giovedì 17 ago
  • Minacce di morte per Rosario Crocetta e Giuseppe Di Giovanna

    Rosario Crocetta

    Il presidente della Regione Rosario Crocetta è stato minacciato di morte in una lettera inviata al presidente dell’Ance Palermo Giuseppe Di Giovanna, anch’esso minacciato.

    Crocetta ha denunciato il fatto ieri al procuratore Francesco Messineo.

    Nella lettera c’è scritto: «Grandissimo cornuto….fatti i cazzi tuoi………
    Sarai un pezzo di carne e basta…..
    Se continui farai la stessa fine di quel garruso di Crocetta…..
    Scannato come una maiale».

    Palermo
  • 8 commenti a “Minacce di morte per Rosario Crocetta e Giuseppe Di Giovanna”

    1. Tutta la mia solidarieta’ a Crocetta…

    2. Caro Presidente, quando arrivano le minacce vuol dire che si sta lavorando nella direzione giusta che è opposta al modus vivendi di certa gentaglia.
      Tutta la mia solidarietà. Buon Lavoro, Presidente.

    3. Un enorme abbraccio al Presidente Crocetta ed al Dott. Di Giovanna che possa rappresentare tutta la vicinanza del popolo onesto.
      Da quanto tempo non si sentivano minacce simili dalla mafia al presidente della regione? Non fraintendetemi, ma è un “buon” segno che il caro Crocetta sta facendo un ottimo lavoro!

    4. Tutta la mia solidarietà al presidente della regione Sicilia e l presidente dell’Ance

    5. Sembrerà strano….ma le minacce sono un “buon segno” per noi …concordo appieno!!
      I siciliani “marci” sono pochi…speriamo che con Crocetta facciano la giusta fine….

    6. vai avanti cosi caro presidente butta fuori tutti questi raccomandati buon lavoro

    7. Il post sui tasci ha raccolto 100 commenti, questo 6. La dice lunga sulla sensibilità dei siciliani su detrminati argomenti. Grande Presidente, continua così.

    8. Certo come a Falcone e a Borsellino, 2 lavorano bene e gli altri li lasciano morire…

      Bisognerebbe averle le armi in Sicilia, cosi uno potrebbe farsi giustizia da se, quando ti vengono a chiedere i soldi per il pizzo, un bel colpo in testa e far vedere chi paga sti sciacalli.

    Lascia un commento (policy dei commenti)