23°C
martedì 16 lug

Archivio di Ottobre 2006

  • I love Sicilia e Rosalio a braccetto

    È in edicola il numero di ottobre di I love Sicilia, mensile di stili, tendenze e consumi in Sicilia. La vendita in abbinamento al Giornale di Sicilia permette di acquistarlo a 2 euro (oltre al prezzo del giornale).

    I love Sicilia di ottobre

    Da questo numero Rosalio è partner di I love Sicilia per raccontare con il suo stile gli eventi, le storie e le curiosità legati alla mondanità e agli spettacoli di tutta la Sicilia nella rubrica Perizona.

    In copertina c’è Bruno Grildelli che guida l’Ismett di Palermo. Si parla di lui e di altri “cervelli” in prima fila nella ricerca scientifica in Sicilia. Inoltre otto architetti e designer siciliani si raccontano in occasione dell’incursione della Biennale a Palermo, Desideria Burgio parla di sé e sono compresi articoli di Daniele Billitteri e Maria Letizia Affronti (autori di Rosalio).

    Sul sito di I love Sicilia c’è una sezione “Solonline” con contenuti inediti sul giornale.

    Rosalio, Sicilia
  • Maritati

    Nel giro di pochissimi mesi ho avuto l’opportunità di vivere da vicino uno degli avvenimenti che nella vita di un siciliano medio e di un palermitano in particolare rappresenta l’acme della vita sociale, il momento in cui tutta la forza economica, organizzativa e affettiva della famiglia si scatena in tutta la sua potente dinamica: il matrimonio. Innanzitutto va fatta una fondamentale distinzione tra le due macro categorie più importanti in cui questo momento si divide cioè il matrimonio del primo figlio/a o lo sposalizio della successiva prole. In particolare io ho partecipato per due volte nel giro di tre mesi all’allestimento dell’avvenimento appartenente alla prima macro categoria. Della seconda categoria, altrettanto peculiare e interessante parleremo un’altra volta. Per mia fortuna sono stati matrimoni piacevoli e senza grandi intoppi, ma mi hanno offerto la possibilità di raccoglie racconti e testimonianze su ogni più piccolo dettaglio organizzativo. Ho scoperto, con poco stupore, che la tipica mamma palermitana per quanto emancipata, moderna e giovanile sia covi nel profondo del proprio animo l’insana voglia di “maritare u/a picciriddu/a”. Questo sogno nascosto cresce negli anni, si autoalimenta silenzioso fino a quando finalmente l’adorato pulcino trentenne non decida che sia giunta l’ora di rendersi indipendente. Il sogno assopito si desta e scatena tutta la sua prorompente (e devastante) potenza. Continua »

    Palermo, Sicilia
  • Quanto costa la mafia alla Sicilia?

    Oggi alle 10:00 viene presentata alla Facoltà di Giurisprudenza (via Maqueda, 172) la task force costituita da magistrati, docenti e imprenditori per l’analisi dell’impatto del fenomeno mafioso nell’economia siciliana. Il gruppo è stato voluto dalla Fondazione Rocco Chinnici e dalla Compagnia di San Paolo. Continua »

    Palermo, Sicilia
  • Vivere liberi senza le conoscenze

    Ultimamente presto più attenzione a quello che la gente dice, quando parla tra amici, tra colleghi, o tra familiari e non c’è discorso che non abbia come finale o intramezzo “parlo con il mio amico o chiamo un mio conoscente”.
    Per carità detto così, significa ben poco, ma quando tutto cio si riferisce ad un favore da fare o ad un lavoro, la questione cambia e di molto.
    Io in questa Palermo, sono un esempio atipico di emigrata al contrario e di una che i suoi lavori qui non li ha chiesti a nessuno. Mi piace rimettermi in gioco con me stessa e provo davvero una gran soddisfazione quando riesco ad ottenere quello che voglio solo per merito mio.
    Ho un’altra mentalità, non amo chiedere favori e se decido di farli è solo per spontaneità.
    Sarà perché sono cresciuta in un altro ambiente, dove vai avanti se vali davvero. Per carità anche da noi esistono i famosi raccomandati, ma di solito devono dimostrare di più degli altri proprio per la loro situazione iniziale, altrimenti…avanti il prossimo. Ma soprattutto non c’è miglior soddisfazione nel poter dire “mi sono fatto da solo”. Continua »

    Palermo
  • Maggiori controlli nelle zone blu Apcoa

    Le zone blu gestite da Apcoa Parking Italia (P2, P4, P19 e P20) saranno sottoposte a controlli più intensi. Molti automobilisti parcheggiano senza pagare pur non avendo alcun titolo; finora si è proceduto all’emissione di “avvisi di cortesia”, finalizzati ad informare la cittadinanza e le categorie interessate. In particolare il problema riguarda gli stalli di tipo B (891 posti fruibili soltanto tramite “gratta e sosta” o ticket parcometro, soltanto a pagamento per tutti), spesso occupati da chi non ne ha diritto, tra cui titolari di pass residenti e abbonati. Continua »

    Palermo
  • Stop alle auto: la protesta dei commercianti

    I commercianti del centro di Palermo protestano contro la chiusura al traffico del giovedì mattina per voce delle organizzazioni di categoria, Confesercenti e Confcommercio. Il calo delle vendite sarebbe del 50%, con punte fino all’80%. Oggi molte saracinesche sono rimaste chiuse a metà e su alcune vetrine sono state affisse locandine per aderire alla protesta.

    Palermo
  • “Sole e Luna Docfest”

    Inizia oggi e continuerà fino all’1 novembre il Sole e Luna Docfest, festival internazionale di documentari sul Mediterraneo e sull’islam. Le sedi del festival sono il Loggiato San Bartolomeo (corso Vittorio Emanuele, 25; proiezioni) e Santa Maria dello Spasimo (via dello Spasimo, 13; rassegne collaterali, proiezioni all’aperto, serate inaugurali e di chiusura) e gli orari vanno dalle 18:00 a mezzanotte; ingresso gratuito. L’inaugurazione è prevista per oggi alle 17:00 a Santa Maria dello Spasimo.

    La direzione artistica è di Rubino Rubini, fra i più noti documentaristi italiani.

    Programmazione giornaliera.

    “Sole e Luna Docfest”

    Palermo
  • Bye Bye Blues, Hanami, Cibus

    Bye Bye Blues
    Erano anni che sentivo parlare di Bye Bye Blues, ma non mi era mai capitato di andarci. Qualche giorno fa sono partita alla volta di Mondello appositamente per togliermi la curiosità. L’ambiente è accogliente, con il suo giallo predominante e con le luci leggermente soffuse. Unico handicap: i tavoli troppo ravvicinati l’uno all’altro costringevano i vicini a sentire i discorsi tra me e il mio commensale o viceversa, ci obbligavano a parlare sussurrandoci cose nell’orecchio. Il che non è male come strategia di avvicinamento priva di imbarazzi. Appena arrivati ci hanno servito una tartarre di tonno freschissimo con cipolle e prezzemolo, e una polpettina di carne all’arancia e agrodolce (cipollina, uvetta e pinoli), da mangiare col cucchiaino. Ogni cosa era sistemata in micro piattini quadrati trasparenti e presentata in modo molto scenografico, così come i piatti seguenti. Tutto molto buono. Frase facile a dirsi, ma per portare il cibo alla bocca ho dovuto fare un incontro di wrestling con la polpettina che non voleva saperne di salire sul micro cucchiaino e che a ogni tentativo di accalappiarla rotolava inesorabilmente giù sul micro piattino. Le vecchie, care forchette, no? Persino con le bacchette giapponesi me la sarei cavata meglio. Vabè. Continua »

    Palermo
  • Chissà se ci arriveremo

    Ho deciso di non occuparmi più di progetti che riguardano quest’isola, ho perso troppo tempo inutilmente (ho trascurato pure Rosalio). Preferisco campare modestamente con qualche lavoretto pro-padania, intanto voglio preparare i miei figli a vivere fuori dalla Sicilia o anche dall’Italia. Ineluttabile: il lavoro in Sicilia è “pubblico” impiegato o dirigente, ma dirigente è meglio! L’altroieri ho letto per caso un articolo su un noto giornale nazionale, un’eccezione di cui mi sono pentito. Di solito non leggo i giornali e non guardo la tv, vivo nella più completa ignoranza. Si fa per dire, con l’information overload a cui siamo soggetti. Manca poco e anche la carta igienica sarà interattiva con un sensore sismico per ciascun foglio, un neuronchip nel tubo di cartone con relativo speaker multilingue e le saponette avranno il display lcd ed il tuner tv idrosolubili. Continua »

    Sicilia
  • Da oggi il passaporto elettronico

    Può essere richiesto da oggi alla Questura di Palermo il passaporto elettronico, documento dotato di un microprocessore contenente i dati anagrafici e la fotografia del titolare oltre all’indicazione dell’autorità che lo ha rilasciato.

    L’emissione del nuovo passaporto permette ai cittadini italiani di continuare ad usufruire del Visa Waiver Program, cioè dell’esenzione visto per l’ingresso negli Stati Uniti per soggiorni fino 90 giorni per turismo o affari o il transito negli aeroporti USA.

    Palermo
  • Chiusura del centro con piccole variazioni

    Stamattina dalle 9:00 alle 13:00 il centro città sarà chiuso al traffico veicolare. Durante la chiusura i mezzi pubblici dell’Amat saranno gratuiti.

    La nuova ordinanza che sancisce il divieto di circolazione per le automobili nella zona compresa tra: piazza Giulio Cesare, corso Tukory, piazza San Francesco Saverio, via Forlanini, via Cadorna, via Mura di Montalto, via dei Benedettini, corso Re Ruggero, piazza Indipendenza, corso Calatafimi, corso Vittorio Emanuele, via Matteo Bonello, via Papireto, corso Alberto Amedeo, piazza Vittorio Emanuele Orlando, via Turrisi, via Balsano, via Villa Filippina, piazza San Francesco di Paola (lato prosecuzione di via Villa Filippina), piazza Amendola, via Paternostro, via Garzilli, via Dante, via Principe di Villafranca, via Mattarella, via Notarbartolo, via Duca della Verdura, piazza Giachery, via Piano dell’Ucciardone, via Crispi, via Cala, Foro Umberto I, via Lincoln, corso dei Mille, via Balsamo, piazza Giulio Cesare. Continua »

    Palermo
  • Aggiudicato lo svincolo di via Perpignano

    È stata individuata la ditta appaltatrice per la realizzazione dello svincolo di viale Regione Siciliana all’incrocio con via Perpignano. Si tratta dell’associazione temporanea di imprese composta da Cariboni strade e gallerie di Caprileone (Messina) e Med Impresit di Salerno.

    Il progetto prevede l’interramento delle carreggiate centrali di viale Regione Siciliana all’incrocio con la via Perpignano (attualmente c’è un semaforo).

    Palermo
  • 30 ergastoli al processo “Agate+32”

    La terza sezione della Corte d’assise d’appello di Palermo, presieduta da Giovanni Micciché, ha confermato i 30 ergastoli inflitti in primo grado nel processo “Agate+32” riguardante diversi omicidi di mafia avvenuti tra l’81 e il ’91, tra cui quello di Libero Grassi. I giudici sono rimasti in camera di consiglio oltre 48 ore.

    Tra i condannati all’ergastolo figurano anche Bernando Provenzano, che ha assistito alla lettura della sentenza, Salvatore Riina, Pietro Aglieri e Mariano Agate.

    Palermo
  • Scirocco: il picco domani

    Per tutta la settimana in corso le temperature rimarranno al di sopra della media stagionale. Il picco di caldo si avrà domani (tra 31 e 32 gradi).

    L’ondata di caldo proveniente dal Nord Africa sta provocando alcuni disagi. Ieri due voli Alitalia diretti a Roma sono decollati in ritardo a causa del forte vento e diversi ettari di macchia mediterranea e sterpaglia sono andati distrutti nella zona di Monte San Calogero a Termini Imerese, a Cefalù, a Corleone e a Pioppo.

    Palermo
  • Untho is never tired

    Untho is never tired

    «Untho non è mai stanco». Sta scritto su un adesivo attaccato al pilone che regge la rotatoria sotto a piazza Einstein.

    Mi sono chiesto tante volte che cosa potesse significare e adesso ho (per caso) la risposta. Untho è uno street project di Alessio Schiavon. La parola Untho è formata dalla prima e dall’ultima lettera di Urban Trash Optimized: spazzatura urbana ottimizzata. Urban rappresenta la città. Trash (spazzatura) rappresenta i materiali usati da Alessio per creare i suoi lavori. Optimized si riferisce alle immagini pronte per essere pubblicate in Internet.

    L’obiettivo della frase è far riflettere, in particolare sullo stile di vita urbano.

    …ma a voi ha fatto riflettere?

    Palermo
  • Groove

    La mia nuova avventura per quest’autunno 2006 è un ritorno al passato, ovvero la radio. Mi piace parlarne perché la radio è un elettrodomestico che possiede chiunque, è discreto e tiene compagnia senza essere invasivo e, soprattutto, attraverso la radio si ascolta tanta musica, solo girando una manopola, e già questa è una magia.
    La radio in questione è l’ultima nata nell’etere palermitano, si chiama Radio Azzurra (in città sui 91.6) e io conduco Groove, un programma quotidiano di chiacchiere, notizie e curiosità in onda dalle 12:00 alle 14:00. Niente di troppo originale, lo so, ma con un occhio al gossip e l’altro all’attualità, ho pure il mio buon proposito: essere leggera e gradevole senza, però, essere superficiale.
    Inoltre ad Azzurra ho realizzato un piccolo desiderio: condurre una classifica (la Top Italia, sabato alle 8:00). Io che da piccola non mi perdevo una puntata della mitica Hit parade con Lelio Luttazzi, gioisco all’idea di pronunciare le consuete frasi “sale di una posizione rispetto alla scorsa settimana”, “perde tre posti e quindi la ritroviamo alla decima” e così via. Continua »

    Ospiti
  • Beethoven a Palermo

    Che fine ha fatto a Palermo Beethoven? Dove risplende il genio del grande Ludovico Van? Quale punto del reticolato urbano gli è toccato in sorte? Destino sacrificato, sacrificio improprio, Beethoven ha dato il suo nome a una via secondaria, stretta e senza uscita nei pressi del carcere minorile. La maestosa e titanica potenza delle sue sinfonie si è schiantata contro una lunga fila di saracinesche e garage condominiali, che incorniciano la strada. La poetica intensità delle grandi sonate, del Chiaro di Luna, dell’Appassionata, si è spenta nella luce a neon delle cucine a veranda, che movimentano i retri gialli e grigi, o rosso cipria, di palazzi anni ’60 e ’70, alti tredici o sei piani. Fiore all’occhiello della via, la presenza all’angolo con via Cilea dell’Autoparco della Regione siciliana. Forse un nobile omaggio. Unica nota elegante l’affluenza sul versante destro di via Toscanini, più che una strada un marciapiede ornato da aiuole e lampioni. Continua »

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram