giovedì 19 ott
  • Si presenta “Cinico TV – 1989-1992” al cinema Jolly

    Alle 21:00 verrà presentato al cinema Jolly (via D. Costantino, 50) il dvd e il libro Cinico TV – 1989-1992 di Daniele Ciprì e Franco Maresco. Ingresso libero.

    Il dvd è il primo volume della serie più estrema e corrosiva, cupa ed esilarante, disfatta e disfattista, oltraggiosa e rigorosa della televisione italiana. Nel libro c’è un’introduzione di Enrico Ghezzi, conversazioni con Daniele Ciprì e Franco Maresco, uno “storico” testo di Alberto Farassino, interviste originali a Anna Manzo, Angelo Guglielmi e Goffredo Fofi, testimonianze di compagni di strada di Cinico TV (Giuseppe Lo Bianco, Marcello Benfante, Silio Bozzi, Mario Bellone), un contributo di Emiliano Morreale, un’antologia critica e un dizionario dei personaggi.

    Daniele Ciprì e Franco Maresco - “Cinico TV - 1989-1992”

    Palermo
  • 14 commenti a “Si presenta “Cinico TV – 1989-1992” al cinema Jolly”

    1. non voglio discutere del valore dei due registi, penso solo che utilizzare dei soggetti chiaramente disturbati non sia corretto, come non sia corretto utilizzare dei minori, e poi perche” non coinvolgevano nelle loro opere l’altra parte “sana” della citta’ : professori, avvocati, notai, imprenditori, prelati, amministratori o un sindaco…. e gli proponevano di girare una scena di accopiamento con un asino, o di travestiti da puttana per dirne una…….facile farla fare a un disabile psichico……ridono tutti, anche perche” di deficienti il mondo e’ colmo… ma…. vorrei vedere se un vostro parente con problemi psichici lo ritrovaste in un film mentre e’ costretto e ripeto : COSTRETTO 8in quanto inconsapevole) a simili porcherie !!….. i fenomeni da baraccone sono piuttosto la gente cosiddetta “normale” di questa citta”…. che girino loro i film di cipri’ e maresco e lascino in pace i poveri disgraziati !!
      .e non mi si dica che anche Pasolini faceva lo stesso, non scherziamo !! sia Pasolini che tanti anni prima Tod Browning con il suo “Freaks” hanno fatto lo stesso, la differenza e” che Pasolini e Browning davano dignita” a questi disgraziati e non li “usavano” costringendoli a tutto, ma anzi come nel caso di Browning evidenziandone la diversita” si arrivava alla constatazione che era dietro la “normalita”” che si celava la mostruosita”, insomma…. non e” il caso di cipri’ e maresco….

    2. Rarissimo fenomeno d’avanguardia prodotto in Sicilia negli ultimi 20 anni. Geniali.

    3. CINICOtv; il nome è chiaro.
      A me faceva ridere tantissimo, mi piacevano i siparietti.
      Ero convinto fossero attori che “recitavano” apunto la parte del demente/disturbato/pazzo di turno.
      Poi scoprii essere VERAMENTE personaggi con patologie.
      Dal quel giorno non lo vidi più.

    4. SEMPLICENTEMENTE GENIALI…

    5. AHAHAHAH… MA CHE HO SCRITTO…??

    6. affascinante e disturbante allo stesso tempo…
      è la teoria del cane spiaccicato in autostrada adattata per il “piccolo” schermo:
      Tutti ne sono nauseati ma non si può distogliere lo sguardo.
      protagonisti non sono freaks ma personaggi reali che incontravamo tutti i giorni Francesco tirone in primis con la sua bici da corsa prima e nell’ultimo periodo con una bici da ragazzino dopo che la prima gli venne rubata (da qualche vero “mostro” panormita)

    7. @michelangelo: non credo che nessuno sia stato costretto e poi se si chiama cinico tv un motivo ci sarà.

    8. Michelangelo: le sue argomentazioni non sono valide, perché copiate. L’abbiamo sgamata. Distinti saluti

      http://www.balarm.it/articoli/vis.asp?IdArticolo=7276

    9. capitano di sventura@ quei personaggi “reali” che incontravi tutti i giorni e che hai visto su “cinico tv” erano soggetti con turbe psichiche, e come tali non in grado di intendere e di volere quindi involontariamente costretti (vero sfincione?)e’ uguale che per un minorenne, questa e’ legge:art.643 del codice penale… il paradosso e’ che le pellicole di cinico tv sono state censurate per vilipendio alla religione (il grande fratello e l’isola dei famosi dovrebbero essere chiusi da un pezzo….) senza prendere minimamente in considerazione questo aspetto,non vi fa riflettere? i minori e i disabili sono ctg da salvaguardare, i loro diritti sono uguali a tutta la gente “normale”, cipri’ e maresco hanno utilizzato nei loro film dei disabili psichici, vi rendete conto della gravita?!?

      Ludovico Ferdigotti Gialdini

    10. @Michelangelo: a parte le tue pallosità veltroniane, hai pensato che magari queste persone sono state trattate con affetto, si sono divertire, si sono sentite apprezzate per il loro lavoro?

    11. pallosita’ veltroniane….ma cosa dici come ti esprimi !! usa meglio la lingua italiana, le parole sono importanti, queste persone con chiari segni di disagio psichico, prima di essere impegnati in un set cinematografico bisognava per rispetto alla loro dignita’: 1° consultare un loro familiare e constatare se erano in terapia 2° consultare eventualmente lo specialista che li aveva in cura 3° valutare con il consenso sia del familiare che del medico, se un eventuale impegno in un set cinematografico fosse opportuno 3° se c’erano questi presupposti e se il soggetto psicolabile era propenso a questo impegno, iscriverlo all’ENPALS fargli un regolare contratto con giusta retribuzione.
      Ma le mie sono solo “congetture”…… perche’ sicuramente sara’ stato tutto fatto……

      Ludovico Ferdigotti Gialdini

    12. OMG adesso cita pure Moretti…non ti bruciare tutto l’altarino in un colpo e sciogliti un po’ Ferdigotti Gialdini vien dal Mare 😉

    13. “non ti bruciare tutto l’altarino in un colpo e sciogliti….” ma cosa dici come ti esprimi !! usa meglio la lingua italiana, le parole sono importanti,non riesci proprio a rispondere alle mie argomentazioni? perche’ C&M non rispondono anche loro?! fanno finta di niente? facile fare una serata di celebrazione della loro “opera” (avranno invitato gli attori che li hanno resi noti?….)circondati dalla “intelligenzia” e dala “sana” borghesia “intellettuale” palermitana (mica soggetti disturbati….) tutti pronti ad incensarli…… mica si possono confrontare con un povero plebeo ignorante e mentecatto come me, che scrive “panzane” in un blog?….

      Ludovico Ferdigotti Gialdini

    14. Dalle tue parole, e dal fatto che scrivi in più blog, firmandoti con diversi nickname, mi viene da pensare che tu abbia un accanimento personale contro C&M. Perchè? Chi sei?
      Dici che loro dovrebbero risponderti, perchè invece non ti palesi tu in pubblico e avanzi le tue accuse guardandoli in faccia. Le tue accuse sono gravi, perchè non li denunci alle autorità competenti? Non sai che chi non denuncia, essendo a conoscenza di un crimine, è complice dei criminali?

    Lascia un commento (policy dei commenti)