venerdì 18 ago
  • Parte “Mondellindo”

    Prende il via oggi a Mondello il gioco a premi Mondellindo, nato da un’idea della società Mondello immobiliare Italo-Belga e promossa dalla Provincia Regionale di Palermo con il supporto tecnico di Amia, Palermo Ambiente, Arpa e dell’Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque.

    Sarà sufficiente portare nei tre punti di raccolta allestiti lungo il viale Regina Elena tre copie di quotidiani o sei bottiglie di plastica (da un litro, da un litro e mezzo o da due litri) o sei lattine per ricevere immediatamente un tagliando “cancella e vinci”. Grattando la vernice dorata si potrà ritirare il premio indicato o, in caso di mancata vincita, compilando il retro del tagliando e inserendolo nell’apposito contenitore, si potrà partecipare all’estrazione finale. I premi quotidiani messi in palio sono oltre 7500 su 20000 tagliandi in distribuzione; a questi vanno aggiunti le 13 mountain bike e i tre weekend per due persone che verranno assegnati nel corso dell’estrazione finale, che si terrà il 14 settembre.

    Il gioco è rivolto prevalentemente ai più giovani

    Palermo
  • 16 commenti a “Parte “Mondellindo””

    1. davvero una cosa intelligentissima… NON PENSANO MINIMAMENTE AL FATTO CHE, PUR DI SCROCCARE UN GRATTA&VINCI, LA GENTE SI PORTERà DA CASA L’IMMONDIZIA PER DISTRIBUIRLA AI FIGLIOLI CHE PROVVEDERANNO A LORO VOLTA A CONSEGNARLA IN CAMBIO DEL FATIDICO BIGLIETTO?? l’amia farebbe bene ad impiegare tempo e risorse per cose + serie, L’ADDAURA è UN SUDICIUME!!

    2. penso che questa iniziativa sia un buon inizio verso una campagna di sensibilizzazione che Palermo deve fare,tutti i palermitani non sanno evidentemente quanto importante sia la raccolta differenziata, siamo rmasti ormai solo noi in italia a non farla, x non parlare dell’europa.
      Ovviamente la colpa è prima di tutto del Comune, dopo dei cittadini.
      Fa,e come lui tanti,pensa che l’immondizia non abbia nessun valore, bene questa iniziativa credo si rivolga proprio a questo sbagliato modo di pensare ai nostri rifiuti che invece sono una risorsa da riutilizzare ma soprattutto causa di forti danni.

    3. “l’immondizia non abbia nessun valore”__ma di che stai parlando?? ma cosa da pazzi, QUESTO è IL COLMO DEI COLMI!! è propio quello di cui mi lamento!! IN QUESTO BLOG SIAMO IO, RICKI E PIERO SILVESTRI A SOLLECITARE ENTI E PERSONE AD UN MAGGIOR SENSO CIVICO IN QUESTA DIREZIONE

    4. vuoi vedere che si porteranno l’immondizia da casa PER SCROCCARE UN BIGLIETTO?? magari raccogliessero le cartacce che si trovano sul posto!! l’educazione civica si dovrebbe fare nelle scuole. giusto un ESEMPIO: per far conoscere la pericolosità del fumo alle elementari in Quebec (Canada francese) ci portavano in un’aula dove proiettavano foto di polmoni (veri) di fumatori CHE SI PRESENTAVANO NERI E CORROSI. risultato: in vita mia non mi sono mai sognato di toccare una sigaretta. l’esempio si potrebbe estendere in tutti i campi per un’EFFICACI lezioni di educazione civica

    5. refuso: “per EFFICACI lezioni di educazione civica”. that’s all

    6. cosa volete che possano differenziare
      quei palermitani che i rifiuti li lanciano dall’auto e regolarmente finiscono fuori del cassonetto.
      In primis i responsabili della “vergogna”
      dei Rifiuti sparsi dapertutto sono ovviamente quei non pochi cittadini che
      sono “privi” del benche’ minimo senso civico.
      Io credo che l’Amia,con i suoi SILENZI ed i suoi scarsi CONTROLLI ed INTERVENTI
      ha pure le sue brave responsabilita’.
      *****************************************
      IN QUESTI GIORNI IL COMUNE ANNUNCIA LA
      ROTAZIONE DI 30 DIRIGENTI.
      SPERIAMO CHE ALL’AMIA ARRIVI GENTE CON QUALCHE IDEA INNOVATIVA SUI CRITERI DI GESTIONE.
      ****************************************

