sabato 18 nov
  • 30 ergastoli al processo “Agate+32”

    La terza sezione della Corte d’assise d’appello di Palermo, presieduta da Giovanni Micciché, ha confermato i 30 ergastoli inflitti in primo grado nel processo “Agate+32” riguardante diversi omicidi di mafia avvenuti tra l’81 e il ’91, tra cui quello di Libero Grassi. I giudici sono rimasti in camera di consiglio oltre 48 ore.

    Tra i condannati all’ergastolo figurano anche Bernando Provenzano, che ha assistito alla lettura della sentenza, Salvatore Riina, Pietro Aglieri e Mariano Agate.

    Palermo
  • 2 commenti a “30 ergastoli al processo “Agate+32””

    1. E’ tutta una congiura ordita dai poteri occulti

    2. A parte l’ironia, è una vittoria della collettività degli onesti, di chi si uniforma alle regole della civile convivenza senza soprusi e senza violenza …. insomma è una vittoria dello Stato, vittoria che certe volte non arriva, altre arriva tardi …. ma quando arriva è una grande soddisfazione.

    Lascia un commento (policy dei commenti)