sabato 18 ago
  • Passante ferroviario

    Il passante ferroviario di Palermo: un’importante infrastruttura pronta a entrare in servizio

    Nei giorni scorsi abbiamo assistito all’annuncio della prossima riapertura all’esercizio del Passante ferroviario di Palermo. Un’opera, questa, di cui si parla dagli anni ’80 del secolo scorso e che rappresenta un enorme salto di qualità nella mobilità di Palermo e dell’intera area metropolitana. Proviamo a capire meglio di che si tratta.
    Il Passante è costituito dalla riqualificazione di linee ferroviarie afferenti al nodo di Palermo. In particolare, l’opera si sviluppa tra la fermata Roccella, nei pressi di Brancaccio, e l’aeroporto Falcone-Borsellino, attraverso la vecchia linea Palermo-Trapani, il raccordo Bivio Oreto-Brancaccio e la diramazione Piraineto-Punta Raisi attivata nel 2001. L’insieme di queste tratte ferroviarie è destinato ad attraversare l’area metropolitana di Palermo fornendo un servizio di carattere suburbano senza soluzione di continuità tra Termini Imerese e Punta Raisi, per una estesa complessiva di 68 km.
    I lavori in fase di ultimazione riguardano principalmente il raddoppio della parte centrale di questa infrastruttura. Una parte consistente di questa ferrovia, nelle aree più densamente abitate del capoluogo ed all’interno del centro abitato di Capaci, è stata anche “interrata”, ovvero collocata in un tracciato sotterraneo anziché in superficie. In tal modo, si è eliminata qualsiasi interferenza della linea con la viabilità di superficie, con l’abolizione di ben 22 passaggi a livello. Per la realizzazione di queste opere sotterranee in pieno ambito urbano sono state adottate le più innovative soluzioni geotecniche: fra queste va senz’altro citata l’adozione dello scavo meccanizzato, che ha consentito la realizzazione della galleria di raddoppio tra Notarbartolo e via Belgio senza apportare alcun disagio alla viabilità in superficie ed agli edifici circostanti.
    L’opera ha previsto la realizzazione di importanti fermate a servizio della città e della fascia suburbana, oltre a parcheggi e viabilità di servizio. In totale, il progetto ne prevede 25; di queste, 21 entreranno in esercizio con l’apertura al traffico della linea Notarbartolo-Punta Raisi.
    Per vedere finalmente ultimati questi lavori, avviati nel lontano 2008, dovranno essere ultimate le opere di raddoppio della tratta compresa tra San Lorenzo e Orleans, che verrà inizialmente aperta a binario unico. I lavori sono in corso tra San Lorenzo e Notarbartolo, mentre rimangono fermi tra quest’ultima stazione e la fermata Orleans a causa dell’imprevisto geologico riscontrato sotto vicolo Bernava che ha interessato appena 60 metri di galleria. In questo punto, oltre all’abbattimento delle palazzine soprastanti il tracciato, si prevede un complesso intervento in variante, che consentirà di aprire al pubblico anche la fermata Imera, nei pressi del Tribunale; i tempi di esecuzione non saranno inferiori a 18 mesi. Per quanto riguarda l’importante fermata Lazio, occorrerà appaltare nuovamente i lavori, a cui recentemente l’impresa esecutrice, il consorzio stabile SIS, ha dichiarato di rinunciare. Per le altre opere, ivi comprese le fermate Belgio e Capaci/Kennedy si lavorerà per tutto il 2019 prima di pervenire all’entrata in esercizio.
    Nonostante ciò, è indubbio il beneficio che si otterrà dalla riapertura al traffico della linea, che riguarda sia la mobilità per tutta l’area metropolitana che l’accessibilità all’intera provincia di Trapani. Il Passante ferroviario garantirà, inoltre, il collegamento diretto della città con l’aeroporto, servizio fondamentale per un’infrastruttura che registra una continua crescita del flusso passeggeri.

    GALLERIA FRANCIA-SAN LORENZO: IL VIDEO

    GALLERIA FRANCIA-SAN LORENZO: IL VIDEO

    Il nostro filmato sulla galleria a doppio binario compresa tra la fermata Francia e la stazione San Lorenzo.
    Buona visione!

    Posted by Palermo in Progress on Saturday, July 21, 2018

    (in collaborazione con Palermo in Progress)

    Palermo
  • 4 commenti a “Il passante ferroviario di Palermo: un’importante infrastruttura pronta a entrare in servizio”

    1. Grazie per queste informazioni utili Sig. Dimaria. A volte sul web si trovano troller che scrivono una serie di cretinate, na non hanno neanche la quinta elementare (vedi stugghioloni o Hugoni o Antonyello, fresco è bello…)… che negliefigurati che pensano che chissà quando, per estrarre la Marisoll ci vorrá una gru accavalletto…. ignoranti…

    2. Quando potremo raggiungere l’aeroporto in treno?

    3. Dal 10 settembre in poi, secondo le informazioni in mio possesso. Di sicuro, la linea sarà attivata per le necessarie verifiche tecniche a partire dal 9 agosto.

    4. Grazie per le info interessanti e promettenti!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.

Il passante ferroviario di Palermo: un'importante infrastruttura pronta a entrare in servizio, 5.0 out of 5 based on 2 ratings