    7. “per favore,dateci una citta’ da vivere”,
      e’ il titolo di un breve,ma molto decoroso,articolo in I pagina del settimanale (www.nell’attesa.it)
      “nell’attesa” n. 22 dell’11/6/2007
      di cui vale la pena (e mi congratulo
      con la mia buona volonta’)di riportare
      qualche passaggio:
      …TUTTE LE STRADE PROPONGONO IL SEGNO
      DELLA NOSTRA INCIVILTA’…
      …SUL PALCOSCENICO ELETTORALE …LE NOSTRE ORECCHIE RISUONANO ANCORA DI PROMESSE SU UNA CITTA’ DA AGGIUDICARE…
      ….ABBIAMO BEN CHIARO CIO’ CHE OCCORREREBBE REALIZZARE SUBITO PER VIVERE LA CITTA’ CON DIGNITA’…..
      STRADE PULITE E MENO INQUINATE
      MEZZI PUBBLICI SCORREVOLI E NON TRASCURATI
      GIARDINI E AREE PUBBLICHE PRATICABILI
      UFFICI CITTADINI DAVVERO APERTI AL PUBBLICO
      STRUTTURE ED EVENTI SPORTIVI PER TUTTI
      LAVORO SUSSIDI E STRUTTURE SANITARIE
      ..UNA CITTA’ IN SALUTE PER VIVERE IN SALUTE….
      F.to Diego Fabra,al quale vanno i miei complimenti

    8. scusa fa non avevo capito, la frase in cui dicevi che l’amia dovrebbe occuparsi di cose piu’ serie mi ha creato confusione. io volevo sottolineare che questa iniziativa e’ un piccolo inizio verso una campagna di sensibilizzazione che va fatta.
      di sicuro tu ne sai piu’ di me quindi puoi rispondere a un dubbio che ho; la raccolta differenziata a palermo funziona o no??? te lo chiedo xche’ ogni volta che mi e’ capitato di parlare con palermitani riguardo alla raccolta differenziata tutti mi dicono che in realta’ non funziona perche’ alla fine i rifiuti vengono messi insieme.
      io non ci voglio credere ma sinceramente un minimo di dubbio me lo hanno creato.

    9. io credo che sarebbe “criminale”,ricomporre CARTA,VETRO,PLASTICA,INDUMENTI USATI,col resto dei RIFIUTI,
      anche se in passato ho avuto notizia che la cosa e’ successa per una ragione o per un’altra.
      Ricordo che una volta si raccoglievano separatamente anche
      le LATTINE IN ALLUMINIO.
      ****************************************
      Non credo che si faccia una raccolta differenziata seria:
      PRIMO per il “menefreghismo” di molti
      utenti,o per la “non sensibilita’”.
      SECONDO per una organizzazione inadeguata
      del servizio (al momento)
      In ogni caso,non essendo stati realizzati i Termovalorizzatori,anche se
      si facesse una Raccolta Differenziata da Manuale non darebbe i Risultati sperati.

    10. Tornando a MondelloLindo,
      Mondello pulita non e’ solo spiaggia e
      rimozione della plastica.
      da Utente delle navette,dico che
      non sarebbe male che l’Amat
      avesse un po’ di riguardo in piu’,
      in relazione alla manutenzione e sopratutto alla Pulizia degli automezzi,
      alcuni dei quali cascano a pezzi,per cui
      i tempi di servizio vanno a farsi benedire.
      A vedere la polvere accumulata sui cruscotti si capisce che questi mezzi vanno al Lavaggio forse una volta l’anno.

    11. passi per i fazzolettini,i vetri e la plastica,ma l’assorbente igienico,
      “nascosto” fra le rocce,
      GENTILE SIGNORA O SIGNORINA
      questo proprio non ce lo doveva fare….

    12. credo sia il caso di dare anche un’occhiata all’aiuola spartitraffico della discesa di Valdesi,diventata una pattumiera…

    13. primo commento in un blog, ma questo argomento mi interessa e non posso farne a meno…
      1) la raccolta differenziata a Palermo SI FA -giusto per chiarire eventuali dubbi-
      2) l’iniziativa è da apprezzare: non sapete quanti ragazzini ho visto eccitati dall’idea del premio per la raccolta differenziata!
      3) pensateci bene: la colpa della città piena di rifiuti è colpa dell’AMIA (che risolve il problema a valle) o dei CITTADINI ai quali abbutta fare la raccolta diff??In questo caso si risolverebbe il problema A MONTE visto che inevitabilmente andrebbero meno rifiuti nei cassonetti…
      4) giusto per puntualizzare sui servizi dell’AMIA (che avrà cmq le sue pecche): perché nn fate caso a tutti i rifiuti ingombranti lasciati accanto ai cassonetti da quei cittadini che nn fissano l’appuntamento con l’amia per il ritiro? l’amia offre un servizio gratuito, ma la gente preferisce liberarsi delle cose quando fa comodo, senza impegni e senza orari….

      Vorrei che le cose cambiassero, ma credo che sia inutile criticare comune e istituzioni, quando il problema potrebbe risolversi con un minimo di senso civico!

    14. x Ro’ tu dici
      “credo che sia inutile criticare comune e istituzioni, quando il problema potrebbe risolversi con un minimo di senso civico!”
      ****************************************
      sei nuova di questo blog,ma puoi sempre rivedere in archivio,e puoi trovare
      lunghe trattazioni su questo tema.
      ****************************************
      se lo farai,scoprirai che c’e’ ne e’
      per tutti:Cittadini,Amia (a tutti i livelli),Amministrazione del Comune.
      **************************************
      Le segnalazioni emerse,”non sono una
      critica,ma un INVITO a modificare le abitudini anomale che,sopratutto nelle
      periferie,fanno apparire Palermo una citta’ di livello INFIMO.
      ****************************************
      Le abitudini anomale consistono in:
      1.per gli UTENTI il non rispetto delle regole,in forma piu’ o meno grave.
      2.per l’AMIA la rassegnazione o il disinteresse,la scarsita’ dei controlli aziendali e la piccola furbizia degli operatori addetti
      che pur dotati di mezzi sicuramente efficienti,operano,quando operano,con autoriduzione di orario ed in definitiva
      una produttivita’ scarsissima.
      PER CUI E’ STATO PURE SCRITTO :
      NON C’E’PIU’ ORBO DI CHI NON VUOLE VEDERE.
      I rifiuti li vediamo tutti,meno gli addetti ai lavori.
      3.PER L’AMMINISTRAZIONE,CHE HA IL POTERE
      (POLITICO)DI INTERVENIRE,CHE C’E’ DA DIRE?
      STIAMO PAGANDO UNA TARSU ALLE NUOVE TARIFFE,MA I RISULTATI ANCORA NON LI VEDIAMO.
      Che fanno gli eletti nelle circoscrizioni?

    15. x Ro’
      se puoi,rifletti e dai un parere su:
      ****************************************
      riki scrive:
      27 Giugno 2007 alle 20:24
      intanto,per chi chiedeva perche’ in Sicilia non si fa la Raccolta Differenziata,
      ieri il Tg3 ha mostrato
      un’Area di Stoccaggio destinata all’uopo,
      nel sud della Sicilia,che e’ andata in fiamme ,con i 45 gradi che abbiamo avuto,
      dove il risultato finale che e’ stato mostrato e’ che in questa “discarica”
      c’era di tutto,RICOMPONENDO A DISCARICA
      COMPOSTA QUELLO CHE ” FORSE” ERA STATO
      SEPARATO AL MOMENTO DELLA RACCOLTA COSI
      DETTA DIFFERENZIATA.
      Si e’ visto il solito spettacolo:
      sfabbricidi,elettrodomestici,materassi,
      carcasse,plastica,rifiuti da giardino,etc.
      Non essendoci custodia,l’area di Stoccaggio viene presa per Pubblica Discarica,con questo bel risultato.
      *************************************

    16. chissa’se fra i vari lettori c’e’ uno
      pschiatra,che mi aiuta a trovare la definizione esatta da attribuire a quel
      signore,che tutte le volte che si reca alla Scogliera di Capo Gallo,lascia un vuoto a perdere (in vetro) formato mignon
      di una nota marca di aperitivi colore
      rosella.Lo trovo sempre accanto allo stesso scoglio,e ,naturalmente,lo asporto,per metterlo in un sacco nero che sta a venti metri.
      La volta successiva,rieccolo.
      Purtroppo la sorte vuole che non ci si
      sia mai potuti incontrare……………

    Lascia un commento (policy dei commenti)