giovedì 22 feb
  • Finanziato il progetto “Palermo Territorio Snodo”

    È stata firmata nei giorni scorsi presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dal direttore generale e dall’assessore al Piano strategico Maurizio Carta la convenzione per il finanziamento di 250 mila euro al Comune di Palermo per la redazione del programma innovativo Palermo Territorio Snodo. Il finanziamento riguarda la costruzione di avanzate condizioni di fattibilità tecnico-progettuale, finanziaria e partenariale di strategie, piani e progetti nell’ambito del Piano Strategico Palermo Capitale dell’Euromediterraneo.

    Il progetto mira ad approfondire il ruolo di Palermo e del suo sistema metropolitano occidentale (da Termini Imerese a Trapani) nel quadro delle piattaforme strategiche individuate dal Ministero come i motori propulsivi della competitività del Sistema paese anche nell’ambito del nuovo Piano generale dei Trasporti e della Logistica.

    Palermo
  • 19 commenti a “Finanziato il progetto “Palermo Territorio Snodo””

    1. sfido qualcuno dei lettori a capire e spiegarmi in parole semplici quello che sta scritto in questo post.
      250 mila euro al Comune di Palermo per cosa ?????????
      “””””costruzione di avanzate condizioni di fattibilità tecnico-progettuale, finanziaria e partenariale di strategie, piani e progetti””””
      ??????????????????????????
      spiegate per piacere

    2. Non si capisce! ci saranno incarichi di progettazione per tecnici palermitani o sono opere già progettate dai soliti architetti NOTI? oppure sono 250mila euro destinati a ripianare i debiti? qualcuno spieghi o pubblichi un link chiarificatore!

    3. Non è chiaro…

    4. sicuramente l’ass. Carta, firmatario della convenzione, potrebbe spiegarcelo in parole povere

    5. Non si capisce niente neanche del “piano strategico Palermo capitale dell’euromediterraneo” ,ma capitale di cosa?Della munnizza?

    6. Si tratta di un finanziamento dato a 12 città italiane per la redazione di studi di fattibilità. Ciascuna città per il proprio territorio di riferimento dovrà redigere studi in grado di sostanziare la realizzazione di interventi che rafforzino il rapporto tra città e infrastrutture di mobilità, tra servizi urbani e logistica.
      In particolare il Ministero chiede alle città di farsi carico di definire ruoli, specializzazioni e gerarchie dei sistemi territoriali che gravitano attorno.
      Il finanziamento, anche se di piccola, entità aiuterà l’Amministrazione a proseguire la strada intrapresa con la redazione del Piano strategico: primo disegno generale del futuro di Palermo.
      Spero di essere stato più chiaro.
      Cari saluti

    7. ass. Carta grazie della spiegazione.
      Questi 250 milioni di euro verranno erogati a consulenti esterni, verrà fatto un bando specifico, oppure questi studi di fattibilità verranno redatti da personale dell’amministrazione comunale?
      Credo che uno studio di fattibilità è paragonabile ad un progetto preliminare.
      E soprattutto: una volta redatti questi studi di fattibilità, gli interventi puntuali che si andranno ad individuare (che rafforzino il rapporto tra città e infrastrutture di mobilità, tra servizi urbani e logistica) con quale tipologia di fondi poi verranno realizzati?
      Grazie

    8. Le modalità di utilizzo del finanziamento sono stabilite dal Ministero che chiede rigorose procedure di evidenza pubblica e l’unicità dell’assistenza tecnica.
      La peculiarità degli studi di fattibilità redatti all’interno del Programma “Territori Snodo” è quella di non limitarsi a dimostrare la generica sostenibilità economico-finanziaria e la compatibilità tecnica degli interventi, ma di individuare i reali canali di finanziamento e le effettive necessità di partenariato pubblico-privato.
      E’ sicuramente una sfida, accompagnata dall’interesse a confrontarci con altre città italiane che stanno affrontando problemi analoghi.

    9. Punto 1.
      Il “modesto finanziamento” dell’ennesimo Studio di Fattibilita’ e’ argomento degno di essere trattato in un post?
      2.Qualunque indirizzo di sviluppo della Citta’ e del suo Territorio provenga dal Ministero competente,non dovrebbe essere oggetto di Studi
      dalle Strutture presenti nell’Organico Comunale,o
      siamo al punto che dobbiamo rivolgerci
      all’esterno per leggere ed interpretare
      un Documento la cui redazione,verosimilmente
      ha pure comportato il ricorso a consulenze esterne?
      Tremonti cerca di tagliare le spese e qualche altro
      lascia che il rubinetto goccioli?
      3.Ma “chi” ha predisposto questo Documento,
      non si e’ nemmeno preoccupato di elencare i possibili “reali canali di finanziamento”?
      4.In quanto ai partenariati pubblico-privato,
      abbiamo gia’ visto come i partner’s di tante opere pubbliche sono sempre le stesse cordate,
      (e calano da Nord)
      quindi non prendiamoci in giro.
      .
      PALERMO HA BISOGNO DI ATTIVITA’ DA FARE OGGI
      ATTIVITA’ OPERATIVE PER GRAVI EMERGENZE
      .
      Invece
      c’e’ chi fa poesia
      e c’e’ chi continua con le strategie
      .
      Anche in passato si sono studiati piani programmi e fatto strategie,
      per che cosa?
      per portare la Citta’ al punto in cui si trova oggi?

    10. c’e’ invece una cosa che finanzierei subito,
      a favore della Magistratura:
      .
      UNA COMMISSIONE D’INCHIESTA SUI MOTIVI CHE
      HANNO DETERMINATO QUESTO CROLLO DI QUALITA’ DI VITA
      NELLA CITTA’ DI PALERMO,
      L’INDIVIDUAZIONE DEI RESPONSABILI
      E L’APPLICAZIONE DELLE LOGICHE CONSEGUENZE.

    11. andate a vedere dove sono gli LSU e mandateli
      a lavorare qui
      http://www.flickr.com/photos/48441769@N06/

    12. A volte Rosalio sembra il blog privato degli assessori. Sono d’accordo con giorgio…non è argomento di post…

    13. Giorgio e Chicco se non vi dispiace non sta a voi stabilire che cosa sia argomento di post. Rosalio non è il blog privato degli assessori ma è anche il blog degli assessori: «…a Palermo pure io».
      Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    14. Allora chiedete al governo di questa città il perchè hanno trasformato questa città inuna fogna…pubblicare le notizie dei modesti finanziamenti? Fanno il lavoro oer cui NOI li paghiamo, è come pubblicare un post sul panettiere che alle cinque del mattino fa la prima sfornata…è il suo mestiere.
      Il buon governo deve essere la normalità e non una eccezione da pubblicizzare ogni volta…oltremodo pubblichi direttamente le parole dell’assesore, si capisce dal tono tecnico che hanno, senza neanche rielaborare la notizia o spiegarla..siete diventati la segreteria politica dell’assessorato al centro storico? non si può oassare dalla critica a Cammarata all’esaltazione di un finanziamento che chissà dove andra’ a finire…denota la mancanza di una linea editoriale coerente

    15. Scusate gli errori di ortografia, sono in auto

    16. Chicco l’assessore ha commentato come hai fatto tu. Non ci interessa fare politica di parte né avere una “linea editoriale” in tal senso. Ad ogni modo non è il tema del post e rimuoverò ulteriori commenti fuori tema. Saluti.

    17. Chicco
      il Bilancio di una citta’ come Palermo gravita intorno ai 900.000.000 di euro.
      NOVECENTOMILIONI DI EURO
      .
      confronta con 250.000 euro
      .

    18. adesso vi mostro una foto
      .
      http://www.flickr.com/photos/48441769@N06/4603885577/in/photostream/
      .
      per me e’ la sintesi
      di cosa e’ Palermo,nella testa di alcuni.

    19. Chicco
      dimenticavo che 250.000 x 12 citta’ italiane sono 3 milioni di euro.
      Non male per uno Studio che potrebbe venire scopiazzato da una citta’ all’altra.
      Si badi bene,Studio,
      non Progetto.
      Finanziare un Progetto e’ ben altra cosa.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.