martedì 21 nov
  • Benedetto fermo-immagine

    E vabbè, tutto è bene quel che finisce bene. Anche se a un certo punto abbiamo benedetto l’interruzione video su La7 che ci ha “privati” di una ventina di minuti di noia incommensurabile. E’ troppo dire che l’esordio del Palermo in coppa Uefa è stato a dir poco sconcertante? Primo tempo da dimenticare, secondo praticamente pure. L’unica buona notizia è questo Caserta, uno che a Catania aveva già fatto ottime cose e che potrebbe diventare l’uomo in più del nuovo Palermo di Colantuono.
    Che cosa può essere successo? Forse i nostri hanno snobbato i semi-dilettanti cechi credendo di giocare una amichevole. Se è così è meglio darsi una regolata: i rosanero, almeno fino a questo momento, non hanno dimostrato di essere una grande squadra. A parte il primo tempo di Livorno (dove i difensori hanno fatto fare a Miccoli e Amauri qualsiasi cosa), il gioco continua a latitare e bisognerà presto svegliarsi visto che domenica a Cagliari non sarà affatto una passeggiata di salute. Piuttosto, la partita è cambiata (solo un po’, ma meglio che niente) con l’ingresso di Simplicio, Amauri e dello stesso Caserta. Brienza ha fallito, Bresciano non è quello dell’anno passato, Tedesco così così, Migliaccio meglio tacere. Vuol dire che il Palermo delle seconde linee non è all’altezza della situazione? Può essere e temo che bisognerà farsene una ragione.
    P.S. – Non ho fatto nessun riferimento a Guidolin e Zamparini. Starò invecchiando.

    Palermo
  • 33 commenti a “Benedetto fermo-immagine”

    1. Ma guarda un pò, stavolta ti quoto al 100%
      Anche io starò invecchiando………….

    2. Problema tattico essenzialmente: manca il metronomo a centrocampo. Quello, come si chiamava? Ah, sì: Corucci.

    3. a occhio e croce tra un paio di partite Zampa si infurierà di brutto con Colantuono e si parlerà solo del suo successore (di Colantuono)… film pessimo, visto e rivisto.

    4. Che dire, mi sembra che attualmente la squadra basi il proprio gioco sulle invidualità (miccoli, cavani, amauri) e poco sulla coralità. Ok, la forma fisica è ancora lontana ma io non riesco proprio ad intravedere quale sarà il gioco di Colantuono. Lui dice un 4-4-2 con i laterali a spingere,ma finora, anche se le gambe sono pesanti, non mi è sembrato di vedere nessuna giocata verso le fascie ma piuttosto la tendenza a verticalizzare cercando le spizzate di amauri per miccoli o il colpo da grande campione di quest’ultimo.
      Tutti dicono che quando tornerà la forma fisica, non ce ne sarà per nessuno… ma qualcuno mi vuole spiegare come giocherà questa squadra? Quale sarà il suo gioco.

      Attualmenete vedo solo tanta volontà e volgia di fare risultato (non è un caso che il goal al 90′ lo abbiamo cercato!!!!)ma non un briciolo di gioco no!

    5. Manca l’amalgama…

      qualche uomo di sport e colore anni fa avrebbe chiesto di comprarla…

      Colantuono invece si sta attrazzando:
      Cavalcando l’onda dei mondiali di Rubgy attualmente in corso in Francia, si è lasciato travolgere dalla grinta e dall’entusiasmo scatenato dalla famigerata danka Aka degli All Black…

      e da qui una grande idea.
      Già da Cagliari, i nostri beniamini, si raduneranno a centrocampo, fisseranno con occhi di ghiaccio e petto in fuori i loro avversasi, e con fare sicuro e spavaldo intoneranno “Ciuri, Ciuri, Ciuri ri tuttu l’annu”…accompagnata da una tenebrosa tarantella…

      Da qui il + è fatto:
      avversario stordito, impressionato ed intimidito, i nostri avranno la strada spalancata verso un nuovo trionfo…

    6. Ah non l’avevo capito, scusate è stata aperta una succursale di Coverciano in città e non ne sapevo niente…
      Il metronomo corucci, non c’è più intanto,e poi vedendolo in questo inizio di stagione è buono per “battere” il tempo di una marcia funebre. Poi molti disconoscono le parole, lavoro e pazienza, seguire una squadra è anche non volere i miracoli in tre mesi, ma capire che abbiamo dell’ottimo materiale umano e che vedremo i suoi frutti a tempo debito, sinceramente scoppiare di nuovo a febbraio non m’interessa. Poi se qualunque altra squadra avesse vinto come noi ieri sera…”Mi le grandi squadre sono queste un tiro, un gol……che neanche capisci come”. Infine non mi sembra che in giro sia stato fatto tanto meglio…

    7. Zamparini va d’accordissimo con Colantuono, siamo in gande emergenza, ieri alla fine pur rischiando qualcosa abbiamo vinto credendoci fino alla fine, sintomo da grande squadra, oltre a vedere le cose che non sono andate dovreste saper leggere altre cose….NON DAR RETTA A CIO’ CHE VEDENO I TUOI OCCHI…GUARDA OLTRE…..FORZA PALERMO

    8. Roba esoterica…

    9. Purtroppo nella sociètà del “tutto e subito”, di certi commenti non c’è da stupirsi. Forse qualcuno crede che il Palermo possa fare in un mese quello che la Roma ha fatto in tre anni? Ci vuole tempo, pazienza e lavoro. Tanto lavoro. Se Colantuono avrà la possibilità di lavorare, il Palermo potrà diventare veramente una grande. Sembra che Zamparini questa volta abbia buone intenzioni, speriamo bene. Fiducia a Colantuono ed alla squadra. Per la partita di ieri, altre squadre (Inter, Milan, Juve e a volte anche la Roma) ci campano sui gol all’ultimo minuto! Perchè noi no? Fermo restando che ieri il Palermo ha disputato una brutta partita, contro degli avversari organizzati ma di basso livello tecnico.

    10. Da quello che si è visto,la squadra ha subito l’atteggiamento degli avversari, volenterosi,ma onestamente scarsi.
      Con una squadra più forte non so come sarebbe andata a finire…
      Per quanto riguarda il gioco, ritengo che siamo molto lontani da quello che vuole Colantuono…almeno spero sia così, altrimenti c’è da preoccuparsi….

    11. intanto abbiamo vinto alla faccia tua

    12. Grande doppiomalto!!!!

      é prroprio quell che tento di dire da due settimane ma mi cancellano sempre i commenti… sarà che Lo juventino è troppo suscettibile….

    13. rosalio approvami dai!!!

    14. miii sono segnalata!!!!!

    15. dai!!! non li critico più gli juventini…

    16. le grandi squadre un occasione anno, un gol fanno.
      tra vincere 1-0 dominando e vincere 1-0 soffrendo non c’è differenza.
      poi Corucci è un giocatore finito, in tre partite ha toccato 15 palloni e il torino ha fatto 3 punti.
      gran metronomo.
      poi, il mlada ha iniziato il campionato un mese prima di noi, e ha fatto valere il suo potenziale atletico su noi che ancora dobbiamo carburare. solo ca su scarsuliddi, e non segnarono mai.
      il diesel è questo.
      infine. spalletti in tre mesi stava retrocedendo. ora tutti a osannarlo. è riusito a far diventare totti un giocatore chiave nonostante sia praticamente immobile, uno dei pochi che ha sfruttato il potenziale, fa fare 12mila passaggi di prima a occhi chiusi e via dicendo. questo perchè nessuno gli ha rotto le scatole.
      l’importante è essere quarti a maggio, no primi a novembre.
      io ho e avrò fiducia.

    17. ovviamente hanno con la h…

    18. Concordo con Klaus e Frank. Se dobbiamo scrivere (voi) e leggere (noi) pezzi giornalistici o d’opinione sul Palermo Calcio che si vada avanti, è un diritto e anche un passatempo. Però mi pare che si rincari subito la dose..Criticare è legittimo, per carità, ma se vogliamo sostenere una squadra (sia a livello di tifo che di stampa) sono del parere che bisogna fare cerchio e pensare positivo, specie se siamo all’inizio di campionato e di Uefa. Poi, andare a pescare ricordi di regia del passato..mi sembra un pò inopportuno e anche (sportivamente) irrispettoso nei confronti di coloro che sono in organico attualmente. Se il Catania giocherà le prossime stagioni pensando ancora Caserta si ritroverà su uno scoglio, malinconico, a guardare il tramonto piuttosto che battersi con i mezzi che possiede e cercare di guardare avanti (pur continuando a muovere critiche – anche aspre – alla dirigenza, ci mancherebbe).

    19. Valentina, mica ti cancello io, non saprei nemmeno dove mettere mano. Vedete, io dico una cosa, voi ne dite altre. E’ la libertà. Mi pare che non ci sia nulla di male a dire che la partita con i cechi non è stata esaltante. La prossima andrà sicuramente meglio. Scusatemi, ma da me sostegno alla squadra non ne troverete. Quello è compito dei tifosi, io faccio altro nella vita. E mi hanno chiamato qui per questo. Se avessero voluto un tifoso avrebbero chiesto a Valentina, Palermitana, Ultras Palermo, ucn, non credete? Che possono sempre intervenire liberamente e dire tutto quello che pensano, sempre nei limiti della correttezza che impone un blog. Cosa che stanno facendo. Bene così, alla prossima

    20. Cosa che stanno facendo…fatta eccezione per i commenti che gli rimuovo per violazioni, caro Lucio.

    21. Io non sarei così disfattista nei confronti del Palermo. E’ vero, non abbiamo mostrato ancora grandi cose e sembriamo piuttosto affannati in parecchie situazioni. Ma il motivo principale è da addebitarsi alla dura preparazione atletica che i nostri hanno fatto per prepararsi al meglio ad una stagione su più fronti. Molto uomini non sono ancora in forma, ma lo saranno presto ed allora ne vedremo delle belle.
      O forse vogliamo fare come lo scorso campionato che siamo partiti alla grande e poi abbiamo visto come è andata a finire?
      Chi va piano va sano e va lontano…

    22. oh io fino adesso non aevo scritto,quindi mi escludo dalla lista di quelli a cui vengono cancellati i post.
      Però devo dire una cosa,ho sofferto 90 minuti come un cane,ma in un solo minuto credo di aver superato in voce il compianto pavarotti e come goduria credo un gorilla in crisi di astinenza da circa 6 anni.

      Avanti chi di voi ha poi provato tifando Palermo a vincere una partita cosi?

      Succede solo alle grandi squadre,arriva il giocatore bravo ti fa una giocata super e l’altro altrettanto bravo la mette dentro.

      i gode o no cosi???

      A cagliari si vince,il vento gira e l’amalgama (non quella di massimino? comincia a notarsi fra alcuni giocatori,Diana,Rinaudo in primis.

      Poi però Lucio ci spiega tecnicamente cosa manca al sig Migliaccioe spero si convinca che nono Corini non c’e’ più sia come presenza che come calciatore…..nel campionato italiano,voglio vedere che contribuito darà al Torino ed al campionato.

    23. ucn, al momento il paragone tra i due, secondo me, è improponibile e irrispettoso… magari tra qualche tempo la penserò diversamente, ma adesso ti dico: non confondere l’oro col piombo… ehehehe. Piuttosto, mi piace assai sto’ Caserta. Bravo no?

    24. Coretti, Coroni…

    25. Corani, Corino… Azz, come si chiama!!!!?????

    26. si chiama incoerente,Puglisi,altro che amare la maglia,le raccontasse ai suoi figlioletti le favole

    27. Perchè Corotti non amerebbe la maglia?

    28. Roberto, voglio proprio leggerti lunedì, dopo il “derby” con Lucio. 😉
      Io amo Corini, sarà sempre il mio capitano, come Di Donato e altri, ma..è passato.
      Certo che per voi “gobbi” è una fortuna Del Piero, perchè se no……. Capello( nn andrò mai alla juve), Ibraimovic, Cannavaro, Zambrotta, el puma, …e non dimentichiamoci BETTEGA.
      Rò, sei messo male amico, noi Rosa arriviamo comunque 1 punto avanti ( eddai che con noi ti ci vuschi il pane, un pò più d’entusiasmo).

    29. Alla faccia delle bandiere! Mi sa che di bandiere ne possono esistere soltanto di un tipo, quelle tricolori o a stelle e strisce..quelle umane reggono poco e niente:
      ALEX DEL PIERO – Non ha mai voluto volontariamente “ingabbiarsi” alla Juve per non considerarsi, e farsi considerare, un giocatore finito. Ha sempre dimostrato di voler giocare con continuità strizzando l’occhio a innumerevoli club europei (l’ultimo dei quali “Del Piero, tentazione Shakhtar Donetsk”,Alex accetterebbe un biennale con un leggero ritocco verso il basso rispetto all’attuale ingaggio di 4,5 milioni di euro netti l’anno).
      FRANCESCO TOTTI – Nelle passate stagioni ha battuto il pugno sul tavolo dei Sensi pretendendo, ma và, denaro sonante in cambio della sua permanenza..Real e Milan erano già alla porta. Con le “minacce” si può ottenere tutto o quasi.
      FABIO CANNAVARO – no comment.
      RONALDO – no comment.
      (Guardando in casa propria basta anche l’esempio di FABIO CASERTA, tra i più validi della squadra etnea).
      Per una società GRANDE in tutti i sensi (soprattutto economici) trattenere i propri giocatori più rappresentativi è molto più facile..malgrado tutto neanche loro, a volte, ci riescono. Figuriamoci per una Fiorentina (vedi Toni), per un Palermo (vedi Corini), per un Cagliari (vedi Suazo, dopo ben 8 anni!).
      Quindi lasciamo perdere, se volessimo anche uno stralcio di “bandiera” dovremmo pagarla, e anche tanto. Preferisco una squadra fatta di colori, quelli della maglia, indipendentemente da chi li indossa.

    30. Sig.Puglisi, si chiama C O R I N I…

      mi dica dove lo metteva quest’anno
      a)in panchina a togliere le briciole ru schiticchiu
      b) in tribuna, a gestione delle hostess della parte vip
      c)fuori dallo stadio a gestire il servizio di sicurezza
      d)a casa sua, a confezionare torroncini

      Mi scusi , ma ironicamente parlando stiamo:-)
      Capisco il bastian contrario, invece dica in stampatello con parole sue cosa doveva fare in campo in questo Palermo, così poru parler, perchè alla fine dopo il giro delle 7 chiese LUI rifiutò il contratto per restare nella sua “amata” PALERMO.
      Con somma gratitudine

    31. Klaus ti risponde cosi :

      Pacchiuni
      Inviato: Sab 22 Set 2007, 7:51 Messaggi: 195 | Id post : 102844

      ——————————————————————————–

      Buongiorno a tutti da un mattiniero Pacchiuni. La partita di domani è già un crocevia per la stagione del Palermo. In ogni caso non sarà un’ultima spiaggia, ma un primo bivio per capire il senso di marcia. Psicologicamente: una vittoria darà tempo a Stefano Colantuono di assemblare i pezzi del suo giocattolo. Un pareggino giochicchiato o una sconfitta provocheranno l’incisione delle prime vere crepe nel tessuto delicato dell’ambiente e dello spogliatoio. Io continuo a pensare che il Palermo sia un’ottima squadra potenziale, mutilata di alcuni tasselli importanti. E continua a non piacermi il 4-4-2 evanescente “ammirato” fin qui. Da allenatore virtuale preferirei il caro vecchio 4-3-2-1 che oltretutto ci permetterebbe di ammirare tutti i gioielli di famiglia in campo, senza dovere subire lo scempio di Cavani arretrato fin sulla linea dei terzini. Poco mi convince quanto ha detto il mister al riguardo:”Lui per ora gioca lì perchè è più in forma”. Seguendo questa logica un po’ paradossale un giorno potremmo vedere Fontana sulla fascia. E Diana in porta. Saluti.

    32. L’ho spiegato Klaus, se lei non accetta pareri diversi non è colpa mia. Prego Rosalio di cancellare messaggi riferiti a contesti e momenti che qui non c’entrano. Grazie.

    33. Accetto le sue opinioni, non si preoccupi, e quelle degli altri , son sempre rimasto ironico e “leggero” non capisco, la sua risposta piccata. Prendo atto lei giocherebbe ancora con Corini regista, lo desumo dalle scarne parole scritte in questo contesto,il discorso sul metronomo, io no perchè lo reputo ormai sopraffatto dalla sua carta d’identità. Comunque, speravo in una risposta ironica e pungente, non sono un indovino dunque…. 🙂

    Lascia un commento (policy dei commenti)