sabato 1 nov
  • Futti, futti…

    Leggo su Il Sole 24 Ore di sabato 8 agosto un interessante articolo a firma di Gianni Trovati in tema di Enti locali. Si riferisce alla seconda ordinanza di Palazzo Chigi, già pubblicata in Gazzetta Ufficiale, che consentirà al Comune di Palermo di aumentare – già da quest’anno – l’addizionale IRPEF senza passare dal Consiglio comunale, bensì con semplice decisione di Giunta da adottare entro il 30 settembre. L’aumento dell’aliquota, già contrastato in Consiglio, potrà quindi passare dallo 0,4% attuale allo 0,8%: un raddoppio che potrebbe portare 25 milioni nelle casse del Comune. Per affrontare il “caso Palermo”, Palazzo Chigi ha dovuto inventarsi un “passaggio a nord ovest” che dribblasse i vincoli vigenti per gli altri Comuni (blocco degli aumenti IRPEF del maggio 2008), blocco delle aliquote fino al 2011 per via del federalismo fiscale, scadenze dei termini in materia di bilancio, ecc. Tutto con sole due ordinanze “palatine”, la prima di fine giugno. Tutto ciò si aggiunge alla recente delibera del CIPE che ha assegnato alla città quei 150 milioni che richiamano troppo i 130 milioni di buco dell’AMIA accertato dai revisori. Anche in questo caso le risorse del mancato aumento della TARSU che non è passato in Consiglio, ritornano per altre “provvidenziali” vie. In un paese serio, la cattiva amministrazione pubblica è sanzionata dalla procedura fallimentare, ad opera di un commissario, e dal ritorno alle urne. Da noi, invece, piuttosto che incentivare la buona amministrazione, si preferisce premiare la politica orientata alla costruzione clientelare del consenso, secondo l’antico adagio palermitano, tutt’altro che metaforico, del “futti, futti che Dio perdona a tutti”.

    Palermo
  • 32 commenti a “Futti, futti…”

    1. In un paese serio, ad una tale notizia, i cittadini scenderebbero in strada a migliaia per manifestare il dissenso alla disposizione del governo centrale !!!
      Ma si sa, … i palermitani scendono in strada numerosi solo x festini e questioni di calcio. Insomma x questioni goderecce ;-)

    2. “futti, futti che papi perdona a tutti“

      Candeloro

    3. E’ vero, è stato tolto al Consiglio il potere di approvare, ma non quello di sfiduciare il sindaco.
      Alle urne, chiunque, dico chiunque, è meglio di Cammarata.
      Un consiglio alla sinistra, un’invocazione, un atto di pietà: non candidate il solito Orlando, ne avrete qualcun altro? Altrimenti Berlusconi fa un’altra ordinanza in cui, solo a Palermo, consente al sindaco di presentarsi per la terza volta, e per la terza volta vince Cammarata.

    4. @Massimo
      Allora perchè Cammarata non lo hanno già sfiduciato? Purtroppo il PDL si oppone a questa via!
      Due paroline su Orlando:
      Alle scorse elezioni ha avuto un ottimo e ripeto OTTIMO risultato, mentre Cammarata ha preso meno della sua coalizione.
      Sempre alle scorse elezioni c’era anche altri candidati sindaci, io per esempio ho votato per Piraino. Il punto è che un partito candida chi prende più voti e da questo punto di vista Orlando è una garanzia!
      Anch’io vorrei che tutto il centro sinistra puntasse su un altro candidato sindaco, spero lo facciano ma dipende dal calcolo politico.
      In ogni caso voglio rassicurarti:
      Cammarata non ha nessun futuro politico qui a Palermo e in Sicilia, forse il PDL quale ringraziamento per il suo prezioso lavoro lo farà senatore (il campetto da tennis c’è pure al senato?) ma qui stai tranquillo non lo rivedremo.
      Dobbiamo però sforzarci di mandarlo via il prima possibile.

    5. Questa maniera assolutistica dell’esercizio del potere(governare credo sia diverso)dimostra che il vero problema risiede a Palazzo Chigi,in sede locale anche un cavallo può bastare.

    6. Anzichè aumentare le tasse perchè non rubano un pò di meno? Siete amministrati da una banda di incompetenti e ladri.Alle prossime elezioni…rivotateli.

    7. non credo che questa ordinanza reggerà ai passi successivi: è la solita propaganda (Pepiiii dove seiiii?)
      il PAPI si inventi quello che vuole ma le “prerogative” del Consiglio comunale alla fine le deve rispettare, se no cambi la legge sugli enti locali se proprio deve aiutare il sindaco +COOL del bel paese

    8. Standing ovation per marcodisalvo!!!
      A sto punto da questo governo (che permette di bypassare un processo democratico locale) e da questa giunta mi aspetto DAVVERO di tutto!!
      Signori siamo alla frutta! La pigghiata pu culo sta raggiungendo livelli davvero irritanti!
      In una città vera la gente andrebbe sotto casa del sindacoper prenderlo a legnate…ma no per l’addizionale…per la pigghiata pi fissa per la serie “ah sì? ed io vi futto accussì!!”

    9. @fanny: ovviamente sarà così!

    10. In questo modo Cammarata potrà dire “non sono stato io. E’ stato Papi!”

    11. E’ uno schifo. Si è toccato il fondo. Qualcuno sa che fine ha fatto la democrazia in questo paese che comincia a somigliare sempre più all’Iran?

    12. Il bello è che tutti questi soldi in più non serviranno a migliorare i servizi nella città quanto piuttosto a finanziare l’aumento dei contratti già stramilionari di Gesip e Amia.
      Finanzieremo aziende che dovrebbero essere chiuse e fallite da tempo aumentando gli importi dei contratti (esclusivi) che ad esse ci legano.
      Solo dopo, se avanzerà qualcosa, si penserà alla città.
      E se pure con questo trucco decisamente infame si riuscirà a tirare a campare quest’anno… nei successivi le cose non cambieranno di molto. Gran parte dello 0.4 in più se lo papperanno sempre Gesip e Amia, d’ora in poi.
      E voglio proprio vedere il prossimo sindaco PDL se avrà le palle di riportare l’aliquota allo stato attuale.

    13. Il problema principale è che il similpaeseitalia non è un vero Paese ( aggravante: non democratico ), che non è Dio che perdona tutti ma il torpore secolare siciliano e l’abitudine a subire il colonialismo, quasi sempre in modo passivo altre volte divenendone complici. DNA compromesso, a parte gli “informati” di Rosalio e simili, che comunque non vanno oltre il “lamento perpetuo” invece di fare una vera rivoluzione cominciando con l’occupare i luoghi di gestione delle città e mandare gli occupanti a lavorare, preferibilmente a zappare. Occupanti che stanno facendo peggio dei savoia e dei loro sponsor. Il 34% del PIL è sprecato per campare tutta l’inutilità pubblica? TORPORE! Spostamento scientifico di intelligenza dal sud al nord ( la manodopera da sfruttare ormai la recuperano tra gli immigrati e veri e falsi clandestini )? TORPORE. Il capitale circolante in Sicilia è posseduto e gestito – a cominciare principalmente dall’accesso al credito – in modo scientifico in prevalenza dai grandi gruppi bancari del centro-nord? TORPORE? Se non si risolvono questi problemi, che sono solo tre dei principali, i dettagli di vita quotidiana – come questo dell’irpef che è una delle tante conseguenze dei veri problemi – saranno sempre presenti e ogni discussione che li riguarda è solo gargarismo verbale fine a se stesso.

    14. Marco di Salvo, Beny e Gigi, hanno ragione .
      Ma cosa aspettiamo, cosa stiamo aspettando per dimostrare il nostro dissenso , il nostro no al dissesto ma anche all’arroganza di chi pensa di fare del similpaese quello che vuole ?
      Ci stanno distruggendo, stanno distruggendo la Sicilia e
      tutte le nostre speranze di vivere in un paese civile.
      Anche se pochi, penso che potremmo fare una dimostrazione civile contro questo ipocrita e disonesto governo del malaffare.
      Anche per potere dire “Io non ci sto ”
      Che ne pensate ?

    15. Katia sono anch’io disgustato però mi sembra un po’ eccessivo l’accostamento con l’Iran…

    16. Effettivamente Tony è un po’ eccessivo, ma credo che siamo sulla buona strada. Se continuiamo a sopportare è lì che finiremo. Se taciamo sulle piccole cose alla fine ci renderemo conto che la somma di tutte queste piccolezze ci ha instradati su una via senza ritorno. Bisognava manifestare contro il sindaco ai tempi delle ztl o per lo scandalo Amia. Il nostro silenzio ci rende complici. Si puo’ anche essere complici passivi delle peggiori nefandezze. Se abbiamo la voce perché non dobbiamo usarla?

    17. accostiamolo con la Russia di Putin? ti sembra ancora eccessivo?

    18. con la Cina? con il Pakistan? con la MERDA?

    19. Francescopistone ti invito nuovamente a utilizzare un linguaggio più consono qui. Non costringermi a costringerti a farlo.

    20. Francescopistone in Italia non ammazzano i giornalisti come in Russia quindi è ancora eccessivo. E tu in uno dei paesi che menzioni magari saresti già stato torturato solo per aver espresso le tue opinioni. Non mi sembra che comunque sia questo il punto.

    21. Allora… Visto che molti sono d’accordo a manifestare il dissenso, spargiamo la voce io questi giorni e cerchiamo di organizzare una manifestazione contro questa decisione del governo x l’aumento dell’irpef con la sola Giunta comunale. L’opposizione sarà d’accordo, i commercianti e le categorie pure, anche i dipendenti pubblici ai quali prendono la tassa alla fonte. Spargiamo la voce ovunque, x strada nei blog, video youtube, facebook, twitter, ovunque. Spargiamo la voce che vogliamo fare una manifestazione contro questa decisione del pres consiglio. Teniamo alta l’attenzione sull’argomento e quando la voce girerà x tutta palermo state certi che qualche sigla politica organizza logisticamente la manifestazione. X ora spargiamo la voce.

    22. ok, io Ci sto

    23. [...] riferisco, in particolare, a quanto avviene a Palermo, come riportato sul blog Rosalio: l’aumento dell’addizionale IRPEF comunale, già bocciato dal Consiglio Comunale, ma [...]

    24. io invece non co sto più!
      chiacchiere! le mie, le nostre, le vostre…
      sempre e solo chiacchiere, passionali, sentite, di comodo, razionali o irrazionali…con un denomitarore comune: sempre e comunque chiacchiere che non spostano di una virgola l’esistente ed il pensare comune, che non creano AZIONE, solo digitazione a volte pensata e spesso compulsiva.
      a volte sembriamo dei dischi rotti mentre il mondo è sempre più assuefatto e probabilmente gli va bene così.
      logorrea e bulimia webbatica che continua a non spostare di una mazza la realtà ed un singolo punto di vista.
      o anche se ne sposta mezzo è comunque troppo poco.
      F.to
      stalker sranamente disillusa.

    25. io invece non CI sto più!
      correggo il refuso e ribadisco

    26. Stalker secondo me sottovaluti la funzione di agorà del blog. È bene fare seguire alla presa di consapevolezza l’azione…ma non tutti sono così informati su certi fatti o consapevoli del potere che hanno e parlarne non fa male. In passato qualcosa l’abbiamo ottenuta e accadrà ancora.

    27. il problema non è l’irpef in sè, ma la dose di vasellina che ha portato all’aumento dell’irpef mentre noi BRAVA GENTE che tiene famiglia si dormiva!
      dalle alleanze padane ai lombardiani suq del sud, da villa certosa in ford escort al gasdotto turco..e dei mille ricatti e sconcezze che non ci riguardano fin tanto che non ci toccano il portafoglio.
      notte brava gente!

    28. tony, parlavo solo della MIA disillusione!
      ho sempre creduto nella forza dell’agorà, altrimenti non avrei speso tanto tempo in un’agorà.
      la disillusione è costatare che non cambia mai un ****** o comunque troppo poco.
      ciao e buon lavoro, davvero!

    29. Uhm, non ricordo bene quale partito italiano ha promosso un certo “no tax day”….aspettate adesso ricordo un tipo basso e sorridente su un tabelone con la scritta “meno tasse per tutti”…aiutatemi non mi sovviene il nome nè del tipo nè del partito…

    30. Stalker, ognuno ha le sue idee politiche, ma bisogna riconoscere che se non era “anche” per i “lombardiani suq” come dici tu, a quest’ora l’IRPEF era già raddoppiata e così pure la TARSU. Poi ti possono stare antipatici, non li voti, etc. Ma a Cesare quel che è di Cesare.
      L’opposizione ha fatto bene il suo mestiere, ma quel qualcosa di nuovo che si è mosso nell’area di centro-destra è stato, non a caso, nei PDLini di Micciché e nell’MPA.
      I berlusconici “lealisti” e l’UDC si sono comportati invece in modo indegno. Almeno secondo il mio punto di vista.
      Il punto è che bisogna avere una rappresentanza politica che non risponda troppo alle gerarchie dei partiti romani, in qualunque direzione, altrimenti la democrazia è inesistente.

    31. Stalker, io ho partecipato a vari cortei e manifestazioni, nonostante la disillusione che prende a periodi,tanto che ho mancato di partecipare alla riunione di Massimo Merighi che stimo, ma a a volte un sussulto di dignità più forte ce la fa a tirarmi di nuovo su , e continuo a lavorare per la pace,e per i diritti umani,e spero ,prima di morire, di continuare a dare il mio contributo.
      Ci tengo a questa manifestazione, non perchè sono sicura che otterrò qualcosa politicamente,ma perchè voglio dimostrare a questa gente da taverna che la dignità e l’onestà non si possono comprare.
      Devono sapere che qualcuno ha capito che sono dei lestofanti e gli darà filo da torcere, anche solo facendogli un po’ di cattiva pubblicità.

    32. lo so valentina, infatti il mio commento, il mio “sfogo”, non era certo rivolto a te, perchè “intravedo” dietro un nik, il tuo, che poi è un nome proprio, un essere sincero che crede in quello che dice e in quello che FA.
      poi c’è un rumore di fondo, un ticchettio di tastiera, un loop interminabile e monotono (compreso il mio), un disco rotto magari “dotto” che sposta veramente troppo poco, se non la propria autostima o il proprio rancore, quando va bene, altrimenti solo e soltanto parole in libertà, basta che si rispetti la p*l*cy.
      *
      in altri paesi europei basta un qualcosa di infinitesimale, rispetto a quello che succede qui, per indignarsi e mandarli a casa, ma a casa davvero…qui ci sono bolg nazionali e regionali ingolfati di “indignata protesta” e….NIENTE!
      e allora mi chiedevo: che senso ha continuare a “blaterare”?
      rumore di fondo perchè nulla cambi…contententino al popolo bue che servo morirà…e se si sta per incazzare gli si lancia un pacco di pasta come un osso a un cane, e lui mette su la pentola e ringrazia e RIvota.
      salutamu

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.