mercoledì 24 ott
  • Riprende in Consiglio la discussione sul regolamento Tarsu

    Nella seduta del Consiglio comunale convocata per oggi si tornerà a discutere il nuovo regolamento per la Tassa sui rifiuti solidi urbani. Lo scetticismo di alcuni consiglieri di maggioranza e di minoranza e un forte ostruzionismo sta ritardando la votazione.

    Una nostra lettrice, che preferisce rimanere anonima, ci ha inviato un video. Le foto sono di Gaspare Decina.

    Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ospite ieri a Radio Radio, ha detto: «Fa male al cuore girare per città come Roma, Napoli, Palermo e vedere che come scritte e come lordura delle strade sembrano più città africane che europee».

    AGGIORNAMENTO: lavoratori dell’Amia occupano piazza Pretoria per chiedere di intervenire sull’azienda per migliorare le condizioni in cui opera.

    Palermo
  • 26 commenti a “Riprende in Consiglio la discussione sul regolamento Tarsu”

    1. tutta colpa de3lla sinistra che in sicilia governa da troppo ahahahahahahahahahahahah!

    2. Ma quale aumento della Tarsu! Una amministrazione normale investirebbe sulla raccolta differenziata che, se fatta bene, porterebbe ricavi e non solo costi. Porterebbe magari anche occupazione qualificata negli impianti di smaltimento. Ma a chi interessa?

    3. Fa male al cuore vederlo girare per città come Roma, Napoli e Palermo.

    4. Spero che il video porti bene ed effettivamente si tratti solo di un “intervallo”

    5. Certo l’età c’è (73 anni!), c’è anche caldo (35 gradi!), ci sono le preoccupazioni (10 domande 10!),
      ma, per favore, qualcuno ricordi a Silviuzzo che:
      a) Roma è governata da un sindaco del PdL (da 13 mesi, per questo la munnizza è ancora poca);
      b) Palermo è governata da un sindaco del PdL (da 7 anni e 6 mesi, ed i risultati si vedono!)
      c) a Napoli (città governata dal centrosinistra) l’emergenza rifiuti è in mano (forse) ad un commissario (variamente individuato nel tempo) del governo nazionale da 15 anni e 3 mesi.

    6. per una volta sono d’accorddo con il premier Berlusconi fa male vedere questa città ridotta così, soprattutto dopo averla vista negli anni ’90 risorgere bella, fiera ed altezzosa come una città con la storia che a Palermo dovrebbe essere

    7. Fra poco Carlo V dovrà alzare il braccio ancora di più!

    8. San Leoluca prega per noi. Amen…

    9. La colpa è sempre della sinistra…

      Non importa se ha governato 50 anni fa, 50 giorni fa o mai… E’ sempre colpa dei rossi comunisti che tramano, cospirano e che portano jella.

      In un paese normale la gente certe cose nemmeno le vorrebbe sentire, ma siamo in Italia e io purtroppo o per fortuna sono italiano…

    10. Cara Serena, ripeto qui le parole del commento di Angelo: se la città oggi è ridotta così è solo colpa degli amici del signor B. Non venga a lamentarsi dello schifo che c’è in giro ma si ricordi che lo sfascio di città come Palermo o Catania è causato da dieci anni di amministrazioni di centrodestra.

    11. Per una volta sono d’accordo con il nostro caro cabarettista…vedere le città in questo stato é davvero pietoso. Discorso a parte averle paragonate a “citté africane” che sottoindende una presunta superiorità sul continente nero (purtroppo la xenofobia si nutre anche di piccoli piccoli piccoli sottointesi come questo).

      Non sono invece d’accordo sulle responsabilità, nel senso che é sicuramente vero che il governo (dalla sinistra alla destra) NON HA MAI FATTO NULLA per rendere civili le città italiane, ma così come non ci si può lamentare del governo se il salone di casa nostra é sporco, sarebbe altrettanto bello vedere i cittadini avere maggiore rispetto per i luoghi comuni. La verità é che gli italiani sono SPORCHI ED INVICILI, e lo sono ancora di più i palermitani (ed a scanso di equivoci, sono nato, cresciuto ed ho studiato a Palermo). Gesti come il gettare le carte per terra dal finestrino della macchina, lasciare le bottiglie o i pannolini sporchi nelle spiagge, abbandonare mobili e elettrodomestici rotti nella strada appartengono alla mia memoria di cittadino ITALIANO e SICILIANO, mentre sono assolutamente assenti nei miei ricordi di cittadino EUROPEO (vivo a Parigi).

