martedì 21 nov
  • Liveblog dello spoglio delle elezioni regionali 2012 in diretta

    0:59: il liveblog dello spoglio delle elezioni regionali chiude qui dopo più di 17 ore dalla sua apertura. Gli aggiornamenti continueranno con post ordinari. Il 29 ottobre il blog ha avuto più di 19000 visitatori che hanno visualizzato quasi 45000 pagine anche grazie a un link in homepage su L’Huffington Post. Grazie a tutti voi e, in particolar modo, a Tony Siino che ha effettuato la maggior parte degli aggiornamenti avvalendosi anche della collaborazione di Walter Giannò e di Alessandra Rossi, a Michael Tabolsky (Thymely) per il supporto tecnico, ai comitati elettorali di Giancarlo Cancelleri, Rosario Crocetta, Gianfranco Miccichè e Nello Musumeci che ci hanno supportato con informazioni e chiarimenti e a tutti coloro che colpevolmente dimentichiamo e che ci hanno inviato informazioni con tutti i mezzi possibili. Grazie!

    00:42: i seggi vengono così ripartiti: 15 al MoVimento 5 stelle, 14 al Partito Democratico, 12 a Il Popolo della Libertà, 11 all’Unione di Centro, 10 al Partito dei Siciliani – Mpa, 5 a Movimento politico Crocetta presidente e Grande Sud, 4 a Cantiere Popolare e Nello Musumeci presidente. I restanti seggi andranno al listino del presidente e al primo sfidante. Crocetta potrà contare su 39 deputati. Tutti i dati.

    Rosario Crocetta

    00:42: 5308 sezioni su 5308 (dato definitivo). Rosario Crocetta è il nuovo presidente della Regione Siciliana con il 30,48% dei voti. Musumeci ha ottenuto il 25,73%, Cancelleri il 18,18%, Miccichè il 15,42%, Marano il 6,06%.

    00:35: un’analisi dei candidati sui social media di Vincenzo Cosenza per Blogmeter.

    Grafico presidenti sui social media

    00:16: 5307 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,48%, Musumeci ha il 25,73%, Cancelleri il 18,18%, Miccichè il 15,41%, Marano il 6,06%. La sezione mancante è a Catania.

    23:49: 5227 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,48%, Musumeci ha il 25,8%, Cancelleri il 18,17%, Miccichè il 15,4%, Marano il 6,04%.

    23:25: 5218 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,45%, Musumeci ha il 25,8%, Cancelleri il 18,17%, Miccichè il 15,41%, Marano il 6,05%.

    22:41: 5038 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,56%, Musumeci ha il 25,61%, Cancelleri il 18,18%, Miccichè il 15,38%, Marano il 6,1%.

    21:21: 4754 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,78%, Musumeci ha il 25,49%, Cancelleri il 17,99%, Miccichè il 15,5%, Marano il 5,99%.

    21:15: 4749 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,79%, Musumeci ha il 25,5%, Cancelleri il 17,99%, Miccichè il 15,48%, Marano il 5,99%.

    20:58: 600 sezioni su 600 a Palermo (dato finale). Primo Cancelleri con il 24,11%, Crocetta ha ottenuto il 23,86%, Musumeci il 22,39%, Miccichè il 15,21% e la Marano il 10,81%. Voti di lista. Voti dei singoli candidati.

    20:43: 326 sezioni su 336 a Catania. In vantaggio Musumeci con il 31,53%, Crocetta ha il 27,06%, Cancelleri il 18,73%, Miccichè il 15,77% e Marano il 4,74%.

    20:39: 4717 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,81%, Musumeci ha il 25,54%, Cancelleri il 18,02%, Miccichè il 15,49%, Marano il 6,01%.

    20:37: Nello Musumeci: «Crocetta non credo che potrà attuare quella rivoluzione annunciata perché ostaggio di quei poteri occulti e palesi che hanno disegnato una spregiudicata lottizzazione Sicilia. […] Cosa dovrei dire a Crocetta? Con me è stato scorretto, non merita una mia chiamata. […] Ci parleremo in aula. Crocetta ha provato solo a buttare fango su di me. […] Il mio obiettivo è far saltare questo losco blocco di potere che si nasconde dietro Crocetta. […] Entro un anno vi assicuro che avremo lo stesso blocco di potere Lumia-Cracolici-Lombardo che ha governato negli ultimi anni. […] La sconfitta pesa su tutti. Con un centrodestra unito i risultati sarebbero stati ben altri. Miccichè aveva una vendetta da consumare con Alfano».

    20:33: 4666 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,85%, Musumeci ha il 25,5%, Cancelleri il 18,02%, Miccichè il 15,48%, Marano il 5,99%.

    20:25: piccolo incidente per Fabrizio Ferrandelli, primo eletto nel Pd a Palermo. Il candidato è stato lanciato in aria al comitato di Crocetta dai sostenitori per festeggiarlo e ha sbattuto la testa contro il soffitto. Nessun danno grave e i festeggiamenti sono continuati.

    20:15: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 15 al Movimento 5 stelle, 14 al Partito Democratico, 12 a Il Popolo della Libertà, 11 all’Unione di Centro, 10 al Partito dei Siciliani – Mpa, 5 a Movimento politico Crocetta presidente e Grande Sud, 4 a Cantiere Popolare e Nello Musumeci presidente. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante. Crocetta potrebbe contare su 39 deputati.

    20:13: 4584 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,88%, Musumeci ha il 25,47%, Cancelleri il 17,99%, Miccichè il 15,5%, Marano il 5,96%.

    19:56: Lucia Borsellino (assessore in pectore di Crocetta e figlia del magistrato Paolo Borsellino): «Ho provato una grande emozione, complessa. […] Ce la metterò tutta ad assolvere questo impegno così complesso. La consapevolezza di una vittoria sta arrivando soltanto adesso. […] La prima cosa che farò da assessore regionale alla Salute della Sicilia sarà la ridefinizione dei criteri per la selezione dei direttori generali siciliani. […] Questa ridefinizione avverrà secondo procedure definite del decreto Balduzzi».

    19:43: 4483 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,87%, Musumeci ha il 25,44%, Cancelleri il 18,01%, Miccichè il 15,5%, Marano il 5,96%.

    19:40: da facebook.

    Rosario Crocetta

    19:28: 56 sezioni su 56 a Caltanissetta (dato finale). Primo Cancelleri con il 37%, Crocetta ha ottenuto il 25%, Musumeci il 20% e Miccichè il 7%.

    19:24: Massimo D’Alema (Pd): «È un compito immenso quello che attende Rosario, ma si tratta di una personalità che ha dimostrato grande forza e coerenza. In questo momento si concentrano su di lui le speranze dell’isola. [….] Il voto siciliano è un voto che riflette un momento difficile, a cominciare dal livello dell’astensionismo e dalla dimensione che ha assunto il voto contro i partiti».

    Rosario Crocetta

    19:21: Giovanna Marano: «Il vero vincitore di queste elezioni è l’astensionismo perché più di un siciliano su due non ha votato. È stato fatto un passo indietro sul fronte del cambiamento, che non aiuta la Sicilia a voltare pagina. L’astensionismo, insieme al voto di protesta dato a i grillini, è un chiaro monito per tutti i partiti che devono fare una profonda riflessione . […] Chi ha vinto non ha i numeri per governare e dovrà per forza allearsi con altre forze politiche. Quello di oggi non è un buon risultato, né per noi e né per la nostra isola, perché la coalizione che ha prevalso è in perfetta continuità con coloro che hanno male amministrato negli anni precedenti la nostra terra. Non ci nascondiamo dietro ad un dito e ammettiamo la sconfitta, ma il grande rammarico è quello di non aver presentato una lista unica. Non abbiamo assicurato una rappresentanza parlamentare a un’assemblea regionale che ne aveva bisogno. Il progetto di LiberaSicilia non si esaurisce qui, questo per noi è solo un punto di partenza. È stata una bellissima esperienza umana e politica ed è da qui che ripartiremo per ricostruire l’isola».

    19:16: Crocetta: «Il primo giorno di lavoro mi vorrei guadagnare lo stipendio licenziando qualche consulente che guadagna cifre spropositate per compiti che non sono necessari. […] Non siamo molto lontani da una vera maggioranza. E comunque di volta in volta proporrò all’Assemblea atti e su quelli ci confrenteremo. Credo che funzionerà e, se non dovesse funzionare, andremo al voto perché non accetto ricatti da parte di nessuno. Ma sono sicuro che troveremo di volta in volta un accordo».

    19:14: 4292 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31%, Musumeci ha il 25,28%, Cancelleri il 17,94%, Miccichè il 15,55%, Marano il 5,99%.

    19:11: Nello Musumeci: «Per quanto riguarda il centrodestra non ci siamo fatti mancare niente in queste ultime settimane: la sentenza di condanna di Berlusconi a pochi giorni dal voto, il fuoco amico della Santanchè, qualche leggerezza nella preparazione delle liste, il dibattito interno un po’ troppo acceso, l’incertezza sulla leadership del partito di maggioranza relativa all’interno della nostra coalizione. […] Ha vinto lo stesso governo che ha governato negli ultimi anni. La maggioranza Crocetta probabilmente la farà come lo stesso Lombardo, che è il suo più naturale alleato, e quindi non credo che sia cambiato nulla assolutamente. Noi staremo all’opposizione e la faremo con diligenza, grande senso di responsabilità e senza pregiudizi. […] Questo risultato non lo speravo però è arrivato e bisogna prenderne atto e quindi guardare avanti in prospettiva, riflettere su quello che è accaduto. Una breve analisi, 24 ore di pausa e subito ricominciare, perché siamo in trincea e la Sicilia non può permettersi il lusso che la sua classe dirigente possa restare inerte e inerme per tanto tempo. Noi dobbiamo guardare avanti con grande ottimismo perché sono convinto che ognuno debba nel proprio ruolo lavorare perché la Sicilia possa uscire dal tunnel”».

    19:09: Pier Ferdinando Casini: «Complimenti a Crocetta, sarà un ottimo presidente, come era stato un ottimo sindaco. Ha saputo intercettare un voto importante». E su un possibile accordo con Miccichè per ottenere la maggioranza: «Noi non vogliamo anticipare scelte che spettano solo al Presidente della Regione».

    19:07: Nello Musumeci è atteso al comitato di Palermo alle 19:30.

    19:04: Pier Luigi Bersani in apertura di un comizio ad Arezzo: «Abbiamo vinto in Sicilia, cose da pazzi. […] Ora si apre la possibilità di un cambiamento vero. […] È la prima volta dal dopoguerra che c’è la possibilità di una svolta vera in Sicilia».

    18:57: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 14 a Partito Democratico e Movimento 5 stelle, 13 a Il Popolo della Libertà, 11 all’Unione di Centro, 10 al Partito dei Siciliani – Mpa, 5 a Movimento politico Crocetta presidente e Grande Sud, 4 a Cantiere Popolare e Nello Musumeci presidente. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante. Crocetta potrebbe contare su 39 deputati.

    18:55: 4205 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,97%, Musumeci ha il 25,24%, Cancelleri il 18,02%, Miccichè il 15,52%, Marano il 6%.

    18:27: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 14 a Partito Democratico e Movimento 5 stelle, 12 a Il Popolo della Libertà, 11 all’Unione di Centro, 10 al Partito dei Siciliani – Mpa, 6 a Grande Sud, 5 a Movimento politico Crocetta presidente, 4 a Cantiere Popolare e Nello Musumeci presidente. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante. Crocetta potrebbe contare su 39 deputati.

    18:25: 4054 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,96%, Musumeci ha il 25,24%, Cancelleri il 18,18%, Miccichè il 15,37%, Marano il 5,96%.

    18:23: Matteo Renzi: «Le elezioni le ha vinte l’astensionismo con la maggioranza assoluta di persone che non sono andate a votare. […] Straordinario risultato per il Movimento 5 stelle. […] Nessuno di noi può sottovalutarlo. […] È un ulteriore segno del bisogno di rinnovamento della politica. O capiamo i messaggi che ci mandano o è un problema per tutti. […] In bocca al lupo di cuore a Crocetta che spero abbia i numeri. Gli faccio i migliori auguri da sindaco a un ex collega».

    18:13: 3888 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,94%, Musumeci ha il 25,06%, Cancelleri il 18,23%, Miccichè il 15,18%, Marano il 6,1%.

    18:08: 573 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Cancelleri con il 24,04%, Crocetta ha il 23,86%, Musumeci il 22,39%, Miccichè il 15,37% e la Marano il 10,72%.

    18:01: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 14 a Il Popolo della Libertà, Partito Democratico e Movimento 5 stelle, 11 all’Unione di Centro, 9 al Partito dei Siciliani – Mpa, 5 a Movimento politico Crocetta presidente e Cantiere Popolare, 4 a Nello Musumeci presidente e Grande Sud. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante. Crocetta potrebbe contare su 39 deputati.

    17:58: 3740 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,98%, Musumeci ha il 25,08%, Cancelleri il 18,25%, Miccichè il 15,18%, Marano il 6,1%.

    17:48: festeggiamenti al comitato di Rosario Crocetta a Palermo.

    Rosario Crocetta

    17:40: 3619 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,97%, Musumeci ha il 25%, Cancelleri il 18,35%, Miccichè il 15,13%, Marano il 6,14%.

    Gianpiero D'Alia

    17:34: Gianpiero D’Alia (UdC): «Soddisfatti perché i siciliani avranno un governo che non farà uscire i giovani da questa terra».

    17:33: Crocetta a SKY: «Sembra che ci sia questa Sicilia che cambia, quella che vuole rompere con un sistema di potere spaventoso che ha fatto dal dopoguerra un patto scellerato. […] È la prima volta che un candidato […] con una storia di vita antimafia viene a essere confermato presidente dai siciliani. […] Sono fiducioso, in questa assemblea esisterà pure un “giudice a Berlino”, una persona per bene che lascia perdere le vicende partitrocratiche e sceglie il bene comune. Di volta in volta […] chiameremo la società siciliana, i sindaci, le parti sociali a mobilitarsi per sostenerlo. Governeremo in modo completamente nuovo rispetto al passato».

    Rosario Crocetta

    17:30: Crocetta in conferenza stampa al comitato a Palermo: «Non ho mai cercato l’alleanza con l’Udc per escludere Sel. […] Nella prossima legislatura sarà ridotto il numero dei deputati all’Ars. Anzi io sono favorevole ad un ulteriore taglio. […] Mi auguro che il Movimento 5 Stelle possa essere interlocutore».

    17:22: Gianfranco Miccichè sul suo blog: «Il dato incontrovertibile di queste elezioni regionali è che alcuni vecchi partiti sono morti e nasce il partito siciliano che può già contare su una base del 20%. Sarà presente all’Ars con un gruppo di almeno 14 deputati e farà sentire la sua voce e il suo peso in ogni decisione del governo. Speravo personalmente in un risultato leggermente migliore ma il dato di Grillo e una difficile campagna elettorale, nella quale non si è parlato di programmi, alla fine ci hanno un po’ penalizzato. Facciamo i migliori complimenti a Rosario Crocetta e gli auguriamo un buon lavoro, nella speranza che si possa realmente creare una stagione di nuovo sviluppo per la Sicilia».

    17:20: 3401 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,08%, Musumeci ha il 24,93%, Cancelleri il 18,44%, Miccichè il 15,16%, Marano il 6%.

    17:19: La vittoria di Pirro da Live Sicilia Catania.

    Crocchè

    17:12: Crocetta: «Il patto delle crocché? Non mangio carboidrati, me lo ha vietato il medico. […] Io non sono uomo da restare prigioniero di simili alleanze».

    17:09: Claudio Fava: «Rosario Crocetta tra tutti i candidati è il più spregiudicato, non è il migliore. Ha condotto una campagna elettorale all’insegna di una certa spregiudicatezza. Crocetta ha firmato molte cambiali e adesso dovrà onorarle».

    17:04: Rosario Crocetta: «Mi sento a sette stelle. […] Io sono un grande innovatore, un vero rivoluzionario, non come Grillo che blatera una rivoluzione che non sa fare. […] Io cercherò la maggioranza in aula sui provvedimenti. Non cederò a nessun inciucio, la mia storia me lo impone».

    17:02: Crocetta è arrivato al comitato a Palermo.

    16:59: 3150 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,89%, Musumeci ha il 24,9%, Cancelleri il 18,46%, Miccichè il 15,19%, Marano il 6,16%.

    16:58: Giornalisti in attesa al comitato di Crocetta.

    Comitato di Rosario Crocetta

    Comitato di Rosario Crocetta

    16:48: Rosario Crocetta: «È la storia che cambia con me. In altri tempi uno come non sarebbe stato eletto».

    16:44: Ignazio La Russa (PdL): «Non si dovrebbe accostare il risultato al destino di Angelino Alfano che è segretario di questo partito. […] I siciliani non sono stati convinti ad avere fiducia nei partiti e non sono stati convinti nemmeno da Grillo. Ricordo poi che Crocetta per vincere ha dovuto stringere un’alleanza con il partito di Casini che in Sicilia raggiunge il massimo, senza quell’intesa Crocetta era al di sotto della competitività. […] Noi ci siamo divisi in tre liste per offrire una gamma di scelte ai cittadini. Non è una consolazione perché io speravo e contavo di vedere Musumeci riuscire a vincere, nonostante il periodo difficilissimo che sta vivendo il centrodestra per motivi interni. Ma il risultato onorevole».

    16:41: Giancarlo Cancelleri: «I dati reali sono quelli che state vedendo. Il risultato per noi è al di là delle aspettative, è una cosa molto molto bella. Siamo ben oltre il 20%, a Palermo siamo al 24%, come Presidente. C’è un grande risultato da parte nostra che è quello regionale. Pd e PdL in Sicilia si sono scavati la fossa».

    16:39: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 14 a Il Popolo della Libertà, Partito Democratico e Movimento 5 stelle, 11 all’Unione di Centro, 10 al Partito dei Siciliani – Mpa, 5 a Movimento politico Crocetta presidente, 4 a Cantiere Popolare, Nello Musumeci presidente e Grande Sud. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante. Crocetta potrebbe contare su 39 deputati.

    16:38: 2869 sezioni su 5308 (superata la metà dello scrutinio). In vantaggio Crocetta con il 30,88%, Musumeci ha il 24,85%, Cancelleri il 18,39%, Miccichè il 15,27%, Marano il 6,21%.

    16:28: 500 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Crocetta con il 23,82%, Cancelleri ha il 23,75%, Musumeci il 22,58%, Miccichè il 15,85% e la Marano il 10,38%. Ci sono circa diecimila schede nulle (4,91%).

    16:24: Pietro Alongi (PdL): «Scommettiamo che sarà Miccichè il nuovo presidente dell’Ars con Crocetta governatore?».

    16:20: 2654 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,63%, Musumeci ha il 24,73%, Cancelleri il 18,89%, Miccichè il 15%, Marano il 6,37%.

    16:17: Pier Luigi Bersani: «Tocca a Crocetta, e a chi lo ha sostenuto, in particolare al Pd, interpretare con forza l’esigenza di cambiamento che è venuta dall’elettorato siciliano».

    16:08: rispetto al voto disgiunto il candidato che più ne ha beneficiato a spoglio aperto sembra Giancarlo Cancelleri, circa tre punti; Miccichè ha invece subito il voto disgiunto perdendo circa 4 punti rispetto alle liste che lo sostenevano.

    16:07: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 14 a Il Popolo della Libertà, Partito Democratico e Movimento 5 stelle, 12 all’Unione di Centro, 9 al Partito dei Siciliani – Mpa, 5 a Cantiere Popolare, 4 a Movimento politico Crocetta presidente,Nello Musumeci presidente e Grande Sud. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante. Crocetta potrebbe contare su 39 deputati.

    16:01: 2486 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,05%, Musumeci ha il 24,68%, Cancelleri il 18,79%, Miccichè il 14,88%, Marano il 6,21%.

    15:52: Poco fa è arrivato al comitato di Rosario Crocetta di via Mazzini a Palermo il camper che lo ha accompagnato durante la campagna elettorale. Ad attenderlo sostenitori e giornalisti ma il candidato non c’è. Arriverà alle 17:00.

    Comitato di Rosario Crocetta

    Comitato di Rosario Crocetta

    Comitato di Rosario Crocetta

    15:46: 2290 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,79%, Musumeci ha il 24,8%, Cancelleri il 18,84%, Miccichè il 14,94%, Marano il 6,2%.

    15:28: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 14 a Il Popolo della Libertà, Partito Democratico e Movimento 5 stelle, 12 all’Unione di Centro, 10 al Partito dei Siciliani – Mpa, 5 al Movimento politico Crocetta presidente, 4 a Cantiere Popolare e Nello Musumeci presidente e 3 a Grande Sud. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante. Crocetta potrebbe contare su 40 deputati.

    15:27: 2021 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,46%, Musumeci ha il 25,08%, Cancelleri il 18,71%, Miccichè il 15,35%, Marano il 6,21%.

    15:26: Beppe Lumia: «Dai primi risultati mi sembra di poter dire che il trend è positivo e penso possa confermare il risultato di Crocetta al di sopra del 30%. La gente ha voluto premiare la sua coerenza e questo grande progetto di cambiamento e dai dati mi sembra che questa tendenza si stia affermando in maniera omogenea in tutta la Sicilia» E su un accordo pre-elettorale con Lombardo: «Questa lettura complottista nasconde la paura del cambiamento. Sono voci messe in giro dai poteri forti”».

    15:23: 404 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Crocetta con il 23,97%, Cancelleri ha il 23,57%, Musumeci il 22,89%, Miccichè il 16,31% e la Marano il 10,32%.

    15:22: 1876 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,83%, Musumeci ha il 25,31%, Cancelleri il 17,86%, Miccichè il 15,66%, Marano il 6,1%.

    15:10: 1793 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,89%, Musumeci ha il 25,27%, Cancelleri il 18,06%, Miccichè il 15,52%, Marano il 6,08%.

    14:52: in tutta la Sicilia hanno votato soltanto 46 detenuti. La maggiore affluenza si è registrata nel carcere dell’Ucciardone di Palermo.

    14:47: 1667 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,2%, Musumeci ha il 25,23%, Cancelleri il 17,78%, Miccichè il 15,53%, Marano il 5,87%.

    14:45: 333 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Crocetta con il 23,84%, Cancelleri ha il 23,19%, Musumeci il 22,73%, Miccichè il 16,33% e la Marano il 10,31%.

    14:41: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 14 a Il Popolo della Libertà e al Partito Democratico, 13 al Movimento 5 stelle, 12 all’Unione di Centro, 9 al Partito dei Siciliani – Mpa, 6 al Movimento politico Crocetta presidente, 4 a Cantiere Popolare e Nello Musumeci presidente e 4 a Grande Sud. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante. Crocetta potrebbe contare su 42 deputati.

    14:38: 1646 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,17%, Musumeci ha il 25,23%, Cancelleri il 17,89%, Miccichè il 15,45%, Marano il 5,87%.

    14:31: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 14 a Il Popolo della Libertà e al Partito Democratico, 13 al Movimento 5 stelle e all’Unione di Centro, 9 al Partito dei Siciliani – Mpa, 6 al Movimento politico Crocetta presidente, 4 a Cantiere Popolare e Nello Musumeci presidente e 3 a Grande Sud. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante. Crocetta potrebbe contare su 42 deputati.

    14:27: 1576 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,26%, Musumeci ha il 25,16%, Cancelleri il 17,97%, Miccichè il 15,39%, Marano il 5,81%.

    14:17: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 14 a Il Popolo della Libertà e al Partito Democratico, 13 al Movimento 5 stelle, 12 all’Unione di Centro, 10 al Partito dei Siciliani – Mpa, 6 al Movimento politico Crocetta presidente, 5 a Cantiere Popolare, 3 a Grande Sud e Nello Musumeci presidente. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante.

    14:15: ancora un miglioramento nella media oraria dello scrutinio. In cinque ore sono arrivati i dati di 1447 sezioni con una media di 241 sezioni all’ora. Con questo ritmo sarebbero necessarie ulteriori 16 ore per completare lo spoglio.

    14:13: a un quarto dello scrutinio sarebbero esclusi dal parlamento siciliano le liste di Italia dei Valori, Fds-Sel-Verdi e Nuovo polo per la Sicilia – Futuro e Libertà per l’Italia.

    14:10: 1447 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,47%, Musumeci ha il 25,31%, Cancelleri il 17,77%, Miccichè il 15,35%, Marano il 5,63%.

    14:07: la portavoce di Crocetta: «C’è positività. […] Non sarà facile governare per lui ma come è stato capace di gestire questa campagna elettorale unendo forze che hanno creato tensioni saprà unire».

    13:56: 1332 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,29%, Musumeci ha il 25,22%, Cancelleri il 18,13%, Miccichè il 14,94%, Marano il 5,77%.

    13:51: con l’attuale risultato parziale i seggi sarebbero così ripartiti: 14 a Il Popolo della Libertà, 13 al Movimento 5 stelle e al Partito Democratico, 11 all’Unione di Centro, 10 al Partito dei Siciliani – Mpa, 6 al Movimento politico Crocetta presidente, 5 a Cantiere Popolare, 4 a Grande Sud e Nello Musumeci presidente. I restanti seggi andrebbero al listino del presidente e al primo sfidante.

    13:50: interviste al comitato di Giancarlo Cancelleri a Caltanissetta.

    Comitato di Giancarlo Cancelleri

    13:45: 200 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Crocetta con il 23,69%, Musumeci ha il 22,93%, Cancelleri il 22,28%, Miccichè il 17,65% e la Marano il 9,94%.

    13:43: 49 sezioni su 336 a Catania. In vantaggio Musumeci con il 30,89%, Crocetta ha il 27,09%, Cancelleri il 19,4%, Miccichè il 15,4% e Marano il 5,01%.

    13:39: Beppe Lumia: «Il Pd va bene e la candidatura di Crocetta è stata valutata molto positivamente dagli elettori che hanno riconosciuto la forte coerenza di vita e dell’impegno per lo sviluppo e la legalità».

    13:35: 1082 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,44%, Musumeci ha il 26,11%, Cancelleri il 17,55%, Miccichè il 15,00%, Marano il 5,29%.

    13:33: 1044 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,66%, Musumeci ha il 26%, Cancelleri il 17,50%, Miccichè il 15%, Marano il 5,22%.

    13:31: 36 sezioni su 56 a Caltanissetta. In vantaggio Cancelleri con il 37%, Crocetta ha il 24%, Musumeci il 21%, Miccichè il 7% e Ferro il 4%.

    13:30: 19 sezioni su 55 ad Agrigento. In vantaggio Crocetta con il 27,89%, Cancelleri ha il 23,61%, Musumeci il 21,49%, Miccichè il 16,99% e la Marano il 6,71%.

    13:29: 172 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Crocetta con il 23,88%, Musumeci ha il 23,11%, Cancelleri il 22,28%, Miccichè il 17,67% e la Marano il 10,05%.

    13:27: Giancarlo Cancelleri: «Speriamo di poter entrare all’Assemblea regionale siciliana con buoni numeri. In ogni caso dai primi dati emerge per noi un grande risultato. Una cosa è certa o i partiti tradizionali scompaiono oppure sono destinati a scomparire. […] Noi non siamo interessati ad alcun tipo di alleanze. Non le abbiamo accettate in campagna elettorale e non le accetteremo ora. Saremo pronti a dare il nostro appoggio di volta in volta sulle proposte concrete, se serviranno al bene della Sicilia».

    13:15: Pier Luigi Bersani: «In Sicilia ci sono condizioni particolarissime, ma rispetto alla disaffezione la destra non solo non fa argine, ma porta acqua, in questo momento».

    13:08: rispetto al dato parziale di Palermo i candidati più votati sono Salvatore Lo Giudice (Nello Musumeci presidente; 1475 voti), Giancarlo Cancelleri (Movimento 5 stelle; 1141 voti) e Fabrizio Ferrandelli (Partito Democratico; 921 voti).

    13:02: Migliora la media oraria dello scrutinio. In cinque ore sono arrivati i dati di 716 sezioni con una media di 143 sezioni all’ora. Con questo ritmo sarebbero necessarie ulteriori 32 ore per completare lo spoglio.

    13:00: 716 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,8%, Musumeci ha il 26%, Cancelleri il 16,6%, Miccichè il 15,8%, Marano il 5,16%.

    12:58: Pier Luigi Bersani su Grillo: «Vediamo alla fine perché comunque c’è, c’è in modo serio. […] Bisogna aspettare i dati».

    12:56: il dato che riguarda i candidati del Partito Democratico a Palermo su 113 sezioni vede in testa Fabrizio Ferrandelli con 792 voti; seguono distanziati il segretario regionale Giuseppe Lupo con 564, Davide Faraone con 425, il capogruppo all’Ars Antonello Cracolici con 412 e il deputato Pino Apprendi 365.

    12:42: 499 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,52%, Musumeci ha il 25,99%, Miccichè il 16,61%, Cancelleri il 15,69%, Marano il 5,69%.

    12:41: Gaspare Sturzo: «È imbarazzante il dato dell’astensionismo. Tutti sia spettavano il 40% invece siamo andati oltre il 50%. È la prima volta che in competizione elettorale il numero degli astensionisti supera quello dei votanti. Noi ci presentavamo come alternativa alla protesta di Grillo, abbiamo presentato una proposta seria ma non ci è stato dato spazio su giornali e tv. Siamo stati quindi soffocati dalla stampa. Tutti, comunque, alla vigilia ci davano con una percentuale di poco superiore allo 0, ma dai primi dati in alcune province superiamo il 2%. Per noi si tratta di un buon inizio e ci proiettiamo da subito alle politiche».

    12:25: 385 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 32,72%, Musumeci ha il 25,67%, Miccichè il 16,23%, Cancelleri il 15,51%, Marano il 5,05%.

    12:20: 377 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 32,79%, Musumeci ha il 25,66%, Miccichè il 16,09%, Cancelleri il 15,55%, Marano il 5,06%.

    12:18: 92 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Crocetta con il 24,1%, Musumeci ha il 23,15%, Cancelleri il 21,14%, Miccichè il 17,86% e la Marano il 10,18%.

    12:16: Gianfranco Miccichè: «La Sicilia sta cambiando: forse stiamo assistendo alla fine dei vecchi partiti».

    12:12: 236 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,36%, Musumeci ha il 27,15%, Miccichè il 17,13%, Cancelleri il 15,05%, Marano il 4,35%.

    12:08: 223 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 31,43%, Musumeci ha il 26,93%, Miccichè il 17,35%, Cancelleri il 14,97%, Marano il 4,45%.

    12:03: In quattro ore sono arrivati i dati di 172 sezioni con una media di 43 sezioni all’ora. Con questo ritmo sarebbero necessarie ulteriori 119 ore per completare lo spoglio.

    11:54: 172 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta con il 30,43%, Musumeci ha il 28,59%, Miccichè il 18,11%, Cancelleri il 13,23%, Marano il 4,56%.

    11:45: 59 sezioni su 5308. In vantaggio Musumeci con il 24,06%, Crocetta ha il 24%, Cancelleri il 21,34%, Miccichè il 18,37%, Marano l’8,45%.

    11:47: il comitato e la war room di Gianfranco Miccichè.

    Comitato di Gianfranco Miccichè

    Comitato di Gianfranco Miccichè

    Comitato di Gianfranco Miccichè

    11:44: 46 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Crocetta con il 24,51%, Musumeci ha il 24,38%, Cancelleri il 20,66%, Miccichè il 20,04% e la Marano il 9,41%.

    11:35: 48 sezioni su 5308. In vantaggio Musumeci con il 25,17%, Crocetta il 23,12%, Cancelleri il 20,86%.

    11:32: Nichi Vendola: «Credo che il voto siciliano, quando avremo un quadro preciso e potremo fare le analisi necesarie, ci mandera’ a dire di una crisi drammatica della politica che non è in grado di afferrare la crisi sociale. […] La Sicilia è alla deriva, il buco del bilancio non è ancora apprezzabile nella sua quantità reale, ma è in una condizione che fa immaginare il default. […] La Sicilia paga il prezzo dei contorcimenti della politica e del fatto che la sinistra non è riuscita a mettere in campo una forte alternativa al gattopardismo, al trasformismo. […] Il fatto che due governatori, prima Totò Cuffaro poi Lombardo, finiscano in un inciampo che parla di Cosa Nostra e che Raffaele Lombardo abbia goduto dell’appoggio del Pd ha favorito la confusione. […] Quando chi teme di perdere il posto del lavoro vede la politica come un festival dell’effimero e non capisce qual è la relazione con la propria vita se non lo scambio clientelare, 50 euro in cambio di un voto, non si vede con chiarezza un’alternativa. […] In questo voto sarà accaduto un fatto paradossale, un elettore avrà votato per il punto estremo della protesta, il candidato di Grillo, e il consigliere che più lo potrà proteggere. È soggezione a un mondo politico opaco, fatto di scambi indecenti, e il voto clientelare. Il risultato sarà l’ingovernabilità».

    11:26: Grillo ironizza su Napolitano.

    11:24: 44 sezioni su 5308. In vantaggio Musumeci con il 24,99, Crocetta il 23,32%, Cancelleri il 21,32%.

    11:21: lo spoglio sul blog di Beppe Grillo.

    11:19: 7 sezioni su 335 a Catania (dati dal sito del Comune). In vantaggio Musumeci con il 31,04%, Crocetta ha il 25,23%, Miccichè con l’18,64% e Cancelleri con il 16,34%.

    11:18: Leoluca Orlando: «&#200: come la palla di neve. Quando parte si sa quanto è piccola, ma non si sa quanto è grande quando arriva. Ma se anche Cancelleri arrivasse non al 27% ma al 15% sarebbe comunque un risultato clamoroso, unito, insisto, al 53% dei cittadini che non ha votato».

    11:16: 2 sezioni su 55 ad Agrigento (dati dal sito del Comune). In vantaggio Cancelleri con il 29,39%, Crocetta ha il 27,1%, Musumeci con il 23,05% e Miccichè con l’11,24%.

    11:15: 32 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Musumeci con il 24,78%, Crocetta ha il 22,9%, Miccichè il 20,2%, Cancelleri il 19,25% e la Marano il 9,05%.

    11:10: 5 sezioni su 56 a Caltanissetta (dati dal sito del Comune). In vantaggio Cancelleri con 515 voti, seguito da Crocetta con 315, Musumeci con 263 e Miccichè con 89.

    11:08: Cancelleri: «Sono molto sereno. Certo non mi aspettavo questo exploit. &#200: già una prima vittoria. […] In caso di vittoria il mio primo atto sarà quello di mettere ordine nei conti della Regione Siciliana. Poi dobbiamo pensare a creare lavoro e sviluppo. Non mi aspettavo un dato così alto invece sul fronte dell’astensionismo. Questo dispiace».

    11:07: Cancelleri: «Ho dormito tranquillamente. E mi sono svegliato con i dati assolutamente confortanti di ieri sera che ci danno avanti. È un dato che prendiamo, chiaramente, con grande positività e soddisfazione. È chiaro che adesso ci aspetta un impegno molto grande e lo porteremo avanti con il massima determinazione. Entreremo all’interno del parlamento regionale, se i dati saranno confermati, da governatori della Sicilia e questa diventerà la vera vittoria dei siciliani e scriveremo una nuova pagina di storia con quel cambiamento che da tanti anni veniva auspicato diventa reale».

    11:05: 19 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Musumeci con il 25,92%, Crocetta ha il 23,08%, Miccichè il 22,67%, Cancelleri il 17,8% e la Marano il 7,84%.

    11:03: 39 sezioni su 5308. In vantaggio Crocetta ha il 32,32%, Musumeci il 25,99%, Cancelleri il 16,41%, Miccichè il 15,52%.

    10:57: 14 sezioni su 600 a Palermo. In vantaggio Musumeci con il 23,71%, Crocetta ha il 23,6%, Miccichè il 23,46%, Cancelleri il 18,14% e la Marano l’8,32%.

    10:54: Cancelleri: «I risultati finora ci danno primi in Sicilia con il 25-27%, ma è presto per esultarci. […] A Messina siamo avanti a Musumeci, a Caltanissetta stiamo vincendo alla grande, buoni i risultati che arrivano da Palermo mentre a Catania siamo testa a testa proprio con Musumeci».

    10:51: a Trapani 10 sezioni su 70 scrutinate. In vantaggio Musumeci con 984 voti seguito da Crocetta con 547 e da Cancelleri con 69.

    10:48: il Comune di Palermo ha iniziato a pubblicare i dati dello spoglio online di 8 sezioni su 600. In vantaggio Miccichè con il 28,78%, seguito da Musumeci con il 28,17%, da Crocetta con il 18,29%, da Cancelleri con il 14,17% e dalla Marano con l’8,22%.

    10:20: Crocetta: «Da quanto emerge dai primi seggi scrutinati siamo in testa in diverse province: Siracusa, Ragusa, Caltanissetta, Agrigento e soprattutto Messina. […] Non abbiamo ancora i dati sulle province maggiori. Ci risulta un boom del Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo ma non nelle dimensioni di cui parlano gli exit poll di ieri su Palermo. […] A Messina e in tutta la provincia siamo nettamente avanti. Bisogna capire cosa succede a Palermo tra città e provincia, così come a Catania. Si tratta di un testa a testa tra me e il candidato di Beppe Grillo Cancellieri, ma dalle province più piccole sono saldamente avanti. […] Si conferma il pessimo risultato di Musumeci e del Popolo della Libertà. Comunque aspettiamo i dati definitivi. Sono solo risultati parziali e pressoché sensazioni».

    10:12: la giornalista Elvira Terranova (Adnkronos) su twitter.

    10:10: Giancarlo Cancelleri (Movimento 5 stelle) nel suo comitato a Caltanissetta.

    Giancarlo Cancelleri

    Giancarlo Cancelleri

    9:57: a Messina su nove sezioni in vantaggio Crocetta su Musumeci e Cancelleri.

    9:38: il Giornale di Sicilia in edicola ha un titolo d’apertura che è una clamorosa gaffe. AGGIORNAMENTO: le copie con la gaffe sono poche, si è provveduto a stampare una versione con il titolo corretto.

    Giornale di Sicilia

    9:30: livestream dal comitato di Rosario Crocetta.



    Video streaming by Ustream

    9:27: Rocco Buttiglione: «La legge elettorale siciliana assegna solo otto seggi di premio alla coalizione vincente su 90. Gli altri 82 vengono ripartiti con il metodo proporzionale. È possibile quindi che per la Sicilia sia necessaria una grande coalzione. […] Penso che, eccetto la nostra, le altre coalizioni si spaccheranno. […] Quando la casa brucia io mi alleo con chi porta acqua. Basta che la fedina penale sia pulita».

    9:22: Leoluca Orlando: «Un dato è certo, i risultati elettorali siciliani sono chiari: la maggioranza dei siciliani non è andata a votare. Basta questo per dire che dopo Palermo anche la Sicilia conferma la morte dei partiti. […] La fine del sistema dei partiti che a Palermo si è registrata con la mia elezione con il 60 per cento di consensi in più rispetto ai consensi della coalizione che mi sosteneva e ora si conferma con il dato dell’astenionismo che sommato al voto antipartito dei grillini dà un quadro drammatico della crisi dei partiti non solo in Sicilia ma anche in Italia».

    9:16: Gianfranco Fini: «Se il Movimento 5 Stelle dovesse ottenere un risultato eclatante si avrebbe la riprova di una condanna dell’intero sistema politico. La condanna sarebbe evidente per tutti, anche se con quel voto non si va da nessuna parte. Ma cosa dovrebbe fare una politica seria? Si assume le proprie responsabilità e non dimentica che se non fosse nato il governo Monti oggi l’Italia sarebbe fallita».

    9:09: l’attesa dei dati nel comitato di Nello Musumeci a Palermo.

    Comitato Nello Musumeci

    Comitato Nello Musumeci

    Comitato Nello Musumeci

    9:00: nessun dato ufficiale è ancora disponibile.

    8:57: l’attesa dei dati nel comitato di Rosario Crocetta a Palermo.

    Comitato Rosario Crocetta

    8:50: l’attesa dei dati nel comitato del Movimento 5 stelle a Palermo.

    Movimento 5 stelle

    Movimento 5 stelle

    Movimento 5 stelle

    8:22: le affluenze per provincia sono Messina 51,32%, Catania 51,12%, Ragusa 49,79%, Siracusa 48,79%, Trapani 47,55%, Palermo 46,28%, Enna 41,7%, Agrigento 41,35%, Caltanissetta 41,34%. Catania e Messina sono le uniche province che vanno oltre il 50%. Il comune con la più alta affluenza è stato Maniace (Catania) dove ha votato il 77,76%, quello con la più bassa affluenza è stato Acquaviva Platani (Caltanissetta) con il 20,68%.

    8:20: gli unici exit poll al momento disponibili riguardano la sola città di Palermo e sono di ieri.

    8:02: il dato finale dell’affluenza è stato del 47,42% (2203885 votanti).

    8:00: inizia il liveblog. Si procede all’apertura delle urne e allo spoglio delle schede. Il tema del blog è semplificato per permettere di gestire il traffico ma i post sono raggiungibili direttamente.
    Nella barra laterale trovate gli ultimi aggiornamenti da twitter con l’hashtag ufficiale #elesicilia e #elezionisicilia.

    Sicilia
  • 8 commenti a “Liveblog dello spoglio delle elezioni regionali 2012 in diretta”

    1. Buongiorno a tutti.
      Mi sapete dire a che ora sono previste le prime proiezioni?
      Grazie in anticipo
      David

    2. “9:22: Leoluca Orlando: «Un dato è certo, i risultati elettorali siciliani sono chiari: la maggioranza dei siciliani non è andata a votare. Basta questo per dire che dopo Palermo anche la Sicilia conferma la morte dei partiti. […] La fine del sistema dei partiti che a Palermo si è registrata con la mia elezione con il 60 per cento di consensi in più rispetto ai consensi della coalizione che mi sosteneva e ora si conferma con il dato dell’astenionismo che sommato al voto antipartito dei grillini dà un quadro drammatico della crisi dei partiti non solo in Sicilia ma anche in Italia».”

      Ancora una volta Orlando bluffa indecorosamente.Se a PAlermo si ripetessero ADESSO le elezioni comunali lui perderebbe clamorosamente.
      E’ proprio lui con il suo comportamento uno dei principali responsabili della debacle della sinistra siciliana.
      Se avesse lavorato in altra maniera invece adesso sarebbe lui il presidente della regione.
      ORlando condannando l’antipolitica condanna s e’ stesso

    3. e,che ci abbiamo perso?
      I Siciliani devono puntare al Rinnovamento.
      Sarebbe una buona partenza avere un Presidente completamente scollegato con i vecchi centri di potere.

    4. Se per assurdo,dovesse vincere il partito 5 stelle,sarebbe un efficacissimo schiaffo,a tutti sti politici ipocriti,ma penso che faranno vincere Crocetta,c’è stato il tempo delle donne….ora è il tempo dei gay.Via la “democrazia” del C.

    5. Il cambiamento in sicilia si avrà solo se salirà m5s!!speriamo bene…

    6. “11:18: Leoluca Orlando: «È: come la palla di neve. Quando parte si sa quanto è piccola, ma non si sa quanto è grande quando arriva. Ma se anche Cancelleri arrivasse non al 27% ma al 15% sarebbe comunque un risultato clamoroso, unito, insisto, al 53% dei cittadini che non ha votato».”
      E’ come una palla, si una delle Balle che Orlando ci ha raccontato 🙂

    7. E’ il colmo!
      Ho sempre votato a sinistra in Sicilia e anche questa volta….ho perso!
      Ahahahahah…

    8. Vabbuò… mettiamoci una crocetta sopra.

    Lascia un commento (policy dei commenti)