mercoledì 24 gen
  • “Festival Energie Alter-native”, cchiù pannelli pi tutti

    In un Paese dove tutto va al contrario e in una Palermo ormai ridotta a Far West («cu arriva ietta vuci» è azzeccatissimo….brava Emma Dante), anche quest’anno il Festival energie alter-native fa tappa al Kursaal Tonnara Bordonaro per dimostrare che esiste un’altra Sicilia. Quando quattro anni fa decidemmo di fare un festival in Sicilia pensammo: «Visto che tutto va al contrario in Sicilia e viviamo il paradosso di avere una cultura completamente assistita ed asservita, facciamo l’unico festival in Sicilia (e forse in Italia) che si finanzia interamente con i soldi dei privati, perché l’unico modo per superare un paradosso è rispondere con un altro paradosso». Anche quest’anno dunque il Festival Energie Alter-native farà tappa a Palermo per promuovere attraverso il linguaggio della musica, della danza e del teatro le applicazioni pratiche delle energie rinnovabili, per fare community e legare quante più realtà associative per fare fronte comune nell’impegno quotidiano per promuovere la produzione di energia pulita, riciclo e riutilizzo. Tutto con il solo contributo di mecenati privati, di aziende e di volontari che da quattro anni lavorano insieme per dimostrare che un’altra Sicilia è possibile, dove chi fa impresa culturale non fa anticamera e da spazio agli artisti “nativi” cioè siciliani e “altri” cioè di qualità. Ivan Segreto, Giovanni Sollima, Mario Crispi e Francesco Cafiso hanno suonato per noi in questi primi tre anni di attività.
    Oggi e domani il festival mette in scena musica e incontri all’insegna del «Cchiù pannelli pi tutti». Il festival proseguirà poi la sua carovana delle rinnovabili a Roma (11-12 settembre), Catania (1-3 ottobre), Torino (14-16 ottobre) in attesa di aggiungere altre date, piccioli permettendo.

    A Palermo il festival debutta oggi con lo straordinario concerto dei Nudozurdo, band di rock alternativo di Madrid che sarà ospite del festival grazie alla collaborazione dell’Instituto Cervantes di Palermo che ha scelto Energie Alter-native per esportare in Italia una delle band più in vista in Spagna. Nudozurdo è un gruppo post-rock dalle sonoritá ipnotiche in lingua spagnola, fondato a Madrid nel 2001. Nel 2007 i Nudozurdo incidono Sintetica, il loro secondo disco, negli Studi JJ Golden in California che viene pubblicato il 9 giugno del 2008 dalla Everlasting. Questo album è stato definito dagli specialisti il miglior disco spagnolo del 2008. Le loro canzoni possono essere inquietanti, cupe, vertiginose, o malinconiche e segnano una carriera musicale di successo. Per il festival sarà un onore ospitare una delle band più interessanti in Europa. Ingresso gratuito quindi accorrete in massa. Domani sarà invece la volta dell’Intramontabile Malintenti Orchestra Deluxe, una formazione d’eccezione che porterà sul palco venti musicisti appartenenti alla promettente etichetta discografica Malintenti Dischi, che suoneranno un generoso repertorio composto da brani inediti e cover. Settimo Serradifalco, padre del nuovo progetto musicale, a proposito dichiara «L’Intramontabile Malintenti Orchestra Deluxe è un’attività extra dell’etichetta e rappresenta un momento di grande creatività e arricchimento per la stessa e per gli artisti che ne fanno parte. La produzione e la pubblicazione infatti ormai sono alla portata di tutti, La Malintenti, così cerca di essere anche “testa pensante”, offrendo ai suoi artisti tante altre nuove situazioni musicali estremamente stimolanti. Vedi L’Intramontabile Malintenti Orchestra Deluxe: diventare musicista di un’orchestra e al tempo stesso riproporre un proprio brano accompagnato da un grande ensemble». Tra gli artisti che si esibiranno nella jam session e che fanno parte di questo nuovo progetto, ritroviamo i componenti della band Akkura e Om, Toti Poeta, Don Settimo, Oratio, Nicolò Carnesi, Mimì Sterrantino, il quartetto d’archi Di Fonte e Serena Ganci (unica “collaboratrice esterna”).

    Sempre domattina in una sede istituzionale ci sarà un incontro per parlare degli investimenti in Sicilia sulle energie rinnovabili, così come prima degli spettacoli sono previsti talk show per informare il pubblico sulle reali possibilità di investimento nel settore delle energie pulite, oggi quanto mai conveniente per il portafoglio e per l’ambiente. Il festival utilizza energia verde per le sue attività e stampa i materiali in carta riciclata con stampa Eco Offset, cioè a basso impatto ambientale. Il festival produce ogni anno spettacoli a tema. Nel 2010 è stata la volta di Tech No Trash, spettacolo di danza, musica e teatro che parla di solare, eolico e riciclo. Lo spettacolo nasce dal riciclo di plastica e vetro che un musicista suona per creare i paesaggi sonori per la danza contemporanea. Lo spettacolo è una co-produzione Festival Energie Alter-native/Centro Coreografico l’espace.

    Quindi, al grido di «Ccchiu pannelli pi tutti» vi aspettiamo oggi e domani al Kursaal Tonnara per dimostrare che esiste un’altra Sicilia e che è possibile vivere in una città dove le cose vanno come nelle città normali. Forse…

    Ospiti
  • Un commento a ““Festival Energie Alter-native”, cchiù pannelli pi tutti”

    1. Desideravo cortesemente solo segnalare questo mio attinente post:
      Sicilia, Energie Alternative, Sostitutive o sempre Petrolio e pure Nucleare ?
      http://www.fogliodisicilia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=274:sicilia-energie-alternative-sostitutive-o-sempre-petrolio-e-pure-nucleare-&catid=61:il-resto-della-sicilia&Itemid=75

    Lascia un commento (policy dei commenti)