mercoledì 18 ott
  • Il regalo alle maestre? Si fa…

    Da quando vivo la scuola da genitore ho cominciato a pormi una domanda seria, di fronte a tutti i problemi che oggi vive la scuola: perché si fa il regalo alla maestra? Mi correggo, alle maestre visto che adesso sono almeno tre per classe. È una consuetudine palermitana? Chi lo ha introdotto e quando?
    Personalmente, in genere, mi fa piacere fare i regali agli amici, a chi conosco, perché fondamentalmente mi diverte “sfirniciarmi” ovvero pensare a ciò che può piacere o a cosa può desiderare, chi deve ricevere il regalo. A chi conosco…!!! Ma cosa si conosce delle maestre???
    Io poi, essendo stata eletta rappresentante di classe, ho l’ingrato compito di raccogliere denaro per qualunque iniziativa: Anche questa della raccolta, associata ai rappresentanti, è divenuta nel tempo una consuetudine.
    Qualche tempo fa all’inizio della scuola primaria, ma dopo tre anni diciamo che la situazione è simile, il malcontento era diffuso tra i genitori riguardo al metodo di insegnamento e al modo di rapportarsi con genitori e alunni di alcune maestre.
    Al momento della ricorrenza natalizia si pose la domanda cosa facciamo, cosa organizziamo, cosa regaliamo? Nessuno, per risentimento, disse di dimenticare l’usanza. Così ho cominciato a porre la domanda sul perché del regalo, a varie persone le risposte furono: «Perché si fa… Perché se lo aspettano..- Perché è segno di rispetto… Perché altrimenti ci rimangono male… Perché se la prendono con i bambini»… Non uno che mi dicesse perché era un piacere farlo per uno qualunque dei motivi piacevoli per cui si fa un regalo.
    Ho scoperto pure che da scuola a scuola variano le tariffe, si va dai cinque ai cinquanta euro a seconda dei quartieri, gestiti come fondo cassa ma tradotti, a volte, in regali firmati.
    Poi ho scoperto che c’è l’accettazione passiva della somma o di qualunque decisione come se la parola del rappresentante fosse legge e nonostante le lamentele non uno che dica «io non lo voglio fare; non voglio partecipare; non lo ritengo giusto» salvo poi chiederti, a cose fatte, che fine hanno fatto le somme o lamentarsi (con gli altri) per qualunque iniziativa che non sarà mai quella giusta. Si perché poi oltre al regalo si pensa allo “schiticchio”: panettone, sfogline, beveraggio vario, e da quando andavo a scuola io ad oggi si fa pure il regalo per i bambini.
    Di contro poi, secondo il principio secondo cui a tutti piace ricevere dei regali, raramente si incontrerà la maestra che dirà di non volere regalo,disimpegnandoti in qualche modo da questa consuetudine.
    All’apertura del regalo rimani sempre col dubbio che sia piaciuto o che finirà dentro un sacco di immondizia, però…l’importante e “fare figura” facendo il regalo e la stessa cosa si ripete alla fine dell’anno scolastico e se lo spirito natalizio può giustificare in parte la scelta, qual è la motivazione di fine d’anno?

    Ospiti
  • 22 commenti a “Il regalo alle maestre? Si fa…”

    1. Serie:MISTERI

      é un pò come la mancia in pizzeria o pizzo al posteggiatore abusivo! Mistero è basta.

    2. …mistero è, punto e basta!

    3. perche` a Natale si fa il regalo ai Portieri?
      Perche` le Aziende fanno regali a Natale,Pasqua e
      Ferragosto?
      Perche` si fa` la Befana ai Vigili?
      Perche` si fanno donazioni alle Parrocchie?

    4. ok per le maestre, no per i capi ai quali si fa solo per leccare i piedi

    5. e ad esempio che c’entra la mancia all’autista del pullman??? è già pagato per guidare, che senso ha la mancia? e la mancia alle signorine negli studi medici???

    6. I miei ricordi di scolaro risalgono agli anni ottanta. Orbene, c’era sempre qualche solerte mammina, che si premurava di convocare in una riunione, non ufficiale e informale, le mamme dei ‘compagnetti’ del proprio pargolo per decidere quale regalo fare al Sig. Maestro alla fine di ogni anno scolastico (Giugno, quindi anno ‘civile’ non solare)… non ho mai capito che senso avesse tale gesto…forse che non era stipendiato dal Ministero il nostro senescente insegnante? O era un gesto di solidarietà umana, filantropia, per quel povero vecchietto che ancora si ostinava -nonostante fosse oramai un vegliardo- a sopportare una classe di 25 marmocchi? MISTERO…

    7. Mancia obbligatoria per l’infermiera 10.000 lire.
      Era un cartello, fatto in tipografia e con cornicetta, appeso al muro in bellavista nella sala d’attesa di un noto specialista palermitano, mi pare cardiologo. Non dovuta.
      Spesso gli autisti dei pulmann turistici, su sollecitazione dei partecipanti, li accompagnano in piccoli giri serali in centro, non previsti dal programma. Dovuta.
      Regali alle maestre, si fanno anche qui a Cagliari, ma a volte ho visto rifiutare, con garbo,i regali perchè il Ministero non li prevede. Giusto così.
      Portieri, postini, non dovute.
      A Punta Raisi bar aeroporto ho atteso oltre dieci minuti due caffè al banco : era l’unico scontrino senza qualche moneta sopra, ma dove vivo questa usanza non c’è.
      A Palazzo dei Normanni, sposino, tanti anni fa, un usciere, non una guida, si mise a spiegare a me e a mia moglie, servizio non richiesto, la storia di questo e quello. Dopo una mezzoretta, al mio semplice grazie, mi disse a muso duro “E non mi lascia niente per le spiegazioni ?”
      In pizzeria o in ristorante, come in tutta Europa e negli States, la mancia esiste. Io la faccio quando sono soddisfatto del servizio e di tutto il resto, ma mi fa piacere farlo e nessuno me lo mai imposto.
      Posteggiatori ? Mai e poi mai.E’ un taglieggiamento.
      Regalo natalizio ai superiori a lavoro ? Odiosissimo, mai fatto.
      Ma come i regali, a me fa piacere dare una mancia quando fa piacere a me, mai perchè me lo chiedono sfacciatamente.

    8. da padre di due pargoli di 2 e 5 anni ( il più piccolo già segnalato in questura per atti di teppismo ) penso che chiunque abbia il piacere di trascorrere cinque ore della propria giornata con le mie creature debba essere adeguatamente ricompensato. qualsiasi genitore è consapevole del fatto che non vi sia stipendio che basti per tenere a bada i nostri frugoletti. un modo per chiedere scusa per quello che siamo riusciti a concepire in un quarto d’ora di noia ( o tre ore di passione ).

    9. Salve! Vi ho scritto diverse volte, vedo che siete attenti a tutti i candidati…… quasi tutti in verità.
      Come posso fare per farvi avere le info circa la mia candidatura, il mio gruppo, il mio programma? Anche per aggiungere una voce in più, che fa tanto pluralismo, no?
      Buon Lavoro
      Riccardo Alessi
      Palermo Civile

    10. Salve, verrà aggiunto a breve. Tuttavia la invito a utilizzare l’e-mail per comunicare con me, qui è fuori tema. Saluti.

    11. quest,anno mi anno fregato il prossimo si possono attaccare al tram.9 euro per bambino e una cosa vergognosa una classe con 25 bambini,e poi ma che belli regali?ma mi facciano il piacere.e solo speculazione per alcune mamme!

    12. la piu` odiosa e` la mancia nello studio di medici
      ad alto onorario.

    13. e il regalo al relatore? che molte volte nemmeno legge la tesi?
      Un’amica di famiglia, maestra, ogni anno rifiuta il regalo e invita le mamme ad acquistare oggetti utili per i bambini.. l’anno scorso ad esempio hanno comprato uno scivolo! Potresti proporlo alle altre mamme!

    14. E’ un’ usanza barbara!! Ma perchè si deve fare il regalo alla maetra? Si dimostra così il rispetto ad una persona?Fare gli auguri col cuore questo per me è più bello e imporatnte di qualsiasi cosa si possa regalare.

    15. @ federicoII: Comunque il tuo commento (anche se non sono d’accordo) è bellissimo!

    16. @manuela: grazie per il commento, l’ho buttata sul ridere, ma in realtà neanch’io condivido molto, specie quando i presenti vengono estesi anche all’assistente ( e vabbè anche lei sopporta i pargoli ) ma al custode cosa c’entra? Alle volta anch’io ricevo regali dai miei clienti che comunque pagano le mie parcelle e non ne capisco il motivo. Ben vengano e ringrazio.

    17. Ho sempre detestato i regali imposti! Io ho avuto la fortuna di avere una maestra con la M maiuscola, non ha mai voluto regali dalle mamme se non disegni o lavoretti fatti da me e dai miei compagni…un paio di volte alcune mamme si sono presentate in classe con un regalo “classico” e lei le ha gentilmente rimanate a casa non accettando.

    18. Nella società dell’apparenza in cui viviamo sono tanti, non solo alla maestra, i regali che si fanno senza un piacere ma per dovere, rispetto o per “figura”. Personalmente provo tristezza per queste categorie di persone che, per qualsiasi attività, sia essa fare regali o vestirsi o semplicemente sorridere, lo fanno perché per costoro apparire è più importante che essere.

    19. Mai fatto regali x dovere.
      Mai fatto regali a chi ha tutto.
      Il piacere e` riuscire a capire che cosa puo` essere gradito a chi dovra` ricevere un regalo.
      Un regalo e` un segno di attenzione,spesso di affettuosita`.
      Se fate regali ai potenti,dovreste vergognarvi
      perche` state cercando una contropartita.

    20. Poi ci sono anche tantissimi furbi,che in cambio di una prestazione professionale,spesso onerosa ed impegnativa,si presentano con un regalo.
      Conosco uno che in cambio di un progetto si presento’ con una cravatta,UNA.

    21. il mio motto è riciclare, riciclare anche i biglietti d’auguri,in famiglia mi diverte tantissimo.per le maestre un bel mazzo di fiori è sempre gradito.

    22. Ciao, le maestre di mia figlia hanno espressamente chiesto di non fare regali a loro, ma di farli alla classe…Devo dire che però il clima, i bambini, i genitori (magari non tuttissimi!!!!) Mi hanno portata a inventarmi ogni volta (Natale e fine anno) qualche cosa che possano fare i bambini…Così abbiamo ideato coroncine con le impronte delle mani (carta!!), letterine rilegate,un libro di disegni fatti dai bimbi,un mazzo di fiori di carta, un albero di Natale di polistirolo che è diventato l’addobbo personale della classe….Regali fatti col cuore e con le mani dei bimbi, con un piccolo aiuto da parte dei genitorie … più economici di così…Apprezzatissimi dalle maestre!!!I soldi li mettiamo in materiali utili, in progetti ecc per la classe!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)