17°C
mercoledì 13 nov
  • Libri

    Le librerie di Palermo…dove nutrire la mente nel capoluogo

    «Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è un’immortalità all’indietro». (Umberto Eco)

    Ci sono delle città famose per le librerie particolarissime che le caratterizzano. Questo avviene perché i libri oltre a nutrire la mente, costituiscono un ornamento estetico indispensabile. Sicuramente a Palermo non ci sono librerie famose quanto la Libreria Acqua Alta di Venezia, ma altrettanto con certezza posso affermare che vi sono molti lettori, primi fra tutti gli studenti dell’Università. Se una matricola o un qualsiasi lettore volesse respirare l’aria della carta e magari anche acquistare un libro, dove deve andare?

    Tempo fa era possibile dire alla Mondadori e a la Feltrinelli, due immense librerie a più piani situate molto vicine: una in via Cavour ed una via Ruggero Settimo. Purtroppo, la Mondadori ha chiuso per far spazio ad un OVS, con grande disappunto di appassionati di lettura, ma anche di cinema e videogiochi. Tuttavia, la Feltrinelli è ancora là e sicuramente in quanto a numero di libri batte qualsiasi libreria. Spesso ritroviamo spazi bellissimo e decorati su cui sedersi a leggere anche senza acquistare il libro. Come ad esempio uno splendido angolo con copertina durante il periodo di promozione della coperta del lettore che c’è stato quest’anno, di cui allego foto.

    La Feltrinelli

    La mancanza della grande Mondadori, tuttavia, viene compensata dalla presenza di una un po’ più piccola sempre nel cuore del centro. C’è infatti un Mondadori Store un po’ piccolo, ma che si trova proprio di fronte l’ex Angelina’s Bakery, adesso Al giardino di rose.
    Pensate di acquistare un bel libro e gustarvi una fetta di torta nella tranquillità di un graziosissimo locale che è meta preferita di molti studenti.
    Un’altra Mondadori vicina ad un bar caratteristico è la Mondadori Point che si trova in zona Libertà. Là vicino si trova il bar Nero Miciok, un cat café, un bar con gatti che vi girano attorno che potete accarezzare quando volete. All’interno di questa libreria trovate anche una sorta di edicola, è molto fornita in fatto di cancelleria per chi oltre a leggere ama anche trovare dei bei quaderni in cui appuntare idee o annotazioni utili.
    Se cercate una libreria con bella vista, invece, bisogna andare nel cuore del centro storico, di fronte alla cattedrale troverete infatti le Paoline. Non trovate solo testi religiosi, la sezione arte e filosofia sono infatti ricchissime di cose interessanti. L’esperienza di leggere davanti alla Cattedrale è impareggiabile.

    Paoline

    Non tutti però possono permettersi libri a 10-20 euro l’uno (o anche più). La soluzione si trova camminando per il corso Vittorio Emanuele in direzione del porto.
    Tantissime librerie con libri usati o nuovi a poco. Da grandi classici alle ultime novità, i libri di queste librerie non odorano di nuovo come quelli delle librerie più nuove, ma conservano quel tipo di carta di tempi ormai passati. Moltissimi cartelli vi dicono LIBRI A 2-3 EURO e questi libri sono in perfette condizioni. Nessuna illegalità poi, nessuno è in nero, anzi, potete acquistarli con buono 18app o carta docente.
    Se non avete soldi da spendere, invece, recatevi alla Biblioteca Centrale della Regione Siciliana e consultate i loro meravigliosi archivi. Vale la pena andarci anche solo per vedere la bellissima entrata.
    Quello che si trova è insomma, un connubio di belle viste, piccole ma significative librerie e perché no? Immancabilmente, anche buon cibo. Del resto, siamo a Palermo!

    Palermo
  • Un commento a “Le librerie di Palermo…dove nutrire la mente nel capoluogo”

    1. Ottimi consigli per vivere al meglio la lettura, a Palermo!

  • Lascia un commento (policy dei commenti)

Le librerie di Palermo...dove nutrire la mente nel capoluogo, 5.0 out of 5 based on 1 rating
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram