martedì 22 ago
  • “Casa Barilla” fa tappa a Palermo

    Oggi fino alle 20:00 e domani dalle 10:00 alle 19:00 fa tappa a piazza Unità d’Italia Casa Barilla evento itinerante organizzato dalla Barilla per celebrare la buona cucina e la convivialità.

    Gli chef di Academia Barilla cucineranno insieme agli ospiti e sveleranno i segreti del mestiere, con suggerimenti per preparare piatti gustosi e nutrizionalmente equilibrati. L’esperta di bon ton Barbara Ronchi della Rocca intratterrà gli ospiti con seminari sull’arte dell’ospitalità. Non mancheranno momenti dedicati anche ai più piccoli: giochi e attività creative coinvolgeranno i bambini nell’area Piccolini.

    Ingresso 3 euro. La somma sarà devoluta a Fondazione ABIO Italia Onlus per i bambini in ospedale.

    Programma completo.

    “Casa Barilla”

    Palermo
  • 7 commenti a ““Casa Barilla” fa tappa a Palermo”

    1. Plaudo a tale iniziativa,
      in una Città dove si mangia tanta pasta in tutte le salse.
      Mi piace pensare che pasta mangeranno l’anno prossimo tutti quei precari, che saranno senza lavoro, e senza speranza.
      Ma per fortuna c’è sempre qualcuno pronto ad aiutarti, e ad aprirti tutte le porte ed anche le finestre.
      Che bella Città, ricca di eventi a livello regionale, intrisi di buona musica e buoni propositi.

      Buona pasta a tutti

    2. La pasta Tomasello è altrettanto buona e a prezzi competitivi.
      Ci sarebbero volute in Sicilia tante altre “tomasello” e avremmo avuto meno precari della pubblica amministrazione.
      Continuare a fare la parte dei consumatori in epoca di crisi e globalizzazione dei mercati non ci farà bene.
      Prendetevi le ricette e consumate prodotti nostrani.
      Ps: messaggio pubblicitario assolutamente gratuito e privo di interessi di ogni sorta, solo vagamente e pallidamente ideologico.

    3. Trovo inutile la manifestazione, che poi andremo a pagare noi nella pasta. comunque trovo la barilla superiore alla tomasello, che ha di buono solo il prezzo( e neanche)

    4. Federico, Adria,

      la questione nei tempi moderni non è tanto la marca del prodotto, nè la politica del prezzo.

      Il mercato è giusto che sia libero, privo di qualsiasi embargo culturale, erede di un post-sicilianismo sterile, che chiude le frontiere della Siclia, e la fa sprofondare nel baratro dell’isolamento.

      Buona Domenica a tutti gli uomini e donne di buona volontà.

    5. Luigi, intanto io non sono sicilianista e neanche potrei esserlo. Ho tendenze autonomiste e federaliste questo sì.
      Spiega tu quale è la questione dei tempi moderni secondo te e chi ha chiuso le frontiere alla Sicilia che si” vanta” con il mezzogiorno di avere sempre consumato prodotti del nord con il piatto del pil che sempre piange e con un nord capace di rinfaccialo perennemente.
      @FedericoII può essere questione di gusti, ma che io sappia la Tomasello produce gli anelletti alla Barilla. Il prezzo poi è decisamente inferiore.
      Ma tengo a precisare che non intendevo soffermarmi sulle due marche, il mio voleva essere un discorso generale, ho preso solo un esempio.

    6. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    7. Ciao Adria Non volevo polemizzare, consumo ciò che è di mio gusto, cerco di preferire i prodotti locali, ma del consumo a km zero non ne ho fatto uno stile di vita. Ho notato che rispetto alla manifestazione dello scorso anno c’è molta meno gente. Sig. Barilla i soldi che spendi per questo tendone dalli direttamente in benefcenza, il prossimo anno non mancherà a molti

    Lascia un commento (policy dei commenti)