mercoledì 18 ott
  • Diego Cammarata si è dimesso

    Diego Cammarata

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha rassegnato le dimissioni. L’annuncio è stato appena dato in conferenza stampa a Villa Niscemi.

    Cammarata era stato eletto il 25 novembre 2001 e poi rieletto il 14 maggio 2007.

    Ha affrontato diversi procedimenti, alcuni dei quali sono ancora in corso.

    AGGIORNAMENTO: video di Giancarlo Macaluso.

    AGGIORNAMENTO n.2 (ore 13:00): segui la diretta su twitter. In questo momento #Cammarata è nelle Tendenze Italia.

    #Cammarata in Tendenze Italia

    AGGIORNAMENTO n.3: Cammarata ha dichiarato: «Ho sempre considerato il mio ruolo di sindaco una missione alla quale dedicarsi per servire la collettività, privilegiando sempre interesse collettivo e mai quello particolare, ed è proprio per amore per la mia città e perché ho sempre pensato all’interesse generale e non a quello mio personale che adesso ho deciso di dimettermi. Il mio, dunque, è un gesto d’amore per la città e dopo dieci anni di mandato me ne vado a testa alta. […] Passo la mano con l’orgoglio di lasciare i conti in ordine e un bilancio strutturalmente sano. Ho chiesto alla Ragioneria generale del Comune di predisporre un bilancio di fine mandato accompagnato da una relazione sullo stato delle nostre finanze per evitare che qualcuno straparli in maniera irresponsabile di un comune sull’orlo del dissesto o di grave situazione di indebitamento». Ha poi aggiunto: «Non ho nessuna poltrona pronta, torno a fare l’avvocato e mi occuperò della mia famiglia»

    AGGIORNAMENTO n.4: Cammarata ha dichiarato: «Tra qualche giorno saremo in piena campagna elettorale e se il presidente Lombardo in questi anni non ha avuto alcuna attenzione per Palermo figuratevi che atteggiamento potrebbe tenere nei prossimi mesi. Non intendo dare alibi a nessuno, né a lui, né al centrosinistra, né al consiglio comunale. […] Ho portato a termine il mio impegno e penso sia venuto il momento di passare la mano. Credo che una gestione commissariale costringerà la Regione ad assumersi piena responsabilità nei confronti di Palermo. Lombardo non lo ha fatto nel passato e con me sindaco non lo farebbe di certo nei prossimi mesi di campagna elettorale. […] Con una gestione commissariale e una maggioranza in consiglio commissariale omogenea al governo regionale Lombardo dovrà fare quanto non ha mai fatto in questi anni. Spero faccia il proprio dovere e sarebbe l’ora lo faccia il consiglio comunale che da due anni in mano al centrosinistra ha solo prodotti gettoni per i consiglieri comunali».

    AGGIORNAMENTO n.5: Rita Borsellino, candidata alle primarie del centrosinistra, ha dichiarato: «La parabola del centrodestra palermitano si è conclusa nel modo più vigliacco. Cammarata si è dimesso per non affrontare l’enorme buco di bilancio creato con la sua amministrazione fallimentare. Per salvare il Comune, noi palermitani saremo costretti nei prossimi mesi a pagare un conto salatissimo e a sostenere sacrifici enormi. Altro che amore per la città. Il suo è l’ultimo atto di irresponsabilità di chi, supportato da una classe politica di centrodestra che adesso prova a riciclarsi, ha distrutto la nave e l’abbandona mentre affonda».

    AGGIORNAMENTO n.6: Davide Faraone, candidato alle primarie del centrosinistra, ha dichiarato: «Cammarata ha fallito e va a casa. Una cosa è certa: il centrosinistra da oggi non ha più alibi. L’opposizione a chi ha distrutto la città o diventa proposizione concreta per Palermo o in primavera avremo come sindaco la sua fotocopia. È il tempo di scrivere una pagina davvero nuova che aiuti Palermo a tornare “prima”. Sì, “Prima Palermo”».

    AGGIORNAMENTO n.7: il presidente della Regione Raffaele Lombardo ha dichiarato: «Diego Cammarata è il peggiore sindaco della storia di Palermo. Ha distrutto una città meravigliosa e oggi fugge tentando di scaricare su altri le evidenti responsabilità della sua pessima amministrazione. Ci vorranno anni e anni di lavoro faticoso per risanare Palermo. La Regione, che ha titolarità per nominare in tempo brevissimo un commissario, farà, come sempre ha fatto, la sua parte e tutti gli sforzi saranno orientati al rilancio di questa meravigliosa città».

    AGGIORNAMENTO n.8: il candidato a sindaco Fabrizio Ferrandelli ha dichiarato: «Per Palermo non cambia niente, è da anni che Cammarata è scomparso dalla sua città. Nessuno ne sentirà la mancanza anche perché ci ha abituati alla sua assenza. Palermo non ha mai avuto una gestione tanto fallimentare come quella di Cammarata, un’Amministrazione così invisibile se non per i danni e i buchi che lascia in eredità. Con le sue dimissioni si chiude uno dei più tristi capitoli della nostra città».

    AGGIORNAMENTO n.9: video da Live Sicilia.

    Palermo, Sicilia
  • 43 commenti a “Diego Cammarata si è dimesso”

    1. amen

    2. Ma vieniiiiiiii e andiamooooooooooo congaaaaaaaaa!

    3. finalmente…senza vergogna

    4. Seguiamole queste cose. Ricordiamoci del sindaco Cammarata. Vediamo in quale mega posto pubblico o privato finirà. E queste dimissioni a due mesi dalla scadenza sono inqualificabili, c’è poco da gioire, poteva dimettersi 10 anni fa.

    5. Si, bravo Andrea. Chissà qual’è il vero motivo di queste inutili dimissioni a 3 mesi dalla scadenza…

    6. Non vedo come si possa essere contenti, adesso…
      Il Sindaco più CUL d’Italia doveva dimettersi anni fa! Due o tre mesi in più non fa la differenza…

    7. Pensate che non abbia già un posto in paradiso?
      Mi accodo a chi pensa che non ci sia proprio nulla da gioire…

    8. Il mio personale tributo all’ormai ex sindaco Cammarata:
      https://www.youtube.com/watch?v=hQ82lBaMORI

    9. Così gli anestetizzati elettori palermitani avranno tempo per dimenticare il suo nome e rivotare la stessa parte politica a cui appartiene.
      Per vincere al centrosx basterebbe utilizzare lo slogan “PDL=Cammarata”

    10. In effetti c’e’ poco da gioire, certo qualcuno direbbe meglio tardi che mai…ma ironia della sorte ormai e’ tardi per la nostra citta’, che si ritrova a dover raccontar di se’ (per l’ennesima volta) una gestione “allegra” e chiaro/scuro di un primo cittadino che ha improntato nella sua azione di governo il clientelismo ed una scellerata gestione economico-finanziaria, ed un protezionismo della sua corte dei miracoli che ha solo prodotto devastazione economica di molte aziende municipalizzate, passando attraverso la gestione del personale a fini personali….bravo Diego adesso con la tua bella barca ti restera’ solo di navigare nel mare di “desolazione” che ti sei lasciato dietro in 10 anni di mandato….
      Ancora una volta mi viene da pensare solo una cosa “Povera Palermo”….

    11. Ce ne fosse uno che ammette con dignità i propri errori…!

    12. se si dimetteva qualche anno fa , avrebbe quantomeno salvato la faccia , ora neanche quella … peccato ha solo arrecato danni all’immagine di una città .

    13. ci aveva così tanto amato… 😉

    14. Il Palermo perde anche con il Chievo, Zamparini esonera il sindaco Cammarata.

    15. non c’è da festeggiare che si sia dimesso due mesi prima della scadenza naturale, concordo (ci sarebbe da chiedersi perché, a proposito).
      Ma c’è da festeggiare comunque la fine di questi 10 anni. E’ da festeggiare l’ultimo giorno del sindaco peggiore che Palermo abbia avuto dopo Ciancimino

    16. Voto zero al tempismo della Borsellino… «ha distrutto la nave e l’abbandona mentre affonda».

    17. Quando la tavola è ormai vuota ed hai la certezza che non sarai mai piu invitato …, vai via per primo, come i cafoni.
      Uno sputo ti seppellirà prima o poi, sempre che tu abbia il coraggio di NON lasciare la città.
      Indegno fra gli indegni, fino alla fine fai dichiarazioni vomitevoli.
      E adesso mi auguro che per tutti voi queste dimissioni non servano da lavanderia.
      Lui si è tolto dai collioni, ma ricordatevi chi lo ha sostenuto ed aiutato, perchè fra poco si presenteranno a voi e senza gallo che canta lo rinnegheranno e vorranno ancora la vostra anima.
      Ecco, in questo momento mi preme questo, stù puvirazzu, perchè E’ un poveraccio, alla stregua di qualsiasi tossico, ormai è andato.
      GUARDATE avanti con attenzione ora, Alì babà è morto, ma i 40 LADRONI sono ancora in libera uscita.

    18. L’elettore ha la memoria corta, particolarmente quello palermitano. Gli italioti hanno votato, rivotato e ririvotato Silvietto, e niente mi dice che non lo rivoteranno ancora quando si ripresentera’ tra qualche mesetto come il salvatore dell’italia e il redentore delle cattiverie di Monti. Tenetevi a mente questo post!!!

    19. che dimissioni cool!

    20. un altro Comandante che abbandona la nave dopo averla fatta affondare!!!!

    21. Concordo con gli aggiornamenti 7 e 8. Il sindaco fantasma..

    22. io aspetterei a gioire. In questo momento ci sono più candidati che partiti politici e quindi il rischio concreto è che chiunque salga per governare debba fare mille compromessi.
      Mi sembra di vedere tanti avvoltoi su di una carogna. Ma il simbolo di Palermo non era l’aquila?

    23. C’è poco da gioire, si è tolto dalle scatole 3 mesi prima della scadenza naturale del mandato e solo perché a breve esploderanno le bombe GESIP e AMIA che ha pensato bene di scaricare sul commissario. Una parola sola, VIGLIACCO!

    24. Solo dieci di vomitevoli ricordi.. Cammarata e tutti i suoi accoliti dovrebbero avere il buon senso di non farsi vedere per almeno altri dieci anni…

      LiVorio

    25. E fra tre mesi tutti avranno dimenticato cammarata e ci sarà un altro sindaco come lui…anche politici lo sanno. I palermitani hanno la mente corta…….

    26. Con i tempi che corrono al peggio non c’e` fine.

    27. notizia poco interessante, fuori tempo massimo.
      cose di balene spiaggiate (con tutto il rispetto per le balene)
      caroGne e caroniaE saranno già al lavoro.
      amen

    28. ho commentato e non avevo ancora letto il commento di GOKU
      tenetevelo a mente, poi non dite che nessuno vi aveva detto niente.

    29. Caronia Sindaco !

    30. Il baratro in cui ha trascinato Palermo è a livelli mai raggiunti. Cari concittadini temo che il peggio debba ancora arrivare, nel momento in cui da Roma non arriveranno più i soldi per coprire i buchi milionari creati da questa amministrazione saranno due le alternative o tragiche rivolte popolari o come spesso accade i cittadini onesti dovranno pagare più tasse (vedi esempio TARSU)

    31. Dopo la prima elezione, al Borgo lo chiamavano “U Signor Cucelavievadire”.
      Non è cambiato di una virgola: ma cu ce l’avieva a dire che avrebbe fatto il sindaco di Palermo?

    32. Buffone fino alla fine, se ne va ora che non c’è più niente da fare (da distruggere) e poco prima che gli scada il mandato! Degno emulo di Berlusconi! Insieme ci hanno solo rovinato la vita!

    33. IL PEGGIOR SINDACO DI TUTTI I TEMPI

    34. ieri mattina al bar un uomo di circa 80 anni ha detto di cammarato: “min…hia ra niagghia”.
      Ritengo che non meriti ulteriori commenti…

    35. un’altra beffa per i palermitani! dimesso a pochi mesi dalle elezioni senza dovere dare conto e ragione a nessuno!!!

    36. Se Rosalio vuole leggere e\o pubblicare l’ aggiornamento 10 relativo al cs inviato ieri può cliccare su questo link http://www.ilgrillodipalermo.it/2012/01/16/dimissioni-del-sindaco-cammarata-riflessioni/

    37. Riccardo Nuti, io spero tu sia consapevole, fra un “pubblicatemi!” e un altro, che la costruzione della vostra proposta politica (e relativa campagna elettorale) la state conducendo come peggio non potreste… Continuate e stupirvi della scarsa visibilità che avete sui media mainstream, ma a nessuno di voi viene in mente di correlarla ad una scarsa conoscenza (da parte vostra) della comunicazione pubblica e delle sue dinamiche, e più in generale dei processi sociali che attraversano Palermo (il che vi configura di già, potenzialmente, come amministratori miopi a cui non affiderei neppure un condominio). Il vostro approccio “naif” è semplicemente imbarazzante, ma quel che è peggio per voi è che si risolverà in un pugno di mosche…

    38. @quigo non si tratta di un “pubblicatemi”, ma di una semplice comunicazione senza nessuna pretesa. Rosalio non ha nessun obbligo in tal senso.
      Per il resto non ci stupiamo di nulla, non so dove lei abbia letto questo stupore.
      La invito prima di etichettarci come amministratori miopi a conoscerci maggiormente sui contenuti, il nostro sito potrà fornire qualche risposta in tal senso. In ogni caso di esperti di comunicazione e di immagine la città con suoi amministratori ed ex-amministratori ne è piena.
      Se poi vuole aiutarci a migliorare, siamo sempre pronti ad accogliere consigli.
      Grazie

    39. Se leggete il mio intervento,a Maggio,sul blog di Rosalio sul futuro sindaco,vedrete che ero stato facile profeta per lui ed il suo padrone,Mr.B,colui che ha distrutto tutta l’Italia,non solo Palermo,e la colpa è della finanza internazionale,di Sarkozy(destra)e dellla Merkel(destra).Per Diego,almeno,la colpa è di Lombardo e di(non meglio identificate,perchè inesistenti)’sinistre’palermitane.Come scrissi a Maggio…Adieu,Diego !Ti ho anche difeso,da accuse ingiuste,ma era meglio se facevi l’avvocato.Buona fortuna
      ,comunque !

    40. Naturalmente la colpa della Palermo d’oggi non è di Cammarata:è di quelli che come ebeti l’hanno votato e supportato,solo perchè burattino di B.
      Il punto è che da tempo questi ipocriti e pavidi fingono,a decine e decine di migliaia,di non averlo mai votato,oppure rimuovono il voto dalla mente,o,peggio,lo usano come caprio espiatorio di tutto,pure della umana infelicità.Senza citare il burattinaio:B.
      Sono coloro i quali davvero,per natura,da veri vigliacchi e qualunquisti,tacciono,avallano,osannano,per poi fingersi innocenti.Vi ricordate ‘Il Conformista’,romanzo di Moravia e film di Bertolucci?
      In quanto a Diego,ha fatto e non fatto quello che da lui era ovvio attendersi,anche per il proprio tornaconto.Totalmente coerente con la sua intima essenza,anche nel gesto finale delle finte dimissioni.Quindi su di lui,niente da eccepire.Recita perfetta,fin dall’inizio,interpretazione eccellente,comprimari e comparse alla sua altezza.Un applauso ad un grande dell’Actor’s Studio !

    41. Per Nuti :ci spiegherebbe le balzane esuberanze di Grillo su evasione fiscale e cittadinanza ai figli di immigrati ? Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)