martedì 23 ott
  • Cammarata all’Amia, ieri prima giornata

    Diego Cammarata

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha trascorso ieri la mattinata nella sede dell’Amia in via Nenni dove è stata predisposta per lui una stanza ed è stata resa disponibile una segretaria. Cammarata ha incontrato i componenti del consiglio di amministrazione, con i quali ha discusso di bilancio e di piano industriale, e il presidente Gaetano Lo Cicero, con cui si è informato delle priorità dell’azienda.

    L’Amia ha diramato una nota in cui si legge: «Cammarata ha chiesto informazioni dettagliate sulla raccolta dei rifiuti in città e, in particolare, sull’andamento del servizio in quelle zone dove, nei giorni scorsi, si erano registrate situazioni di sofferenza. Il sindaco si è occupato personalmente della questione dei mezzi e del piano per l’immediato ripristino delle condizioni che consentano il superamento delle difficoltà che finora ne hanno impedito il pieno ed ottimale utilizzo».

    Cammarata, che oggi incontrerà i dirigenti dell’Amia, ha dichiarato: «Ho detto che il salvataggio di Amia è una mia priorità. Per questo motivo da oggi ho trasferito tutta la mia attività nella società e continuerò a lavorare qui occupandomi non solo di Amia ma anche di tutte le attività dell’Amministrazione comunale, svolgendo qui le riunioni e gli incontri. È un modo per dare un segnale di fiducia a questa società e ai suoi dipendenti in cui credo».

    Palermo
  • 32 commenti a “Cammarata all’Amia, ieri prima giornata”

    1. Cammarata uomo del fare????? Ma per favore…… dovrebbe solo dimettersi….

    2. Dai un segnale più forte, EMIGRA!

    3. non vi va bene mai niente…..

    4. “raccolta dei rifiniti in città”
      Magari fossero rifinti. Grezza. E’ solo munnizza grezza.

    5. meglio tardi che mai.
      Pero’,
      mi si consenta,
      non sarebbe meglio che il Sindaco si facesse “un giro” personalmente andando a constatare la situazione che
      gli e’ stata segnalata ormai da anni a partire da questo blog cui ha fatto seguito persino il GdS col suo camper?
      In quale altra citta’ del mondo i cassonetti si vedono tracimare di rifiuti che poi finiscono in ogni dove?
      Caro Sindaco Cammarata,per la fiducia che Qualcuno(dall’alto)Le ha riposto,prenda atto che Lei dispone di una squadra che Le racconta le favole.
      Prenda atto che in meno di 2 anni si e’ giocato la reputazione e la fiducia di tanti Cittadini.
      Chieda conto e ragione di questa situazione ormai tanto degradata che costringe la gente a vivere in uno stato di grande sofferenza.
      Solo le scrofe nei letamai ci sguazzano,ma l’uomo preferisce prati verdi,cieli azzurri ed aria pulita.

    6. @michele p.
      è configurabile come accanimento terapeutico la perseveranza con la quale taluni continuano a difendere l’indifendibile.
      Non credo occorra grande sensibilità politica per verificare gli sconquassi della sindacatura cammarata.
      Anche per gli uomini dalla sua parte, per non screditarsi agli occhi della città, farebbero bene a volgere lo sguardo altrove: è impensabile che il centro destra palermitano non sia in grado di esprimere personaggi di ben altra caratura.

    7. @giorgio:
      non ho dato un giudizio sulla seconda sindacatura Cammarata, ho dato un giudizio, o meglio ho fatto una considerazione sullo specifico post.
      Il cdx ha risorse incredibili, deve solo essere capace di sfruttarle.

    8. “…Il cdx ha risorse incredibili, deve solo essere capace di sfruttarle.”
      Forse bisognerebbe chiarire che è scappata la parola “umane” dopo “risorse”, perchè altrimenti si rischia di dare il fianco alle solite battute sulla potenza economica del Berlusca…. 😉

    9. Propongo Michele P. candidato sindaco,premio alla Sua incrollabile fiducia,quasi una fede.

    10. .. perche’ tutto questo non l’ha fatto prima?

    11. è piu’ interessato adesso perche’ sa che arriveranno dei soldi?
      quando l’azienda bruciava miliardi su miliardi gli andava bene cosi’?
      tutto cio’, non sembra mostruosamente falso?

    12. perche’ non fa sedere accanto a se anche la magistratura?
      segue da vicino perche’ ha bisogno anche lui di mettere in ordine diverse carte? o perche’ deve stare attento a come altri le metteranno in ordine?
      perche’ non riesco a credere in nulla di cio’ che quest’uomo dice di fare,… o meglio, di voler fare?

    13. Bene! Fra una quindicina di giorni si dovrebbe essere reso conto di come NON si gestisce una azienda di raccolta e smaltimento rifiuti. Successivamente dovrebbe farsi ospitare da una azienda modello, (e ce ne sono), e così potrebbe capire come si gestisce il ciclo dei rifiuti in maniera funzionale. In verità sarebbe stato meglio se avesse fatto il contrario.

    14. Se vuole dare una mano si può sempre attaccare all’autocompattatore.

    15. Vi invito a essere rispettosi nei commenti. Grazie.

    16. Che fa copiamo il Grande Capo, eh?
      Silvio va a L’Aquila per superare l’emergenza terremoto…
      E Diego va all’Amia per superare l’emergenza munnizza…
      Può darsi che le due operazioni finiscano allo stesso modo!

      P.S.: l’Angelo di prima non ero io.

    17. Se avesse veramente a cuore le sorti dell’azienda avrebbe dovuto acconsentire alle indagini sui compagni di merende che componevao l’ex cda….che buffoni

    18. Vorrei capire perchè COMMENTI “SANI” mi vengono cancellati! Non ho scritto nulla di offensivo o cosa, gradirei un pò di rispetto almeno nel cancellare, caro ROSALIO.

    19. Kawa636r non mi sembra che spetti a te valutare i commenti. Inoltre puoi comunicare con me per e-mail mentre qui sei fuori tema. Saluti.

    20. E’ brutta la sensazione di essere li’ per li’ da vomitare.E’ peggiore se ti senti mancare l’aria e percepisci gas.E’ questo che ho provato martedi’ 4 agosto intorno alle ore 13 ,a Mondello,ripassando sulla strada a ridosso delle giostre,dove fanno bella mostra alcuni “luridi” cassonetti.Siccome erano vuoti,mi sono deciso di andare avanti.Solo “dopo” mi sono reso conto che la pestilenza veniva da 5 grossi sacchi neri che qualcuno aveva riposto,naturalmente aperti e con i rifiuti che si erano riversati sulla strada.
      Saranno gli stessi che ho segnalato Domenica 2 agosto stessa ora in bella mostra sotto la tabella Amat a deliziare gli Utenti delle navette?
      Oppure e’ la produzione giornaliera di uno degli
      Esercizi che vendono panini sul litorale?
      Tappato il naso,trattenuto il respiro(cosa per me facile
      dato che spesso mi immergo in apnea),accelerato il passo,sono riuscito a superare la zona mefitica,dominando il conato di vomito.
      Poi mi sono emerse certe riflessioni.
      Ma questi esercenti,cosa ci mettono dentro ai panini,per generare rifiuti tanto nauseanti?
      Ci sono gli estremi per una denuncia per attentato alla salute pubblica?
      E’ giusto che gli Operatori Ecologici si debbano avvicinare a questi involucri asfissianti?
      Perche’ gli involucri non vengono accuratamente chiusi?E perche’ vengono depositati quando il prelievo e’ stato appena eseguito?
      A chi tocca esercitare i dovuti controlli?
      Ma questa non e’ che la prima tappa.Arrivato a
      piano Torre,si presenta una situazione analoga,
      con una bella “batteria” di cassonetti sempre piena di schifezze a tutte le ore.Questa volta c’e’ il problema che anche i conducenti delle navette sono soggetti a questo supplizio,facendo capolinea.
      Ora veniamo al dunque.
      Lodevole l’iniziativa di andare direttamente in Amia
      ma sulle strade chi ci va a vedere cosa succede?

    21. beh penso che a cammarata possano essere imputate tante cose, soprattutto che sia stato mal consigliato, si sia fidato di gente sbagliata e che poi lo ha lasciato solo. ma una volta che fa una cosa giusta perchè criticarlo. Non tanto per lui quanto per la città. Poi vorrei far notare una cosa. Cammarata quando vuole ottiene: basti pensare ai 150 mln di euro dal Cipe, solo contro miccichè e la lega. Io credo sia stato un buon risultato

    22. @laila
      Premesso che io preferirei di gran lunga che L’amia e la Gesip portassero i libri in tribunale, che i responsabili di questo scempio venissero fustigati in pubblica piazza e che questi soldi potessero essere spesi in maniera più costruttiva, questi 150 mln saranno distribuiti in 3 anni e per il 2009 si riducono a 25…
      Di conseguenza servono a ben poco…
      In ogni caso, anche se venissero elargiti tutti insieme, sarebbe soltanto un accanimento terapeutico su un soggetto malato terminale di cancro.
      I nodi sono finalmente venuti al pettine!

    23. potrei chiedervi, chi si è accorto che gran parte della zona oltre via Sciuti, Viale Lazio, è strato ricoperto dalle strisce blu a pagamento con i cartelli momentaneamente coperti e verranno magicamente svelati a settembre. La cosa grave è che è stato fatto mentre tutti i palermitani, già poco attenti, sono in ferie o ai “villini”. Inoltre non è ILLEGALE mettere le strisce da tutti e due il lati della strada senza lasciare una parte libera? e poi, perchè mettere le strisce a pagamento in una zona che con il centro non ha nulla a che fare. Questo si chiama raschiare il fondo del barile. Continuiamo così, facciamoci del male!!!!!

    24. avete votato cammarata ora evitate di lamentarvi.
      Questo vale per chi l’ha votato sia chiaro.

    25. @laila a leggere il tuo commento mi piace pensare che pecchi di ingenuità… cammarata è uno dei principali responsabili del degrado in cui versa una città che dovrebbe essere splendida e invece annaspa nella sporcizia, nell’inefficienza e nell’illegalità… poi arrivano un po’ di soldi dal cipe e ci dimentichiamo tutto, non è vero? si sa, la sicilia è il posto in cui le responsabilità personali non hanno molto valore…!

    26. Marcus
      per la verita’ i nodi hanno da venire.Un Sindaco che era partito “bene”,come ha fatto ad inciampare su questioni di “ordinaria amministrazione”,quali
      Igiene Ambientale,Decoro Urbano,Inquinamento,Verde e
      Traffico?
      Ieri si sono viste le immagini del Castello a mare
      appena restaurato,e questo fa guadagnare punti al Sindaco.Ma,se scendo la via Stesicoro a Mondello,e svolto a sx,trovo il marciapiede,per almeno 50 metri
      (cinquanta) invaso da materiale risultante da potature ormai secco e mi chiedo come
      si sara’ organizzato il proprietario di quel terreno
      che ritiene normale fare la potatura ad agosto e lasciare marcire questa roba sottraendo il passaggio ai pedoni e mettendoli a richio di incidenti su una strada a doppio senso di marcia.
      Ora per ogni disfunzione non mi pare corretto prendersela col Sindaco,mentre mi pare assolutamente corretto fare una segnalazione mettendo in evidenza come tantissimi palermitani ritengono di potere fare i loro comodi in ogni situazione.

    27. vorreicapire,
      concordo con te sul fatto che no possiamo prendercela col sindaco se i palermitani si fanno i porci comodi loro.
      Quello che contesto al sindaco (il minuscolo è voluto) è l’averci portato allo sfascio attuale, e di pretendere pure che qualcuno gli pari il c…
      Amia, Gesip e Comune sono l’esempio di come NON vanno gestite delle aziende.
      E dopo aver distrutto tutto quello che poteva distruggere, dopo aver raddoppiato la tarsu appena 2 anni fa, ha tentato anche di coprire il buco con il raddoppio dell’addizionale IRPEF.
      Per fortuna, anche tra i suoi alleati, c’è qualcuno che ancora è in grado di provare vergogna.

    28. il discorso e’ molto ampio.
      Scrivero’ in minuscolo.
      Intanto si dice che il comune di palermo e’ stato utilizzato come ammortizzatore sociale e ci sono quindi tanti esuberi,che pesano tanto sulle uscite.
      Si dice altresi’ che sul fronte delle entrate ci sono molte situazioni di elevata morosita’.
      Quindi l’unico modo per non andare in bancarotta e’
      “tendere la mano ” al governo.
      Poiche’ siamo riconosciuti far parte di un’ area di sottosviluppo industriale ed elevatissimo impiego pubblico,c’e’ chi ritiene che le cose cosi’ come stanno
      bene stanno.
      Il problema,che poi e’ la famosa questione meridionale,
      proprio in questi giorni trova grande visibilita’ ed
      attenzione.
      Se la questione non si risolve,c’e’ poco da fare.
      Ma tornando all’amia,ci sono troppe cose da spiegare.
      Prendiamo i cassonetti.Il fatto che sono luridi e fatiscenti e spesso insufficienti(sara’ perche’ vengono dati alle fiamme?)contribuisce al ben noto spettacolo delle discariche a cielo aperto.Ora,spesso sentiamo parlare di piani strategici e di pianificazione.
      Se questi sono i risultati credo sia meglio navigare a vista e vivere alla giornata.
      Intanto,se voi foste il sindaco,siete certi che prima di gettare la spugna non provereste a rimescolare le carte in tavola?Probabilmente ci sono svariate decine di persone che occupano poltrone di rilievo e che non riescono a fare bene il lavoro che gli compete,e
      c’e’ da capire perche’.
      Ho trovato lodevole l’idea del camper del giornale di sicilia,che non ha certamente l’obiettivo di far fuori questo sindaco ,ma cerca di dare un contributo a far
      luce su tante situazioni anomale,dove la responsabilita’ e’ in buona percentuale dei cittadini.
      A proposito,perche’ non provate anche voi,ad ogni commento,a tentare di segnalare qualcosa che non va per il verso giusto?Tante piccole segnalazioni farebbero alla fine un grosso contributo per una svolta.

    29. ah dimenticavo.Ieri ho scritto qualcosa su piano Torre,
      oggi ho trovato la stradina spazzata ed alle 4 del pomeriggio c’era una “casacca gialla” che raccattava i mozziconi di sigaretta.
      Ai fumatori:fate attenzione a dove mettete le cicche!

    30. vorreicapire
      forse mi sono espresso male.
      Che il palermitano non mette nulla del suo per tenere pulita e ordinata questa città è chiaro.
      Io ne ho un esempio lampante sotto casa.
      Gli spazzini passano una volta ogni morte di Papa, ma quando passano lasciano tutto pulito.
      Dopo pochi minuti però, la situazione è tale e quale a prima.
      Cicche di sigaretta, volantini, bicchieri di plastica, fazzoletti di carta… insomma, un porcaio.
      Questo non è chiaramente imputabile al sindaco.
      Quello che gli contesto è l’aver ulteriormente ampliato il bacino di precari, non facendoli “lavorare” e gravando in maniera insostenibile quello che tu giustamente hai chiamato ammortizzatore sociale.
      Purtroppo in questa città, vige il clientelismo più sfrenato. la gente si vende pure per un pacco di pasta.
      Se la città è a questo punto, a mio avviso, è principalmente per colpa di questa amministrazione “allegra e sorridente”.
      In qualunque impresa privata, chi non lavora va a casa.
      Perchè nel pubblico non deve essere così?
      Ma soprattutto, dove sta scritto che se tu sei precario da 20 anni, io ti devo assumere al comune o alla regione?
      A questi parassiti, qualche anno fa, è stato proposta l’assunzione in una ditta privata.
      Loro hanno rifiutato perchè volevano il posto pubblico.
      Un’amministrazione seria, li avrebbe presi a calci in c…
      Ma siccome è un enorme bacino di voti questo non è stato fatto, e oggi io mi trovo a pagare anche per loro e mi rode il c…

    31. eppure,visto che “cosi’ non va”,
      bisogna spremersi per tirare fuori nuove idee per
      modificare questa situazione.
      Intanto segnalo che le luci dei 2 parcheggi di Mondello sono spente e che nei medesimi parcheggi per il secondo anno consecutivo non viene fatta la pulizia,mentre alcuni alberelli sono totalmente scomparsi,e quindi
      anche nei prossimi anni nemmeno un filo d’ombra.
      Comunque grazie per avere sostenuto questa conversazione

    32. ad agosto sono tornato a palermo quello che ho visto lungo le strade miha fatto rimanere sconvolto povera palermo hanno curato le strade princiipali di passaggio coprendo lo sconcio che ci stava accanto vergognatevi di dare al cittadino questo orrendo servizio pagando una tassa che nessuna città italiana ha così alta

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.