venerdì 9 dic
  • Alexa Palermo (ottobre 2014)

    Palermo: blog, siti e stime numeriche a ottobre 2014

    Pubblichiamo la classifica di ottobre dei blog e siti palermitani sulla base delle stime di Alexa. I dati sono puramente indicativi e interessanti soprattutto per confrontare più siti e valutarne i rapporti di forza basati sui numeri (posizioni in un ranking) messi a confronto (che non sempre rispecchiano il reale peso nella realtà cittadina).

    Palermo: blog, siti e stime numeriche a ottobre 2014

    Live Sicilia rimane primo ma il Giornale di Sicilia si è avvicinato come non aveva fatto ormai da mesi, probabilmente merito del restyling e del lavoro sul sito. Live Sicilia ha comunicato di essere cresciuto ancora ma il dato è ancora impropriamente (a mio avviso) cumulato con Perizona. Senza Perizona i siti dovrebbero essere molto vicini e si può ormai parlare di una situazione di duopolio dell’informazione, soprattutto se si tiene conto di ciò che è accaduto dietro.

    Sicilia Fan è stato risuperato dal sito della Regione e da quello dell’Università ma soprattutto i siti di informazione siciliana dopo il duopolio Live/Gds si sono allontanati e addirittura Sicilia Informazioni (che starebbe tentando una operazione di aumento di capitale con nuovi soci) ha superato un BlogSicilia in evidente difficoltà che vede arrivare anche Si24. Monreale News ha fatto un ulteriore salto in avanti piazzandosi addirittura sesto.

    Tra le novità editoriali c’è L’Ora quotidiano, uscito il 20 ottobre. Il sito, che sembra essere vicino ad ambienti di Confindustria, riprende l’esperienza dello storico quotidiano cartaceo palermitano ma, malgrado la (utile?) cartellonistica, la grafica gradevole, le firme, i blog (spesso tristemente privi di commenti) fatica e si piazza 35esimo.

    È l’ultimo mese in cui viene rilevato LinkSicilia che da ieri si è fuso con il catanese CTZen dando vita a Meridionews. Da ieri è online anche EXTRA, nuovo sito palermitano che guarda alla Sicilia ma anche alle circoscrizioni di Palermo, diretto da Alessia Cannizzaro.

    Rosalio questo mese è calato un po’.

    Non sono disponibili i dati disaggregati di Repubblica Palermo e del sito di Palermo del Corriere della SeraCorriere del Mezzogiorno e manca anche il valore di PalermoToday che non viene restituito correttamente.

    Segnalateci anche nei commenti eventuali siti rimasti fuori, li integreremo cercando di tracciare un quadro sempre più chiaro della realtà web palermitana.

    Il documento Excel con i dati.

    Palermo
  • 30 commenti a “Palermo: blog, siti e stime numeriche a ottobre 2014”

    1. Mentre si moltiplicano le testate, il tempo in rete dei lettori si riduce inesorabilmente risucchiato dai social, per questo trovo intelligente la fusione tra LinkSicilia e CTzen. LiveSicilia usa una pubblicità un po’ troppo invadente e fastidiosa. Rosalio dovrebbe recuperare qualcuna delle sue firme storiche fatte fuggire da inconcludenti e distruttivi commentatori anonimi.

    2. Pero’ il GDS non regge il confronto sulla qualità… in particolar modo quando LiveSicilia pubblica link che indirizzano verso gli articoli del collaboratore Perizona.it che ti “sbatte” in primo piano bellissime MIN.NE (femminili) … e cosa c’è di più stimolante – per la lettura – di queste bellissime MIN.NE ?
      http://www.perizona.it/gallery/2014/11/03/prof-fa-sesso-lalunno-16enne-video-hard-finisce-in-rete_518101/
      Ieri in un social network ho letto un’interessantISSIMA discussione sulla competitività nell’informazione – basata sulla qualità – , in un post il cui tema era, appunto, la classifica che puntualmente pubblica Rosalio (come in questo post). Partecipavano alla discussione anche diversi giornalisti, che rivendicavano la qualità dei loro giornali e siti online, e affermavano che è meglio la competitività basata sulla qualità; affermazione che ha reso felice la giornata dei lettori presenti, essendo una grande, inattesa, rivelazione.
      Si parlava pure di influencer, quella cosa che si ottiene moltiplicando i click e i “mi piacé” (anche quando il “mi piace” vuol dire “non ho niente da dire, o non me ne frega niente, ma ti lascio contento”), la quantità insomma, e chi potrebbe ottenere più quantità di click di bellissime MIN.NE ? Anche quelle di Perizona-LiveSicilia.
      Il giornalista di LiveSicilia che partecipava alla discussione e che vantava la qualità del suo lavoro non esprimeva nessun parere, seppure sollecitato dal sottoscritto, sulla enorme quantità di click (che determinano anche lo stato di influencer, più della qualità) prodotti dalla visione di quelle bellissime MIN.NE esposte in primo piano per presentare un articolo dove le MIN.NE nude avevano un ruolo rilevante… MIN.NE che anch’esse fanno crescere il punteggio e consolidare il primo posto nella classifica dei click.

