giovedì 24 mag
  • Stato di agitazione per i dipendenti del Cerisdi

    Cerisdi

    Riceviamo dai sindacati dei dipendenti del Cerisdi e pubblichiamo.

    «Con la presente, le scriventi Segreterie, in riferimento alle problematiche derivanti dall’annunziato azzeramento dei contributi erogati dalla Regione Siciliana, nonché dalle audizioni già tenutesi in II e V Commissione ARS e alla audizione in V Commissione per la quale si è in attesa di convocazione, considerata la delicatezza della problematica ribadiscono la necessità di un incontro urgente, per discutere la salvaguardia dei livelli occupazionali.

    Al riguardo, tenuto conto che oggetto delle argomentazioni esposte in Commissione è stata la mancata trasformazione del Cerisdi in organismo in house della Regione, si richiedono, in particolare, chiarimenti in merito, visionando ed esaminando eventuali atti di tale mancata trasformazione, ritenuta indispensabile nel 2011 dall’allora Assessore Regionale all’Economia.

    Certi di un Vs. pronto e cortese riscontro, si porgono distinti saluti.

    Le scriventi Segreterie, in riferimento alle problematiche causate da11’annunciato azzeramento dei contributi da parte della Regione Siciliana, considerato che non si è ancora tenuto 1’incontro richiesto dalle seriventi al Presidente, né hanno avuto riscontro le note a firma dei lavoratori del 26 e 27 marzo c.a. con la presente indicono lo stato di agitazione delle lavoratrici e dei lavoratori del Cerisdi, riservandosi eventuali azioni di sciopero.

    Distinti saluti».

    Palermo
  • Un commento a “Stato di agitazione per i dipendenti del Cerisdi”

    1. Castello Utveggio, con le sue luci per l’illuminazione notturna ormai spente da anni, purtroppo è simbolo di tante realtà che ormai da tempo non ce la fanno più da soli, avendo bisogno come ossigeno delle sovvenzioni pubbliche.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.