28°C
domenica 18 ago

Archivio di Dicembre 2006

  • Canto di Natale

    Quasi tutti i barboni di Palermo si chiamano Vincenzo, abbreviato in Vicè. C’è Vicè vogghiufumare di via Archirafi, Vicè del Civico, Vicè di via Briuccia. E c’era una volta Vincenzo, cioè Vicè, che dormiva sulle scale delle Poste di via Roma. Dormiva molto e sognava moltissimo. Quando si svegliava non sapeva più distinguere le immagini d’aria che gli passavano nel cervello da quelle in carne e ossa che gli camminavano davanti. Vicè delle Poste era convinto di essere una donna. Per questo aveva annodato i suoi capelli sporchissimi in una specie di crocchia che, insieme ai lineamenti affilati, gli dava un aspetto da marajà.
    Vicè delle Poste non sopportava dottori e ambulanze. Quando vedeva un camice bianco, scappava. Forse perché l’avevano messo in manicomio da ragazzo e l’avevano curato con l’elettroshock. Così almeno si diceva. Però non bisogna fidarsi troppo, i sussurri della strada sono come erano le immagini nel cervello di Vicè. Impossibile separare la verità dalla fandonia, in una c’è sempre un po’ dell’altra.
    Vicè delle Poste cominciò a stare male. Scatarrava. Sputava per terra chiazze di saliva e di sangue scuro. Ciccio, il medico che collabora con Biagio Conte, cercava di persuaderlo: “Dai, vieni con me in ospedale”. Il barbone si limitava a scuotere la testa. No. Continua »

    Ospiti
  • A come Agire

    Ecco una parola con la quale, da buon siciliano, non avrei mai voluto cominciare.
    Inizio con il dire che il Fare non significa Agire e che quindi mangiare, urlare, gracchiare, non è Agire, neanche andare a prendere i dolci la domenica è Agire e neanche andare ai party “esclusivi”, da far ridere i polli, è Agire.
    E allora cosa cavolo è Agire?
    Chi si può considerare una persona attiva, cioè che agisce?
    Pensando a me e ai miei conterranei non riesco proprio a vedere qualcuno che agisce.
    In un conato di sicilianità, direi che, forse l’Etna agisce. Sì lui sì. Perché “espolde fregandosene”, senza essere pagato, e una volta che ha creato rimane il segno.
    Ma poi ricade la neve, direte voi, e tutto sembra ritornato come prima.
    È vero. Quindi, anche chi agisce dopo un po’ viene coperto dalla “neve”. E tutto ritorna come prima.
    Agire, agire. Andiamo al contrario chi non agisce è passivo, no? Soffoca l’istinto all’Agire e questo soffocare crea tensioni, delusioni, lacerazioni. E allora vuoi vedere che le facce contorte e ritorte di Palermo sono attorcigliate dall’azione sempre negata? Continua »

    Lessico sicigliano
  • Natale di un palermitano a Roma

    Anche quest’anno non posso celebrare le feste natalizie nella mia città. I motivi sono diversi, soprattutto di natura economica, ma la nostalgia per Palermo, la mia famiglia, gli amici di sempre c’è e si fa sentire. Quella dolce consuetudine di passare da un pranzo all’altro, in compagnia di parenti, di tanti parenti, anche quest’anno non potrò viverla. Magari chi vive a Palermo vive un sentimento esattamente opposto, ovvero dover per forza andare a pranzo dagli zii, a cena dai nonni materni e paterni, genitori e così via in un turbinio che parte dalla vigilia del 24 e che in parte volge alla fine il 26 sera. Eppure di siciliani in giro per il mondo ce ne sono tanti, forse fin troppi, tanti di “noi” vivono in una situazione simile. Il palermitano a New York o a Parigi, a Londra o a Monaco. Ce ne sono tantissimi in giro per l’Italia che hanno solo questo periodo per rivedere genitori, fratelli, sorelle e parenti. E che concentrano in questi pochi giorni tutto l’ardore per rivedere la propria città sempre più uguale e allo stesso tempo diversa. Insomma di che ti lamenti, vivi a Roma ben collegata con Palermo, cosa vuoi che sia fare un salto di 1000 km e poterti godere una passeggiata in via Libertà?

    Vogliamo fare due conti, cominciamo. Continua »

    Un palermitano a Roma
  • La pace nel mondo

    Mancano pochi giorni a Natale…vero è che si resta imbottigliati nel traffico santiando, impiegandoci ore a percorrere tragitti che normalmente si fanno in pochi minuti, vero è che poi, volenti o nolenti, qualche regalo si deve pur comprare, vero è che, ci piaccia o no, dopo il pranzo del 25 saremo tutti a chiederci “ma quando finisce”? Vero è che ormai del vero spirito del Natale (almeno per chi è credente) si sono perse le tracce e il miracolo della nascita del Salvatore è stato sostituito dal miracolo della scomparsa in 24 ore della tredicesima (per chi ha la fortuna di buscarla!). Fatto sta però che, nonostante tutto, io ho molto rispetto per tutti, in questo periodo dell’anno: per chi ci crede ed investe energie, tempo e soldi nella giostra dell’accatta accatta, e per chi non ci crede e vorrebbe addormentarsi a metà dicembre e svegliarsi l’8 gennaio.
    Una categoria che proprio non sopporto però c’è…lo confesso, anzi sento proprio l’urgenza di dirlo. Subito. Pure se è Natale. Pure se rischio fischi e piriti.
    Sono quelli che, se ti permetti di chiedergli cosa desidererebbero trovare sotto l’albero, ti rispondono con un alone di santità e un sorriso compassionevole “ma tesoro…è ovvio, ciò che desidero di più è la pace nel mondo!” Buttana della buttana! La pace nel mondo sotto l’albero? Continua »

    Palermo
  • “Puellae” a I Candelai

    Oggi alle 19:00 a I Candelai (via Candelai, 65) (al civico 65 dell’omonima via di Palermo) si terrà la presentazione del libro di Lucio Luca Puellae… non donne di provincia… su duemila anni di prostituzione in Sicilia. Introdurranno Gaetano Basile, Daniele Billitteri, Giacomo Civiletti ed Enrico del Mercato.

    “Puellae”

    Palermo
  • Terzo incontro di “FivEvents”

    Terzo incontro stasera per FivEvents a palazzo Asmundo (via P. Novelli, 3) . Stasera sarà possibile visionare le Visioni mediterranee di Alessandra Scimone, un installazione fotografica di Desideria Burgio delle Gazzere e i gioielli in argento e lava di Roberto Intorre. Verrà letto il libro Surrogati di presenza. Media e vita quotidiana di Franco La Cecla e per tutta la manifestazione rimarrà visibile la video installazione Fuori luogo di Ester Sparatore, vincitrice del Genio di Palermo 2005.

    L’iniziativa è il progetto conclusivo del corso di formazione per “Esperte in Comunicazione Museale”, organizzato dalla Server snc e dall’associazione Amici dei Musei Siciliani.

    “E-mood”

    Palermo
  • Riaperto tratto chiuso alla Favorita

    Oggi pomeriggio è stato riaperto il tratto di strada compreso tra il cancello del Giusino e l’incrocio con via Mater Dolorosa alla Favorita. Ieri era stato necessario chiuderlo dopo la caduta di materiale roccioso da Monte Pellegrino per consentire ai tecnici di effettuare rilievi a tutela dell’incolumità dei cittadini.

    Palermo
  • A Palermo ozono in Galleria

    Legambiente ha diffuso i risultati di Salvailmuseo, il monitoraggio sulla qualità dell’aria realizzato all’interno delle aree museali italiane. Palermo ha un museo (il Museo Regionale Abatellis) tra i più inquinati d’Italia (ozono) insieme a Roma (biossido di zolfo) e Napoli (biossido d’azoto). Ozono e gas acidi portano all’erosione e allo scolorimento dei dipinti, alla sfibratura e opacizzazione dei tessuti, ai rigonfiamenti del legno, all’annerimento dei marmi e alla fragilizzazione e polverizzazione superficiale delle pelli.

    Il monitoraggio ha riguardato dieci musei italiani ed è stato effettuato attraverso campionatori passivi di ossidi di zolfo, ozono e ossidi di azoto.

    Palermo
  • “Mare affezionato” all’Agricantus

    Oggi alle 21:30 all’Agricantus (via XX settembre, 82/a) c’è Mare affezionato, spettacolo dela Compagnia del Mare (il baritono Giuseppe Caravello, il fisarmonicista Pier Paolo Petta, Barbara Crescimanno e Valeria Cimò alle percussioni e voce, Alberto Alamia chitarra e voce e il cuntista Salvatore Piparo). Canti, musiche e interpretazioni delle storie della Sicilia si susseguono con tanta improvvisazione.

    “Mare affezionato”

    Palermo, Sicilia
  • Panettone e “Aria di Libri”

    Alle 18:00 da Libraria (via B. Ricasoli, 29) ci si scambieranno gli auguri di Natale mangiando panettone e votando per Il libro più amato dai palermitani, il concorso che indaga i gusti letterari dei cittadini nell’ambito di Aria di libri che permetterà al votante che scriverà la motivazione più arguta di trascorrere una notte al Grand Hotel et Des Palmes, con una catasta dei libri e una cena speciale. Oggi verranno resi noti i primi risultati. Il testo più amato verrà declamato integralmente nel corso di un’appassionante maratona il 20 gennaio alla Biblioteca Comunale.

    Si può votare online inviando un’e-mail a libro@repubblica.it oppure, per i fuori sede, a libroamato@rosalio.it.

    Palermo
  • “Donne senza paura” alla Impastato

    Oggi alle 17:30 all’Istituto Comprensivo Statale Peppino Impastato (via G. Di Martino, 48) verrà rappresentato lo spettacolo Donne senza paura di Angela Fogazza. La storia parla di donne che si oppongono alla mafia, interpretate da Valentina Amato, Valentina Carroga, Marina Guarrera, Margherita Amabile, Piera Marcoccio, Marina Modica, Rosa Guttilla e Fatima Ayadì. Ingresso gratuito.

    Palermo
  • A Christmas Carol

    Babbo rosanero

    Davide Enia odia babbo natale, gli leva il sonno (mi messaggiò pure alle 2 di notte per dirmelo e io prontamente risposi alle 4 e un quarto), è una cosa personale, un rapporto insoluto fra lui e il ciccione, lui a babbo natale “‘u buffiassi ra matina a sira”, proprio non lo sopporta…

    Ecco, noi, per renderglielo più simpatico gli abbiamo messo il cappello rosanero, non si sa mai che una volta e per tutte, giusto giusto per Natale, non si decidano a far pace.

    Buon natale a te, Davide, a voi tutti autori di Rosalio e a noi, ovvero la gloriosa community di Rosalio.

    Palermo, Rosalio
  • Romeo nuovo arcivescovo di Palermo

    Paolo Romeo

    Il nuovo arcivescovo di Palermo è monsignor Paolo Romeo che succede a Salvatore De Giorgi che ha rassegnato le dimissioni per raggiunti limiti di età. Romeo, nato ad Acireale nel 1938, ha rappresentato la Santa Sede in Colombia, in Canada ad Haiti e in diverse altre sedi diplomatiche pontificie nel mondo prima di essere è stato nunzio apostolico in Italia e nella Repubblica di San Marino.

    Palermo
  • Addiopizzo: lettere e un nuovo elenco

    Addiopizzo ha inviato oggi migliaia di lettere ai sostenitori della campagna Contro il pizzo cambia i consumi contenenti un questionario e il terzo elenco degli esercenti di Palermo e provincia che hanno aderito.

    Sono adesso 159 gli esercenti che si sono dichiarati “pizzo-free”.

    È possibile fissare un appuntamento con la commissione di garanzia di Addiopizzo chiamando il 3803487929 o inviando un’e-mail.

    Addiopizzo

    Palermo
  • Alta moda al Teatro al Massimo

    Stasera dalle 21:00 al Teatro al Massimo (piazza Verdi, 9) si svolgerà la serata 20 Eventi che vedrà sfilare i modelli di sei stiliste palermitane (Roberta Lojacono, Silvia Tessitore, (Agnese Macaluso, (La vie en rose, Loredana Natalé e Daniela Cocco) accompagnati da musicisti e ballerini e con uno spazio dedicato all’esibizione del maestro Pietro Ballo e alla sua Accademia lirica del Mediterraneo.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram