sabato 21 ott
  • 14 commenti a “Scoma subentra a Milone come vicesindaco”

    1. è come quando al cinema qualcuno a fine primo tempo si alza e và a prendere i pop corn.
      Quando ritorna fà agli altri: scalate di un posto?
      E loro scalano.
      Siedono su una poltrona diversa ma alla fine sono sempre gli stessi.

    2. cadono sempre in piedi…

    3. Un cambio a somma zero,la cittadinanza avrà modo di accorgersi della sostituzione ma non del cambiamento

    4. ahahahha
      non c’è che dire Scoma occupa sempre posti migliori.
      Da assessore regionale a vice del nulla!!!
      secondo me presto tornera a Prizzi a fare il consigliere comunale ahahahhahahahahha

      un grande!!!

    5. E’ in preparazione la candidatura a sindaco di Palermo di Scoma, dato che per OVVI motivi il senatore Vizzini non potrà più esserlo.!

    6. E’ davvero incredibile come si cooptano…
      Sono dei maghi, dei prestigiatori.
      Senza il riferimento specifico, alla persona o all’appartenenza politica, ma qui ci vuole Edo:
      “…Per questo ogni anno quando arriva Carnevale
      tirano fuori dal cilindro, la scheda elettorale
      e chiusi in una cabina voi, come ultima illusione
      mettete una croce a caso, dove più vi pare!… “

    7. Mi viene il vomito

    8. vicesindaco di una citta’ senza danari
      (e viri chi priu)
      appena si insediera’ si rendera’ conto… eh eh … capirà subito che stare alla regione dove si gestiranno 6 miliardi e mezzo di euro (di fondi del programma operativo 2007-13) e’ sicuramente piu’ “eccitante”, politicamnete parlando, che stare al comune dove se papi non sgancia l’elemosina si va in bancarotta

      ma per questi politici stare in una poltrona istituzionale anche senza danari e’ sempre e comunque un valore aggiunto: possono promettere un illusione a qualcuno e prendere voti futuri – che arte … tutta sicula e con tanto di copyright.

    9. Quiz:
      Adesso che l’On. Scoma è diventato Vice Sindaco, i numerosi parenti che lavorano “alla Regione”:

      a) si sposteranno in massa “al Comune”.

      b) restano tutti “alla Regione”.

      c) treveranno altri parenti per colmare i vuoti al Comune?

      rosalio suvvia non “cannarmi”.
      saluti e buon week.end
      marco

    10. Il gioco delle tre carte. Nessuno vince nessuno perde fra chi lo fa, perde chi ci crede. Ed ormai non ci crede più nessuno.

    11. Nelle circostanze più difficili si ricorre sempre agli uomini migliori, quelli che nel passato si sono distinti per la loro rapacità, pardon capacità……

    12. Prima Assessore della Famigghia.. ora vicesindaco di NULLA.

    13. Mario Milone, unica persona seria al Comune di Palermo. Peccato, adesso si che sarà tutto più cool.

    14. @ MARIANNA

      sarebbe stato meglio se avessi scritto ” VISTO CHE DUE MAGISTRATI HANNO DECISO CHE VIZZINI NON DOVEVA ESSERLO”..

      Sarebbe stato molto meglio, credimi!

    Lascia un commento (policy dei commenti)