domenica 19 nov
  • Comune e Università studieranno la socialità anche su Rosalio

    Tra i progetti proposti dal Servizio promozione Identità e immagine della Città del Comune è stato approvato la scorsa settimana il progetto Luoghi di socializzazione a Palermo e immagine della città, coordinato dal professor Gianfranco Marrone e proposto dal centro studi “Quarto piano”, in collaborazione con il Dipartimento di Analisi dell’Espressione dell’Università degli Studi di Palermo.

    La ricerca si propone di analizzare la relazione che si istituisce fra l’articolazione fisica di alcuni spazi cittadini e i riti, i comportamenti, i segni e i linguaggi che in quei luoghi si vengono a costituire. Le ricadute pratiche riguardano principalmente la progettazione urbanistica, le politiche sociali, la promozione turistica, l’organizzazione delle attività culturali e ricreative e il ripensamento dell’immagine della città. L’importo finanziato è di 250 mila euro.

    Tra i luoghi della socialità che verranno studiati ci sarà anche Rosalio.

    Palermo, Rosalio
  • 8 commenti a “Comune e Università studieranno la socialità anche su Rosalio”

    1. Hanno stanziato 250 mila euro per studiare questo sito?

      E a noi quanto spetta? 🙂

    2. Isaia spero che la tua sia una battuta, dato che le cose non stanno come dici tu.

    3. l’iniziativa potrebbe essere interessante dal punto di vista socio-culturale, per l’identità dei luoghi, per una riprogettazione di alcuni spazi della città in relazione alle funzioni che si svolgono in quegli spazi!
      Ma una cosa mi e’ nuova, e cioè:
      – l’amministrazione locale affronta criticità economiche notevoli in vari campi negli ultimi mesi (il termine “mancanza di liquidità” è quello piu’ ricorrente nei quotidiani), ….. e uala”’ ora si mette a finanziare pure la RICERCA !
      Credo che la RICERCA l’UNIVERSITA’ la dovrebbe fare con i canali finanziari (anche pochi) che la Finanziaria gli dedica, o con i canali di offerte spontanee dei privati (vedi ricerca sul cancro e altre malattie).
      Credo che il Comune dovrebbe finanziare la realizzazione di progetti concreti di riqualificazione di spazi urbani, e non ricerca, ma probabilmente qualcuno mi potra’ correggere sui ruoli di un ammnistrazione comunale (cioè fa ricerca o no ?)

    4. 250 mila euri per studiarmi mentre scrivo su Rosalio?
      E il tutto per capire gli spazi adeguati?
      Allora sparagnassero stì piccioli, ce lo dico io; Signò Sindaco: mi ci vuole, 1 scrivania più larga che sono disordinato, una para di scaffe a parete e una seggia ergoeconomica che mi fà male la schiena e il portafogli. 🙂

    5. Fatemi capire …. una ricerca su Rosalio!!! Sapete dirmi i nomi dei (o del) RICERCATORI? Qualcuno che conosciamo??? Rosalio non essere timido dicci dicci (con le vocali)… sempre che li sai e sempre che non sei “uomo di panza”.

    6. Per quanto ne so Rosalio sarà solamente uno dei “luoghi della socialità” studiati e non ho informazioni sulla ricerca che non siano incluse nel comunicato stampa, a parte questa anticipazione che mi sembra logica (visto che ci studieranno). Non sarei così sicuro che il team di ricerca sia già formato.

    7. capisco l’incertezza di chi non è “del mestiere” (anch’io non lo sono) nel leggere dell’assegnazione di certe cifre al progetti di ricerca.
      Eppure – vi assicuro – questi soldi sono importanti per garantire un futuro migliore alla nostra città. Spesso si mettono su progetti che non hanno una buona base di “studio” alle spalle,che non portano a nessun risultato. Così spesso si spende inutilmente.
      Ottimo far uscire il lavoro delle università dalla pagine dei libri e dalle stanze dei dipartimenti e renderlo capace di migliorare lo status quo della nostra città

    Lascia un commento (policy dei commenti)