martedì 21 nov
  • Lagnusia

    In passato scrissi che Palermo è la città dei furbi, considerando l’atteggiamento che l’homo panormitanus adotta nei confronti dei suoi simili per spuntarla nei piccoli episodi che ne contraddistinguono la quotidianità. In realtà, questo sentimento di furbizia che spinge i miei concittadini ad agire come tutti sappiamo, ad una ulteriore analisi, sembra spinta da un’altra caratteristica che, a ben vedere, è ancora più distintiva e pervasiva. La lagnusia. Il palermitano è, senza ombra di dubbio, lagnuso. E questa lagnusia si declina, di volta in volta, in furbizia, inciviltà, maleducazione, folklore e chi più ne ha più ne metta. Ecco alcuni esempi.
    Salvatore, per i familiari Totò, per gli amici Toti, e per tutti gli altri Salvo, deve comprare le sigarette. Individua il tabaccaio; potrebbe parcheggiare la propria autovettura a circa 100 metri dallo stesso,ma…ecco che entra in gioco la sua atavica lagnusia. Accosta alle automobili (le “macchine”) già parcheggiate, utilizza il “lodo 4 frecce” e si avvia tranquillamente all’acquisto. E che sarà mai, per due minuti, la macchina non darà fastidio a nessuno (in realtà questo pensiero neanche lo sfiora). Giunto al tabaccaio, che è anche punto Lottomatica, Salvo si rende conto che il jackpot ha raggiunto un montepremi di tutto rispetto…e decide di tentare la fortuna, così come le dieci persone che lo precedono all’interno del piccolo locale. Nello stesso lasso di tempo, i coniugi Mandalà arrivano nei pressi del tabaccaio per una motivazione diversa: la Signora ha adocchiato un paio di sandali in saldo e non vuole farseli sfuggire. Il tempo di provarli, pagarli e via alla volta di casa propria. Il Signor Mandalà, che non vuole deludere la sua Signora, accosta il proprio mezzo di locomozione proprio in prossimità dell’esclusiva boutique, spegne il motore e, con un sorriso a tutta bocca, dice alla moglie che approfitterà di quei “pochi” minuti per cominciare a leggere il Sicilia, che Zamparini ha fatto delle dichiarazioni al vetriolo. Guarda caso, la sua automobile è piazzata in maniera speculare a quella di Salvo. Il risultato è un imbuto capace di creare un ingorgo degno di corso Finocchiaro Aprile. Il motivo che sta alla base di tutto? Sì, lo so cosa state pensando: il menefreghismo, il poco rispetto del prossimo…tutto quello che volete, ma alla base, a dare il “la” alla situazione ci sta lei: sua maestà Lagnusia.
    Pensateci, è stata in grado di rendere inutile il parcheggio del Tribunale. Ho già citato il corso Finocchiaro Aprile, sede storica di sperimentazione relativa al traffico. Lì è stata inventata la “quarta fila”. Il problema del parcheggio, in un mondo scevro da lagnusia, sarebbe stato risolto dall’apertura del Garage Tribunale. Ma a Palermo, l’abitante autoctono non ci pensa nemmeno a raggiungere il negozio d’abbigliamento a piedi. Perché? Perché è lagnuso…non solo si deve fare tutta quella strada a piedi, ma deve anche pagare…ma che stiamo scherzando?
    Andiamo ad un’altra abitudine lagnusa: l’utilizzo della corsia preferenziale. Perché gli automobilisti preferiscono invadere la corsia dedicata agli autobus piuttosto che utilizzare le altre due, anche spaziose, che attraversano via Perpignano da viale Regione Siciliana, per citare il caso più emblematico? Eppure, e parlo per esperienza personale, nella fascia oraria a ridosso delle 17, per esempio, ci si impiega cinque minuti ad attraversare il semaforo (tempo che si può utilizzare ammirando il cartello che recita: Sottopasso Perpignano, durata dei lavori: due anni…ah, già, lo hanno rimosso). Ma la lagnusia impedisce di attendere ulteriori cinque minuti all’interno della propria vettura. Niente da fare, lo fanno tutti (falso, fortunatamente), che sono fesso io? Lagnusia che alimenta l’ego e la furbizia.
    Altro esempio. La città è sporca. Devo dire che negli ultimi giorni ho visto gli operatori ecologici svolgere il proprio lavoro più alacremente di prima. Ma le strade sono sempre luride. E lo continueranno ad essere sino a quando il “nostro” Salvo, per mera lagnusia, si rifiuterà di cercare il cestino dei rifiuti più vicino per gettare il pacchetto di sigarette vuoto, regalandolo,invece, al marciapiedi. E sino a quando, sempre per lagnusia, getterà i sacchetti di immondizia maleodoranti quando gli viene più comodo, piuttosto che rispettare gli orari di conferimento stabiliti dalla legge.
    Insomma, gli esempi non mancano e la fantasia neanche. Forse sarà il caldo ad alimentarla, la lagusia. Qualcuno diceva che da un popolo che vive sei mesi all’anno a queste temperature, non ci si può aspettare di meglio….più o meno.

    Palermo
  • 77 commenti a “Lagnusia”

    1. Anche io ho pensato che lo scarso successo del povero parcheggio del tribunale sia causato dalla distanza ritenuta eccessiva, dal popolo panormitano!

    2. “….approfitterà di quei “pochi” minuti per cominciare a leggere il Sicilia, che Zamparini ha fatto delle dichiarazioni al vetriolo.”
      Perchè, cosa c’hai da dire contro Zamparini?!

    3. nel commento di asdrubale…si legge ciò che la maggior parte dei panormiti “riceve” dal post…..e con questo..ho detto tutto!. Sigh!!!

    4. O forse ad Asdrubale, da buon palermitano, gli *abbuttava* leggere tutto il post (che è lungo!) e quindi ha preferito cogliere le frasi ed i nomi che a lui sembravano più significativi… e commentare!
      .
      A proposito di parcheggi in seconda fila, giusto la settimana scorsa mi sono intrattenuto a parlare con un vigile urbano circa la necessità di risolvere tale problema; l’agente mi ha raccontato che qualche mese prima avevano avuto l’ordine di risolvere il problema nella zona di via XX settembre. Hanno iniziato quindi a passare ogni giorno in quelle strade ed elevare multe. La cosa che lo ha sconvolto è stato il fatto che facevano le multe sempre alle stesse persone (o quasi)!. Mi racconta che si spostavano dalla 2a fila per andare a lasciare la macchina in 2a fila nella traversa dopo (a 50 metri) dove un collega gli ri-faceva la multa! Tutto questo per non posteggiare più lontano di 100 metri dal luogo di destinazione. Alla fine (ahimè, devo dire) i VVUU si sono arresi…

    5. Vabbene siamo lagnusi, anzi lagnusie sopra tutto noi ragazze, e’ la verita’!!

    6. Ma se la signora ci impiega solo un minuto per provarsi le scarpe e per giunta c’è suo marito che si offre volontario per rimanere in macchina, perché mai dovrebbe andare fino al posteggio del Tribunale e pagare… quanto? Un euro? Due? Ma chi, per dieci minuti?
      Ma non se ne parla proprio!?! E allora il marito che se lo è portato a fare?

    7. Quello della corsia preferenziale invasa dai lagnusi e “frettolosi” palermitani potrebbe risollevare le casse del comune in pochi giorni. Basterebbe installare delle cellule fotoelettriche che, al passaggio di un veicolo non autorizzato, fanno la foto alla targa e inviano una multa automaticamente, anche un piccola multa, che so 30 euro, per scoraggiare ridicoli “ricorsi”. Per ogni trappola installata sono sicuro che, almeno in viale regione, di auto ne passerebbero almeno 100 al minuto, fanno 3000 al minuto. Niente male. Se proprio non ci sono i soldi per farlo, almeno trasformare le ridicole strisce gialle in un muretto in cemento armato, molto meglio dei cordoli.

    8. … e cosa dire di quel totò che, siccome gli siddia, lancia il sacchetto dell’immondizzia direttamente dal finestrino al marciapiede?

    9. Mah. Pare che hai voluto fare un disegno di una sorta di palermitano-gretto che abbandona le auto in doppia fila per comprare sandali a saldi, giornali dove leggere esclusivamente ‘ru Paliemmu, schedine tra le dita, il tutto incoraggiato da fattori climatici “messicani”. Mi sembri un po’ troppo classista e maestrino del nulla al quadrato. Benedico i lagnusi che bypasseranno ‘sto post.

    10. @ Jonh…sono daccordo con te. basta guardarlo nella foto che a messo qui e si capiscie tutto.

    11. e cmq il parcheggio del tribunale è troppo lontano dai negozi di corso finocchiaro aprile e anche da quelli di via ruggero settimo/via maqueda. uno che deve comprare nei negozi deve poter posteggiare davanti non a metri di distanza.

    12. secondo me devono eliminare tutte queste corsi per gli autobus che creano traffico, e al loro posto consentire il parcheggio a chi deve fare shopping o prendere qualcosa al bar con gli amici.

    13. @Giuppy
      E’ proprio l’atteggiamento come il tuo che crea i comportamenti spiegati nel post e, di conseguenza, gli ingorghi. Non sta scritto da nessuna parte che devi posteggiare davanti il negozio!!! Ma che vi costa farvi 2 minuti a piedi!!! Avete la ragazza con i tacchi da 12 che non riesce a camminare e insiste nel posteggiare davanti!? Tra l’altro il parcheggio del tribunale è alla fine di corso finocchiaro aprile, quindi quanto sarà sta camminata? 100 metri!? Se devi andare in via ruggero settimo c’è anche piazzale ungheria. Io l’altra volta per lavoro sono dovuto andare a piazza ignazio florio, ho posteggiato al tribunale e sono andato a piedi… Sono ancora vivo.

    14. quando sono solo spesso esco in in moto e sinceramente posteggio sul marciapiede o ai lati della strada al massimo: non è colpa mia se non ci sono i posteggi per le moto! quando sono con la mia compagna non posso farla camminare a piedi solo perchè non posso lasciare l’auto davanti al negozio! chi vuole camminare a piedi lo può fare, però non mi si dica che tutti questi pedoni non creino ingorghi e traffico…basta vedere quando si creano incolonnamenti quando attraversano!

    15. Comportamenti lagnusi in ambienti lagnusi: perchè un palermitano a Torino non posteggia in doppia fila, anzi probabilmente non ha neanche la macchina? Se fosse un problema genetico, credo che gli rimarrebbe… e allora da palermitano forse dovresti evitare di fare di tutta l’erba un fascio e alimentare i pregiudizi, perchè se lo fai tu non vedo perchè non dovrebbero marciarci sopra i non palermitani.
      E comunque, dal nord al sud, viva la lagnusia (quella che non nuoce agli altri!!)

    16. Semplicemente usufruire del servigio dei taxi o per chi ha il privilegio dell’auto col proprio autista affinchè si crei meno traffico.

    17. vista l’inciviltà dilagante sono sempre più convinto che a palermo si dovrebbe sperimentare questa soluzione:
      http://www.associazioneantigraffiti.it/news016.htm

      è una teoria molto interessante, che ha avuto riscontri pratici. Che ne pensate?

    18. @ Sig. Dario: mi sembra una notevole iniziativa lodevole e degna di nota. E’ palese oramai la necessità di un pugno duro per debellare i problemi della città di Palermo.

    19. Vi ricordo che i commenti dovrebbero riguardare il post e non l’autore, grazie.

    20. beh come al solito Alessio riesce a riassumere perfettametne l’animo del palermitano…Anche se penso che il palermitano oltre che lagnuso è spesso superbo. Come affermava il principe Salina “i palermitani vivono in un paradiso e si credono dei, e agli dei tutto è concesso…” purtroppo …

    21. @Giuppy
      Cito testualmente: “non posso farla camminare a piedi solo perchè non posso lasciare l’auto davanti al negozio”. Perché la tua compagna non può camminare a piedi? Se ha problemi di deambulazione allora è comprensibile e mi dispiaccio, in questo caso avresti anche ragione al 100%. Ma in caso contrario non vedo perché non si possa fare un tratto a piedi pur di lasciare l’auto in modo civile! Altrimenti, è solo lagnusia. E poi non sono certo i pedoni a creare intralcio al traffico insomma!!!

    22. @Giasa, sul concetto di Alessio che riesce a riassumere perfettamente l’animo del palermitano, cortesemente, parla per te.

    23. Ma a chi è rivolto questo invito di Rosalio a non parlare dell’autore del post, ma del post??? Che significa?? Io sono d’accordo con John. Questo tizio ha voluto pittare il palermitanazzo da pagina sportiva che si gioca la sisala mentre la moglie si compra le tappine a basso costo.
      Perché non citava il tizio con l’Audi che si ferma davanti a un negozio chic mentre la moglie si gira le vetrine in? Cosa vuole raccontare questo Giuliano, che i palermitani che intasano Palermo sono questi? E’ uno dei post più irritanti e (inutilmente) retorici della storia di Rosalio. Il peggiore, a memoria d’uomo.

    24. Tutto cio’ è vero ed è molto triste…lo diventa ancora di più quando vedi una fila di macchine ferme nelle corsie preferenziali e macchine delle forze dell’ordine che si accodano a loro attendendo anch’essi che il semaforo diventi rosso e non prendendo alcun minimo provvedimento contro tali “lagnusi”…

    25. fantastico.. guarda quanta gente parcheggia in doppia fila e si sente pizzicata…

    26. Sapete, quando andavo a scuola, il primo quadrimestre anch’io ero lagnuso…ma da morire!!!! Cioè, non capivo perchè mi dovevo ammazzare la vita a studiare quando potevo benissimo giocare alla playstation; poi, dopo che avevo ricevuto la cazziata dai miei subito dopo la riunione dei genitori, cominciavo a studiare di brutto per paura di prendere quache debito….in fondo bastava poco per sconfiggere la lagnusia, ovvero la paura di prendere quache debito.
      E allora, dato che funzionava benissimo con me non potrebbe funzionare anche con noi palermitani?
      Bisogna avere paura che quacuno ci faccia la multa, quando non solo buttiamo la carta a terra, ma addiruttura appena lo pensiamo…..

    27. commenti come quello di giuppy fanno capire perchè in questa città non cambierà mai nulla….tra l’altro si dice che non ci sono posteggi per le moto…a me sembra che ne siano anche tanti…certo mi si risponderà “ma non ci sono davanti i negozi che frequento io”…a certo…per fare contenti tutti dovrebbero esserci parcheggi per auto e moto davanti ogni negozio nella speranza che tutti preferiscano negozi diversi. Addirittura si scrive “il parcheggio del tribunale è lontano dai negozi di corso finocchiaro aprile”…cosa???? Ma che concetto di distanza avete???

    28. Non riesco a credere che giuppy sia così cre***o da pensadare davvero ciò che ha scritto altrimenti davvero questa città merita di affondare….
      Siamo perduti e non c’è più nulla da fare…

    29. Ecco cosa succede nelle aree nordiche della nostra penisola, dove a questo punto mi chiedo dove va a finire la tua splendida teoria sulla lagnusia peninsulare.
      Se devi fare l’analisi sociologica del panormitano de noantri (senza riuscirci per nulla, tra l’altro), lascia perdere che a mio avviso non ne sei proprio capace.

      Torino: http://torino.blog.cronacaqui.it/2010/05/25/le-auto-in-doppia-fila-paralizzano-torino-vigili-al-contrattacco/
      Milano: http://www.omniauto.it/magazine/12818/milano-strascico-parcheggi-in-doppia-fila
      Bologna: http://bologna.repubblica.it/dettaglio/Il-vizietto-della-doppia-fila-vale-1500-euro-allora/1439432

    30. Non lo fa per male, ma come fa a fare qualche tutta la strada che c’è tra dove si trova parcheggio ed i negozi??? Arriverebbe sudata ed accaldata, e non è bello per una donna che sta attenta al suo aspetto ma soprattutto alla sua salute fisica arrivare a questi livelli!

    31. Ho appena lasciato la macchina in doppia fila per venire a postare qui un commento……….
      (Gnazio, l’incorreggibbbile )

    32. @John, ma non riesci ad andare oltre il passo su Zamparini? Guarda che ci sono scritte tante altre cose…e poi non voleva essere un binomio tifoso da gazzetta-doppia fila, ma soltanto un esempio come tanti altri…la prossima volta scriverò che Mandalà legge Repubblica o meglio ancora ilsole24ore, per la par Condicio “classista”, come dici tu.
      Per quanto riguarda la foto, a me sembra tanto carina: ero a Gardaland e guardavo un gorilla finto 🙂 Oltre alla foto, nel mio caso, c’è il nome ed il cognome.
      E poi, davvero c’è qualcuno che paragona la situazione “traffico” di Palermo con quella di Bologna o Milano? Non credo ci sia altro da aggiungere…

    33. La lagnusia del palermitano e’ genetica, non credo
      si possa cambiare …. e comunque ora m’abbutto’ pure a scrivere.
      Baciamo le mani a tutti.

