Dalle 8:00 alle 14:00 nei locali del polididattico (edificio 19) di viale delle Scienze si svolgeranno i Giochi della lingua francese (Jeux de la langue française), manifestazione promossa e organizzata dall’Università degli Studi di Palermo, dall’Ambasciata di Francia e dall’Amopa.

Parteciperanno ai giochi gli studenti delle facoltà universitarie dell’ateneo palermitano e i giovani del triennio delle scuole superiori di Palermo, Agrigento, Trapani e Caltanissetta. Sono in palio cinque borse di studio per l’Università di Perpignan e molti altri premi.

In: Palermo, Sicilia | Commenti

Precari

Daniele Billitteri
giu 10
03
20:21

Oggi migliaia di precari hanno protestato contro il governo regionale. La questione riguarda 22.500 persone per le quali, negata dal Commissario dello Stato la possibilità di derogare al Patto di Stabilità, viene cancellata la speranza di una stabilizzazione e quindi di un lavoro a tempo indeterminato. Si tratta di 22.500 siciliani di ogni specie e origine: laureati, ignoranti, giovanissimi, attempati, schietti, maritati, single e bamboccioni. Oggi si replica. I sindaci (tutti di area Pdl squadra Alfano/Schifani) fanno pressing su Lombardo: che parli con Tremonti e rimetta le cose a posto. Oggi sono scesi in piazza quelli del Movimento Giovani Lavoratori, autonomi e trasversali. E domani tocca ai confederali. I sindaci di cui sopra minacciano blocco di raffinerie, autostrade, traghetti. Lombardo promette una legge in settimana (!!) per sistemare tutti in un sol colpo “E poi se la vede Berlusconi”. Continua »

In: Palermo | 36 commenti

Si è parlato nei giorni scorsi delle auto in doppia fila in tutta la città e in particolar modo in corso Finocchiaro Aprile.
Credo si sia parlato non solo delle auto ma anche di tutte le bancarelle abusive ubicate in quella strada…
Come non essere d’accordo con quanto di negativo è stato scritto? A maggior ragione se io scendo da casa per andare per negozi o a fare la spesa e lascio l’auto in un parcheggio riservato a chi deve andare in farmacia acquistare farmaci urgenti, o ostruisco gli scivoli riservati a disabili.
I fruttivendoli abusivi, i venditori di scarpe (presenti da 30 anni e forse di più in questa zona) che montano la bancarella proprio sullo scivolo per sedie a rotelle ed eventualmente passeggini, i piccoli empori improvvisati e gli immancabili extracomunitari con ogni sorta di gioia per donne e piccini, queste sono piaghe per corso Finocchiaro Aprile e altri punti nevralgici.

Ci sono volte però in cui non riesci ad evitare la doppia fila e ti senti in colpa da morire e che succede? Arriva lo stronzo di turno.

Per essere chiari: so che se questo post verrà pubblicato ci saranno la metà dei commenti che riporterà frasi del tipo «eh si, ma tu eri in torto», «non credo che il vigile sia stato stronzo, piuttosto tu potevi cercare un parcheggio o andare in quello del tribunale» ecc… Vi prego però di leggere fino in fondo. Continua »

In: Ospiti | 90 commenti

Funeral blues

Fabio Rizzo
giu 10
03
07:19

La musica a Palermo muore. L’abusivo che vende birra o fa la griglia per strada vive e prolifera. Il locale che propone un cartellone di concerti come non se ne vedevano da tempo viene chiuso a tempo indeterminato dalla Questura per «spettacolo abusivo» e rischio di protrazione di reato: il gestore e i ragazzi che ci lavorano dentro, a spasso.

Nella stessa via, c’è la munnizza accatastata all’angolo, c’è il posteggiatore che non vuole sentire ragioni, c’è Palermo in uno stato pietoso da qualunque lato la vuoi vedere e adesso c’è anche un posto in meno dove tirare una boccata d’aria fresca di tanto in tanto.

Un posto, il Mikalsa, dove potevi fino a pochi giorni fa vedere un’orchestra di 20 elementi improvvisare musica davanti al pubblico felice. Un locale dove la domenica il palco era aperto a chiunque volesse proporre qualcosa agli altri. Il locale in cui le giovani etichette palermitane hanno potuto sperimentare proposte coraggiose, lanciare le proprie pubblicazioni e i propri artisti, che in alcuni casi adesso sono quotatissimi a livello nazionale. Continua »

In: Palermo | 38 commenti

Alle 21:30 verrà rappresentato da Francesco Pantaleone arte contemporanea (via Garraffello, 25) Su’ ddocu!…, omaggio al soffitto n.º1.1 di e con Margherita Ortolani e Annamaria Tammaro.

Più assimilabile ad un’opera di poesia che non di prosa, teatralmente, il lavoro indaga su quanto, e in quale misura, sia possibile “togliere” , sia a livello drammaturgico, sia a livello di costruzione dell’azione, affinché sulla scena resti solo l’essenziale, nella sua piena forza evocativa e di coinvolgimento.

In: Palermo | Commenti

Stasera alle 21:00 al Parco Villa Pantelleria (vicolo Pantelleria, 10) andrà in scena lo spettacolo teatrale Cercatori di tracce, riscrittura di Sofocle con la regia di Marco Martinelli e Alessandro Renda, musiche originali eseguite dal vivo dai fratelli Mancuso e come attori cinquanta adolescenti siciliani e tunisini.

Ingresso libero.

In: Palermo | Commenti

Alle 18:00 si svolgerà nel bookshop di Palazzo Riso (corso V. Emanuele, 365) un incontro con Gabriele Picco, autore del libro Cosa ti cade dagli occhi. L’autore discuterà con la giornalista Paola Nicita.

In: Palermo | Commenti

Alle 17:00 verrà presentato a Villa Zito (via Libertà, 52) il volume La crisi italiana nel mondo globale. Economia e società del nord a cura di Paolo Perulli e Angelo Pichierri.

Interverranno con Perulli Salvatore Butera (Salvare Palermo) e i docenti Maurizio Carta, Vincenzo Guarrasi, Antonio La Spina e Pierluigi Sacco. Coordinerà Carlo Trigilia.

In: Palermo | 1 commento

Oggi e domani si svolgerà al Nuovo Montevergini (piazza Montevergini) la due giorni La danza e il suo pubblico. L’evento, curato da Ibi, è il primo appuntamento di scambio e sensibilizzazione sul tema cruciale della formazione dello spettatore della danza contemporanea. Modererà i lavori delle due giornate Daniela Cecchini.

Oggi alle 15:00 verrà presentato il libro di Ada D’Adamo Spazi per la danza contemporanea il progetto Incontro alla danza. Alle 16:30 si svolgerà un incontro prima della visione de Lo studio di Alice, di Titolo da definire e di Estratto da Canto Scuro alle 18:30 inizieranno gli spettacoli in teatro e alle 20:30 ci sarà un altro incontro prima della visione di Solo Emoticon, di Monka#2 e di Studio per trasmigrazioni.

Domani alle 10:00 si svolgerà la visione degli spettacoli em>Solo Emoticon, di Monka#2 e di Studio per trasmigrazioni e alle 11:00 si svolgerà un incontro finale.

Ingresso libero. Ingresso 5 euro per gli spettacoli in teatro.

In: Palermo | Commenti

L’oculista Giovanni Cascio, 55 anni, è stato trovato morto con il cranio fracassato nella sua casa di via M. Stabile, 172. Ha dato l’allarme la moglie, da cui si stava separando, dopo aver trovato l’uomo in un lago di sangue in fondo alle scale che portano al secondo livello dell’appartamento. Più volte in passato le forze dell’ordine erano intervenute per sedare le liti tra i coniugi.

Il palazzo del decesso è soprannominato “palazzo maledetto” perché in passato altre due donne vi sono state uccise anche in circostanze non del tutto chiarite.

In: Palermo | 12 commenti

Domenica sono stato ancora a San Francisco. Nella teoria socio-economica questa città, che ha pochi abitanti in più rispetto a Palermo, fa parte delle cosiddette global city, cioè città che contano nel sistema economico mondiale (la chiamano anche il gateway del Pacifico). In particolare è una beta city + (come Washington, Melbourne, Johannesburg, Atlanta, Barcelona, Manila, Bogotá, Tel Aviv, New Delhi, Dubai e Bucharest) e dovrebbe molto della sua posizione al capitale umano. Eppure ovunque, sia nel commercio che nell’imprenditoria, si leggono nomi italiani. La Bank of America, fondata a San Francisco, si chiamava prima Bank of Italy e il fondatore Amadeo Giannini era figlio di immigrati liguri. Senza gli italiani, insomma, né San Francisco né l’America sarebbero quelle che sono. Invece per gli italiani la Sicilia e l’Italia sono quelle che sono.

Il Golden Gate è certamente una delle meraviglie del mondo. Due chilometri e settantuno per collegare San Francisco alla County of Marin, un colore che col tramonto viene valorizzato e una fierezza che nemmeno la nebbia che sale nel pomeriggio dal Pacifico (che ho potuto osservare lunedì) può intaccare. Molti ci passeggiano sopra a piedi o in bici. Vale davvero la pena di vederlo.

Golden Gate

Continua »

In: Palermo, Sicilia | 4 commenti

I biglietti per gli autobus dell’Amat costeranno presto 10 centesimi in più. La durata rimarrà immutata.

L’aumento si rende necessario per il mancato stanziamento di 750 mila euro da parte del Comune di Palermo per le scarse risorse finanziarie disponibili.

In: Palermo | 14 commenti

Sono in vigore da ieri le la zone tariffata gestite dall’Amat nelle località balneari di Mondello-Valdesi (P14-P15) e Sferracavallo-Barcarello (P16).

Per l’occasione sono stati installati sei parcometri a moneta nei parcheggi Galatea e Mongibello, di fronte al ristorante “Al Gabbiano” e in via Palinuro.

Nelle aree di sosta Galatea, Mongibello e Palinuro si potranno utilizzare soltanto i parcometri self service e la sosta, dalle 8:00 alle 20:00, costerà 1,50 euro per l’intera giornata.

Nelle zone blu di Mondello-Valdesi (P15) per la sosta è consentito, oltre al parcometro per tariffa oraria, l’utilizzo dei tradizionali “gratta e parcheggia” (con la tariffa che varia da 0,50 a 1 euro ogni ora, tutti i giorni compresi i festivi) che si possono acquistare presso gli abituali esercizi convenzionati, chiedendoli agli ausiliari del traffico o attraverso la scheda elettronica Taki Time in vendita nei punti Amat di via Borrelli, via Giusti, piazza Politeama, piazza Alcide De Gasperi e piazza Sturzo. È possibile staccare il biglietto orario anche dal parcometro posizionato di fronte il ristorante “Al Gabbiano”.

Tariffa da 0,50 euro ogni ora, tutti i giorni compresi i festivi, per le zone blu in prossimità dell’hotel La Torre (P14).

Nelle zone blu di Sferracavallo-Barcarello (P16) la sosta costerà 1 euro ogni ora in piazza Sferracavallo e 0,50 nel resto delle zone tariffate, tutti i giorni compresi i festivi, utilizzando i biglietti “gratta e parcheggia” o il Taki Time.

L’Amat invita gli automobilisti a controllare la cartellonistica che riporta orari e tariffe e a esporre in modo ben visibile sul cruscotto dell’abitacolo dell’auto il tagliando, la scheda, il Taki Time.

In: Palermo | 5 commenti

Diego Cammarata

Il sindaco di Palermo Diego Cammarata è stato iscritto nel registro degli indagati per la gestione della discarica di Bellolampo. I reati presunti sono disastro doloso, inquinamento delle acque e del sottosuolo, truffa, gestione abusiva della discarica e abbandono dei rifiuti speciali.

Al momento gli indagati sono 13.

Cammarata ha dichiarato: «Non ho mai avuto poteri e competenze nella gestione diretta di Amia né sulla discarica di Bellolampo. Prova ne sia, qualora vi fosse bisogno di conferma, il fatto che è stata necessaria una ordinanza di protezione civile lo scorso 30 aprile per attribuirmi, in quanto sindaco di Palermo, competenze sugli interventi per la discarica. Ho sempre svolto il mio mandato di sindaco nella piena trasparenza e legalità, con l’obiettivo di amministrare la cosa pubblica perseguendo il bene dei miei concittadini».

In: Palermo | 24 commenti

Munnizza a go go

Davide Enia
mag 10
31
18:23
In: Palermo | 5 commenti

Il paradosso

Alessio Giuliano
mag 10
31
07:38

Venerdì sono stato alla fiera organizzata da Addiopizzo. Giunta ormai alla quinta edizione, la kermesse vede ogni anno gli esercenti iscritti all’associazione antiracket presentare il proprio business e, soprattutto, comunicare ai presenti (ma anche agli “assenti”) che loro si oppongono coraggiosamente al giogo delle estorsioni. La location era Villa Trabia, un polmone verde nel centro residenziale della città. Molte le persone arrivate in bici, a sottolineare un po’ la “filosofia di vita” di chi si accosta a questa splendida realtà cittadina. Molte, però, anche quelle arrivate con la propria automobile. La cosa, ovviamente, non è sfuggita agli “estorsori della strada”. E qui sta il paradosso che dà il titolo a questo post. Devo dire che, ormai, è veramente raro che mi stupisca del malcostume dei miei cari concittadini. Ogni tanto, però, sono così arditi ed estrosi che riescono a cogliermi di sorpresa. Come è possibile che alla più grande manifestazione annuale che celebra la lotta contro il pizzo si debba avere a che fare con il posteggiatore per parcheggiare l’automobile e raggiungere la fiera? Cioè, a questo punto manca soltanto che gli “esattori” della criminalità organizzata passino per gli stand degli espositori pizzofree e chiedano di “mettersi a posto”.
Ovviamente non tutti concorderanno con questa affermazione, questo accostamento. E di sicuro, le forze dell’ordine dissentono, visto che all’interno della villa c’erano diverse pattuglie, mentre il posteggiatore impavido (era una donna, per inteso) riscuoteva l’obolo da tutti coloro che, sempre più rassegnati, pagavano a testa bassa. Ma pensiamoci un attimo. Il pizzo viene pagato dai commercianti per non avere qualche “brutta sorpresa” al proprio negozio o ufficio. Preferiscono pagare una cifra contenuta che una somma di denaro più ingente (e magari ripetuta più volte) per riparare ai danni causati dai “coraggiosi” dei tempi nostri. Bene, qual è la differenza rispetto a pagare il posteggiatore? Continua »

In: Palermo | 113 commenti

Sabato sono stato a San Jose, trascinato da alcuni adolescenti californiani, alla FanimeCon, convention di anime e cosplay. Anche a Palermo il fenomeno esiste, ne abbiamo parlato. Che io sappia in Italia non ci sono convention così grandi (dura tre giorni, con un’area espositiva enorme e con una serie di proiezioni e ospiti lunghissima). Sembra fondamentalmente un fenomeno per adolescenti, anche se tra gli otaku ci si trova di tutto.

“FanimeCon”

I problemi nascono quando, da buone americane mangione, ti ci ritrovi queste ragazze sovrappeso che si mettono l’uniforme da scolaretta giapponese…

“FanimeCon” “FanimeCon”

A poco più di una settimana sul suolo statunitense provo a parlare di un po’ di cose che si dicono sugli Stati Uniti (e se sono vere). Continua »

In: Palermo | 4 commenti

Una solerte operazione delle Forze dell’Ordine ha portato al sequestro del noto locale Mikalsa, centro dedito alla promozione della musica locale e non.
Il provvedimento si colloca nel solco delle recenti restrizioni volte a frenare la crescita della scena musicale cittadina. «Contiamo di estirpare del tutto il fenomeno in un paio d’anni», ci comunica un nostro informatore. «La piazza Kalsa – e il centro storico tutto – potrà così essere finalmente restituita ai posteggiatori ed agli esercenti abusivi».
Il sequestro è stato eseguito sulla base del Testo Unico del 1931 in materia di pubblica sicurezza. C’è chi ha eccepito che tale norma è ormai sorpassata. «Non si dice sorpassata, si dice vintage», ha risposto il nostro informatore.
Sabato mattina si è svolta una conferenza stampa ed un corteo di protesta. Alcuni musicisti hanno simulato il “funerale della musica”. La buona riuscita della manifestazione testimonia che, in materia di pubblica sicurezza, la strada da percorrere è ancora tanta.

In: Ospiti | 14 commenti

Per il settimo anno consecutivo il Dipartimento della Protezione civile ha avviato il progetto di tutela della salute rivolto alle fasce più deboli della popolazione e maggiormente esposte al rischio legato alle ondate di calore (anziani, bambini e malati affetti da patologie croniche e cardiovascolari). Anche Palermo è inserita nel bollettino giornaliero sulla presenza di eventuali criticità legate alle temperature particolarmente elevate.

Le condizioni meteorologiche previste sono a 24, 48 e 72 ore su una scala che va dal livello “zero”, corrispondente all’assenza di rischio, al livello “tre” che prevede condizioni di rischio elevato e persistente per tre o più giorni consecutivi.

In: Palermo | 1 commento

Alle 19:30 presso la Corte Sammuzzo (via Sammuzzo, 23) Giorgio Vasta presenta il libro Sono comuni le cose degli amici di Matteo Nucci, tra i dodici finalisti del Premio Strega. Reading musicale con Massimo Montaina degli Akkura.

Matteo Nucci - “Sono comuni le cose degli amici”

In: Palermo | Commenti

Il comune di Palermo, impiegando i fondi FAS (Fateli Arrivare Subito) dei contributi europei del POR (Poveri Ormai Riconosciuti), ha espropriato una vasta area di Pallavicino prospiciente la “Città dei Ragazzi”, la struttura adiacente alla Palazzina Cinese. Il terreno, secondo un progetto approvato dalla Giunta e da tutto il consiglio con i voti di tutti, è destinato ad ospitare una struttura che si chiamerà “La città della Terza Età, trallallero trallallà”. Un modo per addolcire un’intestazione che altrimenti sarebbe stata magari un po’ triste e malinconica attipo Viale del Tramonto. Continua »

Tag: .
In: Le notizie impossibili, Palermo | 3 commenti