martedì 21 nov
  • Lavoratori Amia pronti a una nuova agitazione

    I sindacati dei lavoratori dell’Amia hanno scritto ieri al prefetto facendo presente che sono pronti a proclamare lo stato di agitazione degli addetti alla raccolta rifiuti qualora non ricevano risposte in tempi brevissimi sugli impegni assunti in Prefettura, che riguardavano in modo particolare gli interventi in tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori, gli investimenti relativi ai mezzi e alle infrastrutture e gli stipendi dei lavoratori Amia.

    Palermo
  • 7 commenti a “Lavoratori Amia pronti a una nuova agitazione”

    1. Mah! Prima li votano e poi si lamentano.

    2. Il problema dell’AMIA non è il buco di bilancio, ma tutti questi dipendenti “Galoppini” elettorali che di certo non sono persone per bene (almeno una buona parte)…
      Perché i sindacati non fanno una saggia valutazione di assunzione di responsabilità?
      Perché non portare i libri in tribunale e fare un bando di gara per la raccolta dei rifiuti?

    3. tutti in mezzo ad una strada e gara europea per la gestione dei rifiuti.

    4. I lavoratori dell’AMIA “potrebbero entrare in stato di agitazione”? Allora, vedi che qualcosa la fanno?

    5. vorrrei rispondere a tutti quelli che parlano male dei lavoratori AMIA , certo che in 2500 lavoratori ci sono sempre quelli cosiddetti fannulloni ma in questo nessuno può farci nulla .il fatto che non è giusto che si faccia di un’erba tutto un fascio perche in questa azienda ce anche chi lavora e toglie tutti i giorni la spazzatura che noi palermitani incivili produciamo molte persone parlano soltanto per invidia perche magari non hanno avuto la possibilità di lavorare in qualche ex municipalizzata m anon abbiate paura un giorno ci riuscirete
      poi volevo rispondere a quelli che vorrebbero mandare tutti a casa e fare un bando per la nuova gestione magari privata dei rifiuti e dirgli ,ma secondo voi in questo periodo di crisi qualè il privato con più soldi ke investirebbe in in un’affare ke ke se non fai un’illecito non ci guadagni granchè? non lo sapete ? la mafia

    6. @ angelo,
      a parte il fatto che personalmente, a prescindere dallo stipendio io ho sempre dato il massimo al lavoro (anche 13 ore al giorno per 620€ netti!) e francamente penso che, considerate le condizioni pietose di questa città, i fannulloni siano la maggioranza, non la minoranza.

      per quanto riguarda la tua seconda domanda 1) perchè la mafia non c’entra nulla con l’amia? 2) non lo sapremo mai, perchè in questo paese, che infatti va benissimo, non c’è assolutamente cultura di mercato.. se così fosse probabilmente un paio di milioni di siciliani sarebbero già emigrati, è vero, ma in compenso gli 3,5mln non vivrebbero in un paese nordafricano…

    7. guarda mi dispiace per il tuo stipendio
      ma per quanto riguarda la mafia possibile vincitrice di una gara per i rifiuti vai a guardare l’intervista fatta al presidente lo cicero dove si parla di ECO-MAFIA e leggiti il rapporto conseganto a napolitano e poi dimmi

    Lascia un commento (policy dei commenti)