mercoledì 13 dic
  • Sindaci del palermitano in piazza per l’emergenza rifiuti

    I sindaci e gli amministratori di 65 comuni del palermitano sono scesi oggi in piazza e si sono recati a Palazzo d’Orleans per chiedere un intervento per risolvere l’emergenza rifiuti. Ieri a Bagheria le scuole di ogni ordine e grado sono state chiuse per protesta.

    AGGIORNAMENTO n.1: la giunta regionale ha stabilito lo stanziamento di quattro milioni di euro per la soluzione dell’emergenza.

    AGGIORNAMENTO n.2: è partita la raccolta straordinaria.

    Palermo
  • 4 commenti a “Sindaci del palermitano in piazza per l’emergenza rifiuti”

    1. “Ieri a Bagheria le scuole di ogni ordine e grado sono state chiuse per protesta”. Non per protesta ma con ordinanza del sindaco di Bagheria, si dispone la chiusura dal 12 novembre, di tutte le scuole della città di ogni ordine e grado, sino a quando non saranno ripristinate le normali condizioni igienico-sanitarie-ambientali.

    2. Anche il comune di misilmeri ha adottato la stessa “soluzione”. Scuole chiuse. Così dopo aver negato alla cittadinanza il diritto alla salute…miniamo il diritto allo studio.
      aspetto con ansia la prossima bolletta sulla “munnizza” che ovviamente noi ingenui continuiamo a pagare…

    3. In un contesto di assuefazione alla spazzatura, la normalità di un paese di provincia può fare notizia? Il caso Marineo (provincia di Zurigo), da leggere (eventualmente) su:
      1) http://piazzamarineo.blogspot.com/2009/11/in-un-contesto-di-assuefazione-la.html
      2) http://www.misilmerinews.it/articolo.asp?idNotizia=1249

    4. Marineo sta dando un grande esempio a tutti gli altri paesi della provincia. Hanno buon senso i cittadini a fare la differenziata cosa che dovremmo fare tutti. Oltre a Marineo ci sono altri paesi della Sicilia che attuano la differenziata e sono sempre puliti. Per cominciare non ci vuole molto, basta fornire i kit per la differenziata, usando i soldi pubblici per cose utili.

    Lascia un commento (policy dei commenti)