa alla vostra visione politica.
      Credo sia importante invece che si inizi a ragionare non per luoghi comuni, ma per fatti concreti.
      I fatti concreti sono l’operato politico di ciascuno dei signori che in qualche commento precedente leggevo.
      E basta andare a rivedere sui rispettivi siti delle istituzioni che rappresentano cosa hanno fatto!!!
      Quello che però non capisco è perchè si diffonda sempre di più la cultura denigratoria nei confronti di un certo pezzo della politica, ergendo un’altro certo pezzo a paladino della giustizia.
      Nell’UDC per primo c’è sempre stato il senso di legalità e le opere e i fatti politici che sono stati sempre portati avanti dai suoi uomini sono la testimonianza di ciò.
      Se poi si vuole a tutti i costi esaltare un’altra parte politica o qualcuno in particolare, rendendolo l’unico combattente contro la mafia…beh abbiamo perso tutti.
      Io credo sia doveroso da parte di ognuno di noi prima di dare giudizi sommari, conoscere i fatti

      Giuseppe Piazzese

    50. siamo alle solite…
      “è chiossai ‘u fangu ‘ca a scaruola”

    51. @Giuseppe Piazzese.
      Siccome credo si riferisca le faccio notare che ho scritto che la presunzione di colpevolezza è sacrosanta, intendendo che non deve essere neppure discussa.
      Nessuno deve permettersi di dire che una persona è colpevole finchè non è stata condannata in via definitiva.
      Il mio pensiero è che tra il cittadino ed il politico, deve esserci un rapporto di stima e di fiducia che può venir legittimamente meno se il politico è coinvolto in certe situazioni poco chiare e senza bisogno di attendere una condanna. Insomma poichè il politico è al mio servizio, cura i miei interessi e vive in casa mia (la mia città e il mio Pease) è mia facoltà poterlo “licenziare ad nutum”, a prescindere dal fatto che sia colpevole o meno.
      Se c’è qualcuno che si è lasciato “sopraffare dalla passione” non sono io, diciamo le stesse cose, ma in modo diverso. 😉

    52. E come sempre il rispetto per le altrui opinioni e posizioni viene a mancare!!!

    53. Mi spiace leggere tra i vostri commenti un’assoluta disillusione verso la classe politica e per coloro che rivestono ruoli all’interno delle istituzioni, mi spiace ci possa essere qualcuno che pensa io sia un’automa, soprattutto mi dispiace doverlo contraddire.
      Concordo sul fatto che spesso la politica è scambio di favori, ma non sempre è così e solo se crescerà in ognuno di noi e in ognuno di voi l’idea che il politico deve fare POLITICA e non politica le cose potranno cambiare, ma per fare ciò è necessario che si sviluppi il senso civico che in molti cittadini è scarso o assente.
      Mi permetto poi di dire che io non faccio politica usando la gente come dice qualcono, ma con la gente, in mezzo la gente e per la gente e ciò mi permette di andare a letto la sera con la coscienza pulita, mi rendo conto che per tanti non è così….ma io non sono “tanti” , sono uno e mi basto!!!

    54. anche Piazzese fa politica moderna.

    55. Lei è Giovane avra 25 27 anni sarà attivo in politica da circa 5 6 anni sicuramente non perde una riunione o manifestazione di partito certamente lei è diplomato vive quasi di certo in periferia ha molti amici di cui sifida veramente pochissimi.

      La Politica con la P maiuscola è morta nel 1992

      con la gente, in mezzo la gente e per la gente è uno slogan copiato è una frase fatta quando troverà la sua potra dire di non essere un’ automa ad ora lei copia le visioni di altri per essere un Politico ( P ) bisogna saper andare anche contro corrente è il motto tipicamente palermitani difienni u tuiu tortu o rittu non può essere applicato questo errore spero converra con me non si può commettere in Politica …. la gente non è stupida( lei non lo dice ma lo lascia intendere ) la disillusione di cui lei parla è più un riggetto spontaneo ad un corpo estraneo immesso nel nostro organismo contro la nostra volontà mi spiego meglio noi abbiamo bevuto troppo alcool ( come dire ce la siamo bevuta ) ora come conseguenza stiamo male e sempre più gente vomita questo suo malessere su chi ne è la causa ….. ciò non significa che la politica vada ” eliminata ” ma dobbiamo passare dall’ alcool all’ acqua come dire serve un cambiamento radicale del sistema Politico Italiano ma sopratutto di quello Siciliano che ormai è troppo saturo di interessi conflitti e collussioni ……..

      io non faccio politica usando la gente

      ma lascia che altri tramite lei usino i suoi amici i suoi parenti i suoi conoscenti quindi lei è complice indiretto ( spero ) di una politica che non è Politica

      io non sono “tanti” , sono uno e mi basto!!!

      lei ha scritto questa frase io spero che lei la applichi nella vita il più spesso possibile questa si che è una frase che nasce da lei quindi la promuovo da automa a semi libero pensatore

      Spero che lei riesca a diventare libero pensatore e cmq si ricordi che noi commentiamo delle notizie non facciamo i processi quindi non siamo nè accusa nè difesa anch’ io sono garantista ma sa di chi lo sono io di quelli che non sanno se stasera riusciranno a mettere qualcosa a tavola e che per mettere qualcosa a tavola rubano da mangiare e per quello che hanno rubato per nutrirsi e non per arricchiersi rischiano anni di detenzione per mangiare Capisce per mangiare !!!

      le auguro una buona giornata e mi scusi se le sono sembrato troppo ……. bhe !!!!

    56. Mi permetto di farLe notare che l’UdC tutto sarà tranne un pilastro della legalità,così come un fiume di inchieste
      sul territorio nazionale dimostra,e la storia recente conferma.

    57. U.D,C. ?

      Signor Siragusa non solo l’ U.D.C. ma per par condicio il Pd il Pdl l’ Idv ( e non fate le faccie stramortite ) e tutti gli altri che mi scoccia francamente di elencare.

      Antinoro – Dina

      sono solo un millesimale evento in sicilia in confronto alla massa di consiglieri circoscrizionali comunali e provinciali pubblici amministratori quindi dirigenti ed impiegati che in un modo o nell’ altro trasgrediscono le leggi per garantire interessi propri o di terzi o propri e di terzi.

      Gli eventi vengono a galla rispetto alle situazioni che accadono cosi come se mettessimo sulla palermo catania una cinquecento ( vecchia che rappresenta la Giustizia ) ed una Ferrari ( che rappresenta i trasgressori ) in competizione su chi arriva prima di mezzo un pubblico che neanche riesce a percepire bene tanto è veloce la ferrari quale sia la sua forma ma allo stesso tempo un pubblico che al passaggio della cinquecento chiude gli occhi mettendosi le mani in fronte per quanto sia lenta e faraginosa .

    58. Signor Siracusa, l’assoluta disillusione ha delle solide evidenti ed indiscutibili ragioni, avrà le sue buone ragioni per non vederle.

    59. Mi rendo conto che il tema trattato non è proprio da filosofia teoretica, però sto cercando di capire se sia più deprecabile prostituire il proprio corpo per 30 Euro a botta oppure la propria dignità di cittadino vendendo il voto per 50 Euro a elezione.
      Oppure ancora se sia più deprecabile pagare due prostitute per avere la loro “compagnia” in un albergo di lusso di Via Veneto a Roma per una spesa complessiva di oltre 1.000 euro oppure comprare voti per farsi eleggere in una qualunque assemblea elettiva. In entrambi i casi militando in un partito che si definisce ispirato da “valori cristiani”.
      Qualcuno può aiutarmi?
      Grazie.
      Il Leone (tanticchiella abbuttato)

    60. Rettifico! Il commento è per il signor Piazzese.

    61. Francesco …. quello delle Onlus è un problema che quando verrà a galla ….. ma non per l’ operato di alcune ( si perchè alcune malgrado il modo operano bene ) ma per il modo in cui ottengono i finanziamenti in tutta Italia sarà per dirla in modo giovane ” un bel Casino ” ( Piazzese non ho detto Casini ) a volte i bandi sembrano ( sono ) ritagliati a perfezione per alcune di queste …….. come per esempio i pochissimi concorsi rimasti in Sicilia sembra che in comuni del nord per fare il vigile urbano per esempio serva solo la patente b ed a possibilmente ed un semplicissimo diploma in Sicilia no serve la laurea in giurisprudenza oggi fino a dieci anni fà la quinta elementare andava bene poi devi essere alto 185 capelli chiari occhi verdi e ti devi chiamare Alfonso …….. bhe come avrai capito è proprio un bel affare …… potremmo parlare anche di privato tipo le agenzie interinali Siciliane che assumono su selezione a chiamata diretta ( non sempre ma spesso ) non cito nessuna di queste ma credetemi per lavorare con queste in Sicilia o ti raccomanda il politico o sei parente di chi ci lavora se no devi essere un operaio però vai a lavorare fuori dalla tua città di residenza ……… che bello quando dici le cose cosi come sono ……. o per lo meno come pensi che siano .