    3. Di donna
      Non scriviamo fesserie.
      I commentatori,anonimi o meno,non sono i responsabili della scomparsa di queste “firme storiche”.
      Esce di scena chi non ha nulla da dire o ppure sostiene false verità.
      Ed ancora se scrive roba inutile.

    4. Didonna incorreggibile.
      Se è una donna che critica i suoi post pieni di affermazioni fasulle (nel migliore dei casi), spesso in malafede, alcune volte cervellotiche, intervallate da alcune giuste quando tratta l’argomento “assistenzialismo e spreco soldi pubblici” (omettendo pero’ di dire che anche suoi parenti, attori con scarso pubblico, sono finanziati da soldi pubblici, ma pochissimo dal mercato)… ecco se è una donna che critica i suoi post vuol dire che è un’isterica perché è “mal baisée” o per niente “baisée” (ma è peggio la prima situazione, essere mal baisée), se invece si tratta di un maschio che critica vuol dire che si tratta di “inconcludenti e distruttivi commentatori anonimi”.
      E’ chiaro che se un autore, didonna compreso, spara minc.hiate a raffica è giusto fare notare che sta scrivendo minc.hiate, specialmente quando sono scritte in malafede.
      Un esempio su tutti: didonna spesso parla della Puglia come del paradiso su terra, regione anche all’avanguardia per nuovi metodi di gestione pubblica, secondo lui; ed usa l’esempio della “magnifica” Puglia per contrapporla “all’inferno siciliano” come simpaticamente didonna definisce molte situazioni siciliane.
      Ebbene, la Puglia ha gravissimi problemi, e in molti casi sono gravissimi problemi dovuti alla scarsa evoluzione, cioè livello sottosviluppati e barbari, di non pochi pugliesi che non rendono servizio alla loro bellissima regione: ecomafia, rifiuti sotterrati ovunque anche nei siti “sensibili” quando non invadono le strade, rapine in serie, spaccio, omicidi, mazzette, scandali nella sanità, politici inquisiti e condannati, mafia pugliese dove sono affiliate anche donne, racket, addirittura minacce e racket anche a danno di contadini ai quali vengono sottratti gli arnesi e rivenduti o addirittura sradicati gli alberi per rivenderli all’estero. SE didonna scrive affermazioni maliziose sulla sua ricorrente contrapposizione Puglia(paradiso)-Sicilia(inferno) e per onestà si fa notare che dice cose ingiuste è il commentatore inconcludente e distruttivo oppure (come accertato in questo caso) è didonna un mistificatore o un autore che non sa quello che dice?
      Ed in altri casi si tratterebbe forse di QUEI POCHI autori che non hanno le spalle larghe? Individui fragili che delirano grandi capacità, quando non delirano di essere geni, incapaci invece di capire che certe critiche potrebbero farli riflettere ed evolvere sul serio quando scrivono affermazioni opinabili nel migliore dei casi, quando non sono fesserie?
      * la lista delle criminalità pugliesi, qui elencata in modo sintetico, l’ho ampiamente documentata nei mesi scorsi, quando didonna ha mistificato sul tema; i documenti da me postati dovrebbero essere in archivio in questo sito, in particolare nei post di didonna.

    5. Che alcuni autori abbiano lasciato il sito infastiditi da commenti denigratori gratuiti non lo dico io, ma lo hanno detto gli ex autori stessi. Personalmente, credo di saper distinguere le critiche fondate, preziose, dagli sfoghi digitali di anonimi frustrati per i quali i commenti rappresentano una terapia a buon mercato: il problema vero è che non può sostituire l’intervento di un medico specialista, di quelli bravi :-).

    6. Salve,
      in base a dati Alexa nella classifica ci dovrebbe essere anche http://www.tp24.it (ex marsala.it), il quotidiano on line della provincia di Trapani, che ha come valore 240,494 e dovrebbe collocarsi, in base ai vostri dati tra linksicilia e rosalio.

    7. Coraggio Dott. Didonna, continui a scrivere quello che pensa.
      Le sue idee, condivisibili o meno, sono sempre uno stimolo alla riflessione.
      Purtroppo il problema dei troll è un fenomeno mondiale come ha denunciato recentemente il fondatore del web:
      http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/10/25/troll-tim-berners-lee-inventore-www-disgusto-portatori-dodio/1171341/
      A questi soggetti è inutile rispondere.

    8. Carlo peccato che la classifica riguardi soltanto Palermo. 🙂
      Donato i parrucconi che non possono tollerare una critica aspra prima o poi dovranno abituarsi. Il mondo è cambiato e tutti hanno i loro strumenti di comunicazione online. Tu non ti sei lasciato fermare da qualche troll, peggio per chi lo ha fatto.

    9. gentile gigi, mi linka per favore la discussione che ha citato nel suo primo commento? voglio farmi due risate anche io

    10. Libero ha già dimostrato in precedenza di essere in possesso di soli tre neuroni che, peraltro, funzionano a intermittenza, quando tutti e tre sono in funzione riesce soltanto a scrivere un commento sciocco (dove parla dei commentatori non capendo che si commentano i fatti) che non c’entra un tubo con i temi in oggetto, ma questo succede anche perché i suoi tre neuroni non riescono a ovviare ai suoi gravi problemi di comprendonio. Ma che Tony Siino agisca similmente, faccia il falso in un certo senso – in stile DC – non è tollerabile; perché Siino non può nella vita reale apprezzare alcuni commentatori e poi qui scrivere “troll”, dimostrando, peraltro, di fare confusione, perché in questo post le mie osservazioni sono argomentate e documentate, non sono nemmeno critiche vere e proprie ma OSSERVAZIONE DI FATTI REALI, che magari alcuni non vedono accecati come sono dai clichés (che si sono costruiti personaggi senza consistenza) che obnubilano loro il cervello al punto che non discernono tutte le minc.hiate che scrive didonna giuliano

    11. anche se capisco che Siino deve usare lo zuccherino con alcuni autori fragili, magari restando nel vago e nelle generalizzazioni, per non offendere nessuno in particolare

    12. johnny rotten, la discussione è avvenuta nella pagina facebook di un “influencer”, Tony Siino, quindi se lei è tra i contatti facebook di Siino potrà leggerla, altrimenti si faccia inserire tra i suoi contatti. Come certamente lei sa, essere tra gli amici dei migliori “influencer” di Palermo è un privilegio

    13. GIGI è tanto animato nelle sue esternazioni, soprattutto con gli autori (i nuovi ben vengano, leggo gente interessante che ha tanto da dire e a volte anche in modo innovativo e non scontato, concordo con Didonna e mi complimento con Siino) perché forse Lei qui non trova spazio se non nei commenti?

    14. Sono molto sorpreso di certi modi di pensare
      Capisco che vi prude il cervello quando leggete un “signor commento ”
      ma,ahimè per voi,sostanzialmente anonimo.
      Emergono 2 categorie di persone,se vogliamo abbreviare,
      quelli che si mettono in vetrina,
      con tanto di nome e cognome vero,
      e gli anonimi.
      Per me siamo anonimi firmandoci con un semplice nome,
      Giusto,
      Gino
      Pino
      Giovanni
      Cristoforo
      Cristina
      Anna
      Lucia
      Loredana
      Antonio
      Ermenegilda
      Immacolata
      Soccorsa
      Giuseppe
      Maria
      Matteo
      Luca
      Tommaso
      Daniele
      Etc.
      Etc.
      Etc.
      Ma,come scrive Gigi,
      siamo qui per discutere su un tema
      o su chi svolge il tema?

