venerdì 20 ott
  • La mostra “I 50 anni del Gattopardo”

    Fino al 9 febbraio la Sala Duca di Montalto di Palazzo dei Normanni ospita la mostra C’era una volta in Sicilia. I 50 anni del Gattopardo.
    È la ricostruzione, attraverso costumi, fotografie di scena e documenti inediti inerenti la lavorazione, di quel “miracolo” che Luchino Visconti creò dando palpitante vita alle pagine del famoso romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.
    All’inizio grande emozione per lo stupendo abito che Angelica indossa al ballo a Palazzo Gangi, il primo di altri esposti più avanti.

    La mostra “I 50 anni del Gattopardo”

    Dentro le vetrinette foto di scena in bianco e nero, spartiti musicali, bozzetti di abiti di scena che sembrano stampe in miniatura, persino piccolissimi campioni di stoffa. Alcuni telegrammi di Goffredo Lombardo, produttore della Titanus, ci informano delle notevoli risorse economiche necessarie per la creazione di questo capolavoro che sarebbe apparso nei cinema nel 1963.
    Il ritratto del vero principe di Salina è esposto accanto ad un intenso primo piano dell’attore americano Burt Lancaster, che lo avrebbe interpretato sul grande schermo.
    Accanto la vetrinetta che contiene le numerose edizioni cartacee in varie lingue del romanzo Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, che dimostrano l’enorme successo dell’opera più importante del nobile scrittore siciliano. Eppure il manoscritto venne rifiutato da parecchi editori, mentre Feltrinelli seppe intuirne le potenzialità e ne fece il suo cavallo di battaglia.
    Particolarmente interessante l’installazione di alcuni monitors sui quali scorrono le testimonianze ed i ricordi di attori, sceneggiatori, scenografi, costumisti, fotografi di scena ecc. Tra i quali Claudia Cardinale e Burt Lancaster, la sceneggiatrice Suso Cecchi D’Amico, il costumista Tosi ed il direttore della fotografia Rotunno. Dalle loro voci si può seguire, cinquant’anni dopo (era il 1963) la ricostruzione di un’avventura faticosa, difficile anche economicamente, ma comunque esaltante per coloro che l’hanno vissuta. Da vedere.

    Ospiti
  • 2 commenti a “La mostra “I 50 anni del Gattopardo””

    1. Brava Francesca! Quanto amore per la cultura e la storia di questa terra

    2. La dizione corretta è Palazzo Reale, non ”dei Normanni”!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

La mostra "I 50 anni del Gattopardo", 5.0 out of 5 based on 1 rating