    62. Politica e cristianesimo sono antitetici (sia il vostro parlare sì sì, no no).

    63. ehm scusate…
      ma ci siete o ci fate?
      a palermo chi vota lo fa esclusivamente per proprio tornaconto (u’ PUSTICIEDDU et similia)
      o perchè si vende per il classico piatto di lenticchie
      e chiaramente chi sale sugli scudi dovrà accontentare qualcuno dei propri elettori(solitamente quelli piu’ “pericolosi”)
      ricordate gli ” scandali” del telefonino in latrina elettorale nelle scorse elezioni (fungeva da prova per ottenere il gettone)
      dunque non fate i finti tonti
      chi prende migliaia di voti scende a patti
      qui non esistono capi popolo o trascinatori di folle o affabulatori ma solo mediocri politici che si appoggiano a pessimi cittadini

    64. Vorrei chiarire una cosa, io non voglio ne difendere ne accusare nessuno, voglio solo ristabilire il principio che l’avviso di garanzia è a tutela di chi lo riceve e non è una condanna, il principio che si è colpevoli a terzo grado di giudizio, il principio che se due parlano di una terza persona in una certa maniera, non per forza quella terza persona è in quella maniera.
      Questi sono principi cardine della democrazia e chi invoca legalità non può non tenerli in considerazione.
      In merito al “sono uno e mi basto” vorrei ringraziare per essere stato promosso da automa a semi libero pensatore, spero un giorno potrò essere riconosciuto come “libero pensatore” continuando a dire che faccio politica tra la gente, per la gente e con la gente, e che quindi sia riconosciuta la veridicità di queste parole.

      Giuseppe Piazzese

    65. Questa è la punta dell’iceberg…ne vedremo delle belle. Quanto è triste questo attaccamento alla poltrona. Inoltre un politico serio, uno che ama veramente la politica sceglierebbe di andare al Senato piuttosto che fare l’assessore regionale. Allora perché restare qua? Probabilmente per non perdere i contatti, per continuare a parlare con la gente e a stringere mani. Gli orti necessitano di cure per rendere. 1.500.000? Sciocchezze. Rischiare la galera per 60 voti? Sono quelli che si conoscono. Obiettivo? Non solo essere eletto, ma essere il primo degli eletti. Perché? Per avere un assessorato. Ipotesi, passatempo, chiamatelo come volete.

    66. Scusassero lor signori vosssia.
      Ma a questo punto Agrodolce me lo levano e mi rimettono blobbbi?
      Domando scusa con permesso

    67. …mi vien da ridere…ricordo che durate le elezioni per le regionali, in un piazzale privato di via messina marine per un suo incontro con gli elettori c’erano un migliaio di macchine….ed in una di queste c’erano i simboli dell’italia dei valori…vuoi vedere che c’era un infiltrato alla festa…!!!ahahahah!!
      P.S. X la redazione: Ricordo ancora la trasmissione anno zero in merito alle intercettazioni degli amici del giaguaro, a dir poco meravigliosa, possiamo chiedere una replica solo per gli amici di rosalio?

    68. Signor Piazzese, tutto è possibile. Probabilmente c’è in giro gente che si potrebbe metter d’accordo per fregare un tizio parlando di lui a sproposito. Certo è che raramente ciò capita in certi ambienti plitici e più spesso in altri…

    69. ground ha in poche parole sintetizzato tutto.
      E comunque: se rubo 1euro o ne rubo 10.000 sempre un reato è.
      Consiglio di leggervi le intercettazioni pubblicate nell’esizione straordinaria di “S”.
      Ma erano cose già risapute.Leggete e riflettete

    70. STO’ PER DIMMETTERMI
      ma prima .. lasciatemi dire le ultime cose:
      Sono d’accordo con Piazzese, dobbiamo essere piu garantisti, basta sparare a zero per un avviso di garanzia, non può esserci un processo mediatico prima di quello legislativo.
      Non mi dite che non vi è mai capitato di essere chiamati dai Carabinieri perchè durante un “summit” hanno fatto il vostro nome.
      Stì fanghi sono fatti così, fanno le riunioni, prendono l’elenco telefonico, lo aprono in una pagina a caso e cominciano:
      Ma tu che ne pensi? GOKU è punciutu? lo possiamo avvicinare?
      Che miserabili, roba da consumare le famiglie ..
      🙁

    71. Goku, ma veramente che io sappia i contatti li prendono da msn. L’elenco telefonico non lo usano più.
      Quindi consiglio a tutti di mettersi invisibili.

