martedì 21 nov
  • Partenza no per le isole pedonali del Natale, ci sono le bancarelle abusive

    Partenza no per le isole pedonali del Natale
    (foto di Pasquale Ponente)

    Partono tra le polemiche le zone pedonali natalizie predisposte dal Comune di Palermo. In particolare i cittadini si lamentano per la presenza di bancarelle abusive senza nessun controllo, come davanti al Teatro Massimo e in via Maqueda.

    Partenza no per le isole pedonali del Natale
    (foto di Antonio Pagano)

    In via Maqueda alcune piante sono state rovesciate.

    I Vigili urbani aumenteranno i controlli.

    Palermo
  • 35 commenti a “Partenza no per le isole pedonali del Natale, ci sono le bancarelle abusive”

    1. queste foto rappresentano un elemento della catena di vendita abusiva: i cinesi o indiani o napoletani vendono agli ambulanti in nero, gli ambulanti senza pagare alcuna tassa o imposta vendono alla gente comune. Nessuno vede niente viva la multietnicità. l’unico modo per poter risolvere questo stato di puro disordine è la legalizzazione degli abusivi in qualsiasi modo.altrimenti, a cominciare dal Sindaco siamo tutti degli ipocriti e conviene metterci una bella pietre sopra e non parliamone più. buone feste di natale.

    2. Che schifo, solo a Palermo si consente che un’isola pedonale natalizia diventi uno squallido mercato rionale! Palermo non è in grado di competere neanche con gli altri capoluoghi di Provincia siciliani, altro che Europa!

    3. La verità è che questa città è allo sbando totale!
      Abbiamo un organico vigili urbani più alto di quello di Milano ma non si vede nessun vigile a multare gli abusi e gli abusivi….
      Lo Stato e le regole non esistono:
      Altro che capitale della cultura…..

    4. l’unica cosa da fare per fare rispettare ai Vu Cumprà il regolamento comunale, sarebbe ritirargli la licenza di ambulanti e sequestro immediato della merce nel caso di infrazione per più di 2 volte.
      In realtà questi signori sono i nuovi veri mafiosi della “Palermo Bene”, se vi capitasse di osservare sono sempre gli stessi che controllano gli stessi punti, e sono i nuovi padroni di Mondello, di piazza Massimo, piazza Castelnuovo, via Ruggero Settimo, via libertà & so on, con la connivenza di chi dovrebbe garantire il rispetto della legge.

    5. Vi piace fare i buonisti e inveite contro quelli che vorrebbero impedirne l’ingresso nel territorio nazionale??? ORA ANNACATEVELI!!!

    6. Nei paesi islamici se tu turista mangi un panino per strada durante durante il ramadan, ti accerchiano letteralmente e ti fanno buttare il panino. Nei loro paesi pretendano che tu ospite ti comporti secondo le loro leggi, quando arrivano qua si sentono padroni.

    7. salve mi rivolgo a voi in aiuto a nome di tutta la zona!! i commercianti del mercato di piazza giotto vogliono creare un mercatino abusivo che si svolgera nelle giornate di 14,15,21,22,28,29 dalle 6 del mattino alle 24 di sera in zona di piazza giotto chiudendo le strade limitrofe con le loro bancarelle il tutto abusivamente senza autorizzazzione del comune vi prego di fare un servizio su questo cosi forse si attiverando le forze dell’ordine inpedendo di farlo
      cordiali saluti

    8. a nome di tutta la zoaa ?
      Mercatino abusivo ?
      Ma non vedi che c’è’ crisi?
      Ma tu come campi?
      Non vedo che fastidio possano dare anche chiudendo qualche accesso.
      Ci sono tante strade…….

