17°C
martedì 1 dic

Archivio del 4 Marzo 2008

  • Ellepi

    Ciao Rosalio,
    ultimamente sono stata un’utente un po’ silenziosa, leggo giornalmente sì, ma ho poco da dire, sai, ho la tendenza al pessimismo cosmico. Più che altro sono basita per quel che sta accadendo, cannoli compresi e, appunto, preoccupata per il nostro futuro.
    Oggi però in una delle mie rare mattinate libere ho voluto “tampasiare” un po’ al centro e più che basita mi è proprio caduta la mandibola per terra davanti la vetrina di Ellepi, dove una decalcomania gigantesca annunciava una vendita al 50% della merce esistente per “cessazione attività”. Superato lo stupore e avvistata la mitica proprietaria, Alba D’Accardi, all’ingresso, ho chiesto spiegazioni, anzi, la vogliamo dire come “Sei di Palermo se…”?, ne “volevo a cento per davanti”. “Signora ma, mi dica la verità, è colpa degli mp3???” e ho sperato, non senza un tacito mea culpa, che lo fosse.
    Purtroppo la risposta è stata un’altra, esattamente specchio dei tempi che, ahimé, stiamo vivendo. Ellepi, la colonna sonora della nostra città dal 1973, chiude i battenti per sempre. Al suo posto arriverà un negozio di abbigliamento giovanissimi, monomarca, che può permettersi di pagare l’affitto dei locali. Continua »

    Ospiti
  • Buio in sala…o quasi

    A Palermo, anzi, nei cinema di Palermo, c’è da sempre un brutto vizio…no, non mi riferisco al fatto di tenere il cellulare acceso durante il film (spesso c’è anche chi risponde!), quello succede in quasi tutta Italia…..la mia ira funesta è rivolta agli esercenti cinematografici e non al pubblico! Si tratta di accendere le luci della sala in un nanosecondo subito dopo l’ultimo fotogramma. Spesso la luce in sala viene data addirittura con l’ultima scena ancora in proiezione!… Ok, capisco che in quanto operatore dello spettacolo vedere i titoli di coda è una cosa che può interessare solo me e pochi altri malati ma in quanto spettatore posso dire che molti film che mi sono gustato fino alla fine sono stati rovinati dalla rottura di…magia…dei neon che, fastidiosi come dei flash di macchine fotografiche, ti riportano alla realtà, un po’ come quando si andava al liceo e ogni mattina si sperava che fosse domenica per rimanere sotto le coperte ma tua madre alzava la serranda accecandoti e facendoti capire che era ora di alzarsi per andare a scuola!!!!… Non era piacevole!!!! Continua »

    Ospiti
  • Spicchiamo inglish

    Rendo partecipi tutti i lettori di Rosalio di una recente nuova avventura in cui mi sono imbattuta per caso. E, siccome, più siamo meglio è, invito tutti a partecipare!
    Vive a Palermo da 22 anni, David Abbott, musicista inglese che coordina una serie di incontri (a vari livelli) di conversazione in inglese. Il tutto si svolge un paio di volte a settimana, di solito il venerdi e il sabato, ad orario grossomodo di aperitivo, in vari locali della città (spesso il Byblos, in via Archimede e il Cha in via Velasquez, ma si organizzano anche cene e altri incontri). Il tutto in un clima informale, rilassato e divertente. Si beve qualcosa, si fanno nuove amicizie, si chiacchiera del più e del meno, ma in inglese! Ognuno come può e con il suo livello (c’è la possibilità, poi, di staccarsi e di seguire le conversazioni, in base al proprio livello). Per conoscere l’appuntamento più vicino si può consultare il sito: www.speakenglish.vze.com.
    Sottolineo che tutto è assolutamente GRATUITO e che in questo mondo becero in cui chiunque può tenta di sgubbare picciuli, l’iniziativa è davvero lodevole.
    Che faccio, vi aspetto?

    Palermo
  • Conflitto di interessi

    Anche per questa tornata elettorale non posterò come autore parlando di politica almeno da qui al 14 aprile. Sono nuovamente coinvolto nelle campagne elettorali online, stavolta di più candidati alle prossime elezioni.

    Anche stavolta si tratta di una mia libera scelta e continuerò a parlare di politica qui nei commenti.

    Da un punto di vista del format del blog Rosalio nulla mi vieterebbe di pubblicare riflessioni politiche, neanche nella mia attuale condizione. Ciascun autore di questo blog è libero di postare ciò che ritiene più opportuno su tutto ciò che riguarda la città di Palermo; nella sua coralità Rosalio rimane un blog non schierato e non aderente strettamente all’opinione del suo singolo autore, ospite o commentatore. Ciò nonostante ho deciso liberamente di procedere nel modo che vi ho già detto, anche per stroncare eventuali insinuazioni sul nascere. Parlerò di queste elezioni talvolta sul mio blog personale.

    Credo che questo post vi fosse dovuto per motivi di trasparenza.

    Rosalio
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram