mercoledì 18 ott
  • Stanislao Moulinsky contro l’Amia

    Riassunto della puntata precedente. Un paio di giorni fa, avevo mandato a Repubblica una lettera aperta indirizzata al sindaco, chiedendogli di procedere alla querela contro l’Amia, in modo che il presunto falso in bilancio possa essere giudizialmente accertato. Cito: “Vogliamo capire che è successo? L’unico modo è presentare ‘sta benedetta querela. Non è nemmeno detto che a creare il presunto danno siano stati i vertici dell’azienda. Potrebbero essere stati il destino, la congiuntura internazionale, un complotto massonico, la Spectre, il Mossad o Stanislao Moulinsky”.
    Nel corso della lettera, fra l’altro, cercavo di accreditarmi così:
    “Io, modestamente, credo di avere titolo a chiederglielo in quanto pagatore in pectore di ben tre bollette della Tarsu, ciascuna per un ammontare diverso. E beninteso, per lo stesso appartamento: una intestata a me, una a mia moglie e una al padrone di casa. Ho spiegato agli appositi sportelli l’equivoco, e spero quest’anno di aver chiarito. “Spero” perché anche nei due anni precedenti credevo di essermi spiegato, e invece alla scadenza le bollette da pagare risultavano immancabilmente ancora tre. Inoltre la casa dove ora abito tende a scomparire dietro una discarica che viene rimossa più o meno ogni quattro mesi. Il manto stradale, man mano, si va ricoprendo di sacchetti di immondizia che vengono squartati e sparpagliati dalle mute di cani che stazionano nei pressi, inseguendo i motorini di passaggio. Se avesse voglia di venire a vedere coi suoi occhi questo spettacolino, il tutto succede in via Pindaro, zona residenziale della città. Una di quelle vie dove non esiste servizio di spazzamento, in nessun giorno dell’anno. Nelle vie adiacenti sì, bisogna ammettere, ma in via Pindaro no. Mi rendo conto che non si può avere tutto, in cambio di sole tre bollette della Tarsu”.
    Update, per i lettori di Rosalio che non credono ai miracoli. Ieri mattina una pattuglia di quattro netturbini si è spinta con sprezzo del pericolo fin nel cuore di via Pindaro. Uno di essi, armato di elettrofalciatrice, ha rasato le erbacce che si trovavano su un tratto di strada a campione. Un secondo, imbracciando una ramazza, ha spazzato la strada per la prima volta, a memoria di sottoscritto.
    Gli altri due hanno sostato a lungo di fronte alla discarica di quartiere parlottando fra loro. Dopodiché la pattuglia si è dileguata, forse per andare a chiamare rinforzi. Stefania Petyx sostiene di avere avvistato in via La Malfa una colonna di lucidatrici che marciava verso Mondello. Sue fonti sostengono che il piano è di passare a cera via Pindaro nella sua interezza e instaurare un regime di pattine obbligatorie per tutti i residenti.
    Comunque vada, già adesso io posso dire di essere un cittadino felice. Intanto che vado a fare caroselli in piazza, voi contate i giorni alla scadenza dei termini per la querela: passato il weekend, ne mancano solo due.

    Palermo
  • 142 commenti a “Stanislao Moulinsky contro l’Amia”

    1. per entrare in via Pindemonte per forza le pattine? se metto le scarpette della prima comunione va bene lo stesso o mi rimbalzano all’ingresso?? 🙁

    2. 🙂

    3. Ma con le vignette (ormai centinaia) sulla munniza non funziona: come mai?

    4. chiedo venia: munnizza (non munniza)

    5. Se il Sindaco ( o l’attuale presidente dell’AMIA o qualche creditore, tutti soggetti legittimati a presentare querela, come il sindaco) non dovesse procedere, proporrò ai consiglieri comunali del centro-sinistra di presentare, comunque, un esposto alla Corte dei Conti, che, indipentemente dal giudizio e dagli esiti dell’azione penale, mantiene il suo potere di accertamento del danno all’erario

    6. @ nadia spallitta
      e se hai bisogno ti faccio d’autista, portacarte e quant’altro.
      AGGRATIS! naturalmente.

    7. mi deve essere sfuggito qualche capoverso di qualche articolo che consente, per il falso in bilancio, ai creditori o al presidente in carica o a tutti i soggetti legittimati(?) di presentare la querela.Allora la signorina spallitta nella sua qualità di consigliere comunale perchè non si muove in tal senso?? Perchè prendersela solo col Sindaco e non anche col presidente in carica dell’AMIA? o con i soggetti cui ha fatto riferimento?
      Ma avete idea di cosa sia un fals in bilancio?? io francamente credo ddi no.

    8. Trattandosi di denaro pubblico, la querela andrebbe fatta per togliere ogni dubbio sulla gestione dell’AMIA e sui suoi buchi. Se il primo cittadino, l’unico titolato dalla legge, non sporgerà querela, vorrà dire che il vertice dell’AMIA in questione ha in mano degli argomenti molto … convincenti verso di lui, anche se sfuggono a tutti gli altri cittadini, dal secondo a seguire …
      La querela serve a fare chiarezza sulle responsabilità o meno dei vertici sotto indagine; la non querela sarà invece una implicita ammissione di colpevolezza sotto la minaccia di quei ricatti incrociati che assicurano l’impunità dei politici meglio di qualunque principe del Foro.

    9. E già, signor Pivetti, se non c’è niente da nascondere,
      che si proceda pure…

    10. Questa Amministrazione,avulsa dal diritto e di conseguenza dal dovere,basando tutto sul o meglio sui privilegi,tenta di ammansire una voce ritenuta scomoda con un intervento di spazzamento stradale repentino e straordinario.Esso purtroppo è figlio della cultura dell’emergenza,resterà unico e illeggittimo,a meno che il beneficiario,istruito e irreggimentato,non dia prova di gradimento instradandosi in un percorso istituzionalmente gradito.Sappiamo tutti che Alajmo resisterà a queste sirene(dell’Amia,poi)e quindi non ci resta che affiancarlo nella perorazione al sindaco per la giusta querela di parte.

    11. Solita situazione in cui l’ottimo Kafka avrebbe trovato chissà quanti spunti…. ma è mai possibile che per accertare responsabilità riguardanti la gestione della “cosa pubblica” bisogna aspettare l’azione di chi in quelle responsabilità ha partecipato in prima persona???
      Difficilmente un romanziere si spingerebbe fino a tanto…

    12. @ Michele P.
      NO! personalmente le rispondo NO.
      Posso studiarlo, ora, se non si tratta di scrivere una tesi sull’argomento, e non rischiamo per questo di mettere in subbuglio la nazione, me lo spiega per favore?
      La prego, per me è importante, perchè ho la cattiva abitudine di “praticalizzare” tutto, o usando un termine a lei piu consono “Concretizzare”.
      Quindi per me il falso in bilancio è :
      Io tengo la gestione familiare, la tengo anche per iscritto, senonchè una parte della rendicontazione comincio a falsificarla o ad ometterla e quei soldi me li gioco alla slot-machine.
      Ma il diavolo ci mette la coda, e così … si rompe un tubo interno e danneggio puro la casa del vicino; Ok, dice mia moglie, faremo fronte a tutto.
      E così si scopre che ora che servono dei soldi questi non esistono.
      V’immagginate che casino? che sfuriate dalla moglie?
      La famiglia rischia il divorzio, siamo al collasso.
      MA …. PER FORTUNA …………
      C’è chi, PER IL BENE DELLA ” FAMIGLIA”, ha fatto una legge adatta. (mi pare giusto, che si sfasciano così le famiglie?)
      Il marito che sottrae fondi per la taverna e i video-poker ……. NON PUO essere vessato (eccheca++o, abbiamo pur diritto).
      Ecco avvocato Pivetti, questo è il mio falso in bilancio.
      Che invece è ?
      Me lo spieghi per favore, possibilmente senza andare a disturbare i padri fondatori del diritto.
      POI, visto che è in palla, LA PREGO, LA SCONGIURO, MI PROSTO A LEI, ma ……… mi risponde a questa SEMPLICE domanda:
      – Perchè se il Sindaco querelerà sarà il più grosso errore della sua sindacatura dal punto di vista POLITICO?
      (solo politico).
      Certo di un suo pronto e CONCRETO riscontro, ecc ecc ecc

    13. @Nadia
      mi dicono che i creditori non possano querelare.
      qui la cosa è solo nelle mani del sindaco, che fino ad ora ha “atteso” il parere dell’ufficio legale.
      adesso il parere esiste e la domanda nasce spontanea:cosa altro aspetta?
      avvocato pivetti forse lei può spiegarcelo!

      p.s. Roberto, ottime fonti mi dicono che da metà marzo via pindaro sarà parquettata!

    14. @Michele P.
      ammesso e non concesso che qui non si abbia idea di cosa sia il falso in bilancio (penso che Goku abbia reso in qualche modo l’idea …) penso che la Procura della Repubblica invece lo sappia.
      Ancora una volta non capisco quindi che voglia intendere sopratutto nella sua conclusione: che il falso in bilancio non ci sia e i PM sono dei fresconi? Ci illumini.
      Se invece c’è, chi sono a suo avviso i legittimati a sporgere querela? Ancora una volta perchè il sindaco no o non dovrebbe?
      Al di la di qualunque polemica, ritengo che il suo rispondere sarebbe sopratutto una opportunità per lei.
      Dimostrerebbe una disponibilità a spiegare meccanismi che non è giusto lasciare oscuri alla gente.
      Oggettivamente, la sua immagine nell’altro post ne è uscita abbastanza malconcia.
      Non si tratta di rispondere a quattro scocciatori ma di ristabilire la sua credibilità davani a migliaia di persone (si controlli le statistiche di questo blog).
      Sarò il primo ad attestare il suo riscatto se sarà così gentile da rispondere in modo meno criptico ed evasivo ma invece più “concreto” (alla Goku per intenderci).
      Cordialmente

    15. Domandina insidiosa: ma l’ufficio legale chi deve tutelare? La Cittadinanza o il Sindaco?

    16. Quella querela ce la possiamo scordare. Il presidente del senato polverizzerebbe immediatamente il sindaco. In questi casi ci si copre nella politica dello stesso partito. Tanto poi arriverà lo slogan dell’aiuto finanziario governativo a palermo, come quello che fu annunciato x catania. E tutti vissero felici e contenti, anzi… e i palermitani pagarono il 30% di tarsu in più…

    17. Quoto alajmo post più divertente dell’anno………

    18. @ giustino
      la differenza con catania è semmai che dopo quel regalo (140ml) il sindaco di catania non era più lo stesso (non per decenza ma per opportunità politica) a palermo il paradosso è che continuerebbe ad amministrare chi ci ha messo nelle condizioni di fare la questua al ministro tremonti.
      il minimo dovrebbe essere: ok salviamo palermo e regaliamole 200 mln di euro, ma la gestione del comune passa ad un commissario. in fondo quel prestito equivale ad una dichiarazione di dissesto.
      ma nel paese dei cachi questa non è chiamata logica è chiamata polemica!
      la non querela poi è la fine di quell’ultima fettina di credibilità dell’amministrazione.

    19. intervengo sol per ribadire un concetto che dovrebbe essere di domini pubblico. I PM non sono i figli del XXI secolo dell’Oracolo di Delphi. I PM possono sbagliare, come infatti fanno centomila volta, esattamente come gli Avvocati e come i Giudici.Il fatto che qualche PM abbia ipotizzato un falso in bilancio ex 2621 e ss. c.c. non significa che questo sussista.
      Il parere c’è, esiste e andrà rispettato. Il Sindaco dovrebbe essere lasciato in pace. Ribadisco altresì, che sarebbe un errore colossale presentare uuna querela. Mercoledì 11 se vi sta tanto a cuore vi sottoporrò il mio parere, da Avvocato, da Cittadino, da Politico (se me lo consentite).
      Buona domenica a tutti voi ed alle vostre famiglie

    20. Per Federico:
      l’ufficio legale deve tutelare l’Amministrazione comunale e, quindi, tutti i cittadini onesti, sia che abbiano votato il ” loro ” sindaco e sia che non lo abbiano votato. Il punto centrale della questione è se i primi hanno intenzione di ” sollecitare ” il loro sindaco a sporgere querela, oppure desiderano essere trattati da sudditi silenzioni e ossequienti. Per essere più precisi, in questa città l’indignazione ha ancora cittadinanza ? Io temo di no. Comunque, da informazioni risevate ho saputo che il buon Diego sarà candidato alle prossime elezioni europee e, quindi, la sua professione politica non potrà subire ” arresti ” derivanti da querele sporte nei confronti dei suoi stessi compagni di partito. Siamo seri !!!
      I cittadini palermitani dovranno aspettare, perciò, il prossimo sindaco del Polo Delle Libertà per avere, forse, maggiori chiarimenti. Intanto, viviamo felici e contenti, con l’annunciato aumento TARSU del 30%.
      AD majora !

    21. dice lAvv. M. Pivetti
      “I PM possono sbagliare, come infatti fanno centomila volte, esattamente come gli Avvocati e come i Giudici”.
      Ed io aggiungo “come tutti gli esseri umani”.
      Scusate la parentesi,ma la mia mente va ad altre situazioni,accadute a Palermo,di malagiustizia.
      Ma,quando un uomo,chiunque sia,si rende conto di avere commesso un errore,non dovrebbe cercare di porvi rimedio?

    22. ma la querela avv pivetti, non è una sentenza.
      è semmai l’unico modo per far chiarezza.
      qui la cosa strana è il non voler che si indaghi.
      è il negare la possibilità a chi è accusato (forse ingiustamente) di provare la sua innocenza.
      il non querelare è la vera condanna! sono condannati ad esser guardati con sospetto!

    23. Se passano queste altre 48 ore senza che arrivi la querela avremo la prova che questa amministrazione fa solo i propri interessi contro la città tutta.
      Siamo tutti in ostaggio!
      Chiamate i NOCS!!!

    24. Probabilmente,data la situazione,i NOCS richiesti da Rino sono inadeguati:occorrono i Gurka sotto l’egida dell’ONU

    25. ………Se passano queste altre 48 ore senza che arrivi la querela avremo la prova che questa amministrazione fa solo i propri interessi contro la città tutta……….

    26. rotorno alla mia desolante certezza… siamo troppo pochi i cittadini “civili” di questa città perché la nostra voce si senta…
      @michele p.
      a me personalmente del suo parere non me ne frega proprio nulla!

    27. UPDATE: La discarica è stata rimossa.

    28. …e poi c’è chi dice che gli intellettuali non hanno potere…

    29. Roberto, purtroppo ce n’è un’altra di discarica che ha il permesso dell’AMIA a non essere…rimossa!!!!!!:-D

    30. quoto Federico: non me ne frega nulla neanche a me!
      Tutti questi che si vestono come gli agenti Tecnocasa e con le scarpe a forma di bara e pensano d’avere voce in capitolo…..Ma che mi rappresentano?

    31. @Roberto Alajmo

      Non per fare il pillicuso ma vorrei precisare che il servizio di pulizia delle strade e delle erbacce non rientra nel tributo tarsu, devono farlo a prescindere.
      Questo solo per affermare che la tarsu dal 2006 in poi (e a maggior ragione con il minacciato aumento) determina un gettito illegittimo, di molto superiore (quasi il doppio) rispetto a quanto costa il semplice servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti per cui il tributo stesso è stato istituito.

      Finora chiedono circa 140.000.000 di euro a fronte dei circa 67.000.000 relativi al costo di raccolta e smaltimento. La legge istitutiva della TARSU prevede che non si superi – come gettito – tale costo.

      Attribuiscono alla tarsu, ed ai vari aumenti, delle “voci” che non hanno nulla a che fare con tale tributo. Pulire le caditoie, spazzare le trade, tabilizzare i precari, risanare i deficit…

      La TARSU va riportata alle aliquote del 2005, prima dei famosi aumenti.

      Giusto per correttezza dell’informazione. Per il resto, la querela non arriverà. E a chi parla di voci autorevoli che indicano la candidatura di Cammarata alle Europee domando come è possibile, visto che per legge dovrebbe dimettersi da sindaco almeno 6 mesi prima?

    32. rino, ma come te venuta quella de “le scarpe a forma di bara”? hai detto tutto! appunto, agenti di tecnocasa 😀
      aspetto le perle di saggezza…quando saranno scaduti i termini per la querela…anzi, a dirla tutta non me ne può fregare di meno, il gesso sulla lavagna mi ha sempre infastidita e la solfa ma la immagino.

    33. @stalker
      a me sarebbe piaciuto un sacco ai tempi prendere il cancellino, cancellare ben bene tutto il gesso dalla lavagna, in modo da imbiancarlo, e scagliarlo contro l’insegnante saccente di turno

    34. @Roberto
      ebbene sì, maledetto Carter, hai vinto anche stavolta 😉

    35. roberto, se ti lucidano anche l’argenteria mi trasferisco in perù!
      tu fra poco diventi una costola del canton ticino e io ho quintali di munnizza quasi mia coetanea sotto casa!

      nella prossima lettera puoi dire che hai la seconda casa in zona santa chiara??


      mancano poco più di 24 ore ..amen

    36. @Stefania: Sé, così mi mandano una quarta bolletta della tarsu. Semmai venite tutti in via Pindaro a buttare la vostra munnizza.
      22 ore.

    37. la coerenza di voi sinistri……prima mi inquietate per sapere perchè è sbagliato proprre la querela e poi punti nell’orgoglio pronti a dire che non ve ne frega niente.Vi cnfesso che neanche a me frega molto spiegarvi il perchè non si deve sporgere querela. Anche perchè sapreste solo contraddire anzicchè accettare un giudizio tecnico e anche politico…..come da vostro costume…..
      Saluti

    38. Ecco, a me basta guardarlo in faccia, poi leggere velocemente quello che (non)scrive. E’ questa la politica siciliana? Sottolineo: non ho scritto classe politica. Mi conforta nella mia scelta -perché si tratta di scelta a tutti gli effetti- di astenermi dalle urne, cosa che ormai faccio da 11 anni. Se lo facessero tutti -astenersi- succederebbe un casino mai visto su terra, dove tutti questi praticanti del politichese ridicolo avrebbero finalmente attacchi di panico vedendo sfumare i loro usurpati privilegi. Io spero nel commissariamento da parte della comunità europea, lo facciano almeno per interesse, perché la posizione geografica…non si puo’ lasciare in mano a chiunque, lo facciano almeno per 30 anni, il tempo di formattare anche i cervelli, e ripartire come i Paesi “normali”. Ma che gioco é? Ma di cosa parlano questi come michele p.? michele P…sembra una sigla…

    39. …é chiaro, mi basta guardare la foto nel suo blog(?) é riferito a michele P.
      E poi, quello che scrive…c’é i muariri! Di cosa non lo so, ma c’é i muoriri, forse meglio dalle risate? Non credo.

    40. @Michele P: lei sottopone il suo parere DOPO che scadono i termini? Aaaaah ho capito, per non influenzare la libertà di scelta del sindaco.

    41. Oddio ancora il Pivetti!!!
      ma non l’ha capito che lo si sta solennemente prendendo per i fondelli!!
      Ma pensa veramente che l’ “illuminato” parere – di uno qualificatosi come ha saputo sapientemente fare (per chi si è perso le puntate precedenti, si veda anche l’altro post di Enia) – ci importi qualcosa?
      E che si è un po’ giocato al gatto col topo?
      P.S.
      Di nuovo i sinistri!? lei metterebbe in fuga elettori a destra di Rauti…
      Buona fortuna…

    42. ….i risultati dicono il contrario….Buona fortuna a lei…..

    43. Igiene ambientale in via Pindaro, update: proseguono i lavori. Avvistati oggi quattro netturbini intenti alla rimozione delle erbacce.

    44. Dedico queste poche righe a tutti gli uomini liberi e onesti :
      ” Non mi pento dei momenti in cui ho sofferto; porto su di me le cicatrici come se fossero medaglie, so che la libertà ha un prezzo alto, alto quanto quello
      della schiavitù. L’unica differenza è che si paga con piacere, e con un sorriso…
      anche quando quel sorriso è bagnato dalle lacrime. ”

      Paulo Coelho – Lo Zahir

    45. Caro R.M. L’aggettivo destrezza denota “sagacità specialmente nei negozi” (dizionario etimologico online) mentre mancino “chi non opera direttamente, sleale”. Perciò non l’avertela a male, i risultati dicono il contrario 🙂 E’ da un decennio almeno che mi chiedo come mai gli “intellettuali” quasi tutti di sinistra non è capace di riflettere sui predicati verbali, sui significati espressi e impliciti, sulla costruzione del senso a partire dalla disseminazione simbolica e del consenso attraverso le tecniche di accesso sensoriale.

    46. (saltò un pezzetto nella fretta della pausa caffè)

      “E’ da un decennio almeno che mi chiedo come mai gli “intellettuali” SONO quasi tutti di sinistra E LA sinistra non è capace di riflettere etc. etc.”

    47. R.M. non gradisco che si possa pensare di prendere per i fondelli un altro commentatore né argomentazioni “fotografiche” come quelle di Gigi.
      Vi invito a essere rispettosi nei confronti degli altri commentatori. Grazie.

    48. Michele P. anche a me “destro” interesserebbe sentire queste nobili argomentazioni giuridiche e politiche. Non è che ci stia facendo una bellissima figura a rifiutarsi di esporle. Mi creda.

    49. avvocato pivetti, se le basta anche uno solo a cui interessa ascoltare le sue motivazioni, ci sono io.
      guardi che da giorni aspetto che si riveli!
      e non le chiedo di svelarmi il terzo segreto di fatima!solo ciò che lei ha detto di sapere su qualcosa che riguarda tutti noi.

      spero inoltre che la spiegazione per questo suo silenzio non sia nuovamente la traballante storia della privacy, come ha detto in precedenza.
      (a meno chè Amia non sia un nome di donna e non una s.p.a del comune gestita con soldi pubblici, come tutti pensiamo!)

    50. Tony Siino, in altro post ho spiegato il perchè del mio silenzio.Riepilogo: esistono dei colleghi che su questa faccenda hanno buttato sudore e fatica cercando di consigliare il Sindaco per il meglio. Che un collega arrivi su internet e fresco fresco scriva su un sito supervisitato le deduzioni cui loro arriveranno è una scorrettezza nei loro confronti e anche nei coonfronti dei diretti interessati. Palermo è una Città molto piccola e pettegola, vuole che queste righe non siano già state lette da molti “addetti ai lavori”? Inoltre, mi creda non per un miserevole autocompiacimento fine a se stesso, io esercito la professione forense da penalista, sono altresì assistente all’Università ed ho collaborato per oltre due anni alla cattedra di diritto penale commerciale pubblicando articoli e partecipando alla realizzazione di un manuale universitario. Capisce bene che un minimo sindacale ne mastico e dunque da lì la mia assoluta certezza nel dire: la querela sarebbe un errore. Questa è la mia opinione, modesta, non richiesta, forse anche inutile, ma è pur sempre basata su dieci anni di studi e di esperienza forense ed universitaria.A molti non gliene fregherà un beneamato *****, bene lo stesso, pensavo solo di poter esporre un pensiero in libertà senza essere aggredito in puro stile soviet.
      saluti

    51. Ansa sicilia delle ore: 12.15
      …………………………………………….

      Palermo: svelato il virus dell’Amia-


      – dopo approfondite ricerche un pool di analisti ha svelato la vera causa delle difficoltà gestionale dell’Amia: Il personale è tutto in via pindaro!

    52. Alla gentile Stefania Petyx di cui sono un ammiratore chiedo di leggere il mio post proprio qui sopra.
      p.s.
      non ho mai parlato di privacy, ho parlato di deontologia che è cosa ben diversa.

      p.s.II
      il terzo segreto di Fatima è stato già svelato da S.S. Giovanni Paolo II

    53. Michele P. la invito a non utilizzare tali accostamenti sovietici. Ho ripreso un paio di commentatori che hanno esagerato ma rimangono comunque nei limiti che la nostra policy impone. Il dibattito qui a volte può essere tosto.

    54. Caro pepè,
      io non me la stavo prendendo per il suo eventuale star dando del “sinistro” a qualcuno di sinistra (nella schermaglia verbale instauratasi – purtroppo un po’ tesa – ci poteva anche stare) ma contestavo che lui continuasse ad apostrofare questo blog e i suoi interlocutori ancora una volta in modo sprezzante e come di sinistra.
      Il suo modo di rapportarsi e il suo argomentare – a mio avviso – indisporrebbero sia chi si riconosca nella sinistra che nella destra.
      Ho avuto modo di esprimergli questo e altri concetti in forma sicuramente più pacata nel già menzionato altro post di Davide Enia.
      La crudezza del mio ultimo dire peraltro si limitava a chiamare realisticamente “con il suo nome” quanto di ben altro già espresso – anche in forma molto più colorita – pure da altri commentatori.
      I miei rispetti (anche a “Rosalio”).

    55. Michele P.
      ma se la sua deontologia professionale non le permette di esternare e sviscerare il motivo per cui una querela non converebbe, perchè non se n’è stato zitto del tutto?
      le mezze frasi non hanno mai fatto bene alla sicilia, non sono bei messaggi, non lo sono mai stati.

    56. ps non credo che il mio linguaggio sia da soviet, sul suo meglio sorvolare.

    57. Michele P. ma almeno il suo parere politico può scriverlo! 😉

    58. mi invita a stare zitto e poi il suo non è linguaggio da soviet??

      p.s.
      per Rosalio: non credevo che la parola soviet fosse offensiva, mi dispiace.

    59. Opinione è sinonimo di dògma, princio che si può solo accettare o rifiutare ma di cui non si può discutere. Rosalio è cartesiano, ci piace discutere con metodo, anche se ci troviamo su posizioni diverse se non addirittura opposte.

    60. Michele P.
      io non l’ho invitata a stare zitto, ho semplicemente detto che non mi piacciono le mezze frasi, i non detti, gli ammiccamenti, mi sembra un modo mafioso di parlare, con questo non le sto dando del mafioso, non mi permetterei mai, solo che il suo modo di esprimere o non esprimere concetti non è degno di un politico che dovrebbe fare gli interessi di chi l’ha eletto e di chi non l’ha eletto.

      come l’intende lei la parola soviet e sicuramente offensiva, come offensivo è definire “sinistri” chi la pensa diversamente, per associazioni di idee fa venire in mente: sinistri figuri, loschi figuri, manovre sinistre, scricchiolìì sinistri. con le parole si può giocare quanto si vuole, appure le si può usare nella loro giusta accezione, a lei la scelta.
      la saluto

    61. Questa vicenda dell’AMIA si sta rivelando, ogni giorno che passa, sempre più grottesca.
      Mettetevi tutti il cuore in pace: il sindaco non querelerà ed i termini scadranno.
      Non penso di dover aggiungere nulla a quello che avevo scritto, in tempi decisamente non sospetti, il 28 gennaio 2009 alle 16:35 sul thread “SOS AMIA”.
      Saluti leonini.

    62. Si comunica che nella mattina di domani (martedì 10 marzo) ci sarà seduta del Consiglio Comunale. All’ordine del giorno c’è la delibera di iniziativa consiliare con la quale si chiede al sindaco Cammarata di presentare formale querela nei confronti dei vertici AMIA, in relazione al reato di false comunicazioni ,oggetto di una indagine in atto pendete innanzi alla Procura della repubblica di Palermo.

    63. Ancora Michele P.??? Quello che una settimana fa scrisse che non avrebbe più replicato tanto nessuno era alla sua altezza?
      Metta in pratica i suoi buoni propositi, ascolti a me. Tanto qui voti non ne prende, notoriamente Rosalio è un covo di bolscevichi. Al massimo può ottenere un po’ di pubblicità negativa.

    64. Rino immagino che tu stia scherzando però ci tengo a precisare che Rosalio non è né di sinistra né di centro né di destra.

    65. Rosalio, permettimi di dirti che stavolta sbagli, e sono sorpreso che l’errore sia commesso da professionisti dell’immagine, e studiosi del look. Io parlavo di cose serie, alle quali puoi aggiungere la morfologia, oltre alla posa. Insomma, é evidente, basta guardare per capire perché certa gente sceglie “l’affare politico”: non é mestiere né vocazione.
      Ti assicuro che sono serio, non c’é nessuna presa per i fondelli (pero’, nello stesso tempo ti capisco, mianza paruala!). Quanto a quello che scrive qui e nel suo blog(?)dico a Stalker che le loro strategie, giochi di parole, giri di parole, allusioni, stratagemmi etc. equivalgono, e talvolta ci somigliano, ai campionati amatoriali che si disputavano al campo Malvagno. Io quando mi sono trovato davanti, di presenza, due o tre di loro nella quasi totalità dei casi, sentendo il loro vociare mi sono chiesto se fossero veri. E se non fossero esseri simbolici qui fisicamente ma col cervello, piu’ o meno comunicante con quegli esseri, altrove in altri mondi assurdi.
      Per questo non capisco perché in questo blog, e tra i palermitani in genere, ci si ostina a parlare di qualcosa che in Sicilia ma anche nel similpaeseitalia non esiste: la politica.

    66. Ma sì…ero ironico. Sapessi usare le faccine avrei messo un bella risatona.

    67. P.S. cioé: penalista, assistente universitario, scrive articoli specializzati, collabora alla realizzazione di un manuale universitario. Ma chi glielo fa fare di andare a sprecare il POCO TEMPO che gli rimane per faccende riguardanti una cosa che nemmeno esiste, la politica? Forse Palermo ha bisogno di missionari, ma é questo il profilo? NO.

    68. Gigi non sei nella condizione di dirmi se sbaglio qui, mentre è vero il contrario. Non intendo tollerare altri attacchi personali a commentatori. Se vuoi darmi ascolto bene, diversamente sarò più convincente. Grazie.

    69. Avv Pivetti, ho letto, e di certo non le chiedo di svelare opinioni o pareri altrui, chiedevo il suo..ma non insisto.
      A che ci siamo me lo toglie un dubbio: quando dal sindaco di una città viene richiesto un parere all’ufficio legale (del comune), quel parere, per legge, è di pubblico dominio , quindi su richiesta accessibile o riservato?

      p.s.
      ha ragione, parlava di deontologia e non di privacy, ma allora le chiedo (senza polemica) perchè introdurre una tesi in un discorso non potendola motivare.. così purtroppo non si arricchisce il dialogo, si stabiliscono solo posizioni differenti che generano un confronto poco edificante.
      come quello che ho letto.

    70. Cara Stefania (se mi permette),
      il mio parere è (o almeno dovrebbe essere) del tutto simile a quello dei legali che ad oggi hanno in carico la vicenda. Dico dovrebbe perchè essere in disaccordo con me, e quindi propendere per una querela,significherebbe non aver letto a fondo le carte e non aver analizzato a sufficenza la fattispecie di cui agli artt. 2621 e ss. del c.c. .E siccome conosco bene il professionista che sta lavorando sulla questione, non dubito che sarà attento e scrupoloso addivenendo perciò alla mia stessa conclusione.
      Per quanto concerne la sua domanda le rispondo citando la legge sulla trasparenza amministrativa 241/90. Adesso dovrei conoscere la natura giuridica di un atto conoscitivo del Sindaco. A lume di naso non credo che un atto interno alla pubblica amministrazione che non ha effetti verso la collettività (in quanto non vincolante) possa essere reso pubblico, però sono pronto ad essere contraddetto. Se le interessa particolarmente mi dia il tempo di una velocissima ricerca e le potrò essere più preciso.
      In fine sul suo p.s. le rispondo che sono d’accordo con lei, tuttavia mi lasci dire…..sapevo di dire cosa non condivise perchè poco popolari, ma qui su Rosalio mi aspettavo più maturità (fatti salvi un paio di interventi)
      Saluti

    71. Rosalio, intendo dire che le mie intenzioni le conosco io, non erano quelle da te immaginate, ora te le ho spiegate, non era presa per i fondelli.

    72. @stefania: penso che sia una strategia da volpi di tribunale. Anche l’avvocato Taormina a un certo punto aveva detto che era a conoscenza del vero colpevole del delitto di Cogne, e l’avrebbe rivelato solo a suo tempo.
      Ancora stiamo aspettando.

    73. scusate,ma non potrebbe scendere in campo qualcuno con
      disponibilita’ mentale piu’ esauriente,che non fa parte dell’ordine degli avvocati,per spiegare con parole semplici ed in italiano i razionali pro e contro
      questa benedetta querela?Un Manager,per esempio.
      Non necessariamente uno che fa politica,o ritiene di farla.In fondo Palermo e’ una grande citta’.Questa non e’ una “piazza” nel senso tradizionale (schiamazzo e cortei).Qui i Lettori sono abbastanza alfabetizzati.
      Sicuramente qui ci sono Ingegneri,Architetti,Medici,Imprenditori,Giornalisti,
      Magistrati.No,questa non e’ la solita amorfa piazza.

    74. avv. Pivetti
      accetti un consiglio da uno di dx.
      ogni volta che le viene da scrivere una frase che “solletica” i lettori di questo blog,ci rifletta
      e la cancelli.Si attenga a fatti oggettivi e lasci perdere le valutazioni personali.Potrebbe incontrare gente che le puo’ insegnare molto.

    75. …e poi, io non attacco nessuno, ho semplicemente espresso il mio non gradimento per la non-politica locale. Michele P. si aspetta maturita, ma quale? Quella che ha portato -causa la loro inefficienza- Palermo in fondo a tutte le classifiche? Quella che a fronte di tasse che ritornano per intero é al livello solo di proporre assistenzialismo e precariato? Quella che costringe -sempre a causa della loro inefficienza- troppi palermitani a emigrare? Quella che spaccia per loro creazione l’apertura di centri commerciali a ripetizione, che se non fosse per l’investimento volenteroso di capitali privati che spesso sono estranei all’economia locale…
      Chi é responsabile dello stato di inefficienza e di arretratezza economica di questa città dovrebbe possedere almeno il pudore di starsene zitto…

    76. Il peggio è che sta passando l’idea che la corretta gestione aziendale e persino la raccolta dei rifiuti siano battaglie “di sinistra”.

    77. saro,
      etiam in senectute discitur, ergo, anche lei potrebbe prender lezioni da chiunque.
      Detto questo non vi disturbo più.
      Continuerò di tanto in tanto a leggervi.
      Buona serata a tutti

      per Stefania Petyx:
      se le interessa sapere il responso a quella sua domanda può contattarmi tramite il mio blog (ma qualsiasi suo amico Avvocato amministrativista potrà risponderle meglio di quanto saprei fare io)

    78. ( ma perchè quando succede qualcosa di bello non ci sono?).

    79. Ecco il Pivetti pensiero, una serie di invettive personali senza mai entrare nel merito di una sola pagina e di una sola affermazione di Travaglio, che invece di pezze d’appoggio ne ha da vendere.
      La perla del Pivetti pensiero è ” Travaglio come la scuci la giornata tu????
      Come se scrivere ed informare non bastasse. Parlavamo giusto di soviet e vorrei sapere qui chi è più sovietico, solo le dittature imbavagliano la stampa.

      http://www.michelepivetti.com/2008/05/12/aboliamolo-per-leggepseudo-lettera-a-travaglio/
      Ora ho motivato perchè non mi interessa sapere cosa ne pensa l’avvocato della querela, se questa è la sua onestà intellettuale cosa aspettarsi?
      Buon lavoro avvocato!

    80. beh..non è che di avv amministrativista ce ne sia uno dientro ogni angolo.
      quindi seguo con piacere il suo invito

      e presa dall’invidia cari rosaliani vi lascio anche io con un latinismo: Linoleum in autobus magnum.
      (ehh? poi dicono che chi non ha fatto il classico non sa il latino!)

    81. @ Michele P.
      Lasci perdere avvocato, non raccolga, son ragazzacci, io già me li vedo nella penombra a suonare i campanelli e scappare via.
      Lei nella sua intensa intervista a Giannò, ci teneva (ribadisco) ad occuparsi di “cose” concrete; quindi, non le dispiacerà se le rivolgo un invito del tipo:
      ” Avvocato … QUAGGHIAMU”.
      A me interessa molto il suo parere, quindi con me, la Petix e altri, facciamo pari e patta con gli altri che non interessa.
      Quindi, non ci tenga il broncio, suvvia avvocato, non vorrà mica passare per un infante capriccioso che non vuol piu giocare coi suoi amichetti.
      E certo non vorrà farsi passare da me per uno che mena il can per l’aia, no glielo dico perchè così pare.
      Avvocato Pivetti, lei, non un altro, lei, ha sostenuto che la querela sia un grave errore, sia dal punto di vista “tecnico”, sia su quello politico.
      Le abbiamo chiesto di argomentare questo suo pensiero e lei ci ha risposto che deontoligicamente sarebbe scorretto perchè i suoi colleghi, ecc ecc.
      Ci ha invitati ( per chi ne ha le capacità tecniche) a riflettere sull’articolo, ecc ecc.
      Ebbene avvocato, … guardi … , ho fatto uno sforzo enorme, ma sono giunto alla conclusione che lei potrebbe avere ragione, una ragione che se a lei farà piacere ci spiegherà a “bocce ferme”.
      OK?
      Fino a qui ci siamo?
      ORA, però, a rischio di diventare camurruso ed irritante, le chiedo:
      Me lo spiega quale errore POLITICO sarebbe la querela?
      NON si faccia dare del codardo, lei ha tirato la pietra, NON nasconda la mano, non ci giri attorno, non venga a tediarci con la sua brillante carriera.
      Guardi, anche se non le dà la stessa ebrezza, lei può anche scrivere con un nik, scriva … chessò .. PINDARO e poi con la sua bella tastierina comincia : ” io penso che … “.
      Per ora mi fermo qui in attesa che lei soddisfi la mia sete di sapere.

    82. Stalker non mi sembra che l’articolo che citi sia pertinente. Ti invito a rimanere in tema. Grazie.

    83. Ma come Pivetti? E la motivazione politica dov’è? 😀

    84. AVVOCATOOOOO vede? se mi diventa irritante ci giochiamo pure la Petix.
      Vabbè non faccia caso, quella fra l’altro si veste di giallo.
      Giallo = Cinesi
      Cinesi = Comunisti
      (pss pssss avvocato … mi sà che ha ragione lei, forse è una congiura, ma lei tenga duro (niente cose blù però)).
      .
      .
      Ah .. avvocato, a differenza degli altri, io … unna lassu ppì curtu.
      Se lei non risponde divento insistente come una zecca.

    85. ricevo e inoltro. Magari così capisce che guaio ha combinato…

      Caro Amico (Pivetti),
      mi giunge voce che lei tergiversi e ci stia facendo fare una gran magra figura su un noto Blog palermitano.
      Mi consenta, ma come le viene in mente di arretrare davanti al nemico?
      Non mi costringa a negoziare l’acquisto di Rosalio con conseguente sostituzione di Tony Siino con Emilio Fede, solo per renderle tutto più facile!
      Avvocato!!! – cribbio – Risponda!!!
      S.B.

    86. Libro Quinto: Del lavoro
      Titolo XI: Disposizioni penali in materia di società e consorzi
      Capo I: Disposizioni generali per le società soggette a registrazione
      .
      Art. 2621 False comunicazioni ed illegale ripartizione di utili o di acconti sui dividendi
      Salvo che il fatto costituisca reato più grave, sono puniti con la reclusione da uno a cinque anni e con la multa da L. 2 milioni a L. 20 milioni (2640):
      i promotori, i soci fondatori, gli amministratori, i direttori generali, i sindaci e i liquidatori, i quali nelle relazioni, nei bilanci o in altre comunicazioni sociali, fraudolentemente espongono fatti non rispondenti al vero sulla costituzione o sulle condizioni. economiche della società o nascondono in tutto o in parte fatti concernenti le condizioni medesime;
      gli amministratori e i direttori generali che, in mancanza di bilancio approvato o in difformità da esso o in base ad un bilancio falso, sotto qualunque forma, riscuotono o pagano utili fittizi o che non possono essere distribuiti (2433, 2632);
      gli amministratori e i direttori generali che distribuiscono acconti sui dividendi:
      in violazione dell’art. 2433 bis, 1° comma;
      ovvero in misura superiore all’importo degli utili conseguiti dalla chiusura dell’esercizio precedente, diminuito delle quote che devono essere destinate a riserva per obbligo legale o statutario e delle perdite degli esercizi precedenti e aumentato delle riserve disponibili;
      ovvero in mancanza di approvazione del bilancio dell’esercizio precedente o del prospetto contabile previsto nell’art. 2433 bis, 5° comma, oppure in difformità da essi, ovvero sulla base di un bilancio o di un prospetto contabile falsi.
      Art. 2622 Divulgazione di notizie sociali riservate
      Gli amministratori, i direttori generali, i sindaci e i loro dipendenti, i liquidatori, che, senza giustificato motivo, si servono a profitto proprio od altrui di notizie avute a causa del loro ufficio, o ne danno comunicazione, sono puniti, se dal fatto può derivare pregiudizio alla società, con la reclusione fino ad un anno e con la multa da L. 200.000 a L. 2 milioni.
      Il delitto è punibile su querela della società.

      Art. 2623 Violazione di obblighi incombenti agli amministratori
      Sono puniti con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da L. 400.000 a L. 2.000.000 gli amministratori che:
      eseguono una riduzione di capitale o la fusione con altra società o una scissione in violazione degli artt. 2306, 2445 e 2503;
      restituiscono ai soci palesemente o sotto forme simulate i conferimenti o li liberano dall’obbligo di eseguirli, fuori del caso di riduzione del capitale sociale;
      impediscono il controllo della gestione sociale da parte del collegio sindacale o, nei casi previsti dalla legge, da parte dei soci.

      Art. 2624 Prestiti e garanzie della società
      Gli amministratori, i direttori generali, i sindaci e i liquidatori che contraggono prestiti sotto qualsiasi forma, sia direttamente sia per interposta persona, con la società che amministrano o con una società che questa controlla o da cui è controllata (23592), o che si fanno prestare da una di tali società garanzie per debiti propri, sono puniti con la reclusione da uno a tre anni e con la multa da L. 400.000 a L. 4.000.000.
      Per gli amministratori, i direttori generali, i sindaci e i liquidatori delle società che hanno per oggetto l’esercizio del credito si applicano le disposizioni delle leggi speciali.

      Art. 2625 Violazione di obblighi incombenti ai liquidatori
      I liquidatori di società che procedono alla ripartizione dell’attivo sociale fra i soci prima che siano pagati i creditori o siano accantonate le somme necessarie per pagarli (2280), sono puniti con la reclusione da uno a tre anni e con la multa da L. 200.000 a L. 2.000.000.

      Art. 2626 Omissione ed esecuzione tardiva o incompiuta di denunzie, comunicazioni, depositi
      Agli amministratori, ai sindaci, ai liquidatori e ai preposti all’esercizio di sede secondaria nel territorio dello Stato di società costituite all’estero che omettono di fare, nel termine stabilito, all’ufficio del registro delle imprese una denunzia, una comunicazione o un deposito a cui sono dalla legge obbligati, o li eseguono o li fanno eseguire in modo incompiuto, ovvero omettono di richiedere una pubblicazione nel Bollettino ufficiale delle società per azioni e a responsabilità limitata, nei casi in cui detta pubblicazione è prescritta dal codice, si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da L. 100.000 a L. 2 milioni.
      La stessa sanzione si applica al notaio nei casi in cui l’obbligo della denunzia, della comunicazione, del deposito o della pubblicazione è posto dalla legge anche a di lui carico.

      Art. 2627 Omissione delle indicazioni obbligatorie
      Agli amministratori, ai direttori generali, ai liquidatori e ai preposti all’esercizio di sede secondaria nel territorio dello Stato di società costituite all’estero che contravvengono alle disposizioni degli artt. 2250 e 2506, quarto comma, si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da L. 100.000 a L. 1 milione.

    87. ahahahah….questa storia sta diventando un cabaret spassosissimo “L’avvocato e la querela”

    88. Leggere questo post di seguito è come seguire una puntata di Zelig, Mai dire…, Ottavo Nano etc.
      Peccato che sono palermitana.
      Invece di ridere mi viene da piangere.

    89. concordo con Rino: ormai dal grottesco siamo arrivati all’avanspettacolo puro! 😀

    90. aspetto solo l’intervento di emilio fede 😀
      confido in voi….

    91. Se S.B. si fa avanti siamo disposti a valutare l’offerta eh! 😛

    92. ….. RAGAZZI….
      “state buoni .. se potete”!

    93. GOKUUU ….ti ho sgamato!

      il tuo è un attentato all’avv!!
      infatti se come “consigli” tu scrive come sig PINDARO, rischiamo che in 4 sec netti arrivi un drappello di spazzini Amia a lucidarlo come un pomello!(stile “residenza Alajmo”)

      e a prosito della saga di via pindaro, nel prossimo update di Roberto scoprirete (io ho le fonti quindi lo so già) che una partita di “scope colombina” a vapore balsamico sono appena state appaltate per la manutenzione ordinaria del cantone autonomo di via pindaro.

      la decisione è nata oggi pomeriggio dopo un vivace incontro del nuovo CDA e dopo aver scartato la mozione vaporella e la mozione Folletto.

    94. @ Michele Pivetti
      sù proviamo a fare qualche passo avanti, che intende lei per errato politicamente, cioè intende il “gioco” politico e quindi tutte quelle “porcherie” non scritte fra alleati, scambi fra i poteri, ecc ecc?
      O intende proprio la POLITICA, nell’accezione nobile che dovrebbe essere?
      No, perchè in questo caso, le dò il mio parere che se permette …, non per autoincenziarmi, ma modestamente, pago da sempre regolarmente la munnizza, da sempre non ricevo un servizio, coi miei soldi è stata creata “l’essemme” ed assunti ex detenuti mentre la gente per bene è a spasso.
      Quindi come puo ben capire dell’essere un normale cittadino … ne mastico.
      Premesso quindi che ho ben chiaro che non stiamo parlando di un reato, ma della possibilità dell’accertare se reato c’è stato; Sarebbe anzi E’ corretto querelare, perchè là dove il reato non ci sia, io sarò portato a pensare che c’è sicuramente e chi non dà la possibilità di accertarlo è piu mascalzone e malfattore di chi lo ha compiuto.
      Ed è altresì, mascalzone chi sostiene questo “modus pensandi” ( tiè, latino come se piovesse).

    95. AVVOCATO eh ò frat, è passata un’ora, avissi pure un pocu rì chiffari io.
      Forza, ce la può fare.

    96. comunque, tornando a noi.
      il parere dell’ufficio legale è arrivato sul tavolo del sindaco credo giorno 20 feb.
      se fosse stato negativo, secondo voi, non l’avrebbe urlato ai 4 venti?
      ne sarebbe uscito illeso, passando (come sempre) la patata bollente ad altri.
      se la memoria non m’inganna solo quest’anno sarebbe la terza volta.

      1)per gli incarichi a consulenti senza esperienza contestate dalla CdC la colpa venne data “para para” al dott Lazzaro, dirigente dell’urbanistica, e amico (uomo fortunato).
      2)per le ZTL venne data al dott Camilleri (ufficio traffico), che giustamente s’infuriò.
      se tanto mi da tanto, perchè questa no???

    97. .. cioè Stè?
      stà cercando a chi metterla nel .. tavolo?
      ( la pratica intendo, su quale scrivania)

    98. Pivetti il suo silenzio comincia a farsi imbarazzante

    99. Update: stavo uscendo da casa e c’era proprio davanti al cancello un netturbino con una fascia fra i capelli, grembiule, secchio e mocio. Appena ho fatto un passo mi ha urlato:
      – Oraora l’ho passato lo straccio!

    100. per me stavolta il tentativo ci fu, ma saltò.
      d’altro canto il gioco ormai lo conoscono tutti, e sanno giocare d’anticipo.

      p.s.
      Alajmo ho sentito parlare di un incarico esterno affidato dall’Amia ad un nuovo consulente, tale “Mastro Lindo”, tu ne sai niente?

    101. @ M. Pivetti
      certo che posso prendere lezioni,pero’ non da chiunque.
      E di solito,alla fine rilascio il mio feed-back.

    102. ESCLUSIVA! Risolto il problema della munnizza a Palermo grazie al METODO PINDARO. Risultati garantiti al 100% in soli 5 anni.
      Fonti ben informate sussurrano che l’amministrazione stia valutando se depositare il brevetto industriale (anche se il Sig. Alajmo nutre qualche perplessità rispetto agli inevitabili piccoli fastidi connessi all’applicazione del metodo).
      Descrizione. Si arruolano due bravi scrittori, uno di dx ed uno di sx(Alajmo non può sottrarsi, in qualità di ispiratore del METODO) e li si costringe:
      – a cambiare di residenza OGNI GIORNO;
      – a scrivere una lettera aperta al GIORNO ai due quotidiani locali per lamentarsi della munnizza delle due strade ove risiedono quel dato giorno;
      – si attendono 24 ore e la strada torna linda.
      Tenendo conto che a Palermo abbiamo circa 4.000 vie e/o piazze, in soli 2.000 giorni (poco più di 5 anni) abbiamo ripulito Palermo.
      Provare per credere…

    103. Spero che Rosalio non censuri questo mio post. Già il fatto che michele p. sia entrato qui in cerca di visibilità la dice lunga su … ok ci siamo capiti… ma forse non tutti gli utenti che hanno tentato di dialogare con michele p. sono al corrente della vera dimensione del pivetti. Io ho letto qualcosa nel suo blog per la quale qualsiasi definizione non renderebbe in pieno la sensazione di disgusto. Il pivetti afferma nel suo blog di volere “abolire per legge” chi la pensa diversamente da lui…ammesso che lui sia in grado di pensare in modo sano.

    104. @ Miche Pivetti
      Avvocato, sono 4 ore che si attende una risposta, la dia per favore, non mi faccia Sparlare di lei.
      …… attendo ……..

    105. Gigi qui non si pratica la censura e ti invito a non utilizzare il termine riferendolo a noi. Rimuoverò ulteriori tuoi commenti fuori tema. Vi invito a non reiterare commenti che esprimono gli stessi concetti più volte. Basta una. Grazie.

    106. Avvocato, nella sua lettera a Travaglio colgo un tono così sprezzante che fa venire lo sdegno.
      Di solito è questo il modo in cui lei si rivolge agli
      altri ?
      Noi qui in confronto sembriamo dei teneri scolaretti.

      Comunque, lei continui a seguire la sua strada, la nostra per fortuna è diversa.
      Ma se ci vuole pensare…fa ancora in tempo !

    107. Valentina il tema del post non è il post su Travaglio su un altro blog. Rimuoverò ulteriori commenti fuori tema. Grazie.

    108. Lasciamo i politici ai loro intrighi e godiamoci la nostra beata trasparenza!

    109. Ma che , siete saltati tutti, via, non fate scherzi, venite fuori, non mi lasciate solaaa con l’avvocatooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!

    110. Negli ultimi mesi Camm. ha preso talmente tanti schiaffoni che sembra uno dei Brutos. Come pensa di resistere?
      Franz

    111. Però un dubbio mi venne. L’opinione dell’avvocato a quanto pare quì non interessava a nessuno se non era accompagnata da argomenti, ma egli si riservò di farci scienti quando le bocce sarebbero state ferme. Perchè ce la venne a contare in anticipo dato che non aveva intenzione di spiegarsi?

    112. @Pivetti,
      come vede, oltre a Stefania Petyx, a GOKU e a chiunque altro legga e non si fa avanti ma condivide, c’è chi aspetta di conoscere le sue argomentazioni. io sono fra questi.

      sulla questione politica non credo che potrà mai essere convincente e lì, sono d’accordo, non credo che a molti possa fregargliene un granchè della sua opinione. Ma della opinione di un legale, che motiverebbe la tesi contraria all’opportunità di querelare, penso che in molti saremmo molto interessati a conoscere tutti i dettagli, soprattutto quelli tecnici, se ben spiegati anche ai profani e soprattutto non in legalese e senza sfoggio di latinorum.
      qui il parere di un azzeccagarbugli, o meglio dell'”avvocato del diavolo”, può essere decisivo a far comprendere, al di là dell’impopolarità di una tesi, le sue ragioni tecniche.

      sul serio, al di là dell’ironia che certi suoi interventi hanno a ragione suscitato, ci interessa sapere il suo parere tecnico. non si tiri indietro, dunque. chi getta il sasso e tira via la mano non fa una bella figura, specialmente quando si tratta di un professionista e si parla di deontologia.

    113. Ad ogni uomo che si sente tale :

      ” Ogni via è soltanto una via. Non è un affronto a voi stessi o ad altri abbandonarla, se è questo che vi suggerisce il cuore. Ma la decisione di continuare

      quella strada, o di lasciarla, non deve essere provocata dalla paura o dall’ambizione. Osservate ogni strada attentamente e con calma. Provate a percorrerla tutte le volte che lo ritenete necessario. Poi rivolgete una domanda a voi stessi, e soltanto a voi stessi:
      Questa strada ha un cuore? ”

      Carlos Castaneda, da “A scuola dallo stregone”

    114. Oggi (a differenza di ieri che ho esagerato e mi sono pure fatto riprendere da Rosalio) mi sono svegliato più buono.
      Dopo tanto dileggio, riflettendo a mente fredda, bisogna ammettere che l’Avv. Pivetti ce l’ha già detto: per motivi suoi (che possiamo anche non condividere ma – mi sento di dire – dovremmo rispettare) parlerà a bocce ferme. Vedrete che stasera – a tempo purtroppo scaduto – ci farà la sorpresa.
      Secondo me un minimo di desiderio di riabilitazione ce l’avrà (non tanto per i quei ragazzacci che stiamo a scrivere qui, ma per i tanti che leggono in silenzio)…
      Forza avvocato Pivetti, che quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare…accetti la sfida…

    115. C’è bisogno di un cuore?

    116. Non esageriamo, omertoso coi birillanti, lo stortolo carburato non si sbrindola fluttuando bensì assumendo un atteggiamento come se fosse molto carico. Per quanto concerne l’armandata storica, di seguito devi blindare però antioca colla spatella, come fosse antani per due con scappellamento a destra o a sinistra inconfutabilmente! Trattasi di supercazzola, chiaro.

    117. Ecco come e perchè si ottengono i voti in Sicilia !

    118. @ Goku
      eh si…l’avevo letto… che vergogna!
      P.S.
      per la birrazza agghiacciata quando vuoi…non so chi ha vinto ma offro io…caso mai aspettiamo ancora stasera….
      (…sorry anticipato Rosalio…)

    119. Riguardo Pivetti ( mi dispiace ma è impossibile da parte mia chiamarla signore), se è vero come è vero che ho capito, costui a giochi fatti ci inonderà di informazioni tecniche, di articoli e commi, sforbirà le parole, con luciferina arguzia ci girerà la frittata.
      INVITO TUTTI i Rosaliani a boicottarlo, fate passaparola, inviate e-mail e quant’altro per NON rispondere.
      Se il Pivetti scrive qualcosa (anche se la tentazione sarà forte) NON RISPONDETE, NON LEGGETELO nemmeno.
      SOLI, LASCIAMOLI SOLI.

    120. Invece di rispondere facciamo un Viaggio a Ixtlan.

    121. presente, sottoscrivo GOKU

    122. Goku ha assolutamente ragione…indignazione totale…
      ammetto anche di “essere andato fuori tempo” nel mio ultimo commento…rispetto a ieri è giusto cambi l’atmosfera…non è più il tempo del “babbio” ma di essere veramente inca++ati…

    123. fino a ieri ridevo di questi qui, pivetti in testa e il suo avanspettacolo.
      oggi è diverso, disertare la seduta è stata una cosa gravissima, che delinea esattamente la loro statura morale!

    124. Condivido tutto quello che hanno scritto Merighi, alfredo, Goku, R.M., Valentina, Libero e stalker, tranne una cosa: parlare di “statura” e di “morale” riferendosi a questi soggetti è come parlare di astrofisica al Grande Fratello.

    125. lo so che statura morale è fuori luogo, ma lo policy la devo passà, questi so’ pure avvocati…la querela non la fanno, ma magari me querelano a me….

    126. NESSUNA QUERELA! Non querela…ma si sapeva che finiva così

      http://www.livesicilia.it/2009/03/10/cammarata-sullamia-nessuna-querela-2/

    127. @ RM
      letto, grazie.
      .. ormai siamo all’avanspettacolo, non mi meraviglierei se da domani la giunta comunale si riunisse vestita con giacche a quadroni e paglietta in testa.
      Nino Taranto .. scusali
      (che buffoni).

    128. Cammarata aggiunge: “È mia ferma opinione che la mancata presentazione della querela non sia nè ostativa all’accertamento di un eventuale danno patrimoniale nè alla tutela dell’amministrazione, qualora il danno vi fosse”. “Sono cresciuto nella consapevolezza della tutela della legalità e su questo fronte – prosegue – non ho niente da imparare da suggeritori occulti o palesi”.

      so che l’vete sicuramente letto tutti, ma repetita iuvant.
      non amo i latinismi, ma comincio ad avere il dubbio che qui c’è chi non capisce l’italiano, magari va meglio col latino.
      avvocato pivetti, siamo a bocce ferme, inchiodate direi, ora ce lo spiega perchè la querela non conveniva?
      se si presenta, magari ci spiega pure perchè la mancata querela non è ostativa all’accertamento della verità.
      ora pendo dalle sua dotte e deontologiche labbra.

    129. Un’assoluta vergogna……e questa sarebbe la volontà popolare?
      Sembra la Repubblica delle Banane!

    130. .. guardate che per assurdo non gli dò torto.
      Al mio paese questa (l’ennesima) si chiama:
      ” Tuccata rì pusu”.
      Tu non reagisci? vuol dire che sei un cog1ione ed io posso fare quel che ca++o mi pare e piace per mantenere il mio stato di “pappone” (noi saremmo anzi siamo le tro1e).
      In inghilterra o in francia gli avrebbero dato fuoco.
      Qui … siamo …, garantisti? ( per pochi eletti)

    131. Certo che non è ostativa, se c’è qualcuno che vuole indagare ancora trovi il modo, mica glielo impediscono di cerarlo, il modo 🙂 Guardiamoci nelle palle degli occhi, siamo nel paese dei samurai?

    132. Mi sa che mister P. oggi era in consiglio comunale…

    133. per tutelare il diritto dei palermitani alcuni consiglieri hanno occupato l’aula consilare.Giovedì alle 17 Assemblea cittadina sempre in aula .

      PASSATE PAROLA!
      PASSATE PAROLA!
      PASSATE PAROLA!

    134. Venite in carne ed ossa. Schiodatevi dalla comodità della poltrona e del video. Che l’indignazione si materializzi. Nessuno è indispensabile, ma ciascuno è fondamentale!

    135. update: oggi alle 19,05 in via Pindaro è stata posata l’ultima tessera di mosaico in cristallo di rocca, che adorna ormai la via in tutta la sua lunghezza (marciaiedi inclusi, per evitare altre lettere di Alajmo)
      A quanto pare il mecenate Wurth si è subito prenotato per la manutenzione settimanale delle 264.843 preziose tesserine.
      Dall’amia fanno però sapere che, pur apprezzando l’offerta del mecenate, si occuperanno direttamente della lucidatura manuale.
      Hanno già infatti assunto (essendo finiti i parenti di consiglieri e trombati)la sorella di cenerentola e la cognata dell’olandesina.

    136. Psss Sig.ra Petix,
      ma non è che per caso le tessere del mosaico non sono in cristallo di Rocca ma sono in cristallo di Swaroski camuffate da cristallo di Rocca?

    137. Lo stesso Swaroski degli addobbi natalizi ? 🙂

    138. E del carro di Nostra Patrona Santissima Santa Rosalia aiutaci tu e tutti l’amici tua.

    Lascia un commento (policy dei commenti)