martedì 22 ago
  • Facebook ancora in testa nelle ricerche del 2010 da Palermo

    Anche nel 2010 diamo un’occhiata alle ricerche da Palermo su Google con Google Insights for Search che permette di comparare i volumi (e relativi andamenti) delle ricerche effettuate per località, categorie e intervalli di tempo di alcuni termini.

    Tutte le categorie del 2010 a Palermo.

    Le prime dieci ricerche (immagino che vengano filtrati alcuni termini, sostanzialmente il porno e le maleparole, anche se non ho riscontri) sono state:
    1. facebook
    2. youtube
    3. palermo
    4. giochi
    5. libero
    6. you
    7. tube
    8. google
    9. facebook login
    10. meteo

    I trend:
    1. fb +700% (w la lagnusìa…accorciare per andare su facebook…)
    2. youtube.it +300%
    3. diretta.it +170%
    4. megavideo +160%
    5. subito.it +150%
    6. maps google +100%
    7. picnik +100%
    8. meteo.it +90%
    9. maps +70%
    10. face +60%

    Facebook rimane al comando e crescono le ricerche legate alla multimedialità, streaming e anche editing di foto online (picnik). Rispetto al 2009 sembra cresciuta l’attenzione per il meteo.

    Tra le immagini il trend emergente è stato Avatar, tra le news invece prevale come trend emergente il delitto di Avetrana (con diverse parole chiave), Taricone e Yara Gambirasio, oltre a Fini.

    Una curiosità riguarda invece le ricerche condotte su Google relative alle ricette: al numero uno ci sono i cazzilli palermitani. Per questa volta siamo da record. 🙂

    Palermo
  • 10 commenti a “Facebook ancora in testa nelle ricerche del 2010 da Palermo”

    1. OK
      Vorrei capire cosa ci fanno tra i Tag tutti i personaggi di Avetrana.
      Buon Anno a tutti

    2. Ma non si farebbe prima a digitare direttamente facebook.com nella barra degli indirizzi invece di dover fare una ricerca con google? Secondo me questo e` un indice di ignoranza informatica…

    3. ma che tag mettete per avere visibilità??? assurdo…

      comunque la gente dovrebbe iniziare a capire che esiste la barra degli indirizzi, scrivere gli url su google è tristissimo…

    4. Thomas e Peppe mi sorge il dubbio che non abbiate letto il post (che parla anche di Avetrana).

    5. facebook…si vede che (anche) a Palermo c’è tanta voglia di curtigghio e di giocare alle “vite degli altri”.
      meno male che i cazzilli rianimano la situazione 🙂

    6. Premetto che sono un assiduo frequentatore di Rosalio ,nonchè un (saltuario) collaboratore, ma devo dire che personalmente non amo che in un blog si faccia tanto parlare di visite, di statistiche e di autoesaltazioni in quanto ipervisitati. E’ come quando in Tv si parla di Tv e sui giornali si parla di giornali. Secondo me Tv , blog e giornali dovrebbero parlare di tutto (società. politica, costume, arte , sport, cronaca, satira ecc ecc ecc) tranne che di se stessi. In altre parole ancora, io non frequento un blog perchè è il più cliccato. Questo può riguardare gli inserzionisti, che peraltro hanno i loro metodi per verificare la crescita di un sito. Io frequento un blog perchè mi interessano i contenuti. Per il resto auguro a Rosalio ed a tutti i rosaliofagi un cliccatissimo 2011!

    7. THOMAS sempre per la sezione W la Lagnusia, se nella barra degli strumenti di explorer hai la finestrella di ricerca veloce di gogòl puoi anche scrivere per esempio sbagliando caratteri “fatlook” e troverai sempre facebook.it come risultato della ricerca nei suggerimenti, altro che scrivere http://www.facebook.it, questa non è ignoranza informatica è astuzia informatica….. he he

    8. Questo può riguardare gli inserzionisti, che peraltro hanno i loro metodi per verificare la crescita di un sito. Io frequento un blog perchè mi interessano i contenuti.

    9. Questo post non parla di dati di traffico di siti ma di ricerche su Google.

    10. @fra
      usare i-explorer non è da ignoranti informatici… peggio, masochismo puro ahahahah

    Lascia un commento (policy dei commenti)