martedì 12 dic
  • Guasti a Bellolampo, nuova emergenza rifiuti

    A causa di alcuni guasti delle pale meccaniche della discarica di Bellolampo che trasportano i rifiuti dalla stazione di trasferenza ai trituratori si stanno verificando nuovi problemi nella raccolta dei rifiuti.

    I commissari straordinari dell’Amia hanno disposto l’immediato trasferimento di chi è risultato responsabile di comportamenti e ritardi che stanno alla base dei fatti accertati e hanno dichiarato: «Questa ennesima emergenza, a parte contingenti anomalie organizzative che sono state definitivamente e drasticamente affrontate, anche questa volta deriva dalla mancanza, negli anni passati, di investimenti in discarica, che oggi si presenta inadeguata sotto il profilo infrastrutturale e di mezzi, vetusti e non manutenzionati per anni. La gestione commissariale è costretta ad affrontare le continue emergenze con manutenzioni straordinarie e con provvedimenti tampone, in quanto il mancato trasferimento dei fondi assegnati dal Cipe impedisce a tutt’oggi di realizzare gli investimenti, già programmati e progettati da Amia, che imprimerebbero una svolta radicale alla gestione della discarica».

    Palermo
  • 4 commenti a “Guasti a Bellolampo, nuova emergenza rifiuti”

    1. Una svolta radicale sarebbe usare i soldi del cipe per fare una bella gara d’appalto per la gestione dei rifiuti e chiudere l’amia.

    2. Vabbè, un cè nenti, prendiamoci il caffè!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    3. mi viene da ridere e piangere con lacrime amare. il problema dei rifiuti non deve essere risolto solo dall’ente preosto alla raccolta ma anche dai palermitani.
      esempio un mio amico raccoglie tutto l’organico di casa e poi ogni settimana lo va a riporre in un giardino, la terra ed i batteri nell’arco di qualche settimana sanno fare il loro dovere degradando ciò che estato depositato. ricordiamo che per trattare tutto l’organico della città di palermo pasterebbe un’area quanto quella di un campo di calcio, che il compost ottenuto potrebbe essere utilizzato come fertilizzante. da notizie apprese invece a palermo l’oraginco raccolto viene mandato fuori provincia, una follia in termini di costi…

    4. Insomma, secondo il comunicato dei commissari dell’Amia, la colpa della nuova emergenza rifiuti è del governo Berlusconi-Tremonti.
      Comunisti!
      🙂

    Lascia un commento (policy dei commenti)