lunedì 11 dic
  • Prerogative panormite

    Una delle prerogative dei palermitani è sputare. Lo sputo, per noi, è una grande risorsa: si sputa quando non si ha niente da fare, si scatacchia per darsi un tono, per far passare il tempo, per passare da duri. Uno sputo non si nega a nessun marciapiedi, anche a quello bello e lustro di via Libertà, anzi c’è più gusto, denota grande strafottenza. Lo sputo in faccia, recentemente tornato in auge grazie all’impegno del calciatore Francesco Totti, è un insulto ultimo di cui si fregia la palermitan people accompagnato dalla massima: “si cosa di sputariti nta facci” piu minacciato che praticato, lo sputarsi in faccia rimane un diversivo trasversalmente utilizzato dai bambini di ogni ceto e latitudine.

    Sputare lontano migliora la mira, il suono che accompagna l’operazione è quello puh che è diventato tono onomatopeico per fumetti e discorsi figurati. “Puh – si dice – cosazza inutile”, che sta a significare: “cosa da sputarti da quanto non servi a niente”, oppure si apostrofa con un prosaico “puh…cuinnutu chi siii!” che starebbe a dire: “ti dispregio”, e viene ampiamente utilizzato anche verso chi non disponga necessariamente di compagna fedifraga.

    Palermo
  • 11 commenti a “Prerogative panormite”

    1. leggendo questo post mi sono venuti i brividi lungo la schiena. Il palermitano nelle sue “esternazioni” ci mette sempre “qualcosa di se”.
      Terribile!!!

    2. Nonostante io sia palermitano non posseggo questa prerogativa, anzi mi da molto fastidio chi ha questa abitudine.
      Se lei rientra parte di questa categoria, farebbe bene a parlare di se e non a nome di tutti i palermitani.
      Le assicuro che neanche mia madre, mio padre e tante altre persone non amano sputare come sostiene lei in ogni marciapiede.
      Invece di denigrare un popolo per altro gia’ martoriato da una delle peggiori pubblicita’ in ogni angolo della galassia, le consiglio veramente di mettere in atto questa sua skill, semplicemente guardando il cielo.
      Grazie.

    3. Arrivo…
      Attenta Daniela! Come vedi I Palermitani che non… sono più pericolosi!!!
      Scansati… cmq arrivo io con l’ombrello.

      Gene Kelly

    4. Riconosco e invidio il suo garbo, evidente anche nel gentile invito a guardare il cielo. Come vede…

    5. Zzo dici..il palermitano non sputa! il palermitano la sua città… lama.

      Ciao Gambì, passai giusto pi ttia (la rosalio l’ho avuta e non ne voglio più sapere)… . Baci&auguri da S di Z (me firmo in codice tipo Le ore mese…la prossima volta ti lascio il fermoposta).
      Dimenticavo: qualora decidessi di autosgracchiarti come da suggerimento, non è che potresti farti du foto?O avvisarmi? Sta scena non vorrei perdermela! Però ti avviso: lo ha già fatto Lino Banfi quando allenava la Longobarda…niente di innovativo.

    6. Proprio oggi, mentre stavo andando a comprare il pane, un educato palermitano ha sputato vicino ai miei piedi e per un pelino non mi ha preso. Proprio 15 giorni fa, mentre ero sul motorino, un altro palermitano civile ha sputato fuori dal finestrino della propria auto (bella e luccicante) e questa volta…tutto sui miei pantaloni (non vi racconto la mia reazione!). Che ne pensa il cittadino che non sputa? Certo, fra un popolo di “non sputatori” è statisticamente improbabile trovare due “sputatori” in 15 giorni…

    7. palermitani.. cataneri..americano…giapponesi..
      se uno è un porco è un porco -__-
      e, ringraziando il cielo, non sono nostri caratteri distintivi

    8. Anche a me da un po’ fastidio leggere che tra le prerogative palermitane ci sia lo sputare…
      Sputano in tanti… non solo i palermitani e mica tutti…
      Io per adesso vivo a Seoul, sono l’unico palermitano qui(e non sputo) e tutti (o quasi) intorno sputano che e’ una meraviglia… Ma proprio in qualsiasi circostanza… una volta anche nella metro uno ha sputato dopo una bella raschiatina di raccolta.
      Il culmine e’ stato raggiunto quando ho visto una donna sputare… la mi sono sentito veramente vomitare…
      Nonostante cio’ non direi mai che una prerogativa dei Coreani sia lo sputo…
      Magari direi che qui non si vergognano di sputare in pubblico probabilmente perche non possono soffiarsi il naso in pubblico.
      Soffiarsi il naso in pubblico e’ una cosa impensabile in Asia… e poverini in qualche modo devono pure rispondere alle esigenze biologiche agirando ostacoli imposti dalla cultura viggente. 🙂

    9. scusa ma che c’entra lo sputo col naso da soffiarsi?

      aahh si,
      fanno una ‘trasmigrazione’
      laringoiatrica, giusto?
      comunque è vero a palermo si sputa
      molto specialmente i giocatori dentro lo stadio!
      palermo città sputenda…..eee stupenda.

    10. palermo città ..SPUTENDA

    11. -e io che credevo fosse una fisiologica reazione ad un improvviso e involontario aumento di salivazione.

      In effetti avremmo potuto arricchirci di diritti SIAE agli ultimi europei.

    Lascia un commento (policy dei commenti)