25°C
venerdì 7 ago
  • “Il delitto Mattarella” al cinema

    È uscito ieri al cinema Il delitto Mattarella, film che parla dell’omicidio del presidente della Regione Siciliana Piersanti Mattarella avvenuto il 6 gennaio del 1980.

    La regia è di Aurelio Grimaldi. Il film si avvale di un ricco cast siciliano, composto da Antonio Alverario, Claudio Castrogiovanni, Nicasio Catanese, David Coco, Vincenzo Crivello, Francesco Di Leva, Donatella Finocchiaro, Lollo Franco, Sergio Friscia, Ivan Giambirtone, Leo Gullotta, Guia Jelo, Francesco La Mantia, Vittorio Magazzù, Tuccio Musumeci, Tony Sperandeo e Andrea Tidona.

    Un vero e proprio tributo alla memoria di Piersanti Mattarella da parte degli attori siciliani coinvolti nel progetto che si avvale, a sua volta, di una troupe interamente siciliana. Aurelio Grimaldi da anni raccoglie materiali sul caso Mattarella. Dopo l’elezione del fratello Sergio al Quirinale ha scritto una sceneggiatura densa di fatti e documenti, con l’intento di combattere l’oblio in cui è caduta la vicenda. Tra i personaggi le prime due cariche dello Stato, Sergio Mattarella e l’allora presidente del Senato Pietro Grasso, che quel al tempo era giovane PM di turno e quindi titolare di inizio indagini sull’omicidio.

    Palermo
  • Un commento a ““Il delitto Mattarella” al cinema”

    1. Uff. Tributo o meno, non se ne può più. La mafia, delitti d’onore et similia sono l’unico e stra-fottutissimo pretesto per girare un film in codesta benedetta terra. La letteratura e le suggestioni sono infinite. Ma no. O si parla di mafia o nulla, nessun altro argomento per le pellicole girate in Sicilia, che diamine.
      Tanto continueranno a produrne a profusione, cose tasce e di terza categoria, tra l’altro. I primi a rifiutarsi di prendere parte a tali reiterate e abusate iniziative dovrebbero essere i cosiddetti esponenti della cultura, attoroni e discepoli al seguito… Ma mi rendo conto che è un business, anche questo, troppo ghiotto per molti.
      Applaudo mesto.

  • Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.

x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram