20°C
venerdì 9 dic

Archivio del 5 Novembre 2008

  • Barack Obama a Palermo

    Vi scrivo queste righe sull’onda dell’emozione per la vittoria del candidato democratico alle presidenziali americane. Questa emozione per me deriva non tanto da una disposizione militante, quanto da una riflessione, per così dire, di sistema. Sono, infatti, convinto che gli effetti dell’elezione del nuovo presidente degli Stati Uniti d’America, saranno visibili anche in città, proprio perché il cambiamento sarà, è stato, di sistema.

    Ciò non significa sposare una visione messianica della politica: Barack Obama non è il messia, non è, ovviamente direi, il bene, non è per sempre, solo è rappresentativo in questo momento, rappresenta una parte di società occidentale, una visione d’insieme che, per anni, precisamente dagli attentati dell’11 Settembre, è stata messa ai margini della politica, considerata inadeguata ed elitaria ma che pure è stata popolare, perfino alla base della ideologia americana, fondativa delle ragioni stesse per cui l’America, come comunità, è nata.

    Questa visione ha a che fare con l’inclusione dei diversi, con l’apertura del dialogo, e con una retorica, quella del sogno americano, forse, a giudicare dai risultati delle elezioni, per troppo tempo assopita. La storia di Barack Obama è quella del sogno americano, quella di un signor nessuno che riesce a diventare presidente ma è anche un esempio di come proprio a partire dall’integrazione del diverso si possano produrre risorse necessarie per la sopravvivenza e la prosperità di ogni paese. Continua »

    Palermo
  • ‘a za Tina e ‘u zu Pasquali 2

    Erano ancora i tempi della schedina giocata nella speranza di azzeccare il tredici, e quando si scopriva di avere infilato i tredici risultati nella giusta sequenza iniziava l’agonia dell’attesa. Infatti, solo il martedì successivo sarebbero arrivate le notizie riguardanti le vincite. Se la vincita era “popolare”, ovvero i giocatori che avevano indovinato i tredici risultati erano stati in tanti, si vincevano poche lire, se uno o due risultati pazzi avevano reso difficile l’indovinare il pronostico…allora sì! C’era la vincita grossa che uno cambiava di stato! Ed è in questo clima che Nardo, Vicenzu e altri compagnoni si ritrovarono complici del tabacchino Arturo, amico loro, nella repentina decisione di tirare uno scherzaccio al povero zu Pasquali.
    Domenica pomeriggio, tabaccheria di piazza Croci, riuniti a chiacchiera e “tabacchieri ‘i lignu” Nardo, Vicenzu, Mariu ‘u lattunieri, Gnazzinu ‘u motociclettaru…assistono all’ingresso r’u zu Pasquali che si dirige verso il titolare della tabaccheria: come ogni domenica gli chiederà di avere controllata la schedina. Continua »

    Ospiti
  • Oggi corteo dal Politeama e “fantasmi” da viale delle Scienze

    Stamattina alle 9:00 è previsto un raduno al Politeama per un corteo contro la legge 133 che si dirigerà a Palazzo Comitini, sede della Provincia Regionale di Palermo.

    Alle 10:00 presso la segreteria generale di viale delle Scienze ci sarà il concentramento per il corteo alternativo indetto dal Coordinamento Figli di nessuno per chiedere la tutela del diritto allo studio minacciato da forme di protesta estreme, il taglio degli sprechi senza aumentare le tasse, la fine dello scandalo di parentopoli nella spartizione delle cattedre. Alcuni partecipanti sfileranno mascherati da fantasmi per simboleggiare quei diritti ancora non materializzati nell’ateneo palermitano e sarà portato in processione un albero genalogico con le parentele tra docenti e ricercatori.

    Ieri pomeriggio alcuni aderenti al Coordinamento sono stati aggrediti da ignoti in viale delle Scienze mentre facevano volantinaggio.

    Palermo
  • “Le Giornate dell’Economia del Mezzogiorno”, terza giornata

    Fino a sabato si svolgono a Palermo gli incontri della prima edizione de Le Giornate dell’Economia del Mezzogiorno, ciclo sul tema “economia e felicità” promosso da Diste e Fondazione Curella. È attivo anche un blog. Rosalio è partner della manifestazione.

    “Le Giornate dell'Economia del Mezzogiorno”

    Gli incontri della sessione mattutina sono Il ruolo delle università meridionali: artefici dello sviluppo locale o promotori e custodi del sapere e della ricerca scientifica? a Enna (aula magna rettorato Università Kore; ore 9:30), La valorizzazione dei talenti organizzata da Sviluppo Italia Sicilia allo Steri (piazza marina, 61; sala dei Baroni; ore 11:00), I fondi strutturali e i mezzogiorni d’Europa allo Steri (piazza Marina, 61; sala delle Capriate; ore 11:00), Internet, blog e sud all’Albergo delle Povere (corso Calatafimi, 219; aula 5; ore 11:00).

    Nella sessione pomeridiana Problemi e prospettive del mercato del lavoro nel Mezzogiorno alla Camera di Commercio (via E. Amari, 11; sala Terrasi; ore 15:30), La felicità sostenibile. Economia della responsabilità sociale all’Istituto di Formazione Politica “Pedro Arrupe” (via F. Lehar, 6; ore 18:30) e la presentazione del libro di Carlo Vulpio Roba Nostra alla Biblioteca Comunale (piazza Casa Professa, 1).

    Programma completo.

    Palermo, Rosalio
  • Messa in Cattedrale alle 11:00 per la Giornata della Memoria

    L’arcivescovo di Palermo Paolo Romeo celebrerà alle 11:00 una messa in Cattedrale in memoria dei caduti nella lotta alla mafia per la Giornata della Memoria.

    Si tratta di una ricorrenza voluta dal cardinale Salvatore Pappalardo per non dimenticare tutti coloro che, con il loro sacrificio, hanno indelebilmente segnato il nostro tempo.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram