lunedì 21 mag
  • Si aggrava l’emergenza rifiuti: saltato il turno domenicale

    Peggiora l’emergenza rifiuti a Palermo dovuta allo stop immediato dello straordinario proclamato dai sindacati dell’Amia dopo il rigetto della richiesta di concordato avanzata dal Comune. Il turno domenicale è saltato.

    I turni riprenderanno oggi ma si sono accumulate tonnellate di rifiuti in strada, dove proseguono i roghi di cassonetti. I mezzi meccanici di AMG e Amap supporteranno la raccolta dei rifiuti da oggi.

    Palermo
  • 5 commenti a “Si aggrava l’emergenza rifiuti: saltato il turno domenicale”

    1. Ma io mi chiedo,ma questa gente che fa servizio presso queste aziende addette alla raccolta rifiuti come fa ad andare a letto tranquilla,con quale coscienza? Qual’è il loro stato interiore?
      E soprattutto chi dirige,perchè lo fa così male (in altri luoghi non accade).
      Perchè questa anarchia anche da parte delle istituzioni e degli utenti,perchè questa storia non viene mai risolta?

    2. purtroppo i sindacati e i lavoratori, con la scusa dei diritti dei lavoratori bla bla bla, stanno rovinando l’Italia intera. Non hanno nessuna coscienza civica, credimi. Guardano il proprio stipendio e basta.

    3. Sono d’accordo con te Colorina.
      Proprio stamane mi è capitato di vedere alcuni di questi operatori a passeggio(hanno la faccia tosta pure di girare in divisa) e facendo pochi passi ho scorto una ragazza che gettava rifiuti (erano le 9,30 del mattino).
      Per me ci vuole un regime forte, ricominciare tutto da capo e spedire un pò di fannulloni e trasgressori nei luoghi dove sono venuti.
      Multare,multare e rimultare

    4. Non hanno vergogna, non hanno timore. Andando in università o in ufficio, ne vedo tanti che non fanno il proprio lavoro…e come dici tu sono perfettamente riconoscibili, non si nascondo. Nessuna pietà verso chi offende la comunità che gli paga uno stipendio, e chi onestamente e con sacrifici fa il proprio lavoro o chi è in crisi perché uno non ce l’ha.

    5. C’è troppo lassismo e poca volontà, e purtroppo il potere di gestire e quello della forza lavoro è in mano a soggetti discutibili.
      A questo aggiungiamo una mentalità retrograda e un’anarchia tipica della maggioranza degli utenti e viene fuori cosa?

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.