martedì 21 nov
  • Donne a Palermo e a Milano

    Se devo pensare a qualcosa di veramente diverso rispetto alla mia città d’origine che non siano i fattori climatici, gli stili di vita e i modi di fare…..c’è qualcosa che qui a Palermo fa davvero la differenza.
    È una sensazione, quella a cui sto pensando….una sensazione terribilmente importante e che, dopo quasi un anno e mezzo di vita palermitana, proprio non potrei più farne a meno.
    Credo che solo le donne possano capirmi o forse solo quelle che hanno vissuto per un periodo fuori dalla Sicilia.
    Ebbene parlo della tranquillità……quella sensazione di poter camminare per strada con una gonna o con un top, a qualsiasi ora del giorno e sapere che nessuno ti farà niente.
    Gli uomini ti guardano, ma non vanno oltre lo sguardo…………..qui più di ogni altro posto…il rispetto per la donna è qualcosa di impagabile.
    Non esagero ma a Milano….quando cammini devi guardarti in giro….purtroppo c’è un sacco di gente che non ha nulla da perdere nel farti del male…..e poi se ti trovi in pericolo, a volte, devi tenere conto dell’indifferenza. Avere problemi con queste persone non è il massimo…se poi non ce l’hanno con te, perché intrometterti nei guai degli altri.?
    Recentemente ho letto su un quotidiano, un articolo delle opinioni di alcune donne su questo argomento. Mi ci sono perfettamente ritrovata. Un esempio?
    La maggior parte si fanno accompagnare a casa la sera e l’accompagnatore aspetta che si chiuda il portone prima di andarsene, oppure nascondono sotto la giacca l’orologio di marca, o chiudono la sicura entrando in macchina, non attraversano giardini e parchi di notte, non indossano minigonne in metropolitana e indossano scarpe comode che le permettano di scappare in momenti poco tranquilli.
    Vita da recluse? Quasi direi, ma ogni città ha le sue caratteristiche……Milano è la città dei lavoratori, è divertente e interessante………ma come dire non è perfetta. Palermo, sotto questo punto di vista non ha rivali.

    Palermo
  • 25 commenti a “Donne a Palermo e a Milano”

    1. cara beatrice…
      questo e’ un’aspetto della mia città che ho sempre vantato…
      ho 34 anni e vado in giro di notte da quando ne avevo 17…
      spesso rientro in motorino anche alle 3.00 del mattino…
      e non ho mai pensato di aver corso dei rischi per questo…
      spero di non essere troppo superficiale…
      ma me lo sento… non può succedermi niente quì…

    2. a me pare proprio il contrario. ho vissuto al nord e ho una sensazione diametralmente opposta alla tua.

    3. W PALERMO!
      ps: e poi ormai da noi mi sa che gli uomini non possono + girare tranquilli la notte..ci sono certe donne davvero pericolose!
      hihi

    4. Hai ragione, soprattutto alla luce delle ultime vicende di cronaca mi fermo a riflettere su questa cosa e devo dartene atto, giacchè anch’io giro liberamente da sola a qualsiasi ora senza alcun problema.
      Tuttavia, mi interrogo sulle reali motivazioni. Credi davvero che tutto sia spiegabile alla sola luce del siculo rispetto per le donne? Io non lo sò, ma mi ricordo le parole di mia nonna, secondo cui il Sud è arretrato anche nella delinquenza e sarebbe solo questione di tempo…

    5. ma runni????

    6. Mi sento di smentirti…forse è la dimensione meno da “supermetropoli” di Palermo a farti percepire questa sicurezza, ma io (come si dice forse pure a Milano) preferisco “quartiarmi”e farmi accompagnare sotto il portone…

    7. Picciotti, ma i giornali i liggite??

    8. ricordatevi che molti quartieri di Palermo sono ancora…”sorvegliati”…fare qualcosa senza permesso? Hmm….

    9. Certo puoi stare tranquilla al tuo top non faranno nulla…scippano soltanto le turiste nel centro storico (a 2 passi dalla questura) rompendo loro l’omero.
      E comunque lo sguardo di certi uomini è vomitevole non capisco come possa trasmetterti tranquillita’ a me quando succede temo sempre che possano frenare e agire compiendo uno degli atti piu’ bestiali.

    10. Serena, io non ho mai visto nulla di cosi terribile, pur avendo vissuto per 30 anni a Brancaccio. I palermitani sono rispettosi, secondo me piú per paura di andare a disturbare la persona sbagliata.

    11. sebastiano ma veramente i giornali li leggete???????????????

    12. Forse a Palermo hai una minore sensazione di pericolo perchè ci sono meno extracomunitari in giro. Mi pare ,che qui a Milano, la paura ed il sospetto siano soprattutto verso questi ragazzi “diversi” e sicuramente molto più numerosi che nel capoluogo siculo. A Palermo mi è capitato di essere inseguita, di notte, lungo la centralissima via Roma. Grazie alla mia guida “sprint” sono riuscita a seminare questo simpatico omino, palermitano,che spero sia andato a schiantarsi.

    13. La paura e il sospetto saranno verso i “diversi”, ma le statistiche raccontano una realtà diversa. I cosiddetti “extracomunitari” sono responsabili di meno del 10% degli atti di violenza sessuale. Sono le tv (di destra) che propongono l’associazione extracom. = violenza. E la gente ci crede.

    14. cara beatrice, non so quale sia la verità, ma a dicembre devo trasferirmi a milano per tre mesi, e le tue parole di certo non sono state rassicuranti..

    15. a proposito di stupri ed extracomunitari, eccone uno per cui stuprare è motivo di vanto: qui

    16. Cara Claudia, quando ti trasferisci in un posto diverso devi sempre prestare un po più di attenzione rispetto al posto in cui vivi. E’ normale non lo conosci…
      se vuoi posso farti un decalogo dei posti da non frequentare……..
      ciao

    17. Serena tu ti fidi di ció che leggi o di ció che vedi? In ogni caso se dobbiamo parlare di giornali io orridivo quando aprivo quelli di Torino (la mia ragazza ha vissuto lí per tre anni).

    18. Che dire? l’argomento mi sembra davvero poca cosa.
      milano e palermo sono due città così profondamente diverse che volere provare a fare un paragone sulle due mi sembra ..superfluo.
      beatrice prova ad andare più dentro questa città e scoprirai tante altre cose interessanti e soprattutto ricordati che una medaglia ha sempre due facce,non fermarti a volerne conoscere una sola. potrebbe essere quella che all’apparenza brilla di più ma poi potrebbe essere la peggiore.
      ciao

    19. i genovesi sono tirchi. i romani caciaroni. i milanesi gran lavoratori. i torinesi sono falsi e cortesi. non c’è più religione. si stava meglio quando si stava peggio.. ma di che state parlando? la paura è un fatto assolutamente personale che non ha indicazione geografica.. o no?

    20. io continuerei con i sardi sequestrano la gente, i napoletani ti vendono i pacchi, i vicentini mangiano i gatti… ho vissuto 12 anni a milano, scorazzando di notte in bicicletta tra il centro, le colonne di san lorenzo e i navigli, e non mi è mai successo niente. Prudenza nell’evitare certe zone. e poi quanti fatti di cronaca che parlano di violenza sessuale dentro le mura di casa, purtroppo.

    21. Beatrice, io non vedo la differenza. Anche qui la siuazione credo sia la stessa, magari puoi contare di più (ma non é sempre detto), su certa soliedarità umana.
      Io come Maria Luisa, sono una che spesso torna a casa da sola, ma in macchina oltre una certa ora (la chiusura dei negozi), avendo subito una specie di aggressione a 19 anni, all’interno del portone del mio palazzo (per fortuna conclusasi solo con un grosso spavento).
      Quindi, sempre se posso, mi faccio accompagnare, e se torno in macchian da sola, e vedo situazioni strane,vado con la macchina verso i commissariati di Zona, rallento fin quasi a fermarmi ed aspetto.
      Quindi non direi, che sia poi così diverso, qui.

    22. cara Beatrice,
      attendo l’elenco delle zone da non frequentare a Milano. Considera che andrò a lavorare in via Melzo.

    23. cara claudia,
      le zone da evitare di sera se sei sola sono sicuramente la stazione centrale, corso buenos aires(di giorno è piena di gente, ma la sera molto meno), e vie limitrofe, la circonvallazione e l’autobus 90-91, le varie periferie, zona forze armate…ce ne sono altre l’importante che appena arrivi ti fai un giro di giorno e prendi confidenza. cerca di stare dove c’è gente. le zone migliori sono: il duomo, sanbabila, zona fiorichiari, cordusio, la zona di corso vercelli, la zona della fiera, corso sempione e arco della pace,zona garibaldi, ….ah un’accortezza non prendere la metro oltre le 9.00 per il resto ti piacerà molto. se vuoi sapere altro, scrivimi
      ciao

    24. Cara Beatrice, hai dimenticato Mulino delle Armi, Colonne di San Lorenzo e Corso di Porta Ticinese, Navigli entro la circonvallazione. La mia zona preferita!

    25. Milano e Palermo sono veramente due mondi agli antipodi..tutto diverso..soprattutto ti colpisce la diversa mentalità e la diversa percezione di tutto ciò che è pubblico..per la sicurezza Palermo appare basata su equilibri diversi..ma si respira quel senso diffuso di saturazione mafiosa e quella silenziosa accettazione di certi meccanismi di prevaricazione..peccato ma è così e non vogliono che cresca.

    Lascia un commento (policy dei commenti)