martedì 22 ago
  • 13 commenti a “Spazzatura e novità”

    1. in alcune zone gia si sono rubati le ruote -.-

    2. Se solo ci fosse un minimo di controllo del territorio e 50 telecamere a presidiare risparmieremmo tanti soldi pubblici ed educheremmo tanti palermitani

    3. @Davide:
      le telecamere servono a poco. Il tempo che si inquadra un reato e una pattuglia arriva chi stava facendo qualcosa di illecito o sbagliato se ne è andato. E poi che fai? Lo vai cercando case case per contestargli che ha buttato la spazzatura fuori dall’orario di conferimento?
      Il problema per me è sempre dalla polizia municpale che ha perso totalmente credibilità…loro fischiano e tutti se ne infischiano!

    4. KK,
      sotto casa mia, in pieno centro residenziale (Via Albanese) dalla sera al mattino escono fuori, porte, materiali edilizi, gabinetti, residui di stalle (fieno e cacca di cavallo), lavatrici, frigoriferi, tapparelle di finestre e quanto altro possibile ed immaginabile e non immaginabile. Il problema non è tanto il conferimento fuori orario, che è anch’essso un problema, ma il conferimento di rifiuti speciali quali quelli edili che trasformano i cassonetti in discariche.
      Abbiamo tanti LSU che potremmo farci un esercito ed abbiamo il problema di non riuscire a sorvegliare questo tipo di eventi; è un nonsenso, una follia tipica del sud italia sulla quale a quanto pare ci sono interessi così forti da rendere impossibile ogni forma di cambiamento.

    5. L’amministrazione comunale prende come sempre in giro i cittadini palermitani imponendo la raccolta differenziata che di per se è valida è condivisibile ma purtroppo è imposta ai palermitani senza merito e metodo.
      prima di imporre la differenziata che di differenziato nulla ha tranne l’ennesimo disagio, il comune DEVE: 1° mandare a casa e/o riformare tutta questa massa di pseudo spazzini che non garantiscono per nulla la pulizia della città che rimane strapiena di MUNNIZZA sparsa qua’ e la : 2°incentivare i cittadini palermitani attaverso gli sgravi sulla tarsu come si fa in tutti i COMUNI CIVILI del centro nord Italia e non al contario aumentare la tarsu non garantendo servizi come ad esempio il ritiro dei materiali ingombranti ( il centralino piu’ chiami piu’ ti lascia sbattere) e pagare solo stipendi o inventarsi presumibilmente posti di lavoro con la raccolta differenziata e per chi la deve gestire. 3°informare i cittadini sul ciclo dei rifiuti ( che fine fanno?) W la differenziata guardate in giro e meditate

    6. personalmente sono contento del servizio porta a porta. Gli unici problemi sono dovuti a chi continua imperterrito a conferire i rifiuti nal posto dove c’erano i cassonetti. Basta poco per organizzarsi i casa. Per i miei figli è quasi un gioco. Con poche ricerche su internet ho trovato elenchi di materiali con indicato il contenitore giusto per la raccolta. Poche parole e tanti gesti faranno cambiare questa città.

    7. In quanto al servizio raccolta rifiuti ingombranti, invece di usare il telefono, usate la mail. Funziona!

    8. @carlo Gli pseudo spazzini,come li chiami tu,ieri hanno pulito una montagna di rifiuti lasciata dove una volta c’erano i cassonetti dell’indifferenziata ed ora ci sono i nuovi bidoni,che ieri erano sommersi dai sacchetti della spazzatura lasciati dagli incivili di turno. Il risultato è che ora c’è una nuova montagna di spazzatura a sommergere i nuovi bidoni.
      Quindi è colpa degli pseudo spazzini se l’inviltà dilaga?

    9. sono i cassonetti di fronte il pensionato universitario san saverio

    10. scusate, ma già i netturbini hanno scritto quell’orrido numero con la vernice giusto per rovinare con le loro mani l’improbabile estetica dei nuovi cassonetti?
      è una cosa che mi sono sempre chiesto… perchè… perchè fanno questo?
      perchè spendono soldi per incontrare anche il gusto estetico e poi sono loro i primi a rovinarli?

    11. giova2010, dirti che mi fa piacere che gli “pseudo spazzini” hanno pulito e superfluo perche’ hanno fatto “una volta tanto” cio’ per cui sono pagati e stati assunti peccato che sono in pochi a farlo e solo in alcune pochissime parti della città, e che questo avviene dopo anni di mala gestione del personale, sara’ perchè temono il licenziamento o qualche foto che li ritrae al bar o a vendere panelle come da ultime notizie di cronaca? chissà, comunque non vi è dubbio che ai cittadini manca la cultura del vivere civile ma da parte dell’amministrazione manca l’incentivo e la comunicazione e l’informazione nonchè l’organizzazione seria del servizio.

    12. Questa è Palermo : Circa tre mesi fa hanno ingombrato casa dei miei genitori con i contenitori per la raccolta differenziata da oggi era il gran giorno, doveva essere l’8 ma comunque, ieri sera l’AMIA fa sparire dalla strada i classici contenitori indifferenziati, ebbene stamane arrivano puntuali i furgoni a noleggio dell’AVIS RENT A CAR udite, udite cosa succede !!! Portano via i contenitori condominiali che avevano consegnato prima adducendo che la strada non è prevista, per il momento, nel piano della raccolta differenziata!!
      Notizia falsissima, come si evince dall’O.S. N°81 DI CUI AL LINK seguente: http://www.comune.palermo.it/comune/settori/ambiente_territorio/ordinanza_81.pdf
      Ma ora mi domando a che cosa serve ritirare i contenitori dell’indifferenziata e quelli della differenziata in una strada della città di Palermo ?
      Serve a creare sempre più emergenze ed a sprecare i soldi pubblici ? INCENERITORE, INCENERITORE, O INCENERITORE
      MEDITATE GENTE MEDITATE!

    13. che tristezza :'( ma che dobbiamo fare? io voglio cambiare sta cittààààààààààààààààààà!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)