    34. Anche io gioco il superenalotto da quando il montepremi è diventato di così ingente entità.
      Non trovo affatto motivo di dolermene.

    35. per Esperti….ma non dovremmo guardare chi sta meglio invece di gioire se anche in altre città esistono problemi simili??? Ci dobbiamo accontentare del “mal comune mezzo gaudio?”….detto questo mi chiedo…ma davvero c’è qualcuno che pensa che vivere a Palermo sia la stessa cosa che vivere a Torino, Bologna o Milano??????

    36. Non solo il post è di un impressionante realismo, ma ha anche suscitato le reazioni di alcuni individui intellettualmente ipodotati, educati poco e male e che ignorano cosa sia il senso civico. Complimenti a chi lo ha scritto e a Rosalio che ci permette di leggere questi spaccati di realtà.

    37. Ale prego e ti invito a essere rispettoso nei confronti degli altri commentatori. Grazie.

    38. @Giuppy
      “A quei livelli!?” Guarda, sono attonito, con tutto il rispetto. Dal parcheggio del tribunale a, che so, Prima Visione sono 250 metri!!! http://maps.google.it/maps?f=d&source=s_d&saddr=38.119753,13.350888&daddr=Corso+Camillo+Finocchiaro+Aprile,+58&hl=it&geocode=;FXOlRQIdNLLLAClvRj59Xe8ZEzHWA2B9VB8KRQ&mra=dme&mrcr=0&mrsp=0&sz=18&dirflg=w&sll=38.118918,13.350878&sspn=0.003355,0.006968&ie=UTF8&z=18
      Quanto ci vuole, a piedi, a fare 250 metri? 5 minuti? E le fa pure bene, altro che danni alla salute fisica! D’estate suda e non li può fare, d’inverno sente freddo?!?!? Scusami, non voglio mancare di rispetto a nessuno, ma è sconvolgente.

    39. @Quozca: io non parlo tanto di corso finocchiaro perchè è una zona con relativi negozi che non frequentiamo, ma dei negozi dei vari marchi di moda di via ruggero settimo, dei bar di via belmonte etc…quindi la strada c’è, ed anche tanta. E’ vero come si diceva, una buona soluzione sarebbe quella di eliminare la corsia dei vecchi inquinanti autobus che non usa nessuno e permettere il posteggio ovunque per far diminuire il traffico, l’inquinamento etc.

    40. scusami se te lo dico, ma anche se sei sarcastico, lagnusia qui non mi sembra una parola appropriata. Confondi la lagnusia con la maleducazione, la lagnusia e’ uno stato d’essere che solo pochi riescono a controllare con arte e dovizia. La mia lagnusia non mi fa prendere la corsia dei bus, perche preferisco non premere l’acceleratore e godermi il traffico.

    41. @Max, ho voluto semplicemente far notare che per denunciare un disagio, sicuramente evidente, della nostra città non è necessario infilarsi in analisi sociologico-meteorologiche alquanto snob (e INUTILI) che lasciano veramente il tempo che trovano. Non è sbagliata l’idea di raccontare un disagio ma il modo in cui lo fa questo Signor Giuliano è veramente da oscar alla boria. Per fortuna che in questo blog ci sono validi autori (Enia, Billi, Maria Cubito, Basile) che compensano certe storielle da giornalino della scuola (media).

    42. mi scuso se non ho citato gli altri autori, sono (quasi) tutti validissimi secondo me.

    43. @Giuppy
      Se permetti il posteggio ovunque il traffico lo aumenti!!! Perché così tutti quanti andranno in centro in macchina, che è una cosa FOLLE. La cosa migliore, semmai, sarebbe potenziare l’uso dei mezzi pubblici e bloccare per sempre l’accesso alle auto in centro, come ho visto in tutte le città europee in cui sono stato. Un esempio? Malaga. Il centro non è nemmeno concepito per accogliere le automobili. Prendi i mezzi pubblici per arrivarci. Oppure, se proprio è più forte di te, prendi la macchina, la lasci al parcheggio e poi c’è la navetta che ti porta in centro. Ma le automobili in centro città è una cosa pazzesca che probabilmente ormai sopravvive solo a Palermo.

