lunedì 21 ago

Archivio di settembre 2008

  • Palermo è uno stagno

    In questo stagno tranquillo tutto è lento e la vita è rilassata. Sulle ninfee stazionano ranocchi che pigri e sonnolenti muovono appena le zampette anteriori, gracidando soltanto sommessamente per lamentarsi del fatto che l’acqua non cambia mai e che mai cambierà, ignari del fatto che se solo nuotassero fino alla prossima ninfea sarebbero loro a farla cambiare, seppure inconsapevolmente. Raramente una piena raggiunge lo stagno e, quando avviene, i giunchi si calano al passare della stessa per poi tornare alle loro posizioni, tra il fastidio e la sensazione di scampato pericolo.

    Eppure ogni tanto qualche bellissima rana di uno dei settori leva alto il suo “Grah!”, ottenendo l’attenzione di tutte le creature dello stagno che si voltano a guardarla ammirate. A quel punto la rana si gonfia e per qualche momento, prima che la sua ninfea si capovolga travolta dalle invidie, crede di essere un maestoso pavone la cui bellezza è inconfutabile mentre mostra la sua ruota.

    Questa storiella vuole dire che chi eccelle a Palermo nei propri settori dovrebbe ricordarsi di essere spesso un rospo piantato tra la fanghiglia che ha, per iniziativa o fortuna, gracidato per bene quella volta e che dovrebbe sforzarsi di confrontarsi con altre realtà prima di sentirsi arrivato, lavorare per migliorarsi e quando si migliora…lavorare ancora. Eccellere qui non è così difficile. Lunga è la via che rende un rospo pavone e pavoneggiarsi non cambia le cose. 🙂

    Palermo
  • Ferrovia Palermo-Messina, scavata la galleria Scianina-Tracoccia

    È caduto ieri l’ultimo diaframma della galleria Scianina-Tracoccia sulla linea ferroviaria Palermo-Messina tra Messina e Patti. La linea potrà essere raddoppiata in quel tratto al termine dei lavori. I lavori erano iniziati nel 2005. Le opere di finitura si concluderanno entro novembre per poi procedere all’installazione delle tecnologie entro il 2009.

    Palermo, Sicilia
  • Zamparini chiamato a testimoniare su Palermo e mafia

    Il presidente del Palermo Calcio Maurizio Zamparini sarà sentito mercoledì a Roma nella sede del comando generale della Guardia di Finanza nell’ambito dell’inchiesta che ha portato in carcere l’ex responsabile del settore giovanile del Palermo Giovanni Pecorar, e il penalista Marcello Trapani.

    Zamparini è “persona offesa” dai reati attribuiti a Pecoraro e a Trapani, accusati di agire per conto di Cosa nostra e dei Lo Piccolo verso la squadra rosanero e il suo presidente.

    Palermo
  • “Mi faccio turco” su Radio3

    Fino al 10 ottobre va in onda su Radio3 dalle 23:30 a mezzanotte, nell’ambito di Terzo anello, Mi faccio turco.

    Beatrice Monroy parla del Mediterraneo e di due concezioni del mondo, due stili di vita, due religioni nate dallo stesso libro che si osservano, convivono forzatamente, imparano uno dall’altro. Ci sono storie che riguardano il passato, le confessioni, le lettere dei Rinnegati che tra ‘400 e ‘800 lasciavano l’Occidente per “farsi turchi” andare a vivere nelle grandi e libere metropoli di Algeri, Tunisi, Tripoli, Istanbul e ci sono le interviste del presente, di intellettuali artisti che hanno scelto l’Occidente o che invece hanno preferito rimanere in patria. Ogni puntata è composta di una storia del passato che s’incrocia con una storia del presente: storie e sogni di gente di altri tempi, occidentali in fuga da un occidente che allora sembrava stare stretto a molti, e sogni e storie dei popoli contemporanei.

    Sicilia
  • Veltroni non testimonia al processo Marussig

    Walter Veltroni

    Il segretario del Partito Democratico Walter Veltroni non ha testimoniato oggi al processo contro la mafia di Villabate per la realizzazione di un centro commerciale che avrebbe incluso un multisala a cui pare fosse interessata Cosa nostra.

    Veltroni ha scritto in una lettera di non conoscere nulla dei fatti oggetto del processo. Adesso rischia la diffida per l’assenza ingiustificata e l’accompagnamento coattivo. È stato riconvocato per il 20 ottobre.

    Paolo Pierfrancesco Marussig, amministratore di una società coinvolta, avrebbe vantato amicizie nel centrosinistra e il collaboratore di giustizia Francesco Campanella accusa Walter Veltroni di aver esercitato pressioni su un consigliere comunale per farlo dichiarare favorevole al progetto.

    Palermo
  • Palermo-Reggina

    Nove punti in cinque giornate, chi se lo sarebbe mai aspettato? Il Palermo sembra essere tornato quello di tre anni fa, quando in campo si vedeva una squadra che dava l’impressione di potersela giocare con chiunque. Con la Reggina, i rosa hanno confermato che la “cura” Ballardini funziona e che il bel gioco visto con Roma, Genoa e Napoli non era frutto del caso. Il “Barbera” apprezza e si esalta insieme ai propri beniamini.
    In classifica il Palermo è in buona compagnia: Atalanta, Milan e Juventus. Proprio con i bianconeri di Amauri, domenica prossima in trasferta, si cercherà di riscattare quel 5 a 0 dell’anno scorso che portò all’esonero di Stefano Colantuono e che pesa ancora come un macigno.
    Il pre-partita di Juventus-Palermo è già cominciato ieri pomeriggio in conferenza stampa. Con la sua consueta ironia, Fabrizio Miccoli ha parlato della sfida a distanza con Amauri che in questo momento vede il folletto di Nardò in vantaggio di un gol nella classifica dei marcatori: quattro gol per Miccoli, tre per il brasiliano. “Speriamo per un´altra giornata di restare avanti nella classifica marcatori – ha detto Miccoli – Amauri è un grande giocatore e un grandissimo amico. Gli auguro un grande campionato… a partire dalla partita successiva a quella tra Palermo e Juventus”. Continua »

    Palermo
  • “Karibu” allo Spasimo

    Oggi alle 21:15 si svolgerà nella Chiesa di Santa Maria dello Spasimo (via dello Spasimo, 15) lo spettacolo di beneficenza Karibu organizzato dall’associazione Drita onlus e in favore dell’associazione Asantesana onlus che opera in Tanzania.

    Si esibiranno Tinturia, Sergio Vespertino, Djeli d’Afrique, Sandro Dieli, Vito Giordano e altri, presentati da Cinzia Gizzi e Alessandro Amato.

    Per informazioni: 091 6110209 e 328 1364427.

    “Karibu”

    Palermo
  • I love Sicilia: i 100 potenti di Sicilia

    È in edicola da qualche giorno il nuovo numero di I love Sicilia, mensile di stili, tendenze e consumi in Sicilia.

    I love Sicilia di settembre

    Si parla dei 100 “potenti” di Sicilia: politici, manager, scrittori, gente di spettacolo. Solamente nove sono donne. L’uomo più potente sarebbe Mario Ciancio Sanfilippo, seguito dal presidente della Regione Raffaele Lombardo, dal presidente del Senato Renato Schifani e dal ministro della Giustizia Angelino Alfano.

    Tra gli altri contenuti ci sono un’intervista al rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla e all’attrice catanese Guia Jelo, protagonista di Agrodolce.

    Sicilia
  • Gli stupidifurbi

    A proposito della cosiddetta Parentopoli siciliana, non mi pare che sia successo niente di sostanzialmente nuovo. Lo scandalo non è peggiore di quello che colse il precedente presidente della regione, sorpreso con le dita nella ricotta. Sei mesi fa si è andato a votare, in seguito a quello scandalo. E la coalizione di centrodestra ha guadagnato una decina di punti percentuali. Segno che i siciliani hanno apprezzato, se non le singole persone, almeno il sistema amministrativo.
    Difficile spiegare al resto del mondo perché in Sicilia succeda questo. Ma ai siciliani forse sì: un politico che riesca a piazzare i propri parenti qui non è considerato immorale, anzi. Il massimo che un siciliano pensa è: “beato lui”. O al limite: “perché io no?”. Da cui il corollario: “magari io riesco a farmi piazzare la prossima volta”.
    Ragion per cui se si votasse domani, il centrodestra di Lombardo prenderebbe l’80 per cento dei voti, avendo dimostrato che sa fare bene il lavoro per cui era stato eletto. In realtà fra centrodestra e centrosinistra la contrapposizione non è mai stata fra chi piazza i propri clienti e chi no, ma fra chi ne piazza molti e chi eventualmente ne piazzerebbe pochi. Per questo, confidando di rientrare fra i fortunati, i siciliani votano il centrodestra: perlomeno immaginano di avere maggiori possibilità.
    Continua »

    Sicilia
  • Tutto in una notte

    Questa sarà la prima notte bianca di Palermo, la prima “Notte in Festa della Provincia” (evento clou della 11esima edizione di “Provincia in Festa”) e la prima volta che la città ospita 124 artisti che si esibiscono nello stesso giorno, nell’ambito della stessa kermesse. È anche la prima volta che sul palco montato a Piazza Politeama animano la serata 30 musicisti, cantanti e speaker radiofonici di portata nazionale, tutti in una volta. Ed è inoltre la prima volta che viene realizzata una cassata di 850 chili (opera di Gigi Mangia), destinata a finire nel Guinness dei primati, per la quale ci sono voluti, tra l’altro, 600 chili di ricotta. Continua »

    Palermo
  • Factotum

    Un disoccupato, per definizione, dispone di una preziosa risorsa che a tanti altri invece manca: il tempo. Partendo da questa elementare osservazione e volendo inventarmi qualcosa per trovare una qualche soluzione al problema della mancanza di lavoro che coinvolge tanti nostri concittadini, ho pensato a questo modello di impresa: una cooperativa di servizi che offra, ad una comunità di persone a corto di tempo, questa risorsa comunemente paragonata addirittura al denaro. Da un punto di vista economico, avranno interesse ad avvalersi dei servizi di tale cooperativa tutti coloro il cui tempo dovesse valere più di quanto richiesto dalla cooperativa (se per pagare una multa alla Posta devo perdere un’ora in orario di lavoro e in un ora di lavoro rendo più di quanto mi costerebbe demandare ad altri tale mansione, mi conviene avvalermi della cooperativa e la convenienza ci sarebbe anche se il mio beneficio dovesse essere di altra natura come si avrebbe, ad esempio, demandando ad altri la classica spesa del fine settimana al supermercato per stare invece di più con i propri figli).

    La cooperativa “factotum” (dallo slogan: “siamo il tempo che a voi manca!”) si occuperebbe infatti di disbrigo faccende e piccoli servizi (pagamenti, piccole commissioni, ricerca per negozi di pezzi di ricambio, piccole riparazioni, pulizie straordinarie, mini traslochi, ecc.) avendo prima accuratamente “inventariato” e verificato attitudini, competenze ed esperienze professionali dei suoi membri. Sinora, ho incontrato un gruppo di sette persone – uomini e donne dai 47 ai 22 anni – con precedenti esperienze come falegnami, impiantisti, lavoratori domestici, baby sitter, camerieri, ecc., tutti auto o moto muniti e uno dotato persino di un furgone e di un magazzino. A chi non farebbe comodo, per esempio, un autista ad ore (o una persona che semplicemente resti in macchina) per un più rapido giro per uffici oppure per accompagnare la nonna in visita al cimitero o dall’amica oppure al teatro? Continua »

    Palermo
  • “MondelloGiovani”

    Inizia oggi MondelloGiovani, festival della letteratura giovane organizzato dalla Fondazione Banco di Sicilia e sviluppatosi da una costola del Premio Mondello. La prima edizione è dedicata allo scrittore David Foster Wallace, recentemente scomparso. Il festival si tiene oggi e domani in luoghi storici di Palermo come la Chiesa di Santa Maria dello Spasimo (via dello Spasimo, 15), la Galleria d’Arte Moderna (piazza Sant’Anna) e il Kursaal Kalhesa (foro Umberto I, 21).

    Trenta gli autori ospiti e tante le iniziative: incontri con gli scrittori, da Flavio Soriga a Caterina Bonvicini, reading con poeti giovanissimi ma già affermati da Silvia Avallone a Carlo Carabba, da Lorenzo Sciajno a Teresa Zuccaro, e attori, come Luigi Lo Cascio a Vincenzo Pirrotta, il concerto della vocalist etno-pop Patrizia Laquidara, e il concerto dei Solisti Sicani diretti dal maestro Antonio Giovanni Bono. Il Festival mette sulla scena scrittori italiani di narrativa e poesia, di età compresa tra i venti e i quaranta anni, disegnando così il profilo di una “nuova generazione”.

    Programma completo.

    Palermo
  • Torna “Le vie dei tesori”

    Inaugura stasera alle 20:00, con La notte dei ricercatori all’Orto botanico, l’edizione 2008 de Le Vie dei Tesori. L’organizzazione è curata dagli Amici dei Musei Siciliani con l’Università degli Studi di Palermo.

    Il primo weekend è dedicato alla scienza con esperimenti, dimostrazioni, incontri con i ricercatori dell’Ateneo, porte aperte in sette musei e collezioni scientifiche, visite guidate in altrettanti laboratori dell’Università di Palermo alla scoperta di reattori nucleari, schermi da realtà virtuale, barche per la rilevazione dei fondali e undici eventi speciali come partite tra robot-calciatori, osservazioni delle stelle dalla nuova Specola di via Archirafi, visite dell’Orto Botanico condotte da robot-guide turistiche, lo show didattico tra fumi e reazioni La magia della chimica, una mostra di alberi da frutto con test di assaggio guidati dai ricercatori di Agraria, il “processo a Elettra”, simulazione tratta dalla tragedia greca che verrà messa in scena a Giurisprudenza in collaborazione con il Teatro Biondo e l’Istituto del dramma antico, con la partecipazione di big della magistratura e dell’avvocatura. Ingresso libero.

    Programma completo del primo weekend.

    Palermo
  • Palazzo Sant’Elia

    Poi, improvvisamente, si accende una luce. Nel buio totale, quasi per caso, spunta una mostra come “España”. Recensioni unanimi su tutti giornali, un fottio di spettatori: e spettatori paganti, ciò che più conta. Ecco che Palermo per un breve periodo torna a essere una capitale della cultura. Ma la mostra di palazzo Sant’Elia è come il soprassalto di un moribondo, che fa sperare solo i parenti stretti: la mostra finisce e l’encefalogramma cittadino torna concavo per com’era. L’unica luce degli ultimi mesi si è spenta senza che nessuno sappia dire come e quando se ne accenderà un’altra.
    I capitoli della decadenza di Palermo sono troppi per essere elencati tutti, e il timore è che nella gran massa si perdano di vista i singoli casi. Meglio allora concentrarsi su quelli più eclatanti. Palazzo Sant’Elia meriterebbe di essere caricato di una aspettativa particolare proprio perché, dopo la falsa partenza del progetto Guggenheim, ha iniziato la sua attività in una maniera tanto magnifica. Per cui è giusto che l’opinione pubblica palermitana, o ciò che ne resta, si ponga una domandina semplice semplice: E adesso? C’è un disegno, per questo formidabile spazio? Un progetto? Una direzione? Demetrio Paparoni, il curatore di “España”, nei giorni scorsi ha sollevato il problema, andando a sbattere contro il silenzio più assoluto. Continua »

    Palermo
  • Presto l’asta pubblica per il rimborso Ztl

    Il servizio di rimborso delle somme che i cittadini avevano versato per acquisire i pass da utilizzare nelle Ztl sarà affidato con asta pubblica e non con una trattativa privata. Il bando sta per essere mandato in pubblicazione.

    Non verranno più inviate le lettere che preannunciavano il rimborso in virtù dell’ampia diffusione della notizia della cancellazione del provvedimento sulle zone a traffico limitato.

    Palermo