    9. E poi,non vedi che siamo arrivati ai forconi ?

    10. schifo
      avvoltoi, sporcano, deturpano, si impossessano degli spazi pubblici degli altri (loro da parassiti campano “al nero”), trasferiscono soldi nel loro paesi, senza educazione né rispetto, intellettualmente culturalmente scarsi non danno un caz,zo contrariamente alla retorica dei buonisti, senza cervelli pensano solo a fottere soldi, rubano l’identità dei luoghi, città trasformata in souq ridotta a non avere più nessuna attrattiva specifica (identitaria) per il turismo, se pensate che il mio è razzismo non me ne frega niente, portateveli nelle vostre case buonisti stu,pidi che non capite le conseguenze e vedrete se continuate col vostro buonismo stu,pido come finirà.
      Settimana scorsa, tv RAI, un italiano partito semplice emigrante, filippine, diventa imprenditore, da trenta anni fa lavorare seicento persone del posto in un settore che altrimenti loro non avrebbero, le autorità del posto non gli danno i documenti ufficiali del posto né la nazionalità, perché sono nazionalisti E alla loro “purezza” ci tengono dice l’imprenditore italiano.
      BUONISTI STU,PIDI ITALIANI
      Peggio a Palermo, città debole senza anticorpi

    11. peggio delle peggiori bestie selvagge appena vedono uno spazio libero lo occupano, essendo senza cervelli fanno finta di non capire lo scopo dello spazio che è per rendere la città bella invece loro la deturpano con le loro bancarelle sporche brutte piene di oggetti di bassissimo livello, ma i negozianti palermitani quelli delle vetrine davanti alle quali si sono parcheggiati non sanno prenderli a calci in cu,lo,
      e quanto sono brutte le immagini ritratte dalla foto

    12. Cerca di riordinare le idee.
      Prima hai parlato dei commercianti,ora stai parlando dei vo’ cumpra .
      E non hai risposto alla domanda.
      A te chi ti campa ?

    13. E tu come campi? Pure tu abusivo e difendi l’abusivismo? Ordina tu le idee che non capisci che l’abusivismo causa danni, rispondi pure tu, come campi?

    14. Dato che ad una domanda rispondi co una domanda
      potrei dedurre che sei il solito parassita sociale
      intollerante
      che non capisce
      le situazioni di difficoltà in cui versano tante persone
      che farebbero la fame senza queste piccole attività.

    15. Tra l’altro continui a contraddirti.
      Se vendono prodotti di bassissimo livello
      sostanzialmente superflui e quindi inutili
      non vedo quale danno possono arrecare
      a chi?

    16. Alberto, ma che link metti, i mercatini di Natale in Germania? E vorresti paragonare i mercatini natalizi tedeschi con il “mercatino rionale” che si sta creando in Via Maqueda? Sai quanto pagano per il suolo pubblico gli operatori di questi mercatini del Nord Europa? Pagano un sacco di soldi, comprese le tasse sulle vendite, sono soldi che loro escono ma che, vista la grande frequentazione turistica che c’è, ritornano come guadagno alla fine delle feste.
      Scusami ma non puoi, nello stesso momento, giustificare “le situazioni di difficoltà in cui versano tante persone
      che farebbero la fame senza queste piccole attività” (abusive), e mettere un link sui mercatini in Germania. Puoi giustificare, per tutti i motivi di questo mondo, l’abusivismo palermitano con il bisogno di campare, ma non paragonarlo alle attività lecite e di gente che paga le tasse in un paese civile come la Germania.
      Piuttosto metti un link della Tunisia o del Marocco, perchè Palermo si avvicina a quei modelli di “vendita libera”.

    17. Certo, sei il solito vigliacco che insulta da anonimo nascosto dietro il computer, la misura della tua vigliaccheria, invece di fare il curioso sulla vita privata dicci tu che fai per campare, chi ti campa, perché ho letto velocemente i post su rosalio e ti vedo sempre che ti masturbi su internet.
      L’hanno scritto molti qui: deturpano e sporcano la città, la rendono brutta, fanno commercio al nero, i negozianti dichiarati chiudono per troppe spese e tasse. Non puoi capire cose semplici: anche i centri commerciali, anche tante altre attività commerciali vendono tanta merce di basso livello, i palermitani comprano molto dalle bancarelle ABUSIVE che degradano la città, questo conta e questo fa danno, comprano anche bassissima qualità, il discorso non è fatto sulla qualità ma sui danni che fanno le bancarelle abusive, economici, di immagine. Se tu sei un mantenuto buonista portateli a casa tua, non non siamo costretti a subirli.
      Sei fuori di testa, fai paragoni tra chi protesta contro la politica nazionale, che lavora ufficialmente dichiarato che partecipa all’economia, con gente abusiva e parassita? Fai paragoni tra gli eventi organizzati a tema in germania con l’invasione dei barbari selvaggi che si impossessano di tutti gli spazi dei palermitani e turisti deturpandoli, appena ne vedono uno lo invadono come avvoltoi, spazi che sono destinati per altri scopi.

    18. Il link di Amburgo e ‘ un esempio da cercare di imitare.
      Quegli stand richiedono la chiusura di certe zone,come a Palermo.
      Indipendentemente dai permessi e dalle tasse.
      Non cambiamo le carte in tavola.

    19. In una scala da 1 a 100
      Valuto 2
      Il parassita sociale,più che anonimo,
      In capacità logiche e deduttive.
      Lo valuto zero in Etica.
      Si avvicina il Natale e costui progetta e persegue
      sciagure verso le categorie più deboli.
      Da vergognarsi.

    20. Il degrado sono i cumuli di rifiuti
      Non certo le bancarelle luccicanti e variopinte.
      Una nota di colore,che non dispiace a tanti palermitani.

    21. Parlare di decoro di una città appena classificata in posizione 106 su 107
      equivale ad affermare che il bianco e’ nero o viceversa.
      Piazzale Giotto e’ enucleata dalle correnti di traffico ed è una piazza ideale per farci il mercatino.
      Ovviamente queste sono precisazioni rivolte a chi ha una coscienza di come stanno le cose,e non alle teste di rapa.

    22. Tutti i giorni dell’anno si svolgono mercatini in ogni rione palermitano,e sono affollatissimi da persone di ogni classe sociale.

    23. Mia nonna dice che si trova tutto e si compra bene.

    24. E si diverte pure.

    25. MERCATINO IN REGOLA OK invasione di tutti gli spazi pubblici della città con bancarelle di oggetti di dubbia provenienza per racimolare soldi al nero da mandare nei loro paesi no, se palermo è sporca non è la soluzione importare tutta la miseria del mondo ma cominciare a eliminare quella palermitana, tu non sai di cosa parli, lo sai quanto mi costa ogni mese solo per tenere il negozio aperto, prima di cominciare a guadagnare il primo euro? Tu sei il solito nullafacente mantenuto che fa il buonista con le chiacchiere e col cu:lo degli altri

    26. Chiudilo il negozio e prendi una bancarella al mercatino.
      Rende meglio.

    27. L’offerta va adeguata alla domanda.
      Siamo tutti più poveri,
      Lo capisci?
      Le tredicesime bruciate su imu e Tares.
      Non ci sono da spendere se non gli spiccioli.

    28. Adesso e’ tutto chiaro.

    29. Io sto con Marco, e vorrei che tutti gli abusivi del mondo portassero degrado sotto casa di Alberto.

    30. Vi invito a essere rispettosi nei confronti degli altri commentatori. Vorrei non dovere rimuovere altri commenti. Grazie.

    31. Alberto rilassati, fatto un bel giro in un mercatino, divertiti

    32. […] prime sperimentazioni per la pedonalizzazione di via Maqueda sono del periodo natalizio del 2013. Già allora c’erano delle bancarelle abusive e Rosalio ne aveva parlato. Un indignato Antonio Sammarco ne aveva scritto a novembre del 2014 e poi io avevo proposto […]

    Lascia un commento (policy dei commenti)