    72. Ma gl uomini di legge chiamati in politica, di fronte a questi piccoli problemucci di componenti della maggioranza parlamentare, e mi riferisco anche ad altri casi recenti, e dello stesso governo, persero la parola? Così, improvvisamente? Certo che brutte malattie sono. Dio ne scansi e liberi. Però è strano, mentre diminuiscono i malati tra i regionali, che poi non si capisce bene a cosa servono, visto che stanno riempiendo l’amministrazione di esterni pagati profumatamente, ecco che aumentano gli indagati per mafia tra gli onorevoli. Si capisce, quelli che lavorano per la gente, tra la gente, con la gente. Senza di loro dove saremmo, ve lo siete mai chiesti? E dove saremmo senza questi cari nostri amici che li votano? Forse somiglieremmo al Veneto, alla Lombardia, all’Emilia Romagna, alla Toscana? E perchè questi cambiamenti traumatici? Chi ce lo fa fare. Teniamoli lontani questi nordici. Come dice la canzone ““Vattinni sghé e pass’e ddà!””.

    73. poerdonatemi, all’indomani delle regionali, molti di noi (persone che non vendono voti e votano secondo coscienza) non sapevamo chi fosse Dina e chi fosse Antinoro.
      Certe masse di vosti a dapprima persone pressochhé sconosciute politicamente , che prima di allora mai hanno rivestito ruolo, se non secondario ed in amministrazioni del tutto secondarie del Comune di Palermo, si spiega nel solo modo possibile in cui tutti possiamo spiegarcerlo.
      detto questo ho amici dell’Udc che invitati a convegni in cui c’é Dina come relatore principale vanno via, dicendo non si sa mai poi mi possano associare a questa persone solo per essere stato ad un suo convegno. Il dato é inquietantem se anche persone del partito evitavano di essere presenti a convention di Dina.
      E’ pettegolezzo?
      Non credo, tutto sia sa sempre a Palermo ma nessuno dice mai come mai l’ha saputo. Difatto si sa. E chi vuole connivenze, lo incontra, e chi non ne vuole, lo evita.
      Succedeva la stessa cosa con Lima, prima.
      Non nascondiamoci dietro il filo d’erba.

    74. Uma perché ciò succede più frequentemente nei partiti di centro?

    75. E’ la carità “CRISTIANA” che non guarda la fedina penale, ma ai ” bisogni ” degli elettori, ai quali pur di spillare i voti ci si fa avvinghiare persino dalla
      “piovra”. E sappiamo che la carità si paga.E come le cambiali se non le onori, sono protestate. Il più diffuso mezzo di protesto è …

    76. Ho riletto i post, con grande rammarico mi rendo conto, che la censura paritetica è un fenomeno alquanto in uso diffuso, su questo spazio libero ( ? ).

      Vengo e mi spiego: – dove sono alcuni dei miei post pubblicati ieri ?

      e quelli di altri ?

      ……. dai chi si è fregato i post ?

      a chi si invia l’ avviso di garanzia o vi devo pagare 50 € a post ?

    77. Uomini Demenziale Convinti qui non si pratica la censura ma si rispetta la legge italiana (da cui discende in gran parte la policy dei commenti). I commenti che non trovi sono stati rimossi poiché violavano la policy dei commenti.
      Inoltre il canale corretto per le richieste di chiarimento e/o per le rimostranze è l’e-mail.
      La tua ultima frase è molto di cattivo gusto e non ci saranno altre occasioni in cui ti permetterò questi toni qui. Saluti.

    78. “poerdonatemi, all’indomani delle regionali, molti di noi (persone che non vendono voti e votano secondo coscienza) non sapevamo chi fosse Dina e chi fosse Antinoro.”
      Mi dispiace anche perchè significa che l’azione politica dei due non ha fatto breccia sulla vostra memoria, ma in quella di coloro che li hanno votati si.
      Non mi pare che i due ricoprissere prima di essere eletti a suon di voti ruoli di second’ordine in enti locali,anche perchè Antinoro è alla sua terza legislatura e Dina ormai ho perso il conto.
      Detto ciò ritengo comunque che un’avviso di garanzia, come detto nei post precedenti, sia a tutela di chi lo riceve e non sia quindi una condanna.
      Avete mai pensato all’ipotesi che la magistratura possa archiviare l’indagine sui due perchè mancano i fatti???

      Giuseppe Piazzese

    79. In Sicilia, i fatti confermanti i rapporti mafia politica mancano da più di un secolo e mezzo. Signor Piazzese, ma lei li legge i giornali, i libri, guarda la realtà che ha di fronte? Ha letto il tenore delle intercettazioni? Perchè pensa che, in altri luoghi, ministri si sono dimessi per circostanze assai meno compromettenti? Sono stati degli stupidi, per lei? O hannno avuto un diverso livello di civiltà politica? Secondo lei, un partito, deve aspettare le manette o le condanne per prendere decisioni su determinati personaggi? Evidentemente è così. Ma lei, poi, di quali fatti è alla ricerca? Vuole per caso trovare la pistola fumante sul tavolo? Non la troverà. L’avviso di garanzia è a tutela del cittadino. La politica ha il dovere di tutelare se stessa e le istituzioni. Come deve farlo, secondo lei? Aspettando la cassazione, e poi magari continuando ad osannare certi personaggi? Oppure dicendo che certi comportamenti, al di là che siano oggetto di un tribunale per una condanna, sono oggettivamente incompatibili con la democrazia? Ma pr capire questo elementare concetto, quante stragi mafiose devono esserci ancora, quanti Padre Puglisi devono essere uccisi. C’è rimanere “alluccuti”, come dicono a Bergamo.

    80. C’è da rimanere “alluccuti”, come dicono a Bergamo (era saltato il da).

    81. @Seat: lasciamoli perdere. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire

    82. Noi possiamo anche lasciarli perdere, in effeti ci sono tante cose più interessanti da fare che dimostrare quanto fa due più due. Il problema è pero che sono loro che non lasciano perdere noi. Sino a quando non avremo una politica all’altezza della situazione, la mafia sarà sempre il primo problema in agenda. E dovremo, purtroppo, anche se è estremamente seccante, spiegare a chi fa finta di non capire o non ci arriva proprio. Ovviamente, propendo per la prima ipotesi.

    83. Rosalio, scusa, non so se è solo un mio problema, ma quando si apre il sito, o si cambia pagina, il sistema un pò si impalla, c’è uno sfarfallio della R che indica Rosalio nella mia pagna web e solo dopo una decina di secondi la cosa si stabilizza e si può scorrere il testo.

    84. Seat non rilevo anomalie. Questo tipo di comunicazioni andrebbero fatte per e-mail. Grazie.

    85. Complimenti ai Carabinieri che hanno effettuato questa brillantissima operazione.
      Sempre in gamba i carramba!!!!

    86. @ Giuseppe Piazzese: lei scrive “Mi dispiace anche perchè significa che l’azione politica dei due non ha fatto breccia sulla vostra memoria, ma in quella di coloro che li hanno votati si.”

      Ecco, potrebbe gentilmente ricordarci (almeno a me) per cosa i due si sono distinti nel passato.

      Ribadisco quanto ho scritto in un post precedente. A me di Antinoro assessore ai beni culturali preoccupa soprattutto il fatto che, una settimana fa, mi è toccato leggere il resoconto di una visita alla Valle dei Templi fatta da un turista in mezzo ai cani randagi. Se questo è occuparsi dei beni culturali, veda lei.

    87. Le persone che oggi stanno avallando comportamenti scorretti, e che stanno permettendo che dilaghi la più estesa forma di complicità fra politica e malaffare, solo per scelte di opportunismo, lasciando che i veri valori che dovrebbero contraddistinguere l’UOMO siano sommersi da “chilate” di fango, e lasciando che una terra sia violentata dal sopruso e dall’arroganza, queste persone, chiunque siano, un giorno dovranno rendere conto a qualcuno più in alto di tutti, del male fatto, e allora sì che piangeranno…
      Un giorno una vedova disse :”Pentitevi, se loro si pentono, li perdono, ma loro non si pentono…!
      Come diceva Battiato , “Povera patria mia!”

    88. skifiu skifiu e skifiu

    89. Guardate che non sono io a dovervi documentare sul lavoro svolto dall’Ass.Antinoro e dall’On.Dina, ma basta andare sul sito http://www.ars.sicilia.it per il resto ripeto le opinioni dei post precedenti e faccio una considerazione…perchè in questa terrà c’è la malsana abitudine a condannare tutto e tutti a prescindere da fatti oggettivamente rilevanti!!!???

    90. @Giuliana
      che dice “mi piacerebbe un mondo nel quale i politici accusati di un qualche reato, invece di protestare la loro innocenza con tanta veemenza o minimizzando i reati contestati, avessero la dignità di mettersi da parte ad attendere sereni il giudizio della magistratura.”
      ATTENDERE SERENI IL GIUDIZIO DELLA MAGISTRATURA? Ma se ci vogliono anni!! E intanto Antinoro cosa dovrebbe fare? Mettersi da parte?
      Ma se Antinoro si dichiara innocente e la Costituzione lo considera come tale fino a sentenza contraria, perchè dovrebbe mettersi da parte considerando che questo significherebbe tradire MIGLIAIA di elettori e sostenitori convinti? Sostenitori che lo seguono per il suo operato, per i suoi ultimi 10 anni in politica. E che poi si dica.. attendere serenamente.. ma se sappiamo che anche la magistratura e il giornalismo sono fatti da uomini, come si può chiedere all’ On. Antinoro di “mettersi da parte” per un’ indagine che lo riguarda su una cifra misera e ridicola di 60 voti a fronte di altri 28000 che si è meritato con tre campagne elettorali e 10 anni di mandato che lo hanno visto sempre a disposizione del popolo siciliano, dalle 8 di mattina a Mezzanotte?!? Quello che Antinoro deve fare è continuare a lavorare, seguire i suoi compiti, e attendere da innocente qual’è il giudizio della magistratura. Che se si sbrigasse potrebbe confermare o negare l’innocenza di Antinoro, così da placare gli animi di tutti coloro che lo vorrebbero messo da parte…

    91. Se solo qualcuno di voi conoscesse veramente Antonello Antinoro non parlerebbe così…. In molti dei vostri commenti si evince invidia, cattiveria e gioia per quello che è stato detto su di lui. Mi dispiace per voi ma è tutta una bufala organizzata proprio qualche settiamana prima delle elezioni. Quindi godete ancora qualche altro giorno perchè poi vi rimarrà solo l’amaro in bocca… dedicato a tutti voi poveri illusi

    92. Antonello continua a lavorare che sei un GRANDEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    93. Ai sostenitori di Antinoro (io non sono ne pro ne contro, osservo) chiedo a che punto è la vicenda delle associazioni musicali storiche. Queste le ultime notizie che ho trovato:

      “La Cultura e l’Arte non si vendono a peso” così dichiara il capogruppo del Pdl, INNOCENZO LEONTINI, commentando la ventilata decisione dell’assessore ai Beni Culturali, Antonello Antinoro, di disattendere i dettati della legge 44 …

      http://radiomosaici.blogspot.com/2008_12_14_archive.html

      «I criteri per redigere correttamente il piano di finanziamento sono contenuti nella legge regionale 44 del 1995 – ha aggiunto – criteri non rispettati nel piano di Antinoro. In questo piano si davano finanziamenti a nuove associazioni senza tenere conto del lavoro pluridecennale svolto dalle associazioni storiche. Non si capisce perché, poi, anche i singoli artisti potevano chiedere contributi. Altro fatto strano – continua – è che le associazioni della Sicilia orientale vengano penalizzate pesantemente rispetto al resto».
      http://www.blumedia.info/index.php?id=314

    94. X ROSALIO:

      Dopo aver letto la policy dei commenti mi sembra doveroso farti le mie scuse pubblicamente, effettivamente la mia era una batuta di cattivo qusto non mi giustifico, ma errare è umano, perseverare è da bestie.

    95. Rimango tristemente colpito da chi scrive che è tutta questione di “invidia”, ma qui si stà parlando di gente che amministra i nostri soldi, che noi rispetto a loro, sudiamo duramente per guadagnarli, “invidia” ma di cosa ?!