    15. Amenta mi ricordo di suoi post, su politica ed economia dove scriveva autentiche corbellerie, un paio li ho criticati, ma ritenendo insulse le sue repliche non ho più perso tempo coi suoi post. Persino quando parla di tifo e calcio lei scrive corbellerie.
      Questo ed altri siti mi hanno proposto e mi propongono da molti anni di scrivere come autore ma ho sempre declinato l’invito, ringraziando. Io sono un cane sciolto, scrivo solo quando ne ho voglia, poi mi assento per settimane o mesi, oggi sto scrivendo alcuni post perché è un giorno di relax dopo diverse settimane di attività intensa. Ma il suo ragionamento, le strambe motivazioni o conseguenze che lei costruisce nel suo cervello, denotano atavismo misto a scarso spirito di analisi, e una certa arretratezza intellettuale, la sua deduzione è valida nelle campagne arretrate … lei pensa male, per questo scrive post scadenti. Lei ragiona come gli assistiti pubblici, che attaccano i critici perché pensano che li criticano perché vorrebbero essere al loro posto indegno; lei ha fatto una deduzione di pari infimo livello.
      E interpreta male: le assicuro che nella vita reale e anche mentre scrivo sono sereno, semplicemente voglio essere coerente e parlare chiaro, la falsa diplomazia e falso perbenismo mi fanno schifo, chiarezza che lei confonde con animosità… BOH
      P.S. anche lei, banale, che ha poco da dire commenta i commentatori invece di commentare i fatti… ah, un parere l’ha espresso: chiede a didonna di continuare a scrivere mistificazioni sul paradiso pugliese in contrapposizione all’inferno siciliano ?

    16. AH !, Amenta, la informo, ed insieme a lei informo altri buontemponi di questo sito, come lei, didonna e il “tre nuroni”, che quando scrivo commenti nei quali replico alle vostre bizzarre affermazioni, io sorrido, e chi mi conosce nella vita reale ( mi riferisco a persone importanti in questo sito, anche “influencer” 😀 ) può testimoniarlo 😀
      Mi fate sorridere !

    17. Non so a chi si riferisce. Temo un caso di omonimia. Io non ho mai scritto in questo blog, lo lascio fare a chi ne è capace (come anche Didonna che trova spazio nel blog culturale per eccellenza a Palermo). Ha un fare comunque troppo aggressivo che dismette le stesse risposte. Ps. Il signor Siino non commissiona pezzi. Qua gli autori sono “liberi” di esprimere le loro idee e i loro pensieri. Forse è questo che le sfugge.

    18. Come al solito spara sentenze senza la toga. O è pure magistrato nella sua onniscienza?

    19. Mah!
      anche i
      Lettori
      nel rilasciare Commenti
      sono Autori,
      Autori del Commento,
      Vigili del blog
      e
      Stimolatori del Dialogo.

    20. Johnny i miei post su facebook sono pubblici, qui c’è la discussione citata. Chiunque può chiedermi l’amicizia e lo accetto compatibilmente con il limite dei 5000 amici che periodicamente sforo.
      Gigi e chi ti avrebbe dato del troll? Te la sei sentita? Non avrai manie di protagonismo? 😛 Non provare a tirarmi per la giacchetta con la storia della falsità e della Dc, scriverò sempre ciò che penso senza paura di cambiare idea né di essere giudicato falso. Sei libero di mandarmi a quel paese se non ti cala ma io sono questo e tu sei tu, con pregi e difetti di ciascuno. 🙂
      Gigi potrebbe scrivere come autore (e chi dice che non lo abbia già fatto?). 😉 Chissà se gli darebbe fastidio leggere commenti pretestuosi e violenti.
      Testimonio che Gigi privo di computer alla mano è delizioso. Anticchia camurruso ma delizioso. 😀

    21. Vi invito a rimanere in tema.
      Gigi ti invito a essere rispettoso nei confronti degli altri commentatori e a non contar loro i neuroni.
      Grazie.

    22. Scrivere post e commenti oltre le 20/30 righe
      e’ una mancanza di rispetto per i Lettori.
      E chi vi legge?

    23. Spett.le redazione di Rosalio,
      gent.mo Tony Siino, dssideravo portare a vostra conoscenza anche la realtà di siciliarunning.it testata giornalistica interamente dedicata al podismo siciliano e non solo, che ritengo meritevole di entrare a far parte di questa “graduatoria”

      saluti

      grazie per l’attenzione
      http://www.alexa.com/siteinfo/www.siciliarunning.it

    24. Amenta, allora, tranne caso di omonimia lei scriveva come autore in un altro blog di Palermo? A quello mi riferivo.
      Blog culturale per eccellenza a Palermo? Quale? Per me il migliore è Rosalio ( nonostante Siino 😀 ) , vetrina reale della realtà socio-culturale di Palermo: neuroni, pregi, difetti, tare, capacità, incapacità, competenze, incompetenze, etc. Niente a che fare con snobismi di false élites, artefatte, dai contenuti spesso scadenti, da “isola mentale”. Certo, se scrive il suo leit motiv – la contrapposizione Puglia-Sicilia, paradiso-inferno, che spiego e documento sopra – … mistificazione ridicola… eccellente cultura…
      Per il resto, non si capisce niente quando lei scrive delle scelte redazionali di Rosalio… chiarisca a sé stesso il suo pensiero… prima di scriverlo.
      IL FATTO RILEVANTE è che lei è entrato in questo sito per commentare ma non aveva niente da dire.
      Ha commentato un commentatore, invece di commentare i fatti del post. Non siamo su novella 2000 né su Grand Hotel.
      E ci viene a parlare di eccellenze culturali?

    25. Siino, deduzione logica: è vero, tu hai generalizzato, non hai scritto nomi, quindi tutti e nessuno.
      Ma sai bene a chi si riferiva didonna, chi sono i suoi “nemici” su Rosalio che contestano le sue mistificazioni, quando le scrive. Ed io ne faccio parte. Lo stesso didonna quando condivido le sue critiche sull’assistenzialismo pubblico, sprechi di soldi pubblici, e parassitismo con soldi pubblici, non se ne accorge…
      Ecco, il metodo diplomatico – DC – era riferito al fatto di generalizzare, nominare nessuno e forse tutti ( didonna sarà contento ! ).
      Per la precisione: io ho scritto che sorrido e sono sereno anche davanti al PC. Tu hai letto solo una parte 😀 Tra l’altro ritengo questo post tra i più divertenti (come scritto sopra). Infine, le critiche, se fondate e competenti, le ho sempre ritenute utili sia qui che nella vita privata e professionale.

    26. GIGI e il suo apporto qual è a parte sparare a zero su tutto e tutti (commentatori compresi).
      Non ho mai scritto in nessun blog. Non ne ho piacere, lo lascio fare a chi ne ha capacità.
      Il blog culturale per eccellenza è per l’appunto Rosalio. Mi chiedo infatti lei come faccia a deambulare da queste parti.
      Ah e quando parla di neuroni altrui, faccia sinapsi con i suoi.

    27. (come anche Didonna che trova spazio nel blog culturale per eccellenza a Palermo)
      Non si capisce di cosa parla, di quale blog parla, nessuna persona normale nella sua frase legge che sta parlando di Rosalio… A parte il fatto che didonna ( cucchiara ri tutti i pignati 😀 ) scrive in diversi siti.
      Rosalio non è un blog prettamente culturale; si informi.
      Lei non sa e non capisce nemmeno quello che scrive. Lei è un (autocensura)…
      Lei commenta in un sito non per commentare i fatti ma per commentare i commentatori, con un’attitudine e contenuti (provincialismo atavico) anche al limite della ( …. ).
      Io commento i fatti, i contenuti del post, solo gente col cervello contorto come lei può considerare le opinioni “sparare a zero”… e quando commento non mi chiedo se i miei commenti sono utili al progresso di Rosalio, né lo pretendo… la discussione ha preso la deriva della personalizzazione a causa dei suoi commenti dem.enti nei contenuti, che non c’entrano nulla con la discussione.

    28. Il pregio di Rosalio e’ di dare spazio a tutti.Mediamente e’ una formula che da’ risultati,quanto meno quello di fare emergere la cronaca cittadina.Il ruolo dei Commentatori e’ fondamentale nel correggere certi ragionamenti spesso buttati giù a casaccio,ragionamenti senzacapo ne’ coda,che vengono facilmente smontati pezzo per pezzo.Ne abbiamo letto di cotte e di crude.Autori che mimetizzano interessi personali
      cercando di far passare concetti sul bene collettivo.Quindi autori ambigui.Chi vuole il bene di questa città
      non puo non intervenire,far sentire il proprio pensiero.

    29. grazie a Gigi e a Tony, andrò a leggere 😀

    Lascia un commento (policy dei commenti)

Palermo: blog, siti e stime numeriche a ottobre 2014, 5.0 out of 5 based on 3 ratings