mercoledì 20 set
  • I fratelli Graviano testimoniano al processo a Dell’Utri

    Stamattina testimonieranno in videoconferenza davanti ai giudici di Palermo Cosimo Lo Nigro, Giuseppe e Filippo Graviano nell’ambito del processo al senatore Marcello Dell’Utri.

    Sono attese dichiarazioni che potrebbero confermare o smentire quelle di Gaspare Spatuzza che ha indicato Dell’Utri e il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi come referenti dei boss.

    Diretta su Radio Radicale dalle ore 9:00.

    AGGIORNAMENTO: Filippo Graviano ha smentito Spatuzza in diversi passaggi dicendo di non conoscere Dell’Utri e di non aver detto le parole che Spatuzza riporta. Giuseppe Graviano non ha risposto alle domande adducendo motivi di salute. Cosimo Lo Nigro ha affermato di aver conosciuto i fratelli Graviano da detenuto smentendo anch’esso Spatuzza.

    Palermo
  • 14 commenti a “I fratelli Graviano testimoniano al processo a Dell’Utri”

    1. no no tutto falso, Dell’Utri non sapeva che Mangano fosse un delinquente. e la telefonata del 1986 che grazie al cielo ieri si è sentita in diretta da Santoro?

    2. giuseppe graviano si è avvalso della facoltà di non rispondere

    3. Filippo Graviano ha smentito Spatuzza: e ora?

      Spero che Vi rendiate conto che solo da noi è posibile montare un caso (fra l’altro verso il Presidente Del Consiglio) solo su “tizio mi ha detto che…”.
      Per condannare (anche mediaticamente) qualcuno servono prove, non solo voci e sensazione anche, e lo sottolineo mille volte, se sono vere.

    4. @KK Spatuzza ha avuto poco peso nel processo in questione: per avere un quadro più ampio della situazione (ti ricordo che l’imputato è Dell’Utri in questo processo) ti invito a leggere le dichiarazioni degli altri pentiti, tra i quali Giuffrè e Di Carlo, nonchè l’intercettazione telefonica tra Dell’Utri e Berlusconi dove si parla dell’intimidazione manifestata da Mangano con un attentato esplosivo all’ingresso dell’abitazione del Presidente del Consiglio… ( e qui commento solo sull’inopportunità di dotarsi di un fattore factotum del quale ampiamente si conosce il curriculum criminis,a smentita di quanto sempre affermato sia da Berlusconi che da Dell’Utri: se non ho nulla da nascondere perchè mentire sul fatto che si conoscesse o meno il “modus operandi” e le gesta di un mio dipendente?)…lasciamo ai giudici il precipuo compito, ma una condanna morale sia al Berlusca che a Dell’Utri non gliela toglie nessuno….

    5. ANDREA ha ragione:dell utri dice”la mafia non essiste”ma dopo lui dice “mangano e un eroe”!ma certo dell utri e molto gentile,come suo amico silvio,leale,sincero,non essiste piu sincero che berlusconi e dell utri,sopratutto dell utri,uomo molto leale,sincero,semplice,ciao,DON VITO

    6. ora guardiamo il comportamento del sig. dell’utri davanti alle deposizioni degli uomini di cosa nostra:

      – spatuzza: “è un pentito della mafia, non dell’antimafia” “cose allucinanti” “si vuole buttare giù il governo” “è manovrato”. tra l’altro considerato dal senatore e da tutti i suoi compari politici inattendibile poichè pluriomicida e stragista

      – graviano filippo: “questo è un vero pentito, cioe’ una persona che sa di dover espiare e vuole espiare le proprie colpe. Mi sembra una persona seria”. ah lui una persona seria? ma se un picciotto non ha attendibilità, un capomafia che cribbio di attendibilità dovrebbe avere in quanto pluriomicida anch’egli? ma soprattutto “Mi sembra una persona seria?” a me vengono i brividi. e continuo a riflettere

      – giuffrè (accusa): “Nei verbali, Giuffrè non aveva mai citato il mio nome. Perché le cose che ha detto oggi non le ha dette quando è stato interrogato dai magistrati? Quale ‘simbiosi mutualistica’, e uso due parole tanto care a Giuffrè, può essere accaduta? Non lo so”. però non dice che giuffrè in quanto capomafia e pluriomicida sia inattendibile, ma allora in quanto ad attendibilità seguiamo una sorta di gerarchia?

      non mi aspettavo che filippo graviano accusasse dell’utri, ne mi aspetto che lo accusi il fratello (il cui silenzio è a mio avviso una mossa tattica). chiedo solo la verità, per dare giustizia a tutti i morti che hanno cercato di liberare la sicilia dal cancro mafioso

    7. perdonatemi ma devo intervenire di nuovo. come può essere credibile Filippo Graviano se ha negato di conoscere una delle persone con cui venne arrestato nel 1994? ma soprattutto come giudicare attendibile Cosimo Lo Nigro (non pentito) e sanguinario stragista della stagione ’92-’93?

    8. il silenzio di Giuseppe Graviano mi pare essere il fatto più rilevante e che lascia aperte tutte le porte. Staremo a vedere.

    9. Ricordo a tutti che Filippo Graviano NON è un collaboratore di giustizia e che non poteva far altro che difendere Dell’Utri.

    10. @Andrea:
      scusami tanto, Cosimo Lo Nigro non è affidabilie perchè ha ammazzato più persone di Spatuzza?? é una sorta di conto?? E di Spatuzza che quando si pente dice al primo interrogatorio che non ne sa nulla di politica e poi dopo un anno si ricorda un sacco di cosa? E’ più affidabile di Graviano?

      Io credo che la legge sui pentiti debba essera cambiata: è improponibile che siano i pentiti a scegliere cosa dire e quando dirlo. La legge dovrebbe essere chiara: tu ci dici tutto quello che sai e se anche una cosa si rivela falsa tu ritorni in carcere!

      A prescindere da Berlusconi, ma mi dite con la legge attuale chi vieta ad un assassino di aggiungere tra tante verità una bella bugia magari per inguaiare qualcuno che gli aveva fatto uno sgarbo? Ovviamente non sto parlando di Berlusconi, che comunque ha i mezzi e i modi per difendersi, ma di tutti gli altri (noi compresi) che nel caso di un accusa del genere non avremmo alcuna possibilità di dimostrare il contrario! (e ricordate che è già successo: vi dice niente il caso Tortora??)

    11. @kk:
      Stai tranquillo che appena Ghedini riesce a far quadrare il sudoku del processo breve si mette all’opera per fare una bella leggina sulla gestione dei pentiti e sulla riforma del 41/bis….. non riusciremo più a condannare neanche Matteo Messina Denaro, ma che ce frega? L’importante è salvare le chiappe del proprio padrone nonchè cliente imputato nonchè leader del proprio partito. Conflitti d’interesse? Tanto gli italiani continuano a dormire.

    12. una piccola GIGANTESCA cosa che ormai TUTTI hanno dimenticato.
      Dell’Utri è stato CONDANNATO in primo grado a 9 anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

      senza le dichiarazioni di Spatuzza e Graviano

      questo è il processo d’appello.
      aspettiamo la sentenza prima di santificarlo ,cosa che grazie a tutto questo ENORME CASINO è riuscita benissimo…RIPETO
      PRIMO GRADO CONDANNATO A 9 ANNI PER CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA

      pequod

    13. ma come si fa a paragonare Dell’Utri a Tortora? io non lo so. a questo punto diciamo pure che la mafia non esiste e andiamo tutti a casa

    14. […] Generale di Palermo mi sembra la cosa più saggia. Interessanti anche post e commenti in merito, su Rosalio. […]

    Lascia un commento (policy dei commenti)