domenica 20 ago
  • La zietta panormitana

    In vista dell’onomastico di mia nonna F., mi preparo “pissicologicamente” all’invasione qui in villa da parte delle sue 4 sorelle, denominate da tutti i discendenti: “le ziette”.

    Le ziette sono una specie tipicamente palermitana purtroppo in via d’estinzione. I loro tratti distintivi sono: età che varia da 60 a 80 anni, la corporatura bassoccia e tondeggiante, i capelli a cherubino coloro oro e/o argento, e occhialoni a fondo di bottiglia. Inizialmente possono sembrare comuni signore, ma in realtà fanno tutte parte della stessa famiglia, da lontano si somigliano tutte e frequentano gli stessi identici posti, dal supermercato al cinema.

    Come tutti i grandi esseri umani hanno le loro discepole affezionate, ognuna ha le proprie, che la venerano e dipendono da lei. Per entrare a far parte del loro club, bisogna intanto essere una donna, rientrare in questa fascia d’età e frequentarle per molti anni, finché un bel giorno vieni chiamata per nome, e tutta la nipotanza sa chi sei. Caratterialmente sono molto simili tra loro ma guai a farglielo notare, sono in competizione serrata da quando erano piccole e all’occorrenza hanno sempre da ridire l’una sull’altra. Tutte sono cuoche espertissime e hanno le loro ricette segrete anche solo per la pasta al pomodoro! Inoltre, fanno dei piatti particolari a cui hanno dato nomi altrettanto bizzarri, ne cito uno per tutti: la carne alla Marescialla; fettina di vitellino sottile sottile, passata nelle patate a purea e poi fritta. Buonissimaaa!
    Le ziette si svegliano prestissimo per cucinare e se vi capita di dormire da una di loro o come me, di viverci insieme, appena aprirete gli occhi alle sette del mattino vi chiederà: “che vuoi mangiare a pranzo?” mentre tu sogni solo acqua fresca e caffè. E quando mezz’ora dopo passerete per la cucina, sentirete un odore misto olio/fritto/cipolla/non si sa, che vi si appicicherà addosso per tuuutto il giorno. Quando tornerete all’una troverete al 100% verdura, e mettevi in testa che non saprete mai cosa stessero friggendo. Loro si muovono velocissime nel loro habitat naturale, avvolte nei loro grembiuloni a vestito anni 60 multicolor e con le loro presine a forma di guanto super imbottite e mezze bruciacchiate, sono socievoli e adorano chiaccherare mentre preparano, ma attenzione a passare da là, molto probabilmente di prendono, ti impanano e ti infornano, prese come sono dalla foga.

    Nel pomeriggio se non aspettano visite e soprattutto se non aspettano gente per cena, essendo libere decidono di agghindarsi tutte e andare “accinema” oppure semplicemente escono con “le ragazze”, ossia altre ziette e/o signore della loro età che non facendo parte del club, non meritano un nome proprio.
    Io adoro andare al cinema con le ziette, di recente io, F. e F. siamo andate a vedere Saturno Contro ed è stata un esperienza, come dire, suggestiva.
    Le ziette però, raramente accettano il non aver nulla da fare, si tengono super impegnate tutto il giorno, così quando alle 9 inizia “lo Sceneggiato” si possono mettere sul divano tranquille e soddisfatte. Ad esempio in questo esatto momento, mia nonna F., per tutti gli altri una delle ziette, non riesce a starsene qui seduta in giardino e godersi sole & uccellini, da tre ore mi dice che sta andando da Ferdico a comprare non si sa che…ancora però è qui. Ma dico, hai la tua età, hai fatto tutto quello che dovevi fare!! Goditi il tuo tempo libero!!!
    Le ziette hanno tutte la stessa tipologia di macchina, questi nuovi modelli un po a camioncino, indossano i “ginsi” e si vedono le “fissccion”, per comunicare tra loro usano il cellulare, le più zaffe fanno il classico squillo, e le più istruite addirittura si smessaggiano… L’altro giorno ho chiamato zia I. per chiederle un numero di telefono, “Sì,” mi fa lei “aspetta che prendo il cellulare”. Sento che fa tic-tic-tac-tic-tac sulla tastiera per 20 minuti e dopo mi dice con l’entusiasmo di chi ha vinto al gratta&vinci: “ok, rubrica!!!”… E io che mi ero illusa che l’avesse già letta tutta!! Grazie a queste micro-gags le ziette sono l’argomento preferito di noi nipoti e dei nostri amici più intimi che le vivono nel quotidiano.

    Quando sono tutte insieme per ricorrenze varie, i discorsi vertono quasi sempre sullo sfortunato nipote presente, lo riempiono di domande e vogliono sapere tuttissimissimo! Dopodichè si passa al panettiere che è scappato con l’amante della moglie, ai figli e nipoti di altra gente che fanno questo e quello e poi, infine, il momento che io amo di più al mondo: cominciano a ricordare e raccontare le loro vite, gli anni 50, 60 e 70, i fidanzamenti, le feste e le gite in bicicletta.. potrei ascoltarle all’infinito…
    (Adesso si è inventata una voglia pazzesca di uova… Aaah che farebbe pur di uscire!)

    Ognuna di loro ha delle peculiarità che permette ad un occhio acuto di contraddistinguerle sin dal primo incontro: V., la maggiore, avendo studiato è la più colta e la più saggia, prepara ottime torte ed è in assoluto la più tenera di tutte. F. detta amichevolmente Frensis, è la mia nonna quindi non dico nulla perchè sarei di parte; La terza è I., ha la risposta sempre pronta, il sorriso sempre stampato, parla sempre lei e sa assolutamente tutto di tutto e di tutti sempre. G. detta Emilia, non chiedetemi il motivo, è un esemplare che secondo me già da bambina era una zietta. L’ultima, è S., la più giovane e la mia preferita. Lei è libertina ma severa, è chiaccheronissima e le capitano sempre cose assurde. Auguri zia, oggi sono 69!!

    Morale, ne ho una per quando voglio essere coccolata, una per quando voglio essere sgridata, una per quando voglio sapere curtigghi palermitani e tutte insieme quando ho bisogno di ricordarmi chi sono.

    Ospiti
  • 25 commenti a “La zietta panormitana”

    1. Le persone con l’età acquisiscono una voglia frenetica di fare e anche le piccole cose quotidiane diventano delle impellenze …. quando sono in qualche luogo pubblico in attesa del mio turno i più irrequieti, insofferenti e rammaricati del tempo perso spesso sono dei semplici pensionati.

    2. Complimenti, un simpatico scritto da cui traspare molto dell’amore che nutri per nonna e “ziette”: goditele finchè ce le hai e non far loro mancare tutte le attenzioni di cui sarai senz’altro capace…
      Una domanda però Te la voglio fare, più che altro per curiosità: ma gli “zietti” dove sono?

    3. voglio conoscerle. come si fa?

    4. Euuuuuuuuuuuuuuu !!!!!
      Io Aspetto ancoraaaa !!!!!!
      baciiiiii

    5. eugenia le tue ziette saranno sicuramente simpaticissime e carinissime ma vista la tua foto neanche tu babbii.
      quando andiamo a cena fuori?

    6. Totodamilano va bene che è primavera, ma ti invito a contenerti. 🙂

    7. Con questo tempo babbo andrei a cena dentro.
      In qualche tavernazza grezza dove si mangia di casa e si beve birra e azzusa o vino scatò e azzusa o passoda e azzusa.
      Mia nonna, quando andavo a mangiare a casa sua, aveva sempre una bottiglia di passoda o di azzusa che le usava per digerire. Quando ancora il malox era una discoteca.

    8. Chissà se un giorno diventerò anche io una zietta così…mi piacerebbe tanto!

    9. io SONO una zietta così!
      ed eugenia può testimoniarlo,io però sono molto più giovane (ah ah) della più giovane delle sue ziette,come quella sono “libertina” e ahi..voi chiaccheronissima anche,ho due splendide nipoti ma posso…. adottarne altri:
      Fatevi sotto..(non in quel senso….matrimia un si pò chiù parrari)
      ciao eu e ciao ragazzi

    10. ti vedo spesso, non ci conosciamo e ancora non ti ho mai fatto i complimenti per gli articoli che scrivi. simpatici.
      ciao
      carolina.

    11. le ziette sono inimitabili, soprattutto quando sono…zitelle!! queste meriterebbero un capitolo a parte: in genere dicono di non essersi sposate “per scelta”, si vantano delle loro conquiste passate e della loro bellezza ormai sfiorita, e poi tartassano le nipoti con domande del tipo: “Ma il tuo ragazzo che fa? quanto guadagna? ha proprietà?” oppure le dispensano di consigli sull’abbigliamento: “mettiti la gonna e togliti questi SCARPONI con i lacci poco femminili!!” per non parlare di quando hanno il coraggio di regalare borsette, maglie, foulard secondo loro “alla moda”, ma in realtà tascissime!!

    12. Rosalio non mi sembra di aver esagerato. Se per qualche motivo ho turbato la tranquillità e la pudicizia dei lettori me ne scuso.

    13. portale in disco..voglio le ziette..:)

    14. bel pezzo, complimenti! la mia supernonnapina è una grande proprio come le tue ziette. ho milioni di ricordi legati a lei e ogni volta che mi vede mi dice “ma quannu mu fai u nipotino? un c’è bisognu ca ti mariti!” 😀 la adoro e spero di diventare come lei da nonna.

    15. Totò, ehm, Ninni, No no, Nino, Cioè, Giuseppe… Insomma: Robeeeertoooo! Miii chi si dannusu figghiu miu!!! (le mie adorate ziette avevano troppi nipoti e prima d’insertare il nome giusto passava un po’ di tempo

    16. per macchia: vedi che vogliono l’omaggio…
      un bacio a provvidenza che dice la verità nient’altro che la verità… adotta meee!!! I zietti non fanno completamente testo nel loro meraviglioso mondo femminile… è di famiglia!

    17. Sono uno dei nipoti delle “ziette”…confermo tutto!
      Grande Eugenia…ma ricorda: la marescialla è roba nostra!
      ti abbraccio cara cuginetta…

    18. ciao eu,
      anch’io sono una delle figlie – nipoti, ma appartengo alla categoria delle più vecchie. Bravissima come si suol dire le hai “pittate”.
      baci

    19. ciao sore’ .. non avevo un cazzo da fare e ho letto sto post di 3 anni fa..!! (oggi e’ sabato 13 dicembre 2008)
      venerdi’ torno ”ala maison..”!!
      ci si svede sore’..!!

    20. ciao zia sono fabiana volevo dirti che scrivi davvero bene sei fantastica
      come stanno le ziette by fabiana

    21. mi hai fatto davvero ridere di gusto! post ironico, delicato, pieno di affetto genuino e simpatia!

    22. Fantastiche….

    23. Racconto da gustare lentamente 🙂 Grazie per avercele fatte conoscere, anche solo virtualmente. P.S.: le cotolette alla marescialla si fanno anche a casa mia ;-D

    24. riescono a rendere speciale anche la pasta squarata !

    25. to be continue at livesicilia.it ” le ragazze del muretto”

    Lascia un commento (policy dei commenti)