      Alcuni dicono: ” hanno dato fuoco alle loro segreterie ” quindi per questo motivo sono santi ?

      Ma siete Siciliani ? vivete Palermo o ci abitate e basta ?

      Allora stacchiamoci un’ attimo dal caso specifico, chiedo se secondo voi, la politica siciliana è vicina ai bisogni reali della gente ?

      La mia risposta personale non è un no tassativo, io credo che innanzi tutto non vi siano politici in sicilia, ma bensi gente che, grazie alla propria posizione o e alle loro possibilità economiche e o sociali, riescono agilmente a possedere questa terra, che è mia, cosi come è vostra, in pari quantità a quanto sia loro, solo che loro; se ne magiano un pezzo molto più grosso, di quanto ne possa mangiare io, insieme a tutti voi, nell’ arco di una vita; dimenticavo, loro questo pezzo più grosso, lo mangiano nell’ arco di un decennio, massimo due.

      Fare politica è diventato un’ investimento, io spendo X per ricavarne XXXX, e dopo aver ricavato tutto questo, continuo ad avere una rendita vitalizia, grazie alla mia pensioncina da deputato Regionale.

      Io credo che lo scacchiere politico siciliano, sia arrivato ad un punto di stallo ………… bisogna togliere i pezzi e giocare una nuova partita.

      Noi Orgogliosi di essere Siciliani ……. gente piena di difetti ……… ma con un grande cuore …….. dobbiamo dare inizio ad un nuovo ciclo ……. questi avvenimenti, dovrebbero indurci a riflettre in questo senso.

    96. nel frattempo la cassazione ha condannato in via definitiva l’ex Presidente della Regione Drago che perderà il seggio alla Camera.

      Dopo una condanna definitiva in Cassazione per un ex Presidente della Regione e deputato in carica dell’Udc ci si aspettarebbe la massima indignazione anche dai più garantisti, invece…il segretario regionale dell’Udc, Saverio Romano, si dice costernato per quello che è accaduto a Drago. “L’Udc – spiega – continuerà a sostenerlo. Non sarà lasciato solo. Avrà un ruolo nel partito, questo è sicuro”.

      Quindi il problema di aspettare i processi non si pone, visto che anche in caso di condanna cì+ chi li difende

    97. Ma il fatto che dei mafiosi si attivino per fare votare due candidati dell’UDC (dopo i ripetuti precedenti legami degli anni passati: Lo Giudice, Miceli, Cuffaro etc.) non mette in allarme gli onesti elettori di questo partito??
      La mafia è la causa principale del sottosviluppo della sicilia.
      Nessuno all’interno dell’UDC ha qualcosa da dire su queste vicinanze pericolose?

    98. Libero intervengo per ricordare che prima di scrivere quello che scrivi in forma affermativa è necessario che si arrivi a una sentenza definitiva.

    99. a Libero: condivido in pieno. No, purtroppo in Sicilia tutto questo e’ normale e non ci si indigna per niente, per questo non andremo mai da nessuna parte. Si continua a invitare a non dare sentenze, nessuno vuole dare una sentenza da questo blog, ma l’indignazione e’ un’altra cosa, quella non credo sia vietata!

    100. @Lefteca
      Intanto la decadenza dell’On. Drago dovrà essere dichiarata dai suoi colleghi di Montecitorio, inoltre Drago può fare ricorso alla Corte di Giustizia Europea.
      Di definitivo al momento non c’è nulla fuorchè la sua faccia di bronzo e quella di chi lo difende oltremisura.
      Ma almeno il giudizio divino è inappellabile?

    101. Chiedo al censore Rosalio dove ho violato la policy col commento del 15 maggio? Curioso che sia stato approvato e poi rimosso (forse sgradito perchè lasciava intendere che l’UDC ha tante amiche Onlus) o forse sono persona sgradita su questo blog? Gradirei una risposta seria, forse la gradirebbero tutti gli utenti

    102. Francesco il canale corretto per chiarimenti è rimostranze è l’e-mail (il tema del post non sono i commenti rimossi se non erro). Sono graditi tutti coloro i quali rispettano le regole del blog. Qui non si pratica la censura e ritengo offensivo essere chiamato “censore”. Rimuoverò ulteriori commenti fuori tema. Saluti.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.