    44. Quozca ho fatto delle ricerche su internet e in effetti hai ragione, sto vedendo molte cose come dici tu sui centri senza auto…solo che qui mancano i mezzi pubblici moderni e validi come altrove. Però ti ringrazio perchè mi hai fatto capire delle cose che non sapevo perchè mai o voluto interessarmene.

    45. mi sembra un post interessante che richiama
      a principi di convivenza civile.
      Peccato che non ha scritto anche di quelli che guidano con una mano al telefonino ed una al volante,magari per dire:
      “maaaa’,ritardo 2 minuti che mi vado a comprare le sigarette,intanto butta giu’ la pasta…”

    46. E’ ovvio che Giuppy sta facendo dell’ironia.

    47. quanti commenti ….me lo fate un riassuntino?

    48. in piu aggiungerei che è una citta indifferente alle persone che soffrono che rischiano la vita perche hanno avuto il coraggio di denunciare io personalmente se avrei la possibilita scapperei da questa citta scusatemi ma so quello che dico perche io e la mia famiglia abbiamo sulla pelle i segnali dell,ingiustizia,dell,indifferenza della fame ecc………….

    49. @Giuppy
      Bene. Questo mi fa piacere! Certe volte ci si abitua alle proprie brutte abitudini al punto da considerarle normali. Prova, per un volta, a posteggiare come si deve e a fare due passi con la tua ragazza. Prova ad andare in centro in bici, vedrai la città con occhi diversi. E poi fatti un giro all’estero e ti rendi conto di quanto la situazione qui a Palermo sia davvero incivile e soprattutto arretrata. Ma non solo per i palermitani incivili, ma anche perché tante cose si potrebbero migliorare, vedi ad esempio le piste ciclabili: pochissime e, quando ci sono, impraticabili perché invase dalle erbacce e completamente sconnesse.

    50. Ha ragione Giuppy.
      Basta con gli autobus inquinanti e maleodoranti e basta con i pedoni che attraversano sulle strisce per cinque minuti di seguito e fanno perdere un casino di tempo.
      Sottopassaggi per i pedoni e via libera per le auto e le moto! La salvezza è nella velocità…altro che lagnusia…

    51. @Luigi
      Concordo sui sottopassaggi, ma non sugli autobus. Andare in centro con auto e moto private è pura follia. Centro chiuso per sempre ai mezzi privati e accessibile solo ai mezzi pubblici, preferibilmente elettrici.

    52. Non possiamo giudicare zamparini e le sue scelte basandoci solo su un risultato e su una prestazione infelice. Non ho visto ” lagnusi” in campo, ma solo una squadra che ha bisogno di sviluppare certe dinamiche. Forza palermo forza

    53. luigi: 😀
      la prossima volta metti i sottotitoli, così la capisce pure quozca!

    54. Sono senza parole…

    55. Mi sembra di capire dai commenti che sto leggendo, che qui NESSUNO è mai stato a fare shopping ad OXFORD STREET (Londra)!
      Lì di metri A PIEDI te ne devi fare molto più di 250…e non ho mai visto svenire nessuno per “sfinimento” e nè tantomeno ho mai visto nessuna delle “Bonazze” trasfigurarsi in volto perchè fanno fatica a visitare tutti i negozi di marca dislocati sulla lunga arteria commerciale nel cuore di Londra!
      Palermitani…siate pure Lagnusi, ma “crozzoni” no però…ecchecaz**!!!

    56. Nessuno osi toccare Zamparini!

    57. Vorrei fare i complimenti all’autore di questo post! Bravo! La tua sottile ironia con cui descrivi la realtà in cui viviamo è stata ben diretta e perfetta!

    58. Questo post è perfetto perché dice perfettamente ai palermitani di un certo ceto ciò che essi vogliono sentirsi dire su Palermo e sui suoi abitanti, in specie su quei “tasci incivili” che abitano la nostra città.
      Riecheggia inconsapevole lo snobismo degli aristocratici palermitani di un tempo che odiavano la propria terra e nello stesso tempo la svendevano al migliore offerente.
      Detto questo, e senza offesa per nessuno, il commento migliore che ho letto, e a cui nessuno ovviamente ha replicato, è quello di Lefkandi.
      Com’è che questi incivili che non vogliono fare un metro a piedi quando vanno a Oxford Street fanno km??
      Nessuna valutazione dei contesti, delle alternative, dei sistemi di controllo, niente,…
      solo antropologia da caffè dello sport.
      E allora vi dico una cosa. La “doppia fila” incrociata descritta nel post è una cafonata che solo l’assenza di repressione, l’abitudine, il lassismo generalizzato, ma anche un pizzico di personalissima strafottenza può consentire.
      Molti palermitani NON lo fanno. Ma la normale “doppia fila” per pochi minuti è pratica che talvolta adotto anch’io. Ebbene sì, faccio outing.
      Ma se lo faccio è perché molto spesso le alternative sono assolutamente impossibili o vessatorie.
      In un contesto degradato, senza nessuno che governi realmente la cosa pubblica, senza sistemi di trasporto pubblici, e potrei continuare, il civismo da bravo ragazzo finisce per essere praticamente idiota e soprattutto perfettamente inutile.
      Adesso scandalizzatevi, per favore. Ditemi, per favore, che con la gente come me Palermo non cambierà mai. Ma non fate un altro passettino al di là del vostro nasino snob.

    59. Rimuoverò ulteriori commenti fuori tema.

    60. complimenti a Massimo,descrive la verità

    61. Perfettamente d’accordo con Massimo, specie nel passaggio in cui dice “In un contesto degradato, senza nessuno che governi realmente la cosa pubblica, senza sistemi di trasporto pubblici, e potrei continuare, il civismo da bravo ragazzo finisce per essere praticamente idiota e soprattutto perfettamente inutile”.
      Come ha già scritto qualcuno, ci vuole il bastone, solo il bastone! Il senso civico si acquisisce anche con la repressione (vedi fenomeno hooligans debellato dall’allora primo ministro Tatcher a suon di galera, altro che prese in giro e tessere del tifoso). Ma quella è l’Inghilterra.. e quindi è un’altra storia..

    62. bel post!
      Bravissimo Giulio!

    63. Io non credo che il post di Massimo sia completo. Mi spiego…nella parte in cui dice “Ma la normale “doppia fila” per pochi minuti è pratica che talvolta adotto anch’io. Ebbene sì, faccio outing.
      Ma se lo faccio è perché molto spesso le alternative sono assolutamente impossibili o vessatorie”…quali sarebbero le alternative impossibili e vessatorie? fare la un po di strada a piedi per raggiungere la destinazione? O essere costretti a pagare per parcheggiare? A me sembra che visto il numero di auto per abitante in tutte le città si paga per parcheggiare diciamo vicino alle vie principali…sennò parcheggi liberamente magari a 2 km di distanza. Proseguendo dice che “In un contesto degradato, senza nessuno che governi realmente la cosa pubblica, senza sistemi di trasporto pubblici, e potrei continuare, il civismo da bravo ragazzo finisce per essere praticamente idiota e soprattutto perfettamente inutile”…quindi se io devo buttare della spazzatura e trovo il cassonetto pieno sono autorizzato a buttarla dove mi pare?? Pensa che se devo buttare della carta mentre passeggio e non trovo un cestino (dico solo per ipotesi dato che la città è piena di cestini anche se molti non se ne sono accorti giacchè buttano tutto per strada)…mi porto la cartaccia fino a casa per buttarla…devo essere proprio cretino!!! Siamo alle solite….piove?? Governo ladro…

    64. Morta sono! Ma tutti maratoneti e sportivi siete??? O sono solo io a stancarmi a fare tutti sti passi a piedi magari con le borse degli acquisti fatti???

    65. Invece a me piace lasciare la macchina e passeggiare senza problemi…un consiglio a tutte le ragazze come me: in questo modo si becca di più, credetemi, soprattutto in estate che siamo più in mostra con le nostre parti migliori!!!

    66. eheh donne: seguite il consiglio di Mery!!! ovviamente lo dico perchè sono contro il traffico e l’inquinamento!

    67. Max, lo sapevo che mi aspettavi al varco con la munnizza.
      Sappi che faccio disperatamente raccolta differenziata lottando persino con mia moglie che dice che è inutile.
      Non la faccio benissimo. Per esempio della plastica raccolgo solo le bottiglie vuote dell’acqua e poco altro. So bene che la metà del sacchetto indifferenziato che butto è plastica, magari sporca di cibo etc.
      Ebbene, tre volte su quattro metto il sacchetto con le bottiglie sopra la campana gialla perché è stracolma, sperando che la raccolgano.
      Non è quasi come buttarla per strada?
      E se raccogliessi davvero tutta la plastica che produco che ne farei? Me la dovrei mangiare, o mi faccio un inceneritore al balcone, ovvero girando per alcuni km un contenitore differenziato capiente prima o poi lo troverei. Magari mi metto in aspettativa dal lavoro e mi dedico a questo.
      Vogliamo nascondere il fatto politico che sta alla base del degrado e rifugiarci nell’educazione civica? E’ pratica consolatoria e inutile.
      Però devo dire che, ironia del destino, oggi me ne è successa una grossa.
      Una signora deve andare al panificio e lascia la macchina, non in doppia fila, ciò che avrebbe anche potuto fare posteggiando a 20 metri dal panificio, bensì in mezzo alla strada, ostruendo completamente la piccola carreggiata. A un certo punto mi trovo dietro questa macchina lasciata così e dopo circa 10 secondi comincio a suonare il clacson (sono un vero vastaso! a pensarci non potevo scendere anch’io e domandare in tutti e 10 i negozi vicino?) Dopo circa 20 secondi la signora spunta, tutta incaz…., dicendo che “lo sa che deve spostarsi, non c’è bisogno di fare così”. Le ho detto che forse quello che aveva torto a questo punto sono io. E chissà…
      Beh, sì, un po’ di educazione civica manca, inutile negarlo, ma chissà perché mi ostino a credere che i veri problemi di Palermo, da cui derivano ANCHE questi, siano altro.

    68. Massimo lungi da me aspettarti al varco ci mancherebbe. Io credo che ci siano responsabilità gravissime da parte di chi ci governa/amministra…ma altrettanto di una grande maggioranza di palermitani che proprio non vogliono capire che moltissimo dipende anche da loro: in primo luogo quando vanno a votare ed in secondo luogo cercando di essere civili!!! Io sono nato e cresciuto in un brutto quartiere..le carte per diventare un criminale le avevo tutte eppure grazie soprattutto ai miei genitori non ho preso la strada sbagliata…con questo voglio dire che se in noi i principi del vivere comune e del rispetto altrui sono ben chiari e magari radicati non ci facciamo scoraggiare da ciò che ci circonda. Quello che dici tu è verissimo non sempre in questa città si è messi nelle condizioni di agire correttamente (es. la raccolta differenziata) ma questo non può e non deve essere la giustificazione a comportarsi incivilmente altrimenti da dove bisogna partire per un’inversione di tendenza?? Un saluto

    69. A Firenze non siamo mali anche noi : trovate in un’ora 73 auto parcheggiano in doppia fila. Anche una macchina di scuola guida!!! 🙂
      http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2010/26-marzo-2010/scuola-guida-doppia-fila-ecco-furbetti-posteggino-1602722544732.shtml

    70. Bello l’articolo alessio… un saluto da prizzi 😀

    71. Complimenti a Giuppy che ha preso per il culo tutti e pochi se ne sono resi conto.
      p.s. si può dire conto e non cadere nel volgare?

    72. Io Giuppy l’avevo sgamato…Troppo assurdo, anche per Palermo. Che poi magari quelli così esistono pure, ma non vengono a scriverlo qui. Si è tradito definitivamente con quella O senza H.

    73. Lavinia P., Mery e Michele postano dallo stesso indirizzo IP.

    74. @ Rosalio: ma quindi siamo tutti schedati? Come funziona? Non ci dovrebbe essere il rispetto della privacy? Grazie per l’eventuale risposta.

    75. Matteo M. non è stato reso noto alcun dato che attiene alla sfera della privacy di soggetti comunque non identificati nemmeno da un nome e cognome, infatti, ma un comportamento che altera le dinamiche conversazionali del blog e che non intendo permettere. Ti invito a utilizzare l’e-mail per domande di questo tipo. Grazie.

    76. Alcuni commenti mi lasciano davvero senza parole.
      Rispecchiano in tutto e per tutto la mentalità di questa città.
      molti dicono che si parcheggi ovunque perchè sono costretti per un motivo o per l’altro e che la “lagnusia” non centra nulla.
      Ma vogliamo parlare del 90% dei palermitani che non raccoglie la cacca del proprio cane?
      Come la vogliamo chiamare? Lagnusia,inciviltà,egoismo,maleducazione?
      Concordo inoltre con chi dice che questo post tratta della vastaseria palermitana e molti si sentono pizzicati dove non batte il sole.

    Lascia un commento (policy dei commenti)