giovedì 17 ago
  • Il censimento dei rosaliani nel mondo!

    Il censimento dei rosaliani nel mondo!

    Inizia settembre, si torna ai posti di combattimento e molti lettori di questo blog sono lontanissimi dalla natìa Palermo. Da curiosoni vogliamo sapere dove vi trovate e questo è il post giusto.

    Dalla Sicilia orientale, allo Stivale al resto del mondo, lasciate un commento e scrivete da dove state leggendo Rosalio. È una buona occasione per farvi vivi anche se non avete mai commentato.

    Palermo, Rosalio
  • 83 commenti a “Il censimento dei rosaliani nel mondo!”

    1. NY State (USA) e Palermo mi manca da morire!

    2. Altavilla Milicia… Quanta nostalgia della mia città!

    3. Milano

    4. Leuven, Belgio.

    5. Da Palermo, ma quanto mi manca la vera Palermo!!!

    6. Forse sono un po’ fuori tema ma devo dirlo:
      io ci vivo e a volte, troppe, mi sembra distante centinaia di migliaia di miglia.
      Palermo non è una città vicina alla gente, tutt’altro.

    7. Vi leggo da Roma….sono innamorata della Sicilia e raccolgo da voi ottimi spunti per visitare,prima o poi, in maniera piu’ accurata Palermo.
      Buon lavoro.
      Cristina

    8. from Villaggio Ruffini – Palermo 😉

    9. @Me
      1 settembre 2010 alle 03:39 NY State (USA) e Palermo mi manca da morire
      Me sei un “pazzo” 😉
      Per non andare ot io da Palermo purtroppo 🙁

    10. Condivido pienamente Benni.

    11. Io sto commentando dal mio Eremo ;). Lo conoscete, no?
      Sarebbe sulla strada per Scopello (tp)

    12. DUBAI,sono qui per lavoro.Amo la mia Palermo e la porto sempre nel mio cuore.

    13. 1 Settembre, saluto toscano per Rosalio.
      Valentina, Lucca.

    14. Scrivo da Roma, un bel po’ di tempo fa vi leggevo da Madrid… da quando la guardo da lontano, la mia Palermo la vedo tutta intera e la “capisco” meglio… prima o poi torno e, nel mio piccolo, spero di poter mettere a disposizione della mia terra (e spero soprattutto di poter far fruttare) il mio bagaglio di esperienze
      saluti per tutti

    15. osaka, giappone 🙂

    16. Milano!

      @Pietro: mi fai tenerezza, ci credi ancora alla poetica del ritorno? ahahhahhah

    17. Turchia

    18. Milano! 🙂

    19. Milano!! Mitica Palermooooooooooo!

    20. da Firenze. A volte dal Canada 🙂

    21. Barcellona!!! Ma tra poche ore vengo finalmente a fare una capatina vacanziera!Non vedo arancine da gennaio 😉

    22. L’Aquila

    23. Augusta (SR)

    24. @Milano

    25. un saluto dalla capitale (d’italia)!

    26. Io leggo spesso Rosalio da Innsbruck (Austria) dove mi sono trasferita per lavoro. 🙂

    27. Dalla “colorita” Albergheria . . .

    28. Roma!
      Dall’alto della Capitale si vede ancora meglio quanto è bella la mia Città!
      Ma qui sto bene, lavoro, faccio il mio lavoro, finalmente, e soprattutto vengo RETRIBUITA quanto è giusto!
      Ciao Palermo! 😉

    29. Bologna!!

    30. Rientrato da 1 anno a Palermo dopo 10 anni di emigrazione a Roma. A volte succede 🙂

    31. Nizza (F)

    32. @Luca
      @Me
      1 settembre 2010 alle 03:39 NY State (USA) e Palermo mi manca da morire
      Me sei un “pazzo” 😉

      No, perche’ dovrei essere pazza?! 🙂
      Ho sempre particolarmente amato Palermo, ma da quando vivo all’estero il mio amore e’ assolutamente aumentato!
      Qui amici e conoscenti dicono che se non smetto di pensare alla mia citta’ con tanta nostalgia, di leggere i giornali palermitani-siciliani etc. faro’ una vita “miserabile” (si’, usano questo termine!)ovvero non mi sentiro’, mai a casa qua e non mi sentiro’ piu’ a casa a Palermo. Forse un po’ e’ vero, ma io amo la mia citta’e penso di doverla ringraziare (piuttosto che lamentarmene e denigrarla di continuo!) perche’ sono quella che sono perche’ sono cresciuta a Palermo! La mia citta’ fa parte di me ed io ne sono fiera!
      PS. scusate, mi sono dilungata…momento nostalgico :'(

    33. dopo 9 anni di Roma è circa 1 anno che sono tornato a Palermo…questo non ha prezzo!!!

    34. Miami. Uff… magari! I’m from Palermo 🙁

    35. Middle east

    36. sono a palermo e non vorrei essere da un’altra parte anche se questa città, che amo, e per la quale scriverei tutta la vita e smuoverei le montagne perche’ tornasse ad essere se stessa, e non la sua ombra, (dove le stesse vestigia di un grande passato sembrano non avere più importanza), mi appare sciatta, sembra trascinarsi per forza d’inerzia,sembra che nessuno si preoccupi più per lei…Voglio un sindaco con le palle!

    37. Da Londra con affetto. La pantera e’ ancora in giro? Perche’ io verrei in vacanza la prox settimana e non vorrei rischiare la vita 😉
      Val

    38. Palermoooo 😀

    39. scrivo da Alcamo Marina, anche se abito a Calatafimi… dalla provincia di Trapani, dunque.

    40. Palemmmmo … of course…

    41. bergamo….purtroppo!!

    42. Da Verona.
      …Palermo resterà sempre nel mio cuore, ma non mi manca.

    43. Toms River, N.J. (U.S.A.)

    44. A San Francisco per lavoro, ma vivo a Washington DC

    45. Paperopoli, anche se ogni tanto mi disegnano a Topolinia.

    46. dal libero stato di donkeyland, sicilia orientale.
      (grande goku, non ti smentisci mai! 🙂 )

    47. falun…a 3 ore a nord da stoccolma…a 9 gradi di temperatura!!!
      vi ringrazio per quello che fate!!
      Alberto

    48. Roma (Bioparco 😉

      Ciao Tony!

    49. Saludi e trigu po tottus is palermitanus da sa terra de Sardigna, a zent’annus e prusu…..

      Salute e provvidenza per tutti i palermitani dalla Sardegna, possiate campare cent’anni e più ancora…
      Palermitano a Cagliari.

    50. presente!, palermo

    51. Famiglia a Firenze ma lavoro in Lombardia. Palermo non mi manca. Sto bene ovunque. Ovunque è casa mia.

    52. Viale Lazio…… 😉

    53. Genova..terribilmente lontana purtroppo! Ma il 4 Settembre anche qui ci sarà la processione per Santa Rosalia: ebbene si, i genovesi del quartiere di Pegli sono devoti alla nostra Santuzza, e così quel giorno forse potrò sentirmi un pò a casa..per qualche istante!

    54. Vivo tra Palermo e Milano. Attualmente mi trovo all’ombra della Madonnina.

    55. Burkina Faso:-P

    56. Southampton UK

    57. @Luca
      @Me
      1 settembre 2010 alle 03:39 NY State (USA) e Palermo mi manca da morire
      Me sei un “pazzo”

      No, perche’ dovrei essere pazza?!
      Ho sempre particolarmente amato Palermo, ma da quando vivo all’estero il mio amore e’ assolutamente aumentato!
      Qui amici e conoscenti dicono che se non smetto di pensare alla mia citta’ con tanta nostalgia, di leggere i giornali palermitani-siciliani etc. faro’ una vita “miserabile” (si’, usano questo termine!)ovvero non mi sentiro’, mai a casa qua e non mi sentiro’ piu’ a casa a Palermo. Forse un po’ e’ vero, ma io amo la mia citta’e penso di doverla ringraziare (piuttosto che lamentarmene e denigrarla di continuo!) perche’ sono quella che sono perche’ sono cresciuta a Palermo! La mia citta’ fa parte di me ed io ne sono fiera!
      PS. scusate, mi sono dilungata…momento nostalgico :’(
      .
      Ad ogni modo sono disposto a farmi invitare da te a NY ..fammi sapere 🙂

    58. da Milano

    59. da circa 18 anni, vivo in un paesino,della Romagna.Di Pa .voglio ricordare solo i miei primi 10 anni di vita,c0l passare degli anni PA.peggiorava,adesso ho 62 anni e leggo come si è ridotta Pa,e mi dispiace x i palermitani,e spero x loro che cambi in positivo.

    60. da Reggio Calabria, ma anch’io sogno di tornare; manco da 11 anni e mi sembra un’eternità, e più passa il tempo, più è dentro di me.

    61. Brema (D)

    62. Caen (Fr)

    63. Dove m trovo mentre leggo Rosalio? Nella mia stanza a Bagheria e come ho avuto modo d scrivere altre volte, Palermo m manca! Nn è strano…io a Pa c lavoro, ma vorrei godermela in ttt le ore della giornata, annusandone gli odori (xk’ Pa odora ank…nn solo d munnizza!!!), compiacermi dei colori, della gente k la abita e dei suoni delle loro diverse voci. Io la amo con ttt me stessa.

    64. Casablanca (vacanze finite, e scrivere con la tastiera fancese del pc dell’albergo che ha pure i tasti scoloriti è un gran casino’…)

    65. Da Parigi, tornato ieri da Palermo, 17 giorni che, dopo i momenti di dolore intimo, sono stati i più brutti della mia vita, perché vedere morire la propria città, e con essa vedere svanire la propria storia ed i propri ricordi e legami affettivi, appunto, è come morire sé stessi. Anch’io ho idealizzato per oltre 20 anni l’amore da lontano, che è costato carissimo peraltro anche materialmente, e soprattutto in termini morali perché in fondo, anche se privilegiati, restiamo sempre ospiti/turisti nei posti dove andiamo, perché quel peso, fatto di storia e anche di rammarico, ce lo portiamo sempre dentro, a parte i rinnegati. Ma da lontano, in realtà, si ama la Palermo del sogno, quella che percepiamo dentro ma non abbiamo visto nei fatti… Ora lotto per non passare all’odio, per non vendere quello che posseggo e non metterci più piede neanche da morto. Se ne parla tutti i giorni: la maleducazione generalizzata, il caos, l’inquinamento acustico, il non rispetto del prossimo, il non rispetto delle regole, il disordine fisico e morale, la sudiciume ed il degrado ovunque, la puzza, i disservizi… ho visto marciapiedi di 40 cm. (tra lo stadio e la palazzina cinese), record mondiale per un marciapiede, dove le automobili per motivi di velocità sostenuta e spazio ristretto non possono rallentare né sostare, ebbene, anche in quel posto cumuli di immondizia dove il marciapiede diventa più largo e forma un angolo, la buttano dai finestrini ? Basta che lo faccia il primo, e la vedo ormai da due anni.
      Ho visto piazze intere e spazi pubblici vandalizzati, ed altri spazi pubblici occupati da ambulanti venditori di ogni sorta di prodotti non controllati. Verde pubblico stracolmo di immondizia tra le aiuole. Gente che va in giro in quella bruttissima piazza arida, de gasperi, palazzoni da suicidio per depressione dovuta a desolazione e bruttezza, ebbene vanno in giro con cane che ha bisogno di evacuare e con sacchetti per raccogliere la merda, ma se non si vedono osservati se ne vanno senza raccogliere, il sacchetto è geniale strategia.
      Ho visto un materasso davanti al tornello numero 13 dello stadio, gettato come immondizia e bruciato ai bordi (arte concettuale), lo vedo da almeno sei mesi (Zamparini con la sua azienda Palermo calcio è in serie A, noi città, materasso compreso, siamo in serie Z). Per reclamare rispetto dei propri diritti e vivere in una città civilizzata si dovrebbe fare a cazzotti, se non peggio, almeno due volte al giorno, e denunciare almeno mezza cittadinanza. A 300 metri da casa mia c’è una villa del 19° sec. con un bel parco interno e vegetazione protetta, sono riusciti a farci un pub all’aperto, ho visto belle donne vestite elegantemente come se andassero a sfilare a Cannes per il festival, in realtà si divertono a gridare a squarciagola che sembrano scappati dal manicomio fino all’una di notte in quella scimunizione che è il karaoke (“come è bello far l’amore da Trieste in giù”), per fortuna lo fanno due sere a settimana, divertirsi rompendo le palle al prossimo, tasci e sottosviluppati che si sentono tochi o fighetti e si vestono a festa per divertirsi con un’idiozia e da incivili. Evidentemente si sentono, col suono che disturba, nel raggio di almeno 300 metri, ma i vicino sbarrano le finestre per paura e in segno di omertà.
      I dettagli che elenco e che nessuno può contestare li elenco semplicemente perché sono i segni evidenti del degrado culturale di una città peggiorata negli ultimi dieci anni, una città dove la maggioranza dei cittadini ha obiettivi scadenti; dove ci si sente dentro un incubo e in certi casi morti-viventi. E’ un mondo paradossale.
      Quelli ingenui che esprimono sentimentalismo puerile mi fanno ridere, quelli ai quali manca una città siffatta che si può solo odiare, o allora fare una vera rivoluzione.

    66. Dalla Tunisia Con affetto

    67. Londra, ciao rosalio!

    68. Ma vorrei capire una cosa.
      Dai commenti si evince che la stragrande maggioranza dei commentatori non vive a Palermo stabilmente.
      Ma i palermitani residenziali dove sono?
      Ma Rosalio di dove sei?
      Ah! dimenticavo io da Palermo, fiero di starci e di viverci.
      E pi favuri un cuminciati chi soliti riscursi!

    69. Full temo non sia risultato chiaro che mi riferivo proprio a chi non vive a Palermo.

    70. @ Gigi
      Ti leggo con molto rammarico perchè condivido in toto quello che hai scritto (stato d’animo compreso).
      Si dice che il pesce sia l’ultimo ad accorgersi della presenza dell’acqua… forse è proprio vero: siamo talmente immersi in questo stato di cose da aver “normalizzato” ciò che altrove tanto normale non è. Anzi, si fa di peggio: a volte questo stato di cose viene “pubblicizzato” con orgoglio lasciandolo passare come modo di essere, come folklore, come colore e calore dell’essere siciliano.
      Scusa Rosalio del piccolo off topic, per ritornare in tema dico (anche se il post non è riferito a me…) che scrivo da Palermo

    71. Brescia ;-(

    72. gigi, le tue invettive, che molti vedono cariche di bile, io le leggo come vero atto d’amore per palermo.
      credo che nessuno, tra i commentatori rosaliniani, ami palermo come te.
      solo chi ha amato profondamente può essere così disgustato nel vedere una principessa trasformata in bagascia con le calze rotte ed il trucco sfatto.

    73. Ops! Chiedo scusa a Rosalio

    74. Vercelli provincia e siamo in tanti solo dove vivo io almeno cinquanta e tutti con tanta nostalgia di quella caotica fantasiosa disorinata meravigliosa immensa città di PALERMO.

    Lascia un commento (policy dei commenti)