domenica 19 nov
  • Ecco chi è stato

    Cassonetto a Mondello

    Mi ero sempre chiesto quale demone incivile si impadronisse dei miei concittadini che buttano i sacchetti della spazzatura a terra anche in presenza di un cassonetto vuoto. Ho buone notizie per la gente comune: non siete stati voi. Ne ho avuto la certezza osservando il comportamento di una pattuglia Gesip in servizio a Mondello. Sono rimasti un paio di ore, e fin quando li ho potuti guardare non hanno mai lavorato al verde, ciò che in teoria sarebbe la loro missione aziendale.

    Anzi, paradossalmente, due di loro si sono dati a lungo da fare intorno a un cassonetto, ravanando con gli attrezzi alla ricerca di qualcosa, estraendo i sacchetti, aprendoli e spargendo il contenuto nel verde retrostante. Uno di loro ha trovato un pezzo meccanico che gli è piaciuto e se l’è portato a casa.

    Se qualcuno a Palermo fosse ancora interessato a questi dettagli, posso mettere a disposizione numero di targa del mezzo della Gesip e anche un breve ripugnante filmato.

    (in collaborazione con www.robertoalajmo.it)

    Palermo
  • 57 commenti a “Ecco chi è stato”

    1. Ripugnante…hai detto bene

    2. Non è usuale in questo territorio,ma per completare la denuncia il buon Alajmo dovrebbe inviare i dettagli alla Procura della Repubblica.Creerebbe un pandemonio,soprattutto alla sua vita privata.

    3. Attento che gli impavidi gesip men ti fanno causa per violazione della privacy, se diffondi il filmato…

    4. Credo che dopo questa pubblica denuncia sei moralmente obbligato a portare tutto alla Procura della Repubblica…

    5. Secondo me dovrebbe mettere online il filmato con la targa e i volti oscurati (come fa striscia o le iene per intenderci) e poi spedire il filmato senza censure alla Procura della Repubblica

    6. Ho detto che gli operatori gesip sono parassiti quanto quelli dell’amia, e che sicuri di non essere controllati da nessuno chiacchierano anzichè lavorare.
      Poi ho detto che meriterebbero la fine dei 20 operatori ecologici amia che il mese scorso sono stati raggiunti da un avviso di garanzia proprio perchè facevano finta di lavorare. Non capisco perchè il commento mi è stato cancellato.

    7. Io invece mi sono spesso chiesto chi lascia i cassonetti aperti con dei bastoni/aste ecc. a maleodorare…poi anch’io ho visto gli addetti svuotare il cassonetto e rimettere per bene il bastone al suo posto…

    8. quoto Nematocista

    9. State tranquilli. Quel che dovevo fare, l’ho fatto.

    10. Non voglio fare un discorso generale, ma tutte le volte che faccio un salto a Palermo e li vedo sulla circonvallazione a fumare… a fare pausa… Forse sono io che sono sfigato e passo sempre durante le loro pause, ma credo che ci sia poco controllo e nessun intervento sanzionatorio, anzi forse alcuni responsabili hanno pure paura…

    11. Roberto ma secondo te esiste il modo di poter convogliare (ad esempio in una casella di posta)i video e le foto che i cittadini scattano nei confronti di questi operatori che non fanno bene il proprio dovere e girarle poi tutte all’azienda di cui fanno parte?

    12. Luftwaffe sarebbe una bella rubrica per il blog.

    13. è terribile.. che rabbia che mi fa questa situazione! ancora più incredibile in un momento in cui migliaia di lavoratori vengono licenziati e questi criminali rubano uno stipendio senza neanche avere la dignità di compiere il loro lavoro.. il lavoro nobilita l’uomo, qui prodest affidarlo a chi è corrotto dall’ozio? spero vengano licenziati in tronco e gli vengano anche chiesti i danni

      lucio

    14. Bravo Roberto!!
      Che tristezza e che squallore.Non solo l’argomento,oggi come dice Luciano si dovrebbe cercare di rispettare il disagio di chi non lavora,anche la foto,quei cassonetti ci stanno prorpio benissimo…
      Ma mi viene un dubbio!non e’ che stavano per eccesso di zelo perfezionando la differezazione fatta da chi ha gettato li i rifiuti? no e….

    15. Più volte si vedono operatori amia non fare un cavolo di nulla…dalle mie parti ad esempio ognuno di loro è dotato di lapino…e vanno tutti a pescare al molo…lasciando tutto il lungomare sporco come prima…
      E’ assurdo che nessuno faccia dei controlli; dovremmo allora seguirli e filmarli noi comuni cittadini??
      Ripugnante è sapere che questa gente ha la fortuna di avere un lavoro e non lo svolge al meglio (ovviamente generalizzando)e chi ha una laurea ed è a spasso o lavora in dei cavolo di call-center in situazioni di precariato!!!
      Alajmo pubblica il tutto, fai la migliore cosa…

    16. -Nella cronaca di Palermo della “Repubblica” on line c’è una rubrica degli “orrori” dove ho inviato tempo fa la foto di un lavoratore Amia che passava le mattine a giocare a carte in via Volturno. Molti altri lettori si sono accodati e pubblicato foto di altri lavoratori.

      -I cassonetti sono tenuti aperti perchè a Palermo i suoi cittadini sono degli inguaribili gentlmen che considerano portare il proprio sacchetto di immondizia direttamente al cassonetto come un gesto troppo plebeo. A questa incombenza sono destinati i portinai ed affini che a pagamento si prestano. Per facilitare la loro opera è bene quindi che i cassonetti siano perennemente spalancati.

    17. I cassonetti sempre aperti sono uno scempio. Tuttavia se così non fosse sarebbero assolutamente insufficienti (sono sempre talmente pieni che non potrebbero essere chiusi). Inoltre ho potuto notare che, quando sono chiusi, molte “civilissime” persone abbandonano i sacchetti accanto agli stessi e non provano neppure ad aprirli.

    18. Purtroppo alla Gesip pensano a tutto tranne che far lavorare i loro dipendenti e quindi credo che nessuno raccoglierà questa “segnalazione”.

    19. Gaspare,
      non solo accanto,
      anche altrove.
      Vedi
      http://www.flickr.com/photos/33427238@N06/3131428930/

    20. Esiste qualcosa che chiamano, credo, “reporter diffuso”. Credo che lo stesso Rosalio sia un ottimo collettore delle denuncie documentate dei singoli cittadini.

    21. Che vadano tutti a casa questi fannulloni.
      Licenziati e senza pietà neanche per le loro famiglie.

    22. Io non vorrei vederli rovinati, invece, Numeroprimo. Vorrei che lavorassero.

    23. quoto, con tanta amarezza addosso, le parole di luciano la vecchia!

    24. Affinche queste persone lavorino per quello che sono pagati, bisogna assumere delle ronde che li controllino.

    25. Perchè devono piangere le famiglie di questi lagnusi?
      Che colpa ne hanno le mogli, i figli?
      Ha ragione Roberto,perchè rovinarli? dovrebbero essere ripresi, magari multati, provare la paura di essere licenziati, ma poi essere costretti a lavorare, che è quello per cui sono pagati. La colpa, è come sempre, della mancanza atavica di controllo, per cui ognuno fa quello che vuole, anzi non fa quello che non vuole.
      E comunque in Sicilia manca la cultura del lavoro, e
      questa è una piaga sociale !

    26. Ronde che controllano, paragonabili ai vigili urbani. In Cina lo fanno, funziona.

    27. alla Gesip c’è anche il caso di dipendenti LAUREATI costretti a svolgere manzioni da inservienti.

      l’azienda ignora questa che forse non reputa una grande risorsa, per la collettività e per l’azienda stessa…che caproni!

    28. @Raìs: lei non fa parte di questa categoria immagino, visti gli svarioni grammaticali…

    29. I Vigili Urbani Italiani sono del tutto paragonabili agli operai Gesip
      Si tratta di una categoria i cui lavoratori sono tutti equiparati e distinti solamente per anzianità di riscaldamento del posto.
      Nessuno ha esclusive mansioni di comando, controllo e sanzionamento.
      In Cina c’è una dittatura, quindi è ovvio che le cose funzionino per bene. Altrimenti……..

    30. cavernicoli, trogloditi!

    31. purtroppo ben pochi tengono davvero a palermo, impiegati pubblici come semplici cittadini…
      Disinteresse e falsa furbizia…non c’è più alcuna speranza, alcuna.

    32. Amia Gesip e similari fanno parte di un unico ingrannaggio che mal funziona perchè mal progettato.
      A monte cè una cattiva organizzazione dello smaltimento dei rifiuti sappiamo tutti di che “cosa” si tratta.

      Le verità nascoste iniziano a vacillare.

      Oltre il “report diffuso”,
      quindi il solo “guardare” e “fare vedere” ,
      occore agire.

    33. @ Numeroprimo ed altri
      Non servono le ronde, la Gesip ha un sistema capillare (almeno sulla carta) di controllo che farebbe invidia alla CIA (dove si controllano uno con l’altro).
      Questo sistema ci costa milioni di euro.
      Per la cronaca, il sindaco di Palermo che ultimamente ha dichiarato che LSU e vari sono una palla al piede della città, è uno dei creatori della Gesip (l’ho promesso tante volte, ma spero presto di farvi avere il video del 1° natale Gesip dove Cammarata e Miccichè s’inorgogliscono davanti alla “loro” creatura).
      E’ vero, la Gesip, ha gli spazzini laureati e livelli piu alti di questi (molti ), analfabeti ma … con una referenza; … hanno almeno 5 anni di galera alle spalle, molti sono andati in galera “durante”, e molti haimè sono in attesa d’andarci.
      Come avete scritto, le segnalazioni dei cittadini non sono mancate, e allora : CHE FARE?
      PUNIRE GLI OPERATORI? ( che se ne sbattono delle 1.350€ perchè fanno anche i “quarumari” guadagnando molto di piu).
      *********************************
      SOLUZIONE:
      Alaimo denuncia (già fatto mi sembra), individuo la squadra, VEDO chi è il controllore e lo sanziono multandolo dell’1% dello stipendio;
      VADO PIU SU, individuo chi è il coordinatore dei controllori e lo SANZIONO multandolo del 15% dello stipendio;
      VADO PIU SU, (tiritera come sopra) e SANZIONO del 30%, e così via.
      SCOMMETTIAMO che pur non sanzionando i “diretti responsabili” queste cose non succederanno piu?
      Che poi .. chi sono i VERI responsabili? cioè, è mai possibile che i manager Gesip non passino mai da queste strade? dal famoso prato a cui il sindaco dedicò persino una torta per festeggiare la sua ( discussa) rielezione?
      Ed infine per essere chiari anzi di piu, il colpevole di tutto questo?
      Il Centrosinistra!
      He sì, perchè personalmente se non mi mostrano i conti della Gesip ( come è avvenuto per anni, e non so ora), io manco ci entro piu al palazzo, mi metto sotto i portici e faccio un volantinaggio spiegando alla gente che non posso partecipare a delle sedute occulte, sono lì per loro.
      Buonanotte.

    34. Grandissimo servizio di stefania petyx sull’amia.lo ritrovate su http://www.striscialanorizia.it puntata del 01 04 09
      da non perdere!
      grande stefania!
      ws

    35. ma sarà stato un pesce d’aprile!

    36. Intanto Stefania ha fatto un bel servizio, breve e sintetico.

      Chissa’ se un giorno riuscira’ a incontrare Cammarata e riservarci una intervista tutta per Noi….
      Cammarata potrebbe scioglierci ogni dubbio, magari è solo colpa nostra che non lo capiamo!

    37. Per non parlare dei tornei di briscola che gli stessi fanno nel casotto di fronte il convento al Foro Italico…

    38. Ma perchè non andiamo tutti quanti dvanti alla sede di questi buffoni a protestare? Perchè dobbiamo sempre stare fermi con le mani in mano aspettando che gli altri risolvano i problemi per noi. Dove sono i politici dell’opposizione? Perchè stiamo fermi davanti a un pc a scrivere indignati e invece non andiamo davanti alla sede della Gesip e li blocchiamo li dentro per una settimana intera come fanno nel resto del mondo per ora con i dirigenti delle aziende fallite di falliti? ahhhhhhhhhhhhhhhh sarebbe stupendo!!!!!!!! Un sogno!

    39. Ma la situazione migliora già,e che non state attenti …
      http://img12.imageshack.us/my.php?image=02042009005.jpg
      Via U.La Malfa, passavo e non ho potuto fare ammeno di scattare..
      Certo,andare a contestare a dei “lavoratori” che come dice Goku: la Gesip, ha gli spazzini analfabeti ma … con una referenza; … hanno almeno 5 anni di galera alle spalle, molti sono andati in galera “durante”, e molti haimè sono in attesa d’andarci.
      Mi sà di rischioso,avete mai provato a guardarli quando fanno gli LSU (Lavora solo uno) “forse”,la sfida e’ immediata il minimo che ti dicono ma che m…. ci talia?..non lo sò.Già rischio la vita ogni giorno grazie alle condizioni dell’asfalto,non vorrei che significasse sfidare troppo la fortuna..Qui a mio modestissimo parere si deve fare intervenire chi puo’ e sà difendersi..magari secodo qualcuno o più sbaglio,o appaio come uno che ha paura,in realtà,sò che lo scontro diverrebbe inevitabile,e credetemi anche se siete nel giusto e vi state difendendo,poi sono anni di procedimenti penali e soldi…
      Che intervenga chi è pagato per farlo.

    40. l’ho scritto già altre volte, lo ripeto. La Sicilia dentro il similpaeseitalia non ha nessuna speranza di salvezza. Gli pseudo-politici locali non sono buoni neanche per amministrare un condominio. Allora l’unica soluzione per la salvezza della Sicilia, dato che non lo chiederanno i siciliani di loro volontà, é il commissariamento da parte della comunità europea. La Sicilia gestita per almeno 30 anni da veri managers scandinavi, tedeschi, etc. impiegati dalla comunità con obbligo di risultati, e a loro disposizione un “esercito” di centinaia di funzionari per controllare l’efficienza sul territorio, in tutti i settori della vita pubblica. Forse 30 anni basterebbero per formattare i cervelli dei siciliani, per inculcare mentalità evoluta e moderna. In parallelo si creerebbero scuole di formazione alla gestione della vita pubblica, tipo l’ENA in Francia, con esami finali a Bruxelles davanti commissioni internazionali, quindi senza possibilità di ammuini. Dopo i primi 30 anni di gestione esclusivamente internazionale gli indigeni aspiranti amministratori ABILITATI sarebbero inseriti accompagnati dai suddetti managers non prima, pero’, di avere effettuato stages di almeno due anni in una capitale europea nel settore dell’amministrazione pubblica… oltre a questa soluzione non ne vedo altre, in ogni caso nessuna soluzione verrà da dentro, dove si pratica da secoli il lamento perpetuo non seguito da fatti concreti. Né tantomeno esistono soluzioni possibili continuando a fare parte dei meccanismi perversi del similpaeseitalia, dove la Sicilia serve solo come riserva di voti e popolo di consumatori improduttivi, cose che beneficiano al vero paese italia, quello del centro-nord.
      Chi comincia a chiedere l’applicazione del commissariamento? Chi fonda il movimento allo scopo?

    41. …intendo, ovviamente, impiegati e stipendiati dalla comunità EUROPEA…

    42. ho estrapolato il video e l’ho caricato su youtube oper agevolarne la visione http://www.youtube.com/watch?v=FvPWpc0ZbyI

    43. na discarica!!!!

    44. Update: nello stesso punto oggi una squadra della Gesip ho potato gli alberi e ripulito le aiuole.

    45. Spero che gli addetti all’ ordine della città leggano questo post, e che si interessino denunciando il tutto alla Procura della Repubblica.

      Spero che si indaghi sui due signori in questione e che becchino il massimo della pena se colpevoli….
      (ma le immagini parlano chiaro)

    46. Gigi
      ne fai un problema di qualita’ e managerialita’.
      Avessi sentito come tuonava poco fa ad Omnibus (la 7)
      Santo Versace,secondo cui mancano all’appello almeno (stima ) 50 m.di di euro x anno,nella spesa pubblica,
      per cui verrebe pagato 2 quello che costa 1.
      A chi compete il controllo?

    47. Gigi
      ne fai un problema di qualita’ e managerialita’.
      ma pare che mancano all’appello almeno 50 m.di di euro x anno,nella spesa pubblica.
      Cosi’ emerge in varie trasmissioni TV.

    48. verrebbe

    49. Update dell’update: 24 ore dopo, i rami potati sono ancora in mezzo alla strada.

    50. Update dell’update dell’update: proprio in questo momento le stanno raccogliendo.

    51. ma le Autorità stanno intervenendo per PUNIRE i colpevoli del video?

    52. A me ha chiesto il video solo un signore che ha detto di essere un funzionario Gesip. Ma la qualifica non è sicura. E comunque non si è più rifatto vivo.
      La polizia è stata avvertita immediatamente, ha visionato la clip, ma non so se c’è un seguito.

    53. io ho casa sul lungomare c.colombo (quella che qualcuno definì argutamente “periferia degradata di lusso”);
      beh anche qui è pieno di casette in legno i cui occupanti , lavoratori di varie cooperative , trascorrono il loro tempo dedicandosi a vari giochi di carte o all’elioterapia in attesa della fine della faticosa giornata .
      Inoltre vedo molto spesso torme di “lapini” bianchi
      dai quali scendono omini verdi (non sono alieni purtroppo)che con il loro “crocchio” (trad. gancio )traggono con maestria fuori dai cassonetti oggetti di tutte le foggie da potere rivendere nei vari mercatini .
      I primi tempi ai signori che erano soliti lanciare sacchetti d’immondizia con scarsa precisione dalle auto
      o altro tipo di rifiuti (dal frigorifero al salottino ormai demodè )cercavo di redarguirli ….
      ma l’unica cosa che ho ottenuto è stata la consapevolezza di avere un ottimo scatto sui cento metri quando questi risentiti tentavano di farmi capire l’inutilità delle mie proteste (con il crocchio di cui sopra).
      la primavera tarda ad arrivare…

    54. roberto quando puoi, fatti un giro dalle parti della biblioteca regionale, c’è da ridere!

    Lascia un commento (policy dei commenti)