venerdì 9 dic
  • Italia2006

    Sento dire “top”, ma non era “la vita” dire “che toco”?

    2006. Anno in cui il “cielo è azzurro sopra Berlino”, di gol e sorrisi tricolore. Ma anche di pianti monocromo per l’ultimo giorno di scuola.
    Nella notte, lo spirito del professor Keating ha fatto sosta qua, a Palermo, regalandomi un “sogno di una notte di mezz’estate”.
    2014. Anno del primo giorno di scuola in amarcord. Ricordo ancora l’odore degli alberi all’ombra del liceo Garibaldi. Sbircio curiosa. Voglio rivivere per un giorno le mie vecchie abitudini. Robin, regalami “l’attimo fuggente” e al diavolo carpe diem!
    Ma… Ganci ha chiuso – resterò a pancia vuota senza il proverbiale rollò – e i miei compagni hanno l’iPhone in una mano, la bretella della cartella monospalla nell’altra. E il Nokia?
    Respiro. Non mi perdo d’animo. Come primo giorno mi regalo ricreazione da Puccio, lui sì che non passa mai. Scruto curiosa intorno. Hanno tutte i leggins, ma i “pantapalazzo” dove sono finiti? I ragazzi indossano pantaloni corti mood “casallagata” e camice a scacchi. E l’onor del lato B sempre in mostra? Li guardo, ma non li vedo. Schermano sguardi dietro le maschere. Usano gli Oakley sparaflashati di ogni colore, a me però piacevano di più quelli nelle tre varianti azzurrino, grigio e lilla (anche se a dir la verità se avevi gli arnette eri il più figo della scuola!). Tengono in mano un calzone al forno, ma la vera prelibatezza è la loro parola 2.0 inscatolata. Non parlano, son muti. Ho scoperto che dopo l’estate “c6” puoi dirlo solo su WhatsApp, facebook anzi Messenger. Si mettono in posa, nascondendo le mani unte e mostrando il sorriso migliore. Selfie li chiamano. Cioè praticamente interrompono l’orgasmo “rosticcerico” per una foto, in solitudine tra l’altro. Spero non abbiano nulla in mezzo ai denti.
    Campanella. La ricreazione è finita. Passo svelto verso scuola. Sento dire in giro “top”, ma non era “la vita” dire “che toco!”? Torno a dormire. Colgo l’attimo.

    Palermo
  • 3 commenti a “Sento dire “top”, ma non era “la vita” dire “che toco”?”

    1. top è già vecchio. il sostantivo da utilizzare è “burro”

      ti piace sta gonna? “E’ il burro”

    2. Il calzone fritto da Puccio col Barbour e le Dr. Martens… i cellulari non esistevano, altro che selfie… MINKIA FLASH!

    3. Barbour e dr.Martens anche io tutta la vita! Ma anche pantapalazzo 🙂

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Sento dire "top", ma non era "la vita" dire "che toco"?, 5.0 out of 5 based on 1 rating