      Ergo…così come faccio io quando vengo da “turista” a Palermo e, dopo avere mangiato il pezzo da Ganci o il gelato da Recupero, mi tengo la carta in mano finché non trovo un cestino, sarebbe bello vedere anche in queste piccole cose un maggiore SENSO CIVICO.

    12. A proposito di “monnezza ” , avete visto in che stato è ridotto il foro italico di Rota? E quel genio del fantasma di Cammarata (leggi vice sindaco) che si fa fotografare , ridente , su uno dei piloni d’ingresso divelti?
      Forza Diego!
      Franz

    13. da voci provenienti dai corridoi a sala delle lapidi, ultime news calde calde …
      fumata nera al consiglio comunale sull’approvazione del nuovo regolamento Tarsu che darebbe il via ad un aumento del 30% della tassa sui rifiuti.
      La maggioranza tenta un accordo in estremis con l’opposizione, ma anche l’MPA si dissocia dall’approvazione del regolemento.
      Secondo dichiarazioni istituzionali alla stampa di alcuni giorni fa…. domattina dovremmo leggere una notizia istituzionale bomba che prenderebbe tutta la prima pagina.
      Indovinate quale ?????
      Chissa’ che quella canzoncina ………abbia sortito un certo effetto….

    14. e non avete visto zone come borgo nuovo…

    15. I casi sono due: o ci vuole molto coraggio o si deve smettere con tutte quelle cose che fanno male!!!

    16. Lobo, io non ho affermato il contrario guarda. A Palermo abbiamo inventato un nuovo modo di fare raccolta differenziata, una settimana si raccoglie l’immondizia e la settimana dopo si accumula

    17. Sandra non mi fare scherzi, se accadrà veramente sono superstrafelice.. incrociamo le dita:)!!!
      p.s.
      Chissà se stavolta perde il sorriso!
      p.p.s.
      Se gli rimane vuol dire che è proprio cretino.

    18. Sandra, magari fosse vero. Stapperei una bottiglia di champagne

    19. ma nn gliene frega niente a nessuno se la città è sporca….prendiamo come esempio sabato 23, molta gente politica importante qui a Palermo per la commemorazione di Falcone, quindi città in vista….
      si bella vista… tutte le strade compresa via Notarbartolo immersa nella spazzatura….xò hanno pulito l’autostrada….

    20. accanto casa mia( una villetta) ho tre cassonetti,una campana per il vetro come il pozzo di san patrizio (senza fondo… nel senso: inserisci bottiglia di vetro e questa esce dal basso… comodo vero?) e contenitore per plastica con la peculiarita’ di avere i vani d’ingresso schiacciati.
      attorno a questo esempio di differenziazione fanno bella mostra di sè rifiuti di varia natura…o meglio contro natura.
      Come soluzione finale ho adottato siepidi rincospermo che non è una cosa porno ma una sorta di gelsomino profumato…non vedo altre soluzioni (cecchinaggio a parte ovvio)

    21. SE L’AGGIORNAMENTO E’: “lavoratori dell’Amia occupano piazza Pretoria per chiedere di intervenire sull’azienda per migliorare le condizioni in cui opera”, ….
      vuol dire che l’attuale CdA e Presidente non assicurano condizioni sostenibili all’azienda.
      O sbaglio?

    22. per esempio ci stanno aumentando l’acqua del 30% senza che noi ce ne accorgiamo….
      e chi lo dice ?
      nessuno
      ma andando …
      quì invece lo scopriamo, e scopriamo che c’è qualcuno che se ne sta interessando per fare luce ….

    23. Due osservazioni.
      La prima le municipalizzate sono aziende private?
      1. Evidentemente non lo sono, sono uno stratagemma per continuare a fare clientelismo politico. (come era l’ESA per la destra, per dire);
      2. lo sfogo del presisdente dell’ammia che non vuole diventare il caprio espriatorio di un azienda che fa finta di essere privata e difatto non lo é. Lui dice, mi hanno imposto, (e questo é grave se l’amia é azienda privata, l’imposizione politica equivale ad un’estorsione).
      Ma siccome l’Amia é per il 51% pubblica, difatto decide il maggiore azionista, e quindi il pubblico, che ha ragioni sue che sono molto lontane dall’efficienza.
      Che dire?
      Tutto é molto chiaro.

    24. @Uma l’AMIA è a socio unico pubblico, cioè, il Comune di Palermo. E’ una pubblica o una privata? Facile, per assumere si comporta da privata (niente concorsi) per tappare buchi è pubblica (addirittura si chiedono fondi della Regione)

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.