giovedì 14 dic
  • Protocollo tra Comune e ministeri per la cultura

    Città di Palermo

    Ieri è stato firmato alla presenza dei ministri Lorenzo Ornaghi e Annamaria Cancellieri un protocollo tra Comune di Palermo, Ministero dell’Interno e Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la promozione delle attività culturali, il recupero di spazi culturali in città.

    Il sindaco Leoluca Orlando ha dichiarato: «Palermo ha un immenso patrimonio culturale che è però oggi mortificato; mortificato perché abbandonato, mortificato perché non reso produttivo e sfruttato per creare sviluppo ed economia della cultura. […] Questo accordo che si firma oggi si inserisce sia nel percorso per l’inserimento della Palermo Arabo-Normanna nel patrimonio dell’Unesco sia nel percorso della candidatura di Palermo a capitale Europea della cultura nel 2019. La stipula di questo protocollo rappresenta un segno di speranza in un momento particolarmente difficile. È un segno di speranza perché dimostra che si è colta a tutti i livelli istituzionali l’importanza della cultura come strumento di crescita e come veicolo di sviluppo economico»

    L’assessore per la Cultura Francesco Giambrone ha sottolineato che il «protocollo si articola su tre anni dal 2012 al 2014 e sarà rinnovabile. I punti forti da sottolineare sono certamente quelli dell’inserimento del patrimonio della Palermo Arabo-Normanna nel Patrimonio dell’Unesco. Con il protocollo si crea uno staff ed un gruppo di lavoro che potranno lavorare in modo assiduo e continuo a questo progetto. […] Inoltre, attraverso questo protocollo recuperiamo e rimoduliamo le risorse della società ARCUS che erano già destinate alla città di Palermo ma non erano del tutto spese e che sarebbero andati persi. Parliamo complessivamente di circa 750 mila euro che potranno essere utilizzati per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di diversi monumenti. […] Il protocollo dà anche alla Città la possibilità di accedere al Fondo unico dello spettacolo, altra risorsa importante per alimentare a Palermo economia della legalità e della cultura».

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)