lunedì 5 dic
  • Leoluca Orlando

    Orlando non dà ascolto al Cga e annuncia il via delle Ztl prima di novembre

    Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha confermato la volontà di fare partire le zone a traffico limitato prima di novembre. In mattinata il Tar aveva stoppato la sospensiva al provvedimento che le istituiva dopo il ricorso di cittadini e associazioni ma confermando il fatto che i rilievi mossi dal Tar, che deciderà nel merito il 9 novembre, erano «accurati e puntuali». Lo stesso Cga aveva sconsigliato il Comune di procedere mentre si attende il giudizio richiamando «un elementare canone di buona amministrazione», ma il sindaco sembra non volerne sapere e ha dichiarato: «Introdurremo la Ztl, il Cga ha sbloccato quell’assurda posizione che sembrerebbe non consentire le Ztl a pagamento. A differenza di altre attività, in tutte le città il trasporto urbano, che per definizione è un costo sociale, viene finanziato dai cittadini. Procederemo con l’attivazione, come avevamo previsto, perché questa Ztl è la conferma di una svolta storica, rispetto all’incapacità di alcuni palermitani di comprendere quanto è più facile muoversi senza auto. Abbiamo avuto il via libera per agire come meglio crediamo e lo faremo, nonostante gli attacchi in piazza e le meschinerie della cattiva politica. […] Abbiamo avuto il via libera per fare quello che riteniamo più opportuno. E lo faremo, non abbiamo alcun vincolo. Abbiamo ottenuto un risultato per il quale ci possiamo permettere il lusso di dimenticare gli insulti personali ricevuti e attacchi e sceneggiate in piazza e meschinerie di cattiva politica». Il vecchio provvedimento viene conderato «morto» e aggiunge: «faremo un provvedimento seguendo le indicazioni del Cga che poi sono coincidenti con la nostra volontà politica».

    Le associazioni di categoria e alcuni consiglieri chiedono di ascoltare le richieste di revisione del provvedimento. A novembre c’è il rischio che si debba procedere a un nuovo rimborso qualora venga attivata la proecedura per il rilascio di nuovi pass.

    Stasera si riunirà la Giunta per una valutazione politica.

    Palermo
  • 10 commenti a “Orlando non dà ascolto al Cga e annuncia il via delle Ztl prima di novembre”

    1. Adesso è in sintonia con Cga come lo era col Tar? 😀 Le batoste non gli insegnano nulla. Alcuni palermitani sono incapaci di comprendere quanto sia difficile muoversi senza auto blu.

    2. Voi scrivete che “a novembre c’è il rischio che si debba procedere ad un nuovo rimborso qualora venga attivata la procedura per il rilascio dei nuovi pass”. Il problema è che il giudizio del Tar riguarderà la vecchia ztl, quella che Orlando ritiene “morta”, non certo la nuova che si appresta a varare. Credo che qui a capirci poco siete voi.

    3. @Luca
      1) quindi il primo risultato è già ottenuto. (La ztl di prima è morta).
      2) a novembre chiederemo una sentenza comunque sui profili di diritto, anche se il Comune dovesse ritirare il provvedimento. Sia per avere un definitivo parere in materia, che risulterà determinante per la giurisprudenza italiana (come al solito avremo fatto scuola in italia da Palermo), sia, perchè no, per chiedere la condanna alle spese, visto che gli avvocati hanno diritto ad essere remunerati.
      3) quando il tar si esprime nel merito, non importa quale sia il provvedimento, ha valore per tutti gli altri, e non solo a palermo, ma in tutta Italia.
      Mi creda, Luca, qualcosina ne capiamo.

    4. La sentenza pero’ avrà valore solo ed esclusivamente come precedente (la srl milanese non decadra’ automaticamente per una sentenza del Tar palermitano). Servirebbe quindi un ulteriore ricorso per farlo valere anche su un nuovo provvedimento di limitazione del traffico votato dal consiglio. La decisione sul merito di questo nuovo ricorso arriverebbe però solo ad amministrative passate da un pezzo e Orlando potrebbe comunque presentarsi alle elezioni con la “sua” ZTL in vigore e il debito dell’amat “virtualmente” sanato. Direi che politicamente ha stravinto il sindaco.

    5. Fabrizio nulla vieta di chiedere una nuova sospensiva.

    6. Come fa ad avere stravinto se le sue Ztl non saranno mai in vigore come erano state pensate? Ha straperso.

    7. E su cosa otterreste la nuova sospensiva? Il cga ha già dichiarato illeggittima la sospensiva del Tar basata sul pagamento dei 100 euro, creando il precedente (che era poi il vero obiettivo del ricorso del comune). Scommetto ch la nuova ztl sarà molto simile alla precedente, magari con qualche sgravio sui residenti e l’aggiunta di altre misure, tipo le targhe alterne sul resto del territorio coperto da centraline, e qualche corsa in più del 101, in modo da andare incontro alle prescrizioni del cga.

    8. Vedremo ma non dare nulla per scontato.

    9. @Fabrizio sulla base del fatto che gli siddia pagare

    10. Zibibbo simpatico diversivo: ti ricordo i rilievi «accurati e puntuali» del Tar su profili di illegittimità del provvedimento.

    Lascia un commento (